33° Rally Lana, Gruppo Racing Start: Rustichelli-Scavino escono alla distanza

0
Download PDF

Gara dominata nelle prime fasi dalla Mini Cooper di Azzaretti Spagnolo che siglano il miglior tempo nelle prime cinque prove speciali, prima di essere costretti al ritiro e dare via libera all’equipaggio della Peugeot 208. Di Tommaso M. Valinotti. Foto Elio Magnano

BIELLA, 12 luglio – Successo di Alberto Rustichelli-Luca Scavino (Mini Cooper RST), che ereditano la prima posizione dopo la fuga e il ritiro di Fabio Azzaretti e Claudia Spagnolo, dominatori della prima tappa e della speciale di Curino mattutina con la loro Mini Cooper RSTB 1.6.

Si comincia con la speciale di Rosazza e Azzaretti-Spagnolo mettono in chiaro le loro intenzioni segnando immediatamente il miglior tempo, con 10” sulla Peugeot 208 di Rustichelli-Scavino. Le due vetture turbo fanno il vuoto nei confronti degli altri concorrenti con Marco Puddu-Ornella Blanco Malerba che pagano 27”4 con la loro Peugeot 306 S16 migliore delle vetture aspirate. Pagano addirittura 1’39”5 Massimo Mattiazzo-Viviana Previato (Peugeot 206 GTI RS 2.0), in difficoltà nei tornanti della speciale, preceduti anche dalla Citroën Saxo RS 1.6 di Massimiliano Di Martino-Giada Prione. Azzaretti continua la sua cavalcata sulla successiva Tracciolino, migliorandosi nella classifica assoluta (da 68° a 53) e allungando ancora su Rustichelli a 13” netti, quindi Puddu a 30”2, poi Mattiazzo che sfrutta la prova più fluida e fa meglio della meno potente Citroën di Di Martino.

Si ritorna sulla Rosazza e ancora una volta Azzaretti fa meglio di Rustichelli, questa volta di 19”7, con Puddu terza forza e Di Martino che sfrutta l’agilità della Saxo per fare meglio di Mattiazzo ancora in difficoltà nei tornanti. La profonda notte si chiude con una prestazione bomba di Azzaretti-Spagnolo che segnano il 35esimi tempo assoluto nella Tracciolino con 23”3 su Rustichelli-Scavino, quindi Puddu, Di Martino e Mattiazzo.

La prima tappa si chiude con Azzaretti 49esimo assoluto che vanta un vantaggio di 1’06” su Rustichelli ed è molto soddisfatto del suo esordio sulla Mini, mentre Rustichelli è divertito dalla prova anche se ha centrato una pietra in prova, che ha disturbato anche Marco Puddu, che paga 2’21” di ritardo. Alle spalle della Peugeot, a 3’44”5 c’è la Citroën di Di Martino, e Mattiazzo chiude a 5’53”4 soddisfatto per essere ancora in gara.

Non cambia nulla alla luce del sole con la prima Curino e Azzaretti che si diverte sulla strada già sporca e stacca di 16” il solito Rustichelli, Di Martino a 27”1 che fa meglio per 2/10 di Puddu, con Mattiazzo che chiude la striscia. A due prove dalla fine Azzaretti-Spagnolo sono in 46esima posizione assoluta, solidamente al comando con 1’22” su Rustichelli, che precede Puddu, Di Martino e Mattiazzo.

Sembra non ci possano essere emozioni, ma nel successivo passaggio a Curino Azzaretti-Spagnolo sono costretti al ritiro dando via libera a Rustichelli-Scavino che segnano il miglior tempo nelle successive due prove speciali, andando a vincere il Gruppo Racing Start con 1’50”6 su Puddu-Blanco Malerba, che precedono nettamente Di Martino-Prione e Mattiazzo-Previato.

  • Iscritti 5, verificati 5, classificati 4, ritirati 1.
  • Vincitori Prove speciali: 4 Azzaretti-Spagnolo (1, 2, 3, 4; 5); Rustichelli-Scavino (6, 7)
  • Leader di classifica: 1-5 Azzaretti-Spagnolo; 6-7 Rustichelli-Scavino.
Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.