32° Rally Piancavallo, oltre ottanta gli iscritti e ambizioni eccellenti

0
Download PDF

Per Knife Racing c’è un derby speciale in derapata e controsterzo. Foto archivio Fotosport

PIANCAVALLO (PN), 15 maggio 2018 – L’elenco iscritti è un piccolo mistero da sciogliere tra oggi e domani, giusto per attizzare maggiormente l’attesa del Rally Piancavallo di sabato e domenica (nell’immagine Fotosport la vittoria 2014 di Marco Zannier su Renault Clio Williams). La truppa di Knife Racing sta serrando i ranghi per gli ultimi preparativi, consapevole che tutti gli addetti ai lavori metteranno al microscopio ogni dettaglio della corsa. La creatura che fu di Maurizio Perissinot e Lucio De Mori, poi recuperata dalla Sagittario di Fabrizio Grigoletti, ora è affidata dall’Automobile Club Pordenone alla giovane compagine maniaghese con team leader Stefano Lovisa.

Derby a 4 ruote. Se l’organizzazione mantiene ancora il riserbo, ci pensa la segreteria di North East Ideas a informare di aver iscritto tre equipaggi di rango: Fabrizio Martinis con Claudio Vigna e Matteo Bearzi con Andrea Prizzon su Renault Clio R3C, Alberto Feragotto e David Granziera su Peugeot 206 S1600. E’ una specie di derby a 4 ruote quello tra la scuderia cordenonese che ha la firma sul Rally della Carnia (7/8 luglio) e Knife Racing prima con il Città di Maniago e ora con il Piancavallo.

Martinis & Bearzi. Il “finnico” è l’emblema di North presieduta da Daniele Bincoletto, il tolmezzino è il patron di Carnia Pistons. Vanno a braccetto per organizzare la corsa con baricentro Ampezzo, stavolta sono rivali al volante presentandosi su vetture identiche. Il “Fera” va per conto suo con un piede destro formato maxi quando è in giornata di grazia.

Ottanta e più. Sorridono i “coltellinai” ma anche all’Aci in viale Dante: è stata superata quota ottanta iscritti tra vetture moderne e storiche. Gli “antichi” partiranno in coda, situazione che non garba a nessuno, ma faranno lo stesso spettacolo con le proprie dame ruggenti.

Notte di note. Viene in mente Baglioni e la sua “notte di note, note di notte” per la prova speciale di “Redona” (11,80 km), sabato 19 maggio con start alle 21:20. Il crono più suggestivo dell’intero rally, robuste fanalerie a squarciare il buio in salita dal lungolago verso Campone e poi tuffo in discesa verso Meduno. Talento dei piloti, bravura dei navigatori, brividi e spettacolo come ai vecchi tempi. Un’idea “affilata” quella di Knife Racing.

Download PDF
Condividi

Rispondi