Alice Paccagnella alla Susa-Moncenisio per la tripletta

0
Download PDF

La pilota di Saccolongo, leader provvisoria nel Trofeo Italiano Femminile 2018, punta a regalare a Rally Team il terzo alloro stagionale consecutivo. Foto L&D Cameracar service

Saccolongo (Pd), 7 giugno 2018 – Nessuna tregua per Alice Paccagnella che, appena terminati i festeggiamenti per il secondo successo consecutivo stagionale, si vede obbligata a ritrovare la concentrazione per proiettarsi al terzo appuntamento del Trofeo Italiano Femminile 2018. Altra trasferta impegnativa per la “lady driver” di Saccolongo che, questo fine settimana, dovrà sobbarcarsi un altro lungo trasferimento, questa volta in direzione Torino, per affrontare lo Slalom Susa – Moncenisio.

Seppur il programma, della portacolori di Rally Team, sia incentrato nella rincorsa al titolo tricolore tra le dame, sfuggitole di mano a fine 2017, la trasferta in Piemonte è stata pianificata, a tempo di record, visto l’esito positivo dello Slalom Favale – Castello, andato in scena Domenica scorsa. Forte dei due successi, in fila, in altrettante uscite stagionali Paccagnella può vantare il tanto invidiato quanto delicato ruolo della capo classifica. Squadra che vince non si cambia ed ecco riconfermata la vettura, la sempreverde Opel Corsa GSI 8 valvole in versione gruppo N, ed il team, con Race Group che seguirà la parte tecnica.

“Alziamo l’asticella ancora una volta” – racconta Paccagnella – “e, dopo i quattrocento chilometri fatti verso Genova, ora ne faremo quattrocentocinquanta verso il Piemonte. L’obiettivo resta quello dei primi due eventi di campionato. Arrivare in fondo, sperando di non avere problemi di natura tecnica, e cercare di rafforzare la nostra posizione di leader nel Trofeo Italiano Femminile. Siamo molto stanchi ma altrettanto carichi, dopo la trasferta di Favale, perché per chi, come noi, vive l’automobilismo per passione e non per professione i giorni che, come in questo caso, separano le due gare diventano full immersion tra lavoro e famiglia. Far combaciare tutto non è mai facile. Abbiamo inoltre aspettato l’esito della gara precedente per vedere se non combinavamo malanni. Con i budget risicati a nostra disposizione ogni problema potrebbe rivelarsi fatale, costringendoci ad abbandonare i piani della vigilia. Sarebbe bello poter avere qualche sostegno in più, visto che girare per l’Italia intera è molto dispendioso.”

 

Una gara senza tempo: una vera classica degli slalom, con una storia alle spalle unica ed irripetibile, iniziata nel 1902. Quattro i chilometri sui quali i concorrenti si affronteranno nell’edizione 2018, partendo da Susa e salendo poi verso Moncenisio, lungo la Statale 25, su una porzione degli oltre ventidue chilometri della versione originale che si correva tra Italia e Francia.

 

“Altro esordio stagionale per noi” – sottolinea Paccagnella – “e, per quello che abbiamo potuto vedere del percorso, diciamo che è abbastanza slalom. La ricognizione sarà fondamentale per puntare ad un risultato di alta classifica. Il feeling con la Corsa è in continua crescita, quindi siamo molto fiduciosi di poter ben figurare anche qui. La tripletta? Noi ci proviamo di certo.”

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy