Alessandro Marchetti apre la stagione al Rally dei Laghi

0
Download PDF

VARESE, 14 marzo 2018 Alessandro Marchetti (Foto apertura Luca Roncari) apre la stagione 2018 al volante della stessa vettura con la quale ha chiuso il 2017: la Renault Clio R3C del team SMD Racing di Varese con cui lo scorso dicembre ha vinto la propria classe e il Masters’ Show al Rally di Monza. Venerdì 16 e sabato 17 marzo il pilota varesino sarà al via della prova di casa, il Rally Internazionale dei Laghi, in attesa di iniziare l’annata su pista, attività che lo ha visto impegnato già per gran parte dell’anno passato. Con Marchetti, sulle strade dell’Alto Varesotto, ci sarà di nuovo il navigatore friulano Giulio Turatti per un binomio consolidato e vincente che avrà sulle fiancate il numero 34. Ottimo il palmarès al “Laghi” per Marchetti, che ha ottenuto (proprio con Turatti) anche un 5° posto assoluto nel 2015 e vanta due vittorie in R3C (2014, 2015) e numerosi podi di classe.

Non posso mancare” – “Anche se dall’anno scorso il mio obiettivo principale è quello di fare bene in pista, nel campionato italiano velocità, il “Rally dei Laghi” resta per me un appuntamento al quale non posso rinunciare – spiega Marchetti alla vigilia – Qui ci sono i miei amici, i miei tifosi e gli interessi degli sponsor che mi sostengono. Inoltre posso misurarmi con avversari che sono a loro volta amici, su strade che ben conosco. Sarò quindi al “Laghi” per divertirmi in abitacolo ma anche per provare a fare bene. Magari dovrò togliermi di dosso un pizzico di ruggine ma sono certo di poter gareggiare a buoni livelli”.

Lotta per il podio – La 27a edizione del “Laghi” prevede la grande novità di una prova spettacolo d’apertura all’interno dell’Ippodromo delle Bettole, su un nastro d’asfalto creato appositamente. “La prova show è un’incognita per tutti: l’asfalto è nuovo e bisognerà vedere come reagirà. Insomma, sarà necessario fare attenzione, perché su un tracciato così non si vince il rally ma lo si può perdere” è l’opinione di Marchetti che poi si concentra sugli avversari di una classe con dieci vetture al via. “Negli ultimi anni in R3 ho dato vita a un bel duello con Matteo Bosetti, varesino come me. Stavolta dovremo guardarci da due piloti di vaglia come l’emiliano Ivan Ferrarotti e lo svizzero Kim Daldini: il primo è molto forte ma è all’esordio su queste strade, il secondo ha già fatto esperienza qui. Entrambi saranno molto pericolosi in chiave podio di classe”.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy