All’ACI Rally Monza è partito l’ultimo round stagionale del CIR Junior 2020. Mazzocchi il più veloce sulla SS1

I giovani del Six Pack hanno affrontato la prima giornata con lo shakedown e la prova numero 1 “The Monza Legacy” all’interno dell’Autodromo Nazionale.I già campioni italiani rally Junior 2020 Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti sono stati i più veloci di questo day 1.

Iniziata l’importante avventura nell’ambito del Mondiale Rally per i ragazzi del CIR Junior 2020 impegnati esclusivamente nella prima prova e nell’intera giornata di domani venerdì 4 dicembre con altre cinque prove speciali tutte concentrate all’interno dell’Autodromo Nazionale Monza.

Sui 4,33 km della prima prova speciale “The Monza Legacy”, i giovani a bordo delle Ford Fiesta RAlly4 di Motorsport Italia e gommate Pirelli si sono messi in evidenza con Andrea Mazzocchi navigato da Sivlia Gallorrti che hanno realizzato il miglior tempo tra i suoi avversari davanti a il bravo varesino Riccardo Pederzani insieme a Giulia Paganoni di 10”. Terzo crono tra gli under dell’altro piacentino Giorgio Cogni affiancato come sempre da Gabriele Zanni. Bene anche l’astigiano Emanuele Rosso navigato da Andrea Ferrari.

CLASSIFICA SS1 ASSOLUTA: 1. MAZZOCCHI-GALLOTTI (Ford Fiesta) in 4’11.8; 2. PEDERZANI-PAGANONI (Ford Fiesta) a 10.0; 3. COGNI-ZANNI (Ford Fiesta) a 10.5; 4. ROSSO-FERRARI (Ford Fiesta) a 12.2

Partito l’ACI Rally Monza. Ogier su Toyota è leader

Start e prima prova speciale per la gara italiana del FIA World Rally Championship. Alle spalle della Yaris del francese le Hyundai i20 Coupé WRC di Neuville e Tanak.  Domani, venerdì 4, cinque crono tutti all’interno dell’area dell’Autodromo Nazionale Monza. Diretta RAI Sport alle 12.30 e alle 15 e sintesi

Monza (MB), giovedì 3 dicembre 2020 – È partito l’ACI Rally Monza, settimo e decisivo appuntamento del FIA World Championship, che ha subito rivelato il suo carattere forte di gara difficile e selettiva. Nella mattinata lo shakedown all’interno dell’Autodromo Nazionale Monza, che è stato anche teatro della prima prova speciale “The Monza Legacy”, il crono in live TV su Rai Sport e WRC+.
Sebastien Ogier e Julienne Ingrassia sulla Toyota Yaris WRC hanno ottenuto il miglior tempo e sono in testa alla gara organizzata dall’Automobile Club D’Italia. Seguono con un distacco di 5 decimi l’equipaggio belga Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul e gli estoni Ott Tanak e Martin Jarveoja entrambi sulle Hyundai i20 Coupè WRC a 2 secondi da Ogier.
Quarto tempo sui primi 4,33 Km cronometrati per il leader iridato Elfyn Evans, l’inglese della Toyota Yaris WRC rallentato dalle insidie del fondo e seguito dal giovanissimo finlandese compagno di squadra Kalle Rovanpera, anche lui su Toyota Yaris WRC.

Subito alta tensione anche tra i pretendenti al titolo WRC 2 con il miglior tempo in prova del giovane francese Adrien Formaux navigato dal belga Renaud Jamoul su Ford Fiesta MkII che ha preceduto di un solo decimo di secondo il norvegese Mads Ostberg su Citroen C3. Terzo tempo per il ceko Jan Kopecky che ha preceduto di un decimo il leader svedese Pontus Tidemand su Skoda Fabia.

Jari Huttunen, navigato Mikko Lukka sulla Hyundai NG i20, si è portato al comando della WRC 3, le RC 2 affidate a Team privati. Lo svedese è in piena lotta iridata con il leader boliviano Marquito Bulacia che al volante della Skoda Fabia ha ottenuto il 6° tempo sul primo crono. Seconda prestazione in prova per Andreas Mikkelsen su Citroen C3, seguito da Oliver Solberg su Skoda Fabia, i due figli d’arte sono divisi da 9 decimi.

Si è subito accesa la sfida tra i giovanissimi del FIA Junior WRC, tutti sulle Ford Fiesta Rally4 curate da M-Sport. I finlandesi Sami Pajari e Marko Salminen si sono lanciati all’attacco ed hanno ottenuto il miglior tempo in prova, davanti agli svedesi Tom Kristensson e Joakim Sjoberg. Terzo Martins Sesks, il lettone navigato da Renars Francis e leader della classifica, che ha preceduto il portacolori ACI Team Italia Fabio Andolfi.

Prima giornata di gara anche il round finale del Campionato Italiano Rally Junior, si concluderà domani l’esperienza mondiale per i giovani equipaggi a cui la Federazione ha offerto l’opportunità di una vetrina mondiale. Tra le Ford Fiesta curate da Motorsport Italia e gommate Pirelli ottima prima prova per Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti. Seconda piazza provvisoria per il varesino Riccardo Pederzani affiancato da Giulia Paganoni, seguiti dal piacentino Giorgio Cogni e Gabriele Zanni.

Domani DAY 2, venerdì 4 dicembre, previste cinque prove speciali su tre diversi tratti cronometrati all’interno dell’area dell’Autodromo Nazionale Monza. La giornata inizia alle 7.25. La SS “Junior” da 13,4 chilometri per gran parte su asfalto, alterna tratti lenti e veloci, in pista e su strade interne, intervallati da 2,4 chilometri di sterrato. La SS “Roggia” (16,22 km) trasmessa in diretta in entrambi i passaggi, la più lunga tra quelle in circuito, arricchita anche in questo caso da 3 chilometri di terra per un continuo cambio di fondo e di aderenza. Quindi la SS “Grand Prix” (10,31 km), l’unica tutta su asfalto tra quelle in circuito, che si ripeterà una volta per tappa, venerdì, sabato e domenica.

Ultimo atto della stagione racing 2020 per Abarth: finale della Coppa FIA R-GT all’ACI Rally di Monza e ultima gara del campionato Italiano F4 a Vallelunga

Al via del Rally di Monza il giovane italiano Andrea Mabellini, vincitore dell’Abarth Rally Cup 2020, e il connazionale Roberto Gobbin, rispettivamente 1° e 4° nella classifica del campionato FIA R-GT. Contemporaneamente sul circuito di Vallelunga si disputa l’ultima prova dell’Italian F4 Championship powered by Abarth.

Dopo aver conquistato l’Abarth Rally Cup 2020, il giovane italiano Andrea Mabellini prende parte questo fine settimana all’ACI Rally di Monza, ultima prova del Campionato Mondiale WRC, valido anche per l’assegnazione della Coppa FIA RGT, in pratica il “mondiale” delle Gran Turismo, vinto dalle Abarth 124 rally nelle sue ultime due edizioni: nel 2018 con il francese Raphaël Astier e l’anno scorso con l’italiano Enrico Brazzoli.

 

Mabellini in quest’occasione corre affiancato da Virginia Lenzi, con la quale aveva già ottenuto nel 2017 un ottimo 2° posto di categoria RGT, all’esordio con l’Abarth 124 rally, alle spalle dell’esperto Andrea Nucita.

 

Al via con l’Abarth 124 rally anche il pilota italiano Roberto Gobbin, con Alessandro Cervi, attualmente 4° nella classifica della Coppa FIA R-GT.

 

Essendo una prova del Mondiale WRC, l’ACI Rally Monza si presenta particolarmente difficile sia per il tracciato – che comprende prove in autodromo con alcuni tratti su sterrato e altri nelle montagne della Bergamasca – sia per le condizioni meteorologiche tipicamente invernali.

 

La gara inizia giovedì 3 dicembre sul circuito di Monza alle ore 13.50 con la prima prova speciale all’interno dell’autodromo. Venerdì 4 sono previste altre 5 prove speciali sempre in autodromo, mentre sabato 5 dicembre i concorrenti affrontano 6 prove speciali di montagna nella Bergamasca. Domenica la conclusione in autodromo con altre due frazioni cronometrate. In totale sono 241 i km di velocità cronometrata su un percorso lungo complessivamente 513 km.

 

Contemporaneamente si disputa nell’autodromo di Vallelunga l’ultima prova dell’Italian F4 Championship powered by Abarth, campionato monomarca riservato ai giovanissimi piloti provenienti dal kart che si sfidano al volante delle performanti monoposto spinte dal motore Abarth.

 

Al via dell’ultimo appuntamento stagionale 30 piloti in rappresentanza di 19 nazioni.

 

Con l’italiano Gabriele Minì (Prema Powerteam) già matematicamente campione, mentre è ancora aperta la sfida per il secondo posto, che vede il confronto tra l’italiano Francesco Pizzi (Van Amersfoort Racing) con 191 punti, lo svedese Dino Beganovic (Prema Powerteam) con 168 punti e l’italiano Andrea Rosso (CRAM Motorsport) con 139 punti.

 

Il programma del weekend prevede due turni di prove libere nella giornata di venerdì 4 dicembre. Sabato 5 le prove di qualificazione alle ore 9,50 e 10,15 e la prima delle tre gare alle ore 14,00, domenica le altre due manche con partenza alle ore 10,00 e alle ore 15,00. Diretta streaming su www.acisport.it.

 

Classifica della Coppa FIA RGT: 1. Luc Caprasse (BEL, Abarth 124 rally) e Andrea Mabellini (ITA, Abarth 124 rally) 25 punti; 3. Petr Nešetřil (CZE, Porsche 997 GT3) 18; 4. Roberto Gobbin (ITA, Abarth 124 rally) 15; 5. Dariusz Polonski (POL, Abarth 124 rally) 12.

La nuova Hispano Suiza Carmen Boulogne è on the road

La nuova Hispano Suiza Carmen Boulogne, è una spettacolare hypercar completamente elettrica che unisce una potenza di oltre 1000 CV con il lusso leggendario e l’esclusività di Hispano Suiza. La Carmen Boulogne è pronta a partire. Hispano Suiza produrrà 19 unità del suo iconico modello Carmen, cinque delle quali saranno Carmen Boulogne. 1.114 CV di potenza, una velocità massima limitata a 290 km/h e accelerazione da 0 a 100 km/h in 2,6 s.

Hispano Suiza ha presentato un secondo modello, la Carmen Boulogne, un’evoluzione ancora più sportiva dell’iconica Carmen. La Carmen Boulogne è un’esclusiva hypercar completamente elettrica progettata, sviluppata e prodotta a Barcellona (Spagna), della quale verranno realizzati solo cinque esemplari.
Il nome Boulogne risale al 1921, quando Hispano Suiza realizzò una versione da corsa della sua H6 Coupé ad alte prestazioni e la iscrisse alla Coppa George Boillot, una gara di resistenza della durata di oltre 3 ore intorno alla città francese di Boulogne. Lì, Hispano Suiza ottenne tre vittorie consecutive con André Dubonnet (1921), Paul Bablot (1922) e Léonce Garnier (1923) alla guida del potente Hispano Suiza H6.
Hispano Suiza ha voluto rendere omaggio a queste vittorie storiche con Carmen Boulogne, una hypercar che eroga 1114 CV (820 kW) – 95 CV in più rispetto alla Hispano Suiza Carmen – una velocità massima di 290 km/h (limitata elettronicamente) e un’accelerazione da 0-100 km/h in soli 2,6 secondi. La Hispano Suiza Carmen Boulogne pesa 1.630 kg, 60 kg in meno della Carmen. Questa riduzione è stata ottenuta grazie all’ottimizzazione di elementi strutturali come la sospensione, il telaio ausiliario in fibra di carbonio, nuove parti CNC e il tetto in fibra di carbonio.
La Carmen Boulogne è alimentata da quattro motori sincroni a magneti permanenti, due per ciascuna ruota posteriore. La coppia di ogni motore è controllata attraverso sofisticati sistemi di vectoring sviluppati internamente con l’esperienza maturata in Formula E. Da 0 a 6.500 giri/min, i motori sono in grado di raggiungere un massimo di 1.600 Nm di coppia, consentendo accelerazioni sorprendenti e potenza e trazione apparentemente infinite. La batteria ai polimeri di litio ha una capacità di 80 kWh che le consente di avere un’autonomia di guida fino a 400 km. Le batterie sono progettate e prodotte internamente, e includono un sistema completo di controllo della temperatura per garantire che le celle possano funzionare sempre in modo ottimale. Ha una capacità di ricarica rapida di oltre 80 kW CC, che richiede solo 30 minuti per caricare il 30-80% tramite un caricabatterie rapido CCS2. Sono disponibili anche opzioni di ricarica CHAdeMO e GB/T.

L’intera carrozzeria della Carmen Boulogne è realizzata in fibra di carbonio, visibile sotto una vernice trasparente che ne sottolinea la sportività e preserva l’eleganza senza tempo di questo modello. Ha gli stessi fari semicircolari e lo stesso “cipiglio” aggressivo della Carmen, con la differenza di un’imponente calandra color rame.
Il design, l’ingegneria e la produzione sono il risultato dell’esperienza di Hispano Suiza e QEV Technologies, una società specializzata nello sviluppo di motori elettrici per il mondo delle competizioni.
Il prezzo dell’Hispano Suiza Carmen Boulogne parte da 1,65 milioni di euro (più tasse locali), e il suo processo di fabbricazione, realizzato a mano con la massima precisione, richiede circa dodici mesi.
Le cinque unità dell’hypercar Carmen Boulogne si uniscono alle 14 unità della Carmen per raggiungere un totale di 19 unità in produzione, con la prima unità pronta per essere consegnata nel 2022.

Peralada Group. Il Gruppo Peralada è stato fondato nel 1904, e da sempre è proprietà della famiglia Suqué Mateu. Il gruppo di imprese ha continuato a crescere e rappresenta l’apice del lusso nella gastronomia e nell’intrattenimento. Include un ristorante stellato – Castell Peralada – nel nord-est della Spagna, 12 aziende vinicole pluri-premiate, un campo da golf a 18 buche e un hotel di lusso che offre i primi trattamenti salutari wine-spa del mondo. Ospita anche il Festival Internazionale di Musica di Peralada, che celebra le arti, l’opera e il balletto. Gestisce 21 ristoranti, otto casinò e sei hotel a cinque stelle in Europa e America Latina.

Toyota presenta il nuovo Hilux, il pick up della gamma Toyota Professional

Nuovo powertrain da 2.8 litri, 204 Cv e 500Nm . Design innovativo e tecnologia multimediale avanzata per la strumentazione di bordo. Toyota Safety Sense aggiornato. Nuovo allestimento Invincible al vertice della gamma per soddisfare anche i clienti più esigenti ed attenti al comfort

Il nuovo Hilux andrà a rafforzare la gamma Toyota Professional. È in concessionaria da fine novembre

Toyota presenta il nuovo HILUX, il modello storico che dal 1968 a oggi rappresenta un punto di riferimento per i clienti di tutto il mondo del segmento dei pick-up.

Massima espressione della qualità, dell’affidabilità e della durabilità dei modelli Toyota, HILUX rappresenta da sempre l’icona inarrestabile del brand.

HILUX giunto all’ottava generazione, ha dimostrato in tutti questi anni la sua capacità di affrontare ogni tipo di terreno e superare ogni tipo di ostacolo, conquistando le mete più remote del pianeta come il Polo Nord, i vulcani islandesi, il continente antartico, e raggiungendo anche il podio alla Dakar del 2019.

Il nuovo HILUX combina un innovativo e sorprendente design, un potente propulsore da 2,8 litri, che affiancherà la già nota versione 2.4 litri, migliori prestazioni sia su strada che fuori strada con un maggiore comfort, equipaggiamenti aggiornati e un’ampia gamma di versioni per tutte le esigenze dei clienti pick-up.

La nuova versione top di gamma Invincible offre ai clienti uno stile su misura e qualità di livello premium, senza sacrificare la leggendaria qualità, durata e affidabilità che hanno reso HILUX un pick-up di successo in tutto il mondo.

Il nuovo modello andrà a rafforzare l’offensiva di prodotto del nuovo brand Toyota dedicato ai veicoli commerciali, il Toyota Professional.

Lanciato a maggio di quest’anno, il nuovo marchio dedicato alla clientela professionale conferma l’impegno di Toyota nel considerare i veicoli commerciali uno dei pilastri fondamentali per il futuro sviluppo del Brand e avrà come obiettivo quello di rafforzare il marchio nell’ambito del business delle flotte.

Il Toyota Professional vanta oggi di una gamma di veicoli commerciali completa e di una rete di concessionarie Toyota dedicate al business dei veicoli commerciali, che forniscono una customer experience su misura per i loro clienti.

Lungo 5325 mm, largo 1900 mm, alto 1815 mm, il nuovo HILUX Double Cab è 5 mm più corto del suo predecessore. E con una lunghezza del pianale di carico compresa tra 1555 e 2350 mm a seconda della tipologia della cabina, il carico utile di 1 tonnellata del nuovo HILUX e la capacità di traino di 3,5 tonnellate sono stati ora estesi a tutti i tipi di carrozzeria a trazione integrale: Single Cab, Extra Cab e Double Cab.

Nuovo e più potente propulsore da 2.8 litri per i clienti più esigenti

La gamma di propulsori del nuovo HILUX è stata ampliata grazie al nuovo e più potente motore diesel da 2,8 litri, 204 cv che regala al pick-up Toyota prestazioni altamente competitive nel suo segmento.

Con ben 500 Nm di coppia, questo nuovo motore permetterà all’HILUX un’accelerazione da 0-100 km / h in soli 10,7 secondi (2,1 secondi più veloce rispetto all’attuale unità da 2.4 litri), con un consumo medio di carburante di 8,9-9,9 /100 km* ed emissioni di CO2 di 233-259 g/km*.

Rivolto ai clienti HILUX più esigenti il nuovo propulsore da 2,8 litri sarà disponibile nella versione Double Cab, con una scelta di trasmissioni manuali a 6 velocità o automatiche a 6 velocità, sempre abbinate alle 4 ruote motrici.

Design e tecnologia di bordo

Il frontale del nuovo HILUX è stato completamente ridisegnato grazie ad una più evidente griglia tridimensionale che unita a una nuova linea del paraurti anteriore, aumenta significativamente la presenza su strada del pick-up e la sua forte stazza, rafforzando al tempo stesso le sue credenziali di robustezza, solidità e capacità di andare ovunque.

Questo stile sorprendente è ulteriormente migliorato dai gruppi ottici a LED anteriori e posteriori di nuova concezione, da una nuova finitura dei cerchi in lega da 18″ e dall’aggiunta di una nuova colorazione Oxide Bronze metallizzato.

Gli interni rinnovati sono caratterizzati dal nuovo design del quadro strumenti e dal nuovo schermo di infotainment da 8″ posizionato sulla console centrale che adotta pulsanti e manopole per una migliore operatività in tutte le condizioni di guida. Il sistema multimediale è stato migliorato, è dotato infatti di un software più potente e di una risposta dello schermo più veloce, e incorpora sia Apple CarPlay® che Android Auto™ per la smartphone integration.

Come il resto della gamma Toyota, il nuovo HILUX sarà sempre connesso, tramite l’installazione del modulo DCM ovvero il modulo di trasmissione dati. La connettività del veicolo permetterà di strutturare offerte dedicate perfettamente in linea con le esigenze del cliente.

Un’ampia lista di equipaggiamenti comprende la smart entry e l’avvio con pulsante, il navigatore satellitare, il climatizzatore automatico, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori e un sistema audio JBL Premium a 9 altoparlanti da 800W con un amplificatore a 8 canali e la tecnologia CLARi-Fi.

Dinamica di guida

Per il nuovo HILUX, l’obiettivo degli ingegneri era quello di mantenere le leggendarie capacità in fuoristrada migliorando nel contempo il comfort su strada. Per garantire condizioni di fuoristrada estreme, l’HILUX rimane uno dei pochi modelli ancora fedeli alla struttura “body-on-frame”, in grado di resistere meglio e più a lungo alle forze di torsione.

Il comfort e la guidabilità del nuovo HILUX sono stati migliorati grazie agli interventi effettuati sulle sospensioni e al servosterzo. Le sospensioni beneficiano di una nuova messa a punto degli ammortizzatori anteriori e posteriori, della nuova progettazione delle balestre e delle nuove boccole per ottenere una guida più fluida con uno smorzamento più efficace su avvallamenti e buche.

Il servosterzo con controllo del flusso variabile VFC (Variable Flow Control) offre uno sterzo più leggero a basse velocità per una maggiore manovrabilità del veicolo e più rigido (con minor assistenza) a velocità elevate per maggiore sicurezza e controllo.

Le già impareggiabili doti fuoristradistiche dell’HILUX sono state ulteriormente migliorate grazie ad una nuova funzione elettronica che replica l’effetto di un LSD meccanico (sui modelli 2WD); all’abbassamento del regime minimo del motore da 850 a 680 giri/min e ad una risposta dell’acceleratore ottimizzata per un maggiore controllo da parte del guidatore. Completano le novità un sistema VSC aggiornato e un nuovo tyre angle monitor.

Toyota Safety Sense aggiornato

Il nuovo HILUX si aggiorna con l’ultima evoluzione del Toyota Safety Sense, andando ad elevare il livello di sicurezza attiva al top della categoria.

Il nuovo pacchetto di tecnologie per la sicurezza attiva aggiunge:

  • Pre-Crash System (PCS): la frenata automatica d’emergenza ora include il riconoscimento notturno dei pedoni, nonché diurno dei ciclisti;
  • Cruise Control Adattivo Full Range (i-ACC) che racchiude anche la funzione Stop&Go. Nelle condizioni di traffico intenso quindi, la vettura è in grado di fermarsi completamente e ripartire in totale autonomia.
  • Lane Trace Assist: controlla lo sterzo e riesce a mantenere la vettura perfettamente al centro della corsia, riconoscendo la segnaletica orizzontale e la vettura che ci precede. Funziona su strade ad alto scorrimento, una volta attivato il Cruise Control Adattivo.

Nuova versione Invincible

Il top della nuova gamma HILUX, disponibile nella variante Double Cab, è la versione Invincible, fatta su misura per i clienti che vogliono tutta la comodità e le diverse capacità di un pick-up combinate ad uno stile più avventuroso e sofisticato, con più alti livelli di dotazioni ed equipaggiamenti.

Allestimenti

Per la Single Cab 4X2 la versione di ingresso sarà la Active che aggiunge oggi rispetto al modello precedente il cassetto porta-oggetti con serratura refrigerato.

Per le versioni 4×4 Single Cab, Extra Cab e Double Cab l’allestimento di ingresso sarà invece il Comfort, con differenziale anteriore a disconnessione automatica di serie, specchietti retrovisori esterni elettrici, riscaldati, con indicatore di direzione integrato, e con paraurti anteriore in tinta con la carrozzeria e dispositivo Stop & Start a partire dalla versione Extra Cab.

L’allestimento Lounge sarà disponibile nelle versioni 4×4 Extra Cab e Double cab (anche automatico): tra le novità saranno presenti nuovi fari alogeni a 4 bulbi e nuovi fari fendinebbia a LED, nuove finiture cromate come la mascherina intorno alla griglia del radiatore e gli angoli del paraurti posteriore. Negli interni sarà disponibile il nuovo Toyota Touch da 8” con telecamera posteriore e smartphone integration.

Questo allestimento, molto versatile, sarà disponibile anche nella motorizzazione 2.8D 204cv, con trasmissione manuale aggiungendo contenuti quali i sedili anteriori riscaldabili, tergicristallo antighiaccio e Toyota Safety Sense aggiornato e rappresenterà la versione di ingresso per la nuova motorizzazione.

L’allestimento Executive, aggiungerà ai nuovi contenuti già elencati per la versione Lounge l’aggiornamento del Toyota Safety Sense, nuovi fari a LED, nuovi cerchi in Lega bicolore da 18”, Navigatore Satellitare Toyota Touch with GO, Sensori di parcheggio anteriori e posteriori, e pacchetto pelle che comprende sedili in pelle, anteriori riscaldabili, lato guida con regolazione elettrica e tergicristallo antighiaccio, oltre ai già presenti DAC (assistenza alla guida in discesa) e climatizzatore automatico.

Entrambe le versioni Lounge ed Executive Double Cab sono equipaggiate con pedane laterali con battitacco in alluminio.

Con un nuovo look audace e sorprendente, HILUX Invincible sarà caratterizzato da dettagli esterni esclusivi in tinta nera a partire dai cerchi in lega da 18” a 5 razze, per continuare con la griglia anteriore, il paraurti, la piastra sottoscocca, i passaruota, le maniglie delle portiere e del portellone e le pedane tubolari. Anche gli specchietti retrovisori esterni, riscaldabili e ripiegabili elettricamente saranno neri in linea con le altre finiture, rafforzando l’immagine esclusiva.

A bordo, l’Invincible si baserà sulle specifiche delle versioni alto di gamma con un’esclusiva strumentazione, un nuovo Tachimetro e inserti neri su volante e area cambio, finiture metalliche nere e persino una chiave smart entry dedicata.

L’illuminazione delle portiere anteriori e posteriori “clear blue” e i sedili in pelle traforata a doppia tonalità sono stati aggiunti per migliorare l’appeal dell’abitacolo.

Ma HILUX Invincible oltre ad avere un design unico, è soprattutto un concentrato di contenuti, perché le dotazioni di serie sono innumerevoli e volte a soddisfare una clientela più esigente, che sceglie un pick-up, ma non rinuncia agli equipaggiamenti top di gamma quali il sistema multimediale MM19 con Smartphone Integration e telecamera posteriore, il Navigatore Satellitare, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, il Toyota Safety Sense, il sistema Stop & Start, l’allarme antifurto, i fari anteriori, posteriori e fendinebbia a LED, il tergicristallo antighiaccio. La versione Invincible sarà disponibile solo con cabina doppia, con cambio automatico nella motorizzazione 2.4 D da 150cv e nella nuova motorizzazione 2.8D da 204cv.

Prezzi

Per il nuovo HILUX l’offerta di lancio sarà a partire da 17.950€ (IVA e M.S.S. esclusi) per la versione HILUX 2.4D Single Cab Active 4X2 in caso di permuta o rottamazione.

Per la nuova versione top di gamma Invincible 2.8D AT l’offerta di lancio in caso di permuta o rottamazione sarà di 33.000, acquistabile anche attraverso una formula Leasing con rate di 295€ per 48 mesi e assicurazione furto e incendio inclusa.

Non manca la nuova formula di noleggio KINTO ONE con canone mensile di 635€ (iva esclusa, 48 mesi e percorrenza di 100.000 km). Un prodotto all inclusive con un prezzo molto competitivo che prevede una serie di servizi tra cui manutenzione ordinaria e straordinaria, servizi assicurativi e Lojack Classic.

Garanzia Toyota fino a 10 anni

Anche il nuovo Hilux, in linea con il resto della gamma Toyota, beneficerà della nuova garanzia convenzionale supplementare in abbinamento alla manutenzione periodica prevista per la gamma Toyota Professional, fino a 10 anni/250.000 km, effettuando la manutenzione ordinaria presso la rete ufficiale Toyota.

Nuovo Hilux è già disponibile presso le concessionarie Toyota.

Rally Club Team Isola Vicentina a podio nella Regolarità Turistica dei Colli Berici

VICENZA. La prima edizione della regolarità turistica Colli Berici, con cuore pulsante ad Albettone, ha portato bene alla scuderia Rally Club Team Isola Vicentina che ha conquistato diversi podi di categoria ed il terzo posto assoluto della manifestazione con il duo Gianantonio Dalle Carbonare – Loredana Taurino a bordo della fidata Fiat 124 Abarth. L’equipaggio della 124 Abarth del team presieduto da Renzo “Gek” De Tomasi ha anche conquistato il primo gradino del podio nella speciale classifica denominata “Rilevazione tempo manuale” oltre al secondo posto di sesto raggruppamento. Nella stessa divisione Marco Casarotto – Lara De Tomasi, su Fiat 131 Mirafiori, hanno terminato la manifestazione vicentina al quinto posto. Rally Club Team Isola Vicentina a podio anche nel quinto raggruppamento, col terzo posto di Giorgio e Valerio Marzaro (nella prima foto) su Fiat 850 Sport, nell’ottavo raggruppamento, col duo della A112 Abarth Stefano Faccin e Massimo Mitrovich (nella seconda foto) sul secondo gradino del podio, nel nono raggruppamento, col terzo posto di Filippo Lovato e Lorenzo Rizzo su Lancia Delta HF. Nel settimo raggruppamento i portacolori del team vicentino Luciano Menesello – Riccardo Bertazzo hanno portato la propria Ford Escort al sesto posto. Da segnalare anche l’equipaggio Flavio Cattazzo – Angelo Boschetti, a bordo di una Renault Clio 1.8, che ha conquistato la terza posizione nel terzo raggruppamento della regolarità per vetture moderne. Podio anche nella coppa scuderie, dove il Rally Club Team Isola Vicentina si è classificato al terzo posto nella regolarità turistica Colli Berici sezione autostoriche.

 

Toyota C-HR GR SPORT: look più dinamico ed esclusivo

Dopo Corolla GR SPORT, debutta la versione sportiva di C-HR. Nuovi cerchi in lega, dettagli esterni Piano Black, nuove finiture interne ed esclusive versioni bicolore

Equipaggiato con l’ultima versione del Toyota Safety Sense che prevede l’introduzione del rilevamento dei pedoni e dei ciclisti e l’aggiunta di nuove funzioni come il sistema di assistenza alle intersezioni stradali

Toyota presenta la nuova versione sportiva C-HR GR SPORT ispirata ai modelli GR di Toyota, orientati alle prestazioni e ai colori delle livree di TOYOTA GAZOO Racing.

Il nuovo modello aggiunge maggiore esclusività e prestigio al design e alle eccezionali prestazioni dinamiche che hanno già conferito al modello lo status di icona del segmento C-SUV all’interno della gamma dei modelli Toyota.

Lanciato nel 2016 e posizionato come crossover dinamico che combina un look unico con una grande maneggevolezza – pur offrendo le migliori prestazioni in termini di emissioni del segmento – il primo Toyota C-HR ha avuto un forte impatto sul segmento C-SUV.

Nel suo primo anno, il C-HR ha venduto 120.000 unità in Europa, raggiungendo istantaneamente una quota del 10% del segmento. Unico modello del segmento ad avere una doppia scelta di propulsori ibridi 1,8 litri da 122 CV o 2,0 litri da 184 CV, il C-HR è stato scelto nel tempo da oltre 400.000 clienti europei.

La nuova versione GR SPORT aggiunge uno stile esterno e interno più deciso all’aspetto già sorprendente del C-HR.

Il nuovo allestimento è dotato di una versione aggiornata del Toyota Safety Sense, che incorpora una serie di nuove caratteristiche di sicurezza attiva, rendendo il C-HR tanto sicuro quanto coinvolgente da guidare.

Esterni. Le modifiche al frontale della GR SPORT comprendono un logo del marchio con sfondo nero, così come gli alloggiamenti dei fari, una finitura Piano Black per la parte centrale del paraurti e le cornici dei fari antinebbia, una griglia cromata scura e un nuovo spoiler anteriore dallo stile più aggressivo.

Lateralmente, le modanature Piano Black sono accompagnate da un design esclusivo dei cerchi in lega da 19″. Il posteriore è caratterizzato dal logo del marchio con sfondo nero, luce riflettente bordata in Piano Black, una rifinitura sotto il paraurti specifica e il logo GR SPORT.

La GR SPORT è disponibile in cinque esclusive combinazioni di colori esterni bitone, tra cui una nuova, unica nel suo genere, finitura Dynamic Grey con tetto nero.

Interni. A bordo, la GR SPORT presenta una nuova finitura dell’abitacolo in Cool Silver e rivestimenti dei sedili in pelle e Alcantara, arricchiti da cuciture rosse e grigie di ispirazione GR.

Ulteriori elementi su misura includono una corona del volante in pelle perforata, cuciture rosse a contrasto sia sul volante che sulla cuffia della leva del cambio, battitacco dedicato, logo GR SPORT, un pulsante di stop/start GR e un’animazione di avvio GR nello schermo TFT del quadro strumenti davanti al guidatore.

Dotazioni. Le altre dotazioni della GR SPORT includono anche vetri oscurati, smart entry, fari Full LED, navigatore, specchietti retrovisori auto ripiegabili, il funzionamento elettrico e il riscaldamento dei sedili anteriori e un eccezionale sistema audio JBL.

Dinamica di guida. Gli pneumatici e il sistema di sospensioni e la regolazione dello sterzo sono stati progettati per migliorare sensibilmente il comportamento dinamico della GR SPORT, pur mantenendo i livelli di comfort di marcia del resto della gamma del C-HR.

La vettura è equipaggiata con pneumatici premium, i nuovi Continental Premium Contact 6 da 19 pollici (225/45) che aumentano i livelli di aderenza dell’assale anteriore e la rigidità in curva, con conseguente migliore resistenza all’imbardata e minore sottosterzo se sottoposti alle stesse forze G. Il nuovo pneumatico risulta anche più leggero dell’attuale pneumatico da 18 pollici e garantisce la stessa resistenza al rotolamento e simili emissioni di CO2 del veicolo.

TOYOTA SAFETY SENSE aggiornato. Il C-HR GR SPORT sarà equipaggiato con l’ultima versione del Toyota Safety Sense – un insieme di tecnologie di sicurezza attiva progettate per aiutare a prevenire o mitigare le collisioni in una vasta gamma di situazioni di traffico.

Al sistema di pre-collisione (PCS) sono state aggiunte diverse nuove caratteristiche, che includono l’assistenza alla sterzata d’emergenza (ESA) collegata al riconoscimento diurno dei pedoni e all’assistenza alle svolte negli incroci.

Il dispositivo di assistenza alle intersezioni stradali fornisce un’avvertenza e una frenata automatica se il conducente svolta in prossimità di un veicolo in arrivo nella corsia opposta, o un pedone che attraversa la strada dalla direzione opposta dopo la svolta.

Inoltre, il C-HR beneficia anche del sistema Lane Trace Assist (LTA) che aiuta a mantenere il veicolo in carreggiata e centrato nella corsia, e se giudica che c’è il rischio che il veicolo si allontani dalla sua traiettoria, applicherà una forza allo sterzo per aiutare il guidatore ad evitare la deviazione dalla corsia.

Ulteriori nuovi sistemi di supporto al guidatore e di miglioramento della sicurezza includono il Full Range Adaptive Cruise Control (ACC), combinato con il Road Sign Assist e l’Intelligent Adaptive Cruise Control, che permette di adattare facilmente la velocità di crociera alla velocità indicata dai segnali stradali.

Le vendite del nuovo C-HR GR SPORT inizieranno a gennaio 2021.

Il 56° Trofeo Luigi Fagioli riporta il CIVM a Gubbio il 1° agosto 2021

Podio Assoluto ( Merli- Faggioli- Cubeda)

La classica cronoscalata umbra sarà l’ottava prova del Campionato Italiano Velocità Montagna e in ottica futura ospiterà anche gli osservatori della Federazione Internazionale dell’Automobile

Gubbio (PG), 3 dicembre 2020. L’edizione consecutiva numero 56 del Trofeo Luigi Fagioli si disputerà a Gubbio il 31 luglio e il 1° agosto 2021. E’ una data “nuova” per gli organizzatori del Comitato Eugubino Corse Automobilistiche rispetto a quella che per diverse stagioni ha visto la classica cronoscalata umbra protagonista nella terza decade di agosto. Pienamente confermato il riconoscimento delle massime titolazioni tricolori. Il 56° Trofeo Fagioli, evento tra i più seguiti e amati in assoluto da piloti, addetti ai lavori e appassionati, è stato inserito nel calendario di ACI Sport come ottava prova del Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM) e come quarta del Trofeo Italiano Velocità Montagna (TIVM) zona Centro, ovvero le due più prestigiose serie promosse dalla federazione sportiva nazionale.

Inoltre, anche sulla scia della brillante esperienza del FIA Hill Climb Masters 2018, l’“Olimpiade” delle cronoscalate ospitata a Gubbio con 170 piloti da 21 nazioni europee, su richiesta del Comitato Eugubino il Trofeo Fagioli 2021 sarà anche gara internazionale FIA non titolata e quindi ospiterà gli osservatori della Federazione Internazionale dell’Automobile in ottica di futuri impegni con titolazione europea.

Anche nel 2021 i promotori della gara umbra puntano quindi all’ennesima edizione di prestigio e di elevato livello logistico e organizzativo dell’evento, che si disputa lungo il tracciato di 4150 metri che dal medievale centro storico di Gubbio sale fino al valico di Madonna della Cima.

11-13 giugno 2021: ecco la data del 50° Trofeo Vallecamonica CIVM

Dopo il rinvio della scorsa primavera la Malegno-Ossimo-Borno conferma la sua validità per il Campionato Italiano Velocità Montagna 2021. Si correrà nel secondo weekend di giugno.

Un’altra conferma. A seguito dell’Assemblea degli Organizzatori delle gare titolate per il Campionato Italiano Velocità Montagna 2021 tenutasi a Roma, ACI Sport ha confermato il calendario delle cronoscalate tricolori della prossima stagione. La 50^ edizione del Trofeo Vallecamonica si disputerà dall’11 al 13 giugno.
“Un’altra splendida notizia – ha commentato Aldo Bonomi, Presidente dell’Automobile Club Brescia che cura l’organizzazione dell’evento. – Dopo la conferma della data del 44° Rally 1000 Miglia possiamo finalmente concentrare i nostri sforzi per la stagione sportiva 2021. Ne abbiamo bisogno come sportivi, ne abbiamo bisogno come appassionati e ne abbiamo bisogno come bresciani dopo essere stati toccati tanto da vicino da questa pandemia”.
Era dal 2011 che la manifestazione non si svolgeva nel mese di giugno. In quell’occasione si corse alla fine del mese, e bisogna risalire la storia del Trofeo Vallecamonica fino al 1992 per ritrovare un’edizione in cui la cronoscalata camuna prese il via nello stesso periodo previsto per l’edizione 2021. Guarda caso, per un enigmatico e piacevole disegno del destino, quella fu l’edizione dei 25 anni. Vinse Baribbi davanti a Nesti, in uno dei loro tanti appassionanti duelli su questa salita.
Ed è proprio con lo stesso slancio di quegli anni d’oro che l’Automobile Club Brescia sta preparando un ritorno in grande stile nel CIVM. Il territorio della Valle Camonica è già in fibrillazione, aver dovuto rinunciare al tradizionale appuntamento con la cronoscalata nel 2020 ha solo aumentato la voglia di poter tornare a gustare un evento tanto sentito su queste montagne. Sarà sicuramente una sfida appassionante, con i più grandi campioni della scena italiana in quella che tutti si augurano essere la stagione della rinascita.

“Quante sfide, quanti aneddoti, quanta passione sono transitate sui tornanti della Malegno-Ossimo-Borno in tutti questi anni. – ha concluso Bonomi. – Guardiamo avanti con entusiasmo, la 50^ edizione del Trofeo Vallecamonica dovrà essere doppiamente indimenticabile. Festeggeremo un traguardo storico, poche gare in Italia posso fregiarsi di avere raggiungo le “nozze d’oro” e farlo con un appuntamento valido per il Campionato Italiano Velocità Montagna sarà un motivo di orgoglio per noi, per i piloti che l’affronteranno e per il festoso pubblico camuno che, lo dico sin da ora, mi auguro possa assistere alla gara con normalità”.

Lexus celebra 15 anni di leadership nell’elettrificazione con la campagna di comunicazione ‘Imagine That’

Con la campagna “Imagine That”, Lexus celebra il suo spirito di innovazione che l’ha portata da sempre ad anticipare i tempi con soluzioni tecnologiche d’avanguardia evidenziate oggi dai 15 anni di leadership nel campo dell’elettrificazione.

Per Lexus l’elettrificazione è un’opportunità per reinventare il piacere di guida ottenendo prestazioni sempre migliori, efficienza nei consumi e nelle emissioni. Per questo, continua da 15 anni a sviluppare un’ampia gamma di tecnologie volte a trasformare radicalmente l’essenza dei veicoli di lusso del futuro mantenendo la centralità dell’uomo e della sua esperienza. Tecnologie racchiuse sotto il cappello di “Lexus Electrified”.

Da quando infatti, nel 1989, Lexus ha fatto il suo ingresso prorompente sul mercato delle auto di lusso ha iniziato anche a romperne alcune convenzioni con idee sempre nuove e pionieristiche.

Tra queste spicca la leadership nello sviluppo di powertrain Premium Hybrid Electric, una tecnologia che ha cambiato radicalmente il panorama motoristico mondiale, oggi alla quarta generazione e introdotto nel 2005 con il primo suv premium ibrido, l’RX 400h.

Le vetture elettrificate Lexus sono rinomate per la silenziosità della marcia, per una guida filante ed elegante, e con il passare degli anni hanno dimostrato anche una straordinaria affidabilità – riconosciuta dalle più autorevoli indagini di soddisfazione(1)– e tenuta del valore nel tempo.

Oggi globalmente le vendite di vetture elettrificate Lexus sono oltre 1.880.000 e in Europa nel 2020 la tecnologia Lexus Electrified rappresenta il 64% delle vendite(2).

In Italia sin dal 2013 Lexus è l’unico brand premium in grado di proporre una gamma 100% Electrified. Un’ampia gamma che comprende un’ offerta completa di SUV con UX che nella variante elettrica verrà introdotta ad inizio 2021, NX e RX, la berlina ES, la coupè LC, fino alla prestigiosa ammiraglia LS.

Entro il 2025 Lexus proporrà una versione 100% elettrica di ogni modello della sua gamma.

Questa visione è celebrata nella nuova campagna di comunicazione “Imagine That” che andrà o air sulle piattaforme digital, social e Pay TV dal 25 novembre.

Un racconto in cui la concept car Lexus LF-30 ci guida nella mobilità in una città moderna, futuristica, da vivere a bordo della gamma elettrificata Lexus. La campagna è stata realizzata dall’agenzia The&Partnership.

LA GAMMA LEXUS ELECTRIFIED

  • UX 250h SUV compatto
  • UX 300e SUV compatto elettrico (inzio 2021)
  • NX 300h suv
  • RX 450h large suv
  • RX L 450h large suv 7 posti
  • ES 300h berlina
  • RC 300h coupé sportiva
  • LC 500h luxury coupe
  • LS 500h berlina ammiraglia