52° Rallye Elba-Trofeo Banca CRAS: partite le iscrizioni

0
Download PDF

In programma dal 25 al 27 aprile, seconda prova del Campionato Italiano WRC, la gara isolana è entrata nella fase decisiva con l’accoglienza delle adesioni, che si allungherà sino al 19 aprile. Previste modifiche sia alla logistica che al percorso, soluzioni pensate per rendere sempre più la gara fedele alla sua etichetta, un lavoro portato avanti con passione da Aci Livorno Sport con la comunità elbana, per proseguire una tradizione sportiva unica al mondo. Di forte interesse anche le altre diverse validità, a partire dalla Coppa  Rally  di   Zona, unica gara in Toscana con coefficiente 2, per il Trofeo Rally Toscano,  per la Coppa Rally   R1, per la Michelin  Rally Cup  e per il monomarca  Suzuki  Rally  Cup.

 Livorno, 1 aprile 2019 E’ stato dato il via alle iscrizioni, aperte sino al 19 aprile, per il 52° Rallye Elba-Trofeo Banca CRAS, in programma per il 25-27 aprile, secondo atto del Campionato Italiano WRC (coeff. 1,5), la serie pensata per le “supercar” da rally. Sarà poi valido per la Coppa  Rally  di   Zona, unica gara in Toscana con coefficiente 2, per il Trofeo Rally Toscano,  per la Coppa Rally   R1, per la Michelin  Rally Cup  e per il monomarca  Suzuki  Rally  Cup.

Sono diverse, le validità che la gara accetterà, un particolare interesse – oltre a quella tricolore – in ambito toscano, ha suscitato la validità a coefficiente 2 per la Coppa Rally di Zona,  in quanto i concorrenti percorreranno  tutta la gara. Si tratta di un’opportunità rilevante per chi accoglierà la sfida elbana di aggiungere tasselli importanti in termini di punteggio per la corsa al campionato.

Due giorni di gara e otto Prove Speciali sono le “portate”, certamente esclusive e prelibate dell’evento che andrà a proporre un percorso ispirato alla tradizione, pur se vi saranno alcune varianti e novità, per renderlo come al solito “a misura di pilota”. Un lavoro dietro le quinte da parte di Aci Livorno Sport, in concerto con l’intera comunità elbana, che sicuramente darà valore all’intero Campionato tricolore.

Un percorso da piloti veri. Sarà un percorso dalle due facce, quello del Rallye Elba targato duemiladiciannove, che in buona sostanza ha preso “il meglio” dell’edizione dell’anno passato:  più “leggera” la prima giornata di gara, con impegni cronometrati corti, in totale quattro, tra cui la “SuperProvaSpeciale Nocentini Group per Claudio Caselli”, decisamente più “ruvida” la seconda, con le restanti quattro “piesse” più che avranno uno sviluppo assai più lungo, saranno certamente quelle dove si deciderà la gara. In totale, la distanza del rallye sarà di 330,860 chilometri, dei quali 120,370 cronometrati.   

Variazioni sulla logistica. Portoferraio sempre cuore pulsante dell’evento, con il quartier generale (direzione di gara, segreteria e sala stampa) ubicato all’Hotel Airone, come negli anni precedenti, sede anche delle verifiche amministrative ante-gara. Cambia invece la location di partenza/arrivo che sarà nella zona portuale, alla Calata Italia (dove è previsto anche il riordinamento notturno) e con attigua l’area destinata al Parco Assistenza, al molo “alto fondale” sino a “punta del gallo”.

Il test con le vetture da gara, lo “shakedown” sarà nella parte finale della Prova “Due Mari” (SP 29) e con soddisfazione l’organizzazione annuncia quest’anno un maggior coinvolgimento che nel passato dell’Amministrazione Comunale di Campo nell’Elba. Ne è l’esempio più immediato il fatto che il riordinamento dopo la prima prova speciale “Due Colli”, sul lungomare di Marina di Campo, la “chrono” successiva (la PS 2 “Marina di Campo-Barontini Petroli”) partirà dentro al paese per portare poi  i concorrenti verso Colle Palombaia, per uno sviluppo inedito circa dell’80%.

Il timing di gara. Partenza alle ore 16,30 di venerdì 26 aprile, poi quattro prove speciali inframezzate da due riordinamenti, entrambi a Portoferraio, prima dell’ingresso nel parco chiuso notturno, a partire dalle ore 22,10. L’indomani, sabato 27, uscita dal riordino notturno dalle ore 8,10, per affrontare il resto della competizione, come già detto altre quattro prove speciali, prima dello sventolare della bandiera a scacchi previsto alle 16,30. Nel mezzo alle sfide, due riordinamenti, uno a Portoferraio e l’altro a Procchio, oltre a due parchi di assistenza.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy