Buon venerdì

Carmagnola Rally Storico, vecchie vetture, nuove emozioni

Progetto grafico di Beppino Tallone

CARMAGNOLA (TO), 31 agosto – Le grandi emozioni di 27 edizioni di gare non possono certo essere cancellate da dieci anni di riposo. Il Rally di Carmagnola ha lasciato una traccia così profonda nelle emozioni degli appassionati di rally che appena si è tornato a parlare della gara, il circus dei rally piemontesi è tornato a sorridere come un tempo.

Un Carmagnola che si ripropone in formato storico, proprio per offrire alle vetture che fecero grande la gara degli anni Ottanta e Novanta l’opportunità di ricalcare le speciali di un tempo: da Ceresole a San Grato, da Monteu Roero alla mitica Poirino, dove si decisero le sorti delle edizioni storiche. Dove riesploderà la passione di questa prima edizione storica.

Asta record: 48,4 milioni di dollari per una Ferrari 250 GTO del 1962

Nuovo record mondiale per la vendita di una vettura all’asta. Testo originale Classic Driver; Foto: Stephan Bauer per Classic Driver © 2018

MONTEREY (California, USA), 26 agosto – Come ampiamente previsto prima dell’incanto, una Ferrari 250 GTO del 1962 – offerta da RM Sotheby’s nella sua vendita di domenica scorsa a Monterey – è diventata l’auto più costosa mai venduta all’asta, raggiungendo un valore di 48,405 milioni di dollari (incluso i diritti d’asta per la Casa), pari a 41,513 milioni di Euro.

Incaricato di guidare la Ferrari 250 GTO – che è stata di proprietà per gli ultimi 18 anni dell’ex manager di Microsoft Greg Whitten – sul palco di fronte al salottino pieno zeppo era nientemeno che il cinque volte vincitore di Le Mans Derek Bell. Immediatamente dopo Maarten ten Holder, il banditore di RM Sotheby, aprisse le offerte a 30 milioni di dollari. È seguito un incalzante periodo di 10 minuti di rialzi a tamburo battente, il martello alla fine fissasse a 44 milioni di dollari (48.405 milioni incluso il premio di asta) salutato da un applauso generale.

Questa Ferrari GTO è il terzo esemplare costruito, il telaio n. 3143GT, indubbiamente uno dei migliori. Ha alle spalle una nitida storia nelle competizioni forte (anche se limitate alle gare italiane) con due vittorie di classe alla Targa Florio e conserva la sua carrozzeria originale, cambio, assale posteriore e carrozzeria della Serie II, quest’ultima montata da Scaglietti nel 1964. Nonostante abbia superato il precedente record detenuto da un’altra 250 GTO, telaio n. 3851GT che è stata venduta da Bonhams per 38 milioni di dollari nel 2014, la vendita non ha superato il recente scambio privato di 70 milioni di dollari per la vettura ex-Pierre Dumay e Léon Dernie.

 

Neonato Rally storico di Carmagnola, 64 iscritti che faranno sognare nel weekend

CARMAGNOLA (TO), 30 agosto 2018 A dieci anni dall’ultimo rally di Carmagnola, nell’imminente weekend la gara automobilistica torna nella città dei peperoni, ma in versione storica. Ha 64 iscritti provenienti da tutto il Nord Italia, nelle tre discipline previste per questa prima edizione del Rally storico di Carmagnola, riproposto per la gioia degli appassionati dalla medesima organizzazione, lo Sport Rally Team guidato da Piero Capello, che l’aveva messa in scena per 27 anni, a partire dal 1982, fino al 2008.

Ad affrontarsi sulle stesse strade di un tempo, 46 equipaggi in gara nella specialità “rally storico”, 4 nella “All star”, altri 14 nella “regolarità sport” che si daranno battaglia sugli 82 chilometri del percorso, articolato su 4 prove speciali tutte da ripetere una volta. Coinvolti direttamente i Comuni di Ceresole, Monteu Roero, Montà, Cellarengo, Pralormo e Poirino, sede dei 4 tratti cronometrati, a cavallo fra le province di Torino e di Cuneo.

Partenza e arrivo in piazza Italia, come sempre successo al “Carmagnola”, alle ore 9 di sabato 1° settembre, arrivo della prima vettura in pedana poco dopo le 17, con premiazione a seguire e una grande, coloratissima festa di piazza, all’arrivo. Naturalmente, in compagnia di Re Peperone e della Bela Povronera. Previsti tre riordini: due a Monteu Roero ed uno a Poirino.

Le preliminari verifiche tecniche e sportive si svolgeranno in piazza Italia a Carmagnola alla vigilia, fra le 17 e le 20,30 di venerdì 31 agosto. Sempre domani sono in programma anche le ultime ricognizioni (ore 9-14).

In azione a Carmagnola tante vetture rimaste nel cuore dei tifosi, come d’altronde questa manifestazione. A scendere per prime dalla pedana, due Porsche 911, quindi due Lancia 037, poi ben tre Toyota Celica. E ancora, fra le prime dieci partenti, una BMW M3, una Talbot Sunbeam Lotus, una Opel Ascona 400.

Sul sito dell’organizzazione (www.sportrallyteam.it) è possibile scaricare molto materiale informativo, come cartine, elenco iscritti, oltre alle migliori postazioni per assistere e fotografare in sicurezza. A tal proposito SRT invita il pubblico “a partecipare numeroso, ma sempre presente a sé stesso – dice il patron, Piero Capello – con responsabilità e prudenza, come è giusto che sia negli sport motoristici, seguendo le indicazioni dei commissari di percorso”. Le strade chiuderanno al normale traffico veicolare un’ora e mezza prima del via di ogni prova speciale, e riapriranno mezzora dopo l’ultimo concorrente.

Contemporaneamente domani ha inizio a Carmagnola, promossa dal Comune, la 69esima Fiera nazionale del Peperone, una kermesse di dieci giorni (dal 31 fino al 9 settembre) dedicata al saporito ortaggio.

Winners Rally Team, saranno due gli alfieri al 54° “Rally del Friuli”

Dopo la gara di Brazzoli in Germania anche Claudio e Simona Ferron al Carmagnola

TORINO – Si alza il sipario sul 54° Rally del Friuli Venezia Giulia; in programma da venerdì 31 agosto a domenica 1 settembre, la gara riporterà il territorio friulano alla ribalta internazionale per quella che sarà la sesta prova del FIA European Historic Sporting Rally Championship, oltre al quarto dei sei round che compongono il Campionato Italiano WRC (CIWRC) ed anche al sesto round della serie Tricolore Nazionale sempre per auto storiche (CIRAS).Altre validità della gara saranno quelle per F.I.A. CEZ (Central Europe Zone), Campionato Regionale (coefficiente 1,5), Campionato Friuli Venezia Giulia, Michelin Rally Cup, Suzuki Rallye Trophy, Trofeo Peugeot club e Trofei Renault. Organizzato e gestito dalla Scuderia Friuli ACU il rally torna in provincia di Udine, a Martignacco, ospitata nelle ampie e funzionali strutture di Città Fiera dove saranno allestite la direzione gara, la segreteria e sala stampa, oltre ovviamente alla partenza ed all’area assistenza. A questa grande novità si associa il precorso di gara disegnato, come di consueto, con occhio, cuore e mente alla tradizione; otto prove speciali per la gara tricolore del CIWRC (117,640 km di prove, il 29,3% dei 400,950 del percorso totale), nove per quella “historic”, che avrà un percorso dallo sviluppo complessivo pari a 375,940 chilometri, dei quali il 35% è costituito dagli oltre 132 chilometri di tratti cronometrati.

La scuderia piemontese Winners Rally Team, reduce dalla splendida avventura mondiale regalatale in Germania da Enrico Brazzoli e Luca Beltrame, torna a calcare la scena nazionale schierando ai nastri di partenza due equipaggi; Nicholas Parolaro e Jasmine Manfredi avranno il compito di ben figurare sugli asfalti del nord est a bordo della Suzuki Swift R1B con la quale daranno battaglia, tra gli altri, ai compagni di scuderia Schileo e Furnari che avranno a propria disposizione una vettura identica alla loro. Contemporaneamente, in provincia di Torino,  Claudio e Simona Ferron saranno tra i sicuri protagonisti del “Rally Storico di Carmagnola” condividendo l’abitacolo dell’ormai consueta Opel Kadett GT/E Gruppo 2.

Biella Motor Team. Davanti a tutti al Carmagnola

Da dieci anni, nel 2008 si svolse la sua ultima edizione, gli appassionati aspettavano il ritorno del Rally di Carmagnola, una delle classiche del panorama piemontese. Quest’anno, finalmente, gli organizzatori lo hanno riproposto aperto, però, solo alle auto storiche. Partenza alle 9,01 di sabato 1 settembre ed arrivo finale, sempre nella cittadina torinese, alle 17,16 dopo otto prove speciali per un totale di 82 chilometri cronometrati.

Ad un appuntamento così importante non poteva mancare la scuderia Biella Motor Team che schiera i suoi migliori equipaggi con la fondata speranza di raccogliere qualche soddisfazione. Luca Valle e Cristiana Bertoglio con la loro Porsche 911 SC avranno l’onore di scendere dalla pedana di piazza Italia con il numero 1 sulle fiancate, dietro di loro i compagni di colori Franco Vasino e  Renzo Melani con una 911 RS. Con il numero 7 li seguono Claudio Bergo e Luca Pieri che dispongono di una Toyota Celica ST165. Il 16 invece è il numero che è stato assegnato alla Ford Escort RS di Margherita Ferraris Potino che farà coppia con il pilota Pier Luigi Porta. Con il numero 48 sarà della partita un altro navigatore: è Eraldo Botto che leggerà le note a Maurizio Ribaldone su una piccola ma grintosa Autobianchi A112 Abarth.

 

Nella gara di Regolarità sport al seguito del rally il sodalizio biellese schiera la Ford Escort XR3 (numero di gara 307) di Michele Pavan  e Cristian Coggiola.

Biella 4 Racing, adesso tocca al Carmagnola

Archiviato un buon Rally Lana.

Biella: È ormai da consegnare agli archivi la 31^ edizione del Rally Lana, la storica corsa Biellese che è tornata protagonista dopo alcuni anni di assenza dal panorama rallistico nazionale.

Un’edizione, quella del rilancio, promossa a pieni voti, sia dal punto di vista organizzativo, sia dal punto di vista di risposta del pubblico e della popolazione coinvolta in questa due giorni di vero evento motoristico a tutto tondo.

Naturalmente nella gara di casa non potevano mancare gli esponenti Biella 4 Racing, ed il primo a comparire nella classifica finale è Ilvo Rosso, che dettava le note a Nicola Barone sulla loro Citroën Saxo di classe Prod S2 targata Destra4, che hanno terminato la loro gara al quarantanovesimo posto dell’assoluta, settimi di classe. “È stata una bella gara”, commenta il navigatore B4R, “io e Nicola ci siamo divertiti tutto il giorno, andare a battagliare per la classe era cosa ardua, ma abbiam tenuto un bel passo lungo tutte le speciali, siamo soddisfatti”.

Sessantesimi assoluti e settimi di classe hanno invece concluso Luca Colongo e Mara Zublena, al via sulla loro Renault Clio Williams di classe Prod S3. “Siamo contenti, il nostro obiettivo era quello di portare a termine la gara senza fare danni o commettere errori e l’abbiamo centrato in pieno. La gara è stata impegnativa, soprattutto per le caratteristiche del tracciato, ma aver corso su queste strade è un sogno che si realizza!”.

Sabato 1° settembre, invece, si disputerà il Rally Carmagnola Storico, altra gara piemontese dalla lunga tradizione, scomparsa per alcuni anni, ed ora riproposta in veste storica.

Al via nella Regolarità Sport, per i colori Biella 4 Racing, ci saranno Luca Maielli e Giovanni Gambino, che puntano a riscattare la sfortuna che gli ha visti protagonisti nelle prime due gare della stagione, contraddistinte da altrettanti prematuri ritiri a bordo della loro Peugeot 205. “Proviamo a sconfiggere la malasorte che ci attanaglia in questo 2018”, commenta Luca Maielli, “ripresentandoci al via di una gara dal grande passato. La voglia di riscattarci è tanta e proveremo a tramutarla in un bel risultato sulla pedana d’arrivo”.

Sempre per i colori B4R, e sempre nella categoria Regolarità Sport, saranno al via le new entry fra le fila della Scuderia Laniera, Alberto Bonamini e Marianna Ambrogi, sulla loro Fiat 124 Abarth Gruppo 4. “Siamo al via di questo Carmagnola per provare le migliorie tecniche apportate alla nostra vettura, sicuri di poterla testare su strade difficili ed impegnative, strade che nel passato hanno portato molto bene al nostro nome. Sicuramente ce la metteremo tutta per ottenere un bel risultato, con sempre l’obiettivo di divertirsi”.

Nella categoria Rally, infine, sarà presente la navigatrice B4R Ornella Blanco Malerba, che darà le note a Paola Travaglia sulla Peugeot 309 GTi.

EfferreMotorsport – Madama e Saviotti al Carmagnola storico, bene Bossuto al Rally Lana

Dopo il Rally 4 Regioni, torna in azione la versione “Amarcord” del team oltrepadano EfferreMotorsport, saranno infatti due gli equipaggi impegnati alla 1° edizione del Rally Carmagnola storico. Su Opel Kadett GT/E Gruppo 2 troveremo il pilota di Casteggio Antonio Madama con Nicola Crevani mentre su Peugeot 205 ci sarà Giorgio Saviotti navigato da Susanna Ghisoni, per la prima volta a leggere le note su una “storica”.

Questo primo rally storico di Carmagnola tornerà sulle stesse strade di un tempo. Gli equipaggi potranno concorrere, a seconda del tipo di vettura e delle aspirazioni agonistiche, in una delle tre specialità in cui è articolata la gara, “rally storico”, “All star”, oppure “regolarità sport”.
Sarà questo anche l’ordine con il quale il pubblico li vedrà sfilare sulle strade del “Carmagnola” che fu. La gara coinvolgerà direttamente i comuni di Ceresole, Monteu Roero, Montà, Cellarengo, Pralormo e Poirino, teatro delle 4 prove speciali: “Sarà un rally molto compatto. Infatti – prefigura l’organizzatore Piero Capello – in circa 170 chilometri di percorso sono racchiuse le quattro prove, ciascuna da ripetere due volte, per un totale di 80 chilometri cronometrati”.
Partenza e arrivo in piazza Italia, come sempre successo al “Carmagnola”. Via alle ore 9 di sabato 1° settembre, arrivo della prima vettura in pedana poco dopo le 17, con premiazione a seguire e una grande, coloratissima festa di piazza, all’arrivo. Naturalmente, in compagnia di Re Peperone e della Bela Povronera. Previsti tre riordini: due a Monteu Roero ed uno a Poirino.
Si è svolto lo scorso fine settimana il gradito ritorno del Rally Lana, erano presenti i torinesi Stefano Bossuto e Nancy Bondì, che, a bordo della Peugeot 106 N1, hanno raccolto la 52° posizione assoluta e 2° di classe N1. Una buona gara la loro, unico neo la PS 1, di grande prestigio, dopo sono stati fermati e gli è stato assegnato il tempo imposto.

 

 

Svizzera e Austria terre di conquista per l’Abarth 124 rally. In Friuli in gara anche l’Abarth 500 R3T

Nel prossimo fine settimana due Abarth 124 nel Rally del Ticino, in Svizzera, e una nel Wechsellang Rallye, in Austria. In gara anche i vincitori dell’Aci Rally Italia Talent che in settimana parteciperanno al 54° Rally Friuli Venezia Giulia gara valida per il Campionato Italiano WRC con l’Abarth 500 R3T.

MARTIGNACCO (UD) – Continua l’intensa e appassionante stagione dei piloti dell’Abarth 124 rally Selenia International Challenge, che vede le spider dello Scorpione impegnate in 11 campionati nazionali, oltre che nel Campionato Europeo e nel mondiale Coppa FIA R-GT. E proprio in quest’ultimo campionato vincendo la categoria in Repubblica Ceca, nel Barum Czech Rally Zlìn, i francesi Raphaël Astier e Frédéric Vauclaire, sull’Abarth 124 rally del Team Milano Racing, si sono aggiudicati con una gara d’anticipo il campionato mondiale FIA R-GT.

Questo fine settimana due Abarth 124 rally sono impegnate nel Rally del Ticino, valido per il Campionato Svizzero. Al via l’elvetico Beat Wyssen, in coppia con la figlia Janine con l’auto del team Zeughaus Garage, e gli italiani Gianluca Luchi e Gianluca Marchioni, con la vettura del team Bernini Rally. Entrambi i piloti hanno ottenuto un successo nella categoria R-GT nell’ambito del campionato svizzero: Wyssen nel Criterium Jurassien, Luchi nel Rally di Alba. Il Rally del Ticino si disputa in un’unica  tappa che parte da Balerna sabato 1° settembre alle ore 8,30 e si conclude nella stessa giornata alle ore 18,30 a Chiasso, dopo la disputa di 6 prove speciali tutte su asfalto.

Un’altra Abarth 124 del team Bernini Rally è impegnata in Austria nel Wechsellang Rallye con gli italiani Andrea Maselli e Camilla Gallese, che in questo campionato hanno ottenuto il successo nella categoria R-GT nel Rally Weiz, disputato nel mese di luglio. Il Wechsellang Rallye si articola su due tappe: la prima parte da Friedberg alle ore 12,30 di venerdì 31 agosto e si conclude alle 21 dello stesso giorno; sabato 1° settembre la seconda frazione di gara con partenza alle ore 8,00 e arrivo alle 17,45. Sedici le prove speciali in programma per un totale di 163,52 km di velocità cronometrata, 10 dei quali su fondo sterrato.

Fine settimana impegnativo per Niccolò Cedrati, impiegato di Osimo (AN), mai corso, e Cristian Pollini, avvocato di Asciano (SI), vincitori della Categoria Over 35 della 5^ edizione di Aci Rally Italia Talent il cui sogno di partecipare come Pilota e Navigatore ufficiali ad un Rally di Campionato Italiano si sta per avverare. I due vincitori parteciperanno al 54° Rally Friuli Venezia Giulia, gara valida per il Campionato Italiano WRC, con l’Abarth 500 R3T ufficiale, a titolo completamente gratuito e avranno come Tutor prima e durante tutto lo svolgimento della gara un grande Campione, Renato Travaglia, pluri campione italiano ed europeo, uno degli Esaminatori di Aci Rally Italia Talent sin dalla sua prima edizione.

Saranno 8 le Prove Speciali su asfalto in programma tra venerdì e sabato per 120 km su un totale di 400 km.

Al via le iscrizioni del 25° Rally del Rubinetto

Da ieri, giovedì 30 agosto, si possono inviare le adesioni alla gara novarese valevole per il Trofeo Prima Zona Pirelli.

San Maurizio d’Opaglio (NO) – Tutti sull’attenti: da oggi è possibile inviare le iscrizioni per partecipare al 25° Rally del Rubinetto che animerà le strade novaresi tra il 29 ed il 30 settembre prossimi.

La corsa organizzata dalla Pentathlon Motor Team in collaborazione con la scuderia New Turbomark, che avrà San Maurizio d’Opaglio come sede principale, conterà circa novanta chilometri di speciali e avrà validità come Coppa Italia di Prima Zona, ambito nel quale Pirelli ha messo in palio un ricco montepremi : il Rubinetto sarà l’atto finale della serie regionale.

Per iscriversi è sufficiente scaricare il modulo presente sul sito www.rallydelrubinetto.com e compilarlo in ogni sua parte. Le iscrizioni si protrarranno fino al prossimo 24 settembre. La gara, date le validità, offrirà la possibilità di partecipazione anche alle potenti World Rally Car.