7° Rally Day di Pomarance: annunciata bagarre per la vittoria

0
Download PDF

Le ottantanove adesioni arrivate all’organizzazione, confermano l’apprezzamento dei piloti per la gara, che anche quest’anno rende difficile il pronostico per il successo. La gara viene confermata con il format degli anni passati, due prove speciali da correre tre volte. Lungo il percorso NON sono previsti luoghi per il pubblico. Foto apertura Roberto Carli

POMARANCE (Pisa), 12 novembre 2020  Ultime ore di attesa, poi per il 7° Rally Day di Pomarance, in programma per questo fine settimana in Valdicecina, sarà bagarre. Bagarre con gli 89 iscritti alla gara, conferma che il programma proposto da Larserprom 015, insieme a Jolly Racing Team e con la collaborazione del Comune di Pomarance, ha ancora catalizzato l’interesse dei piloti. La tradizione continua.

INCERTEZZA PER LA VITTORIA. Molti i motivi sportivi che offrirà la gara. Numero uno sulle fiancate per il pistoiese Luca Fagni (Renault Clio S1600), seguito da Luca Artino che dopo anni di trazioni integrali torna al volante di una Clio S1600. Artino punta in alto, come punterà certamente ad un risultato di spessore l’elbano Andrea Volpi, reduce da un Trofeo Maremma stellare con una Skoda, provando a dare continuità anche lui con una Clio S1600.

“Cattivi clienti” per tutti saranno poi il montecatinese Paolo Moricci, il bresciano Luca Veronesi ed anche il veneto Mattia Targon (già visto in forma a Pomarance lo scorso anno, secondo assoluto), anche loro tutti su Clio S1600, così come cerca riscatto dalla delusione in Maremma due settimane fa il livornese Roberto Tucci (Renault Clio S1600). Per l’attico della classificaun pensiero anche al lucchese Andrea Simonetti, sempre efficace con la sua Renault Clio R3.

Le difficoltà di fare pronostici sono date anche dal notevole plateau che offre il 2° Clio Gruppo A Rally Event, organizzato con lo stimolo di Emanuel Forieri, che vede al via diversi grandi interpreti della due litri transalpina. Si parte da Luciano D’Arcio per proseguire poi con il ligure Sandro Sottile e con il valtellinese Marco Gianesini o con il valdinievolino Max Giannini, tutti in grado di mettere la propria firma su risultati di alto livello.

 

Attenzione anche al pisano Mirco Straffi, uno dei giovani toscani più in evidenza nelle ultime tre stagioni, al via con la Peugeot 208 R2 con la quale ha fatto faville nel monomarca francese (secondo quest’anno e vincitore nel 2019 nella serie IRCup) e da vedere anche  il giovane Lorenzo Nesti (Peugeot 208 R2).

 

Sicuramente interesse per il gruppo N, dove il confronto sarà sicuramente vivace tra il fiorentino Federico Feti ed il modenese Pier Verbilli, entrambi con una Renault Clio RS.

 

Occhio anche alle “piccole” con il locale Nico Signorini deciso a farsi onore con la Peugeot 106 e occhio di riguardo per la parte “rosa” della gara, con ben quattro “dame” al via: la pratese Susanna Mazzetti che con una Clio Williams cerca una soddisfazione dopo due ritiri, poi la rientrante (dopo cinque anni di pausa) Paola Fedi, con una Renault Clio S1600, la laziale Lorella Riinna  (Renault Clio RS) e la pistoiese Maila Cammilli (Renault Clio Williams)

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.