4° Rally del Piemonte 2018. Matteo Giordano e Manuela Siragusa centrano il bersaglio

0
Download PDF

Al quarto tentativo, il pilota cuneese del Winners Rally Team, affiancato dalla moglie, fa sua la gara monregalese. Sul podio anche il pilota preparatore Riccardo Miele, e l’udinese Filippo Bravi

MONDOVÌ (CN), 28 ottobre – Al quarto tentativo, dopo tre edizioni terminate a podio, Matteo Giordano conquista una netta vittoria con la Clio S1600 di Twister Corse affiancato dalla moglie Manuela Siragusa , al suo fianco anche nelle prime due edizioni della gara monregalese. Vincitore di cinque delle sei prove speciali disputate il pilota cuneese, portacolori della WRT, ha avuto come più tenace avversario Riccardo Miele, affiancato da Luca Santi, che ha dovuto togliere la ruggine di sette anni di inattività, solo in parte limata da una gara test a Salsomaggiore Terme nei mesi scorsi. Costante e determinato il pilota preparatore di Chiusa Pesio ha preceduto il vincitore dell’edizione del Rally del Piemonte 2016, Filippo Bravi, affiancato da Enrico Bertoldi, anche lui impegnato a riprendere i meccanismi agonistici con la Renault Clio R3C che il friulano non usava da oltre un anno. In quarta posizione l’altra Clio R3C del pilota preparatore valtellinese Oscar Fioroni, affiancato da Silvia Rocchi, che avendo a disposizione una rara domenica senza impegni professionali ha scelto il rally monregalese per sfogare la sua voglia di prove speciali. Subito a ridosso dei primi, Fioroni ha pagato la stretta speciale di Ciglié, nella quale è stato scavalcato da Bravi, non riuscendo più a recuperare sul rivale sino al termine. Al traguardo meno di 3” dividevano i due protagonisti della lotta per la medaglia di bronzo. Quinta piazza per il genovese Marco Strata navigato da Isabella Gualtieri che hanno iniziato la gara con un testacoda nella prova di apertura di Bastia, costata loro una ventina di secondi. Il ligure non si è perso d’animo ed ha cominciato la sua forsennata rimonta sfruttando i cavalli e le quattro ruote motrici della Mitsubishi Lancer, che lo hanno fatto risalire dalla settima alla quinta posizione, senza però riuscire ad insidiare i leader della graduatoria, nonostante il miglior tempo nelle penultima prova speciale.

Sesta piazza per Gianluca Tavelli e Nicolò Cottellero, Clio R3T che, partiti con difficoltà nella prova del mattino, solo il decimo tempo per i canavesani, trovano la concentrazione nelle prove di metà giornata (quarto tempo assoluto a Ciglié) e risalgono decisamente la classifica chiudendo davanti a Andrea Pulvirenti-Marco Rosso, partiti subito forte, quinto tempo nella speciale di apertura a Bastia, per tenere il ritmo giusto nelle prove successive. Ottava piazza per Cave”-Flavio Magnetti, che non sono riusciti a trovare il loro consueto ritmo, chiudendo comunque fra i migliori dieci dell’assoluta. Nona posizione e vittoria della Classe A7 per l’Under 25 Andrea Gonella con Sofia D’Ambrosio al quaderno delle note, capace di prendere il comando della graduatoria di categoria dopo aver preso le misure sia alla Clio Williams che al fondo difficile nella prima prova, conclusa secondo di Classe A7. Chiude la top ten la Renault Clio R3C di Andrea Borgna e Ismaele Barra.

Il 4° Rally del Piemonte è iniziato in condizioni meteorologiche difficili con pioggia battente durante le verifiche del sabato e pioggerellina nelle due prove di domenica mattina, che hanno reso il fondo particolarmente insidioso, anche per i numerosi chilometri nel sottobosco delle montagne monregalesi. Nonostante ciò hanno concluso 84 dei 100 equipaggi scattati al mattino, festeggiati sulla coreografica pedana del centro commerciale Mondovicino, nell’immediata periferia di Mondovì.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy