Google
 

Web

www.kaleidosweb.com
Oggi mercoledì 27 maggio 2015, in FLASH

software di utilità



 

Pronta a partire
L'edizione numero 42
Del Rally Team '971

Trolese, Mattiazzo e Luison giocano in casa. La sfida a Marenco e Gagliasso; oltre ottanta equipaggi al via – start e arrivo in Piazza Europa


CHIERI (TO) – La collocazione stagionale del Rally Team 971 è pressoché inedita. La gara da qualche anno era l’appuntamento settembrino che volgeva ai titoli di coda del trofeo regionale. Quest’anno invece per varie problematiche di calendario la Rally Team Eventi si è vista obbligata ad invertire le date e proporre il Team 971 nell’ultimo week-end di Maggio dove solitamente era collocato il Rally Città di Torino. Calendario a parte, anche questa edizione del Team chierese si presenta ricca di spunti interessanti. Un elenco partenti che come al solito rispetta la tradizione e un percorso che non smentisce la caratteristica di gara impegnativa e spettacolare. Si corre nella giornata di sabato 30 maggio ma già dal venerdì la città delle “Cento Torri” vivrà un'intensa giornata dedicata a verifiche fra il Bar della Stazione e Piazza Europa e lo Shake down nella zona di Casalborgone.

Il via domenica mattina presto e l’atmosfera che subito si scalda con le prove di Montafia, Brozolo in rapida successione. Il Riordino e l’assistenza a Cocconato sul piazzale Combipel accompagneranno i concorrenti a Moransengo e Aramengo. Dopo il secondo giro identico al primo l’arrivo è previsto in Piazza Europa a Chieri pochi minuti prima delle 18.00 con la premiazione. La gara è valida per il Trofeo Rally Nazionali e per il Campionato Piemonte e Valle D’Aosta Rallies. Fra i protagonisti c’è da seguire con attenzione il torinese Claudio Marenco il quale sarà al via sulla Fiesta R5 con Arianna Ravano. Molti i piloti  locali. Ad iniziare da Mario Trolese che sulle strade di casa ha sempre fatto bene. Fu lui lo scorso anno a portare all’esordio in un appuntamento nazionale la Ford Fiesta R5. Il driver di Castiglione sarà in gara con Enrico Ghietti su una Peugeot 207. Da seguire anche Emanuele Mattiazzo che ritorna con Walter Nicola su una Punto Abarth e il chierese Marco Luison affiancato da Gloria Andreis su una Peugeot 207 Super 2000. Non mancherà neppure il mattatore di tante edizioni del team: Tiziano Borsa presente a bordo di una Mitsubishi insieme a Tiziana Bianco. Tra i protagonisti della vigilia anche i carmagnolesi Patrik Gagliasso e Dario Beltramo su una Renault Clio Super 1.6 e e l’astigiano Fredrik Fassio reduce da una bella prova al recente Rally di Alba sulla stessa Punto Abarth del team D’Ambra con Elio Tirone

Kaleidosweb
Due giorni di stop
Per ristrutturazione

CARMAGNOLA (TO) – Approfittando della chiusura di fine mese, il sito www.kaleidosweb.com effettua una pausa per effettuare alcuni urgenti lavori di ristrutturazione tecnica. 

Il sito sarà regolarmente on line dopo il ponte della festa della Repubblica, ovvero mercoledì 3 giugno


Winners Rally Team
e Brazzoli in Portogallo,
buona la prima


OPORTO (Portogallo) - Esordio positivo in Portogallo per il portacolori di Winners Rally Team Enrico Brazzoli; il driver cuneese, a bordo della Subaru Impreza STI allestita in Romania da Marco Tempestini, raggiunge il palco d'arrivo e raccoglie i primi punti mondiali.

"Provo una gioia immensa per aver conquistato, all'esordio assoluto in una gara mondiale, la terza posizione nel WRC Production che mi ha permesso di raccogliere i miei primi punti iridati” commenta a caldo Brazzoli. "È stata un'esperienza fantastica, dura ed impegnativa ma con una cornice di pubblico difficile da immaginare. Nonostante alcuni problemi tecnici ci abbiano costretto ad usufruire della formula super rally, siamo riusciti a portare la vettura fino al temine. Torniamo dal Portogallo con un bagaglio di emozioni e di esperienza che sono sicuro ci permetterà di affrontare con maggior consapevolezza il prossimo Rally d'Italia Sardegna, in programma tra qualche settimana. Ringrazio Marco Tempestini ed il suo staff per la professionalità con la quale approccia appuntamenti di questo calibro e la scuderia Winners Rally Team per il costante supporto."

Mauro Roma
si prepara
Con Winner Rally Team
per il Rally
Internazionale del Taro

BEDONIA (PR) – Settimana di avvicinamento al week-end  che vedrà lo svolgimento della 22^ edizione del Rally Internazionale del Taro, gara parmense che da anni è presente nel calendario dell’ International Rally Cup, serie promossa da Pirelli in sinergia con altri sponsor. Anche quest’anno ufficiale la partecipazione del driver ciociaro Mauro Roma con la Renault Clio R3C di Ivan De Varti e con il supporto della scuderia torinese Winners Rally Team. Una gara molto apprezzata dal pilota di Arnara, a cui partecipa ininterrottamente dal 2011 senza però aver visto mai la linea del traguardo per continue disavventure tecniche nonostante il passo è stato sempre tra i leader di classe.

Si spera dunque che il vento cambi per l’edizione di quest’anno, a pensarla così anche Mauro Roma: “Partecipo al Taro dal 2011, sono stato sempre felice di prender parte ad una gara così bella, meno per i risultati. Quest’anno abbiamo diversi obiettivi, finire la gara, continuare a raggiunger un buon feeling con la vettura e provare ad insidiare le posizioni di vertice in una classe agguerrita come la R3C. Spero di far tesoro anche dei consigli tecnici di Andrea Crugnola che ci seguirà in gara come tutor.” Notizia importante infatti sarà la presenza di Crugnola all’interno del team, un pilota giovane e dall’indiscusso talento, in primo piano nel rallismo internazionale ormai da anni e reduce dalla positiva trasferta al Rally di Portogallo valido per il WRC con la nuova Clio R3T. Ad affiancare il team anche la squadra corse varesina SMD Racing sempre presente nella serie IRCup. Novità anche sul versante delle note, accanto a Roma ci sarà Valerio Silvaggi, anch’esso ciociaro e navigatore nella scorsa edizione. Andrea Colapietro, navigatore all’Elba, sta per diventare papà e quindi momentaneamente in “stand by”. Roma avrà l’opportunità di sedersi per la prima volta sui nuovi sedili Atech Racing, creati e personalizzati appositamente per il team Ivan De Varti e celebrativi della vittoria al Rallye Sanremo 2015.

La gara emiliana si articolerà su due tappe e 10 prove speciali, per una distanza totale di 542,58 km di cui 132,88 km cronometrati. La partenza prevista a Borgo Val di Taro alle 18:01 di sabato 30 inaugurerà l’inizio della sfida rallistica che si concluderà domenica 31 a Bedonia con l’arrivo previsto per le 19:04.


Alessio Bert
Realizza il sogno
Debutta
Al 42° Rally Team 971

Il reporter valsusino abbandona la macchina fotografica e passa al volante. Ad affiancarlo un altro giovanissimo, ma già esperto: Mattia Didero

CHIERI – Sembra ieri. È questa la sensazione che pervade l'animo di Alessio Bert e Mattia Didero, quando ripensano ai momenti in cui pianificavano il debutto nel mondo dei rallies, circa 7 mesi fa. La loro Peugeot 106 Gruppo N era ancora un sogno, ma la voglia di correre era già tanta. 

Hanno passato un inverno denso di incontri, corse ad acquistare le componenti necessarie ed ore spese in officina, ma finalmente il grande momento è quasi arrivato: mancano solo 3 giorni al 42° Rally Team '971, gara di debutto del giovanissimo equipaggio portacolori della Valsusa Motor Team, alla guida della loro Peugeot.

La scelta è ricaduta sulla mitica Peugeot 106 Gruppo N in quanto rappresenta da ormai un ventennio il miglior rapporto qualità prezzo per chi decide di intraprendere il cammino nel mondo dei rallies. L'aver allestito l'auto in autonomia rende il tutto molto "retrò", come si faceva una volta, motivo di vanto per chi crede ancora nel vero spirito della specialità. Fondamentali, nelle realizzazione della Peugeot 106, sono stati i contributi di Walter Didero (papà di Mattia nonché pilota, messosi a disposizione fin da subito e con grande entusiasmo per fornire la manodopera e le conoscenze meccaniche necessarie, sacrificando grn parte del suo tempo libero allo scopo di preparare la Peugeot 106 in tempo utile) e di Alessio Sucato, pluricampione del Campionato Piemonte e Valle d'Aosta in classe N1, il quale non ha esitato ad aiutare i giovani Alessio Bert e Mattia Didero fin dagli albori del progetto mettendo a disposizione tutta la sua esperienza e collaborando attivamente nella ricerca delle componenti necessarie ad allestire la vettura, senza preoccuparsi di tralasciare momentaneamente l'aggiornamento della sua Peugeot 106 da Gruppo N a Gruppo A. Grandi uomini, rari da trovare oggigiorno. L'equipaggio desidera ringraziarli sentitamente, per tutto quanto fatto in questi mesi, unitamente a chiunque abbia collaborato (anche solo per poche ore) alla realizzazione del loro sogno.


Volti vecchi e nuovi
Per il Valsusa Motor Team,
All'assalto
Del 42° Rally Team '971

CHIERI (TO) – Anticipato dalla metà di settembre all'ultimo fine settimana di maggio, il 42° Rally Team '971 non perde il suo fascino e si conferma al vertice dell'invidiabile elenco delle gare di maggior interesse e livello tecnico. Nonostante i 4 mesi di anticipo, la Rally Team Eventi ha messo in piedi una manifestazione di prim'ordine, ottenendo un discreto successo di iscritti nonostante la concorrenza del Rally di Alba tenutosi appena 15 giorni prima: fulcro logistico in Chieri, come da 3 anni a questa parte, con 4 tratti cronometrati da ripetersi 2 volte. Classicissima del "Team" è la prova di Aramengo, la quale verrà percorsa in senso inverso rispetto all'anno scorso; non si correrà sulla PS di Marentino, in sostituzione è stata ripresa la prova di Brozolo (ritornata in auge dopo anni di assenza nel panorama rallistico piemontese nel 2013 durante il Rally del Grignolino). La prova speciale di apertura sarà nuovamente la "Montafia", modificata nel tratto finale aggiungendo un settore decisamente tecnico.

Con prospettive di questo livello, non poteva mancare all'appuntamento chierese il Valsusa Motor Team: torna al volante della sua Honda Civic classe N3, dopo due anni di assenza dai rally, Lorenzo Candian in coppia con il valsusino Walter Didero. Nella numerosissima classe A6, troviamo invece Alessandro Bard alias "Prezzemoloal volante della sua Peugeot 106, al quale detterà le note "il Contabile" Emanuele Patalano; l'equipaggio tenterà la scalata in una delle classi più popolate dopo il buon risultato ottenuto durante il Rally del Canavese, tenutosi in marzo. Medesima classe di appartenenza ma vettura decisamente diversa per Paolo Rossi e Davide Aime, i quali porteranno in gara, per la prima volta con i colori Valsusa Motor Team la Opel Corsa GSI.

Merita anche molta attenzione la classe N1 dato che vedrà il debutto in gara di Alessio Bert, famoso per i suoi scatti d'autore nelle prove speciali, che ha finalmente deciso di provare l'emozione di essere dall'altra parte dell'obbiettivo. Per l'occasione verrà navigato dal "figlio d'arte" Mattia Didero, a bordo della piccola Peugeot 106 allestita dopo ore e ore di sacrifici, creando così un equipaggio Under 23, motivo d'orgoglio della scuderia valsusina.


Speed Fire
inaugura la nuova sede

Fine settimana intenso con Rally del Taro e Rally Team 971

BORGOSESIA (VC) – Sarà inaugurata alle ore 21 di domani sera, giovedì 28 maggio la nuova sede della Scuderia Speed Fire Racing che si trova in via Giordano presso l’ex-asilo di Sant’Antida a Borgosesia

Durante la serata sarà offerto a tutti i partecipanti un piccolo rinfresco e saranno presenti i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Borgosesia alla quale il Presidente Paolo Urban e tutto il Direttivo vuol porgere un grande ringraziamento per il consueto aiuto. La serata è aperta a tutti, iscritti e semplici simpatizzanti.

Neanche il tempo di festeggiare e pensieri subito rivolti ai campi gara. Con il numero 34 sulle portiere della Renault Clio Twister Corse saranno al via del Rally del Taro, seconda prova del campionato IRC, i biellesi Massimo Lombardi e Luca Pieri, che dopo la bella vittoria dell’Isola d’Elba dovranno difendere la prima posizione di campionato nella classe S1600.

Presenza molto importante al Rally Team 971 per il sodalizio borgosesiano che vedrà al via il forte driver Gianluca Quaderno coadiuvato alle note da Lara Zanolo a bordo della Peugeot 207 R3T che ha permesso al rally di Varallo e Borgosesia di agguantare una bellissima vittoria di classe, la quarta posizione assoluta ed il Memorial Gerlo.

L’ottimo piazzamento al rally di Varallo e Borgosesia ha permesso al forte driver grignaschese di aggiudicarsi punti importantissimi sia per il Trofeo Peugeot che per il Campionato T.R.N. e sicuramente farà il possibile per ben figurare e di portare a casa un piazzamento di grande prestigio oltre che ad altri punti di campionato.


Sport Forever,
Tutti in gara
Fra Taro e Team 971

CHIERI (TO) – Due gare in calendario, sei equipaggi al via.

Questo è il programma per il fine settimana del 29-31 maggio 2015 per l’Associazione Sportiva Dilettantistica Sport Forever, impegnata in due importantissimi eventi. Al Rally Internazionale del Taro, in programma a Borgo Val di Taro e valevole per l’importante serie rallistica internazionale International Rally Cup, si ritroverà il fortissimo equipaggio composto da Giovanni Ferrando e Natasha Botzari, a bordo della fedele Renault Clio RS di classe N3.

Folto il plotone che si presenterà invece ai nastri di partenza della gara di casa della Sport Forever, il Rally Team ‘971, che avrà quartier generale a Chieri, e sarà valido per il Trofeo Rally Nazionale di Prima Zona e per il Campionato Piemonte Valle d'Aosta Rallies. Due gli equipaggi che si contenderanno, con macchine identiche, la classe N2. Si tratta del veloce driver milanese Lorenzo Castelli Villa, navigato da Stefano Demartini, e del localissimo driver Roberto Mollo, che ritroverà alla sua destra Monica Moiso. Per entrambi saranno a disposizione due Suzuki Swift Sport fornite dal team Gianuzzi Motorsport. Sfida interna anche in classe A5, dove la lady Laura Galliano, navigata da Laura Cragnaz, vorrà sicuramente rifarsi dopo lo sfortunato Rally di Alba, sempre a bordo della Peugeot 205 Rallye. Nuovamente in gara dopo un periodo di stop anche Gianni Capeto ed Omar Daghero, che saranno in gara su una Fiat Uno 70.

Nel rally storico invece ci saranno i simpatici fratelli Antinucci, Pietro e Beppe, al via sulla loro Alfa Sud Sprint di gruppo 2 seguita dalla GI.EMME Motors, mentre il navigatore del sodalizio Lorenzo Lalomia detterà le note al veloce driver Stefano Villani, presidente della Dolly Motors, a bordo della Opel Kadett GT/E che conquistò l’alloro nella passata edizione.


Scatta domani
Giovedì 28 maggio
La 99 Targa Florio

Presentata al Motor Village FCA di Palermo l’edizione 2015 della corsa automobilistica più antica del Mondo organizzata dall’A.C. Palermo in collaborazione con l’Automobile Club d’Italia. Iscritti tutti i big del Campionato Italiano Rally e del Trofeo Rally Nazionali ma sarà grande sfida anche nel Tricolore Autostoriche con il F.1 Erik Comas al via su Lancia Stratos. Start dal Teatro Massimo e traguardo a Campofelice di Roccella sabato 30 maggio

PALERMO – È
stata presentata la 99^ Targa Florio, la quarta prova del Campionato Italiano Rally e Campionato Italiano Rally Autostoriche con validità per il Trofeo Rally Nazionali 6^ Zona (Sicilia) a coefficiente 2,5. La competizione siciliana organizzata dall’A.C. Palermo in collaborazione con l’Automobile Club d’Italia è in programma dal 28 al 30 maggio nella provincia palermitana sulle strade delle Madonie. Ad illustrare i particolari della Corsa Automobilistica più antica del Mondo, al Motor Village FCA di Palermo, sono stati, il Presidente dell’A.C. Palermitano Angelo Pizzuto e il Direttore Generale di ACI Sport Service Marco Rogano, entrambi hanno ringraziato gli intervenuti ed illustrato le prospettive della gara, nell’edizione 2015 ed in quelle immediatamente successive. A fare gli onori di casa il Direttore di Motor Village dott. Paolo Romano. L’immutato valore promozionale dell’evento sportivo sinonimo della Sicilia e dell’Italia nel Mondo è stato sottolineato dall’Assessore Regionale alle Infrastrutture Giovanni Pizzo, oltre che dal Vice Sindaco di Palermo Cesare La Piana e dal consigliere del Comune Federica Aluzzo, dal Vice Sindaco di Campofelice di Roccella Roberto Di Sanzo, in rappresentanza dei comuni madoniti coinvolti nell’evento sportivo.

Hanno portato la testimonianza di grande attaccamento alla “Targa” il “Preside Volante” Nino Vaccarella, unico siciliano tre volte vincitore della leggendaria versione velocità della corsa, l’equipaggio ufficiale Škoda Campione Italiano Rally 2013 Umberto Scandola e Guido D’Amore e Totò Riolo il driver di Cerda unico siciliano vincitore di tre edizioni nella versione rally, che quest’anno sarà al via su Škoda Fabia Super 2000 navigato dall’elbano Alessandro Floris. Tra gli iscritti alla gara anche Andreucci, Perico, Runfola e Vara su Peugeot; Basso e Chardonnet su Ford per il CIR. Il francese F.1 Erik Comas su Lancia Stratos, Guagliardo, Savioli, Mannino e Vazzana su Porsche per il tricolore Autostoriche, come Ormezzano su Talbot Chrysler e Altopiano su Opel.

Un momento difficile per la nostra Regione, in particolare per la viabilità, che dimostrerà comunque ancora una volta di sapersi rialzare – ha detto l’Assessore Pizzoma occorre la collaborazione di tutti, Istituzioni e cittadini. Anche in questa circostanza la Targa Florio si svolge regolarmente, lo storico tracciato merita immediata attenzione. Quel tracciato dove si celebrò il passaggio dal carro all’automobile, non segni oggi il passaggio contrario”. “Palermo sente particolarmente l’evento Targa Florio come sede di partenza e come capoluogo di Regione dove la corsa è nata – ha spiegato il Vice Sindaco La Pianai lavori che si stanno svolgendo in città hanno portato a cambiare la sede della partenza, spostandola in una cornice esclusiva ed altrettanto prestigiosa come Piazza Verdi dinnanzi al Teatro Massimo, per la concessione della quale è stato necessario un provvedimento ad hoc”-. –“C’è una simbiosi tra Targa Florio e Comuni delle Madonie – sono state le parole di Roberto Di Sanzo Vice Sindaco di Campofelice di Roccella – ed anche un obiettivo comune di contribuire allo sviluppo presente e futuro di quello che è un patrimonio siciliano e madonita in particolare. La Targa torna su quel rettilineo di Pistavecchia, nei pressi del parco assistenza, da dove partirono le prime te edizioni”-. –“Viviamo una situazione che rischia di far cadere la nostra regione in regresso – è stato il commento di Nino Vaccarella - Oggi come in passato la Targa Florio continua a farci guardare al futuro, anche se sembra che questo slancio sia fermato da eventi esterni alla corsa, evento che vanta il più grande calore di appassionato pubblico in assoluto”.

Nell’elenco iscritti che conta 84 equipaggi, figurano tutti i big del Campionato Italiano Rally, i migliori protagonisti del Trofeo Rally Nazionale ed i primi attori del Campionato Italiano Rally Autostoriche, tra cui svettano diversi nomi siciliani che puntano direttamente al vertice. Ad allungare sugli avversari su strade a loro molto amiche penseranno i leader del Tricolore Rally e pluricampioni italiani e pressoché idoli del pubblico, Paolo Andreucci ed Anna Andreussi sulla Peugeot 208 T16 R5. L’equipaggio ufficiale di Peugeot Italia punta al successo dopo la vittoria a Sanremo ma poi rallentato da qualche problema all’Adriatico, ora il toscano che al Targa ha vinto otto volte e la friulana sette volte vincitrice della corsa, puntano al riscatto. Forti della vittoria al Rally Adriatico Umberto Scandola e Guido D’Amore sulla Škoda Fabia S2000 ufficiale arrivano in Sicilia con ambizioni di rimonta. Il driver veronese Campione Italiano 2013, anche lui innamorato della Targa e del calore del pubblico. Dopo due podi a Sanremo ed all’Adriatico mira sempre più in alto Giandomenico Basso che sarà navigato da Lorenzo Granai sulla Ford Fiesta R5 LDI, vettura sempre più sviluppata ed alimentata a Gas schierata ufficialmente da BRC, l’azienda italiana leader negli impianti a gas per autotrazione. Subito protagonista del Tricolore anche se entrato dal Rally di Sanremo il francese di Ford Racing Italia Sebastian Chardonnet navigato da Thibault De La Hyave sulla Ford Fiesta R5, con cui è andato subito a punti a Sanremo ed addirittura a podio all’Adriatico. Sarà al via anche Alessandro Perico su Peugeot 208 T16, il vincitore della gara d’apertura stagionale al Ciocco, che sarà navigato da Mauro Turati. Pronti alla sfida i maggiori pretendenti al Campionato Italiano Rally Produzione, tutti su Renault New Clio R3T, ad iniziare dal reggiano e leader Ivan Ferrarotti, sempre sul podio e vincitore del “Produzione” all’Adriatico, poi il veneto Giacomo Scattolon, vincitore al Ciocco e terzo al Sanremo, la conferma savonese Fabrizio Andolfi jr. e l’esperto friulano e più volte Campione Luca Rossetti, che torna in gara dopo l’acuto registrato al Sanremo. Tra i giovanissimi in corsa per il Titolo Italiano Rally Junior troviamo il deciso leader piemontese Michele Tassone, tallonato a tre lunghezze dall’incisivo molisano Giuseppe Testa, reduce dall’esperienza nel Mondiale al Rally del Portogallo conclusosi la scorsa domenica; ma il 21enne alessandrino Alberto Rossi vorrà accorciare le distanze. Tutti e tre dispongono delle Peugeot 208 VTI R2. Mentre la toscana Corinne Federighi su Renault Twingo sarà in Sicilia con chiare ambizioni al titolo femminile, oltre che per i punti dello Junior. Riflettori puntati sulla pattuglia di agguerriti e abili piloti locali, ad iniziare dal palermitano di Cerda Salvatore (Totò) Riolo che per la gara di casa ha puntato su una Super 2000 ed ha scelto la Škoda del Team S.A. Motorsport, il portacolori CST Sport e driver ufficiale ERTS Hankook Competition, sarà affiancato dal toscano Alessandro Floris. Altri siciliani che puntano al vertice sono l’equipaggio Island Motorsport Marco Runfola e Salvatore Ciminino sulla Peugeot 208 T16, anche loro molto insidiosi nella gara di casa.  Pronti ad essere protagonisti il madonita Filippo Vara su Peugeot 208 T16, navigato da Gianfranco Rappa ed il corleonese Matteo Vintaloro che ha scelto la Citroën DS 3 R5 che condividerà con l’esperto messinese Massimo Cambria. Molto animato arriva in Sicilia il Suzuki Rally Trophy, di cui sono protagoniste le Swift di classe R1. In testa ci sono il modenese Claudio Gubertini  ed il veneto Alessandro Uliana, reduce dal successo all’Adriatico, terzo il savonese Claudio Vallino pronto alla rimonta. Il peloritano della Messina Racing Team Sergio Denaro navigato da Antonio Pittella punta al riscatto dopo le fasi alterne vissute all’Adriatico.

Alla "Targa" valida per il CIR Auto Storiche 2015, grande attesa per vedere all'opera il francese già pilota di Formula Uno Erik Comas, al volante della bella Lancia Stratos HF in coppia con il biellese Stefano Angelino, un campione che saprà farsi valere sulle strade siciliane. Alla gara Tricolore sono iscritti ventitré concorrenti e spiccano le presenze di dei siciliani che punteranno alla vittoria assoluta nella gara di casa: a partire da uno dei grandi protagonisti e già campione italiano della specialità Marco Savioli, navigato dall'inseparabile amico Alessandro Failla sulla Porsche 911 RS gruppo 4 nei colori della Pegaso; ai blocchi di partenza sono annunciati Natale Mannino e Giacomo Giannone, altro esperto equipaggio su Porsche 911 SC gruppo 4 ma del 3. Raggruppamento. Rientra sulle strade della “Targa” il palermitano Domenico Guagliardo, in coppia con Francesco Granata a dar spettacolo e puntare all'assoluta con la Porsche 911 RS della Island Motorsport. A tentar di dar loro fastidio si presenta Federico Ormezzano, il campione biellese che dividerà l'abitacolo della Talbot Lotus con il piemontese Luigi Cavagnetto, mentre attende proprio la gara di casa Francesco Ospedale per dar corpo alle ambizioni tricolori per il 3. Raggruppamento, pilotando la Volkswagen Golf GTI - Scaligera Rally assieme con Antonio Mancuso. Protagonisti sulle speciali delle Madonie saranno sicuramente anche il rientrante Giuseppe Alfonzo , affiancato da Francesco La Franca sulla Porsche 911 - Pegaso e Alfredo Salvatore Altopiano, solitamente molto spettacolare e veloce con la Opel Ascona 400 assieme a Rosario Altopiano. In 2° Raggruppamento altro ritorno alle note per l’esperto copilota palermitano “Davis” che navigherà un altro nome di spicco come Sergio Palmisano sulla BMW 2002.


Basso e la BRC
determinati
al Rally Targa Florio


Tutto pronto in casa BRC per il Rally Targa Florio, quarto appuntamento del Campionato Italiano. La Fiesta R5 a GPL di Giandomenico Basso e Lorenzo Granai è in Sicilia per rifinire il set-up in vista dell'importante appuntamento tricolore.

PALERMO – Dopo l’ennesimo podio conquistato sugli sterrati del Rally dell’Adriatico, che ha consentito a Giandomenico Basso di raggiungere il terzo posto in classifica assoluta,  il pilota trevigiano ritrova il fondo di gara che maggiormente predilige, ed appare più determinato che mai a migliorare il risultato ottenuto in Sicilia lo scorso anno. Il 99° Targa Florio è in programma dal 28 al 30 maggio, con un percorso rivisto rispetto alle passate edizioni, ma in grado di garantire spettacolo ai numerosi appassionati.

La corsa automobilistica più antica del mondo  scatterà da Palermo alle ore 20 di giovedì 28 per trasferirsi a Collesano, dove, in notturna, avrà luogo la prima prova speciale. Venerdì 29 maggio saranno in programma le 9 prove speciali che completeranno la 1ª tappa, mentre saranno tre quelle in programma nella giornata di Sabato 30. Il traguardo finale e la cerimonia di premiazione avranno luogo in Piazza Garibaldi a Campofelice di Roccella, dopo che i concorrenti avranno percorso 594 Km di cui 157,05 contro il cronometro, in tredici prove speciali. BRC schiererà al via anche la Suzuki Swift a GPL affidata a Giorgio Cogni e Alessandro Rappoldi, intenzionati a continuare nella crescita e nei progressi fatti intravedere con il buon settimo posto di categoria sulle strade marchigiane del Rally Adriatico.


Power Car Team
Alla Targa Florio:
Marchioro-Marchetti
Cercano la conferma
Del podio “Junior”

Alla quarta prova tricolore, la coppia veneta avrà davanti a sé un impegno importante per l’economia del campionato, cercando di rimanere sopra il podio assoluto. Assente invece Stefano Albertini, impossibilitato a partecipare a causa di problemi familiari. Lo scorso fine settimana, la massiccia presenza al Rally Bellunese, con cinque vetture al via, ha dato nuove soddisfazioni.

SCHIO (VI) – Power Car Team si ripropone nel campionato italiano rally, questo fine settimana. In Sicilia, alla 99^ Targa Florio, saranno al via Niccolò Marchioro e Marco Marchetti (nell'immagine Photo4), con la Peugeot 208 R2. Si annuncia una gara difficile, per i portacolori della squadra scledense, che dovranno dare conferma della notevole forza dimostrata sinora, con il terzo posto assoluto nella classifica tricolore “Junior”, piazzamento acquisito in virtù di una estrema regolarità di prestazioni di vertice.

La gara siciliana, che Marchioro ha già corso la passata stagione giunge in un momento particolare della stagione, della quale ne è il classico giro di boa e sicuramente ci sarà da sfruttare al meglio l’esperienza passata per proseguire nel trend positivo, quindi cercando di rimanere sopra l’attico della classifica. Alla Targa Florio non potrà essere al via, con la Peugeot 208 T16 R5, Stefano Albertini. Il giovane bresciano è stato trattenuto a casa da problemi familiari.

Oltre all’impegno tricolore, per
Power Car Team vi saranno altre due gare, nelle quali sostenere i propri clienti sportivi: Al Rally del Taro (Parma), seconda prova del Campionato IRCup, sarà al via Davide Pighi con una Renault Clio S1600 mentre al Rally di Pico, in provincia di Frosinone, una Peugeot 207 S2000 sarà predisposta per Gianni Gravante. Entrambi i driver andranno in cerca della miglior performance, certamente assecondati dalle rispettive vetture.

Lo scorso fine settimana, al
30° Rally Bellunese, valido per Trofeo Nazionale Rally di III Zona, si sono aggiunte nuove soddisfazioni, per Power Car Team. Al via vi erano ben cinque vetture, capitanate certamente dalla Peugeot 208 T16 R5 affidata a Davide Pighi. Il veronese, che ha corso con gli pneumatici Hankook ufficiali, ha finito l’impegno in una importante quinta posizione assoluta, penalizzato da circa cinquanta secondi persi con ben tre “testacoda”. La prestazione complessiva è stata comunque di alto profilo, in considerazione che il driver non ha ancora completato il feeling sia con la vettura che con gli pneumatici coreani. Al via, inoltre, c’erano Daprà-Andrian (Renault Clio S1600), primo di classe con ampio merito,  Paris-Benellini (Renault Twingo R2), “Under 25”, i quali hanno conquistato la seconda posizione in classe R2 ed il primo posto tra le Twingo del Trofeo e sempre in classe R2, Cocco-Buccino (Peugeot 208 R2) hanno finito quinti. Sfortuna, invece, per Menegatti-Cracco (Renault Clio S1600), ritirati  durante la quarta prova speciale per la rottura della cinghia servizi, conseguenza dell’aver “toccato” contro un terrapieno.


Corinne Federighi
Alla “Targa Florio”
Per l'assalto
Al titolo femminile

La giovane pilota massese presente sull'asfalto della “classica” siciliana di Campionato Italiano Rally. Tra le sue mani, ancora la Renault Twingo R2B con la quale tenterà di acquisire punti importanti in ottica “tricolore”. Foto Actualfoto Race&motion

MASSA - È pronta ad affrontare l'asfalto di una delle gare più celebri, Corinne Federighi. La giovane pilota di Massa, al centro di una programmazione volta alla conquista del titolo femminile nel Campionato Italiano Rally, sarà al “via” della Targa Florio, appuntamento che punterà i riflettori del circus tricolore sulle strade della Sicilia.

L'occasione per confermare le ottime sensazioni destate a conclusione del Rally Adriatico del mese scorso, contesto valso il successo nel confronto rivolto alla Coppa CSAI femminile. Un obiettivo che, proprio nelle “speciali” della manche siciliana, potrebbe rivelarsi alla portata della giovane driver apuana, sempre più vicina alla vetta di categoria. La gara prenderà il via da Palermo giovedì 28, alle ore 20. Arrivo previsto alle ore 13.30 di sabato, in Piazza Garibaldi.

Stefano Mella
E Giovanni Agnese
Insieme
Con la Fiesta RRC
Della MV Motorsport
Per il Rally del Taro

A poche ore dall’uscita dell’elenco iscritti della corsa emiliana, il pilota ticinese Stefano Mella Team conferma la sua partecipazione alla seconda gara dell'IRC Cup insieme al navigatore piemontese Giovanni Agnese.

RIVA SAN VITALE (CH) – Il Rally del Taro è alle porte e tutti gli appassionati della serie IRC Cup Pirelli sono pronti ad allacciare le cinture per un fine settimana ricco di emozioni.

Sulle strade emiliane della provincia di Parma sarà presente anche il pilota ticinese Stefano Mella che dopo il buon esordio dell’Elba sarà di nuovo in gara con la Ford Fiesta Regional Rally Car della MV Motorsport curata tecnicamente dall’A-Style Team. Vista la concomitanza con il Rally Targa Florio, che vede impegnato D’Amore con Scandola, Mella ha scelto di essere affiancato da un altro copilota di fama internazionale e di grande esperienza, il cuneese Giovanni Agnese. Classe 1967, Agnese ha vinto proprio il primo rally della serie IRC Cup, l’Elba, oltre ad aver nel suo palmares una quantità incredibile di gare mondiali a fianco di piloti di grande valore. Il Taro è un rally che mi piace- racconta Mella- e lo scorso anno, alla prima volta, mi divertii molto. Nella mattina di lunedì 25 maggio ho svolto una breve sessione di test al Motodromo di Castelletto di Branduzzo e devo dire che le regolazioni effettuate mi soddisfano: siamo pronti!”

La Ford Fiesta che utilizzerà il pilota di Lugano sarà ancora una volta schierata con la configurazione RRC, la stessa con cui Mella conquistato i 47 punti al Rally dell’Elba che gli permettono di occupare il terzo posto di categoria.


D-Max Racing
Sei vetture Citroën al via:
quattro WRC,
una RRC e una R3T
Al 22° Rally
Internazionale Del Taro

VENEGONO INFERIORE (VA) – Il prossimo fine settimana, dopo un mese e mezzo di pausa, torna alla ribalta l’International Rally Cup, la prestigiosa ed abitualmente partecipatissima serie che da anni vede protagoniste a livello assoluto le vetture del Team D-Max Racing.

Come già in occasione del Rallye Elba Internazionale, D-Max Racing si presenta al via con un parterre di vetture eccezionali, tutte condotte da piloti in grado di puntare al primato nelle rispettive categorie: una volta ancora la punta di diamante della squadra sarà il Campione in carica dell’IRCup Felice Re, affiancato come sempre da Mara Bariani, al volante di Citroën DS3 WRC nei colori del Team Messeri e decisissimo a riscattare la battuta a vuoto fatta registrare nella gara elbana. Ad affiancare la sua DS3 nella categoria World Rally Car, la squadra di Venegono schiera ben tre Citroën C4 WRC, una per Luca Ambrosoli e Silvio Stefanelli, un’altra per Roberto Cresci e Fabio Ciabatti ed un’altra ancora per Gabriele “Ciava” Ciavarella in coppia con Jasmine Manfredi: i primi due equipaggi hanno nel proprio palmares ottimi risultati in questa gara (Ambrosoli ha concluso quarto assoluto nel 2011 e nel 2013 e terzo nel 2012 e nel 2014, mentre Cresci ha terminato sesto assoluto nel 2012 e quarto lo scorso anno) mentre “Ciava”, al debutto in questa gara, farà valere l’esperienza maturata nelle prime gare del CIR 2015.

Nuovamente con i colori del Team Messeri, altri due piloti in grado di esprimersi al top nelle rispettive categorie: al volante di Citroën DS3 RRC ci sarà nuovamente Alessandro Re, in coppia con Giacomo Ciucci, che vuole confermare quanto di buono ha fatto vedere all’Elba e che punta a risalire nella classifica generale del raggruppamento S2000/R5/RRC, mentre con Citroën DS3 R3T ritroveremo l’equipaggio svizzero composto da Paolo Vagli e Stefano Mangili che, dopo la gara corsa all’Elba per “prendere le misure” alla potente versione Max della tutto-avanti francese, vuole attaccare nell’affollatissima classe R3.

L’International Rally Cup è una serie di altissimo livello e ogni anno sono lieto di poter schierare tante vetture della mia squadra al via di ogni appuntamento: in questa occasione saranno addirittura sei, tutte affidate a piloti in grado di cogliere un risultato di prestigio e di regalare soddisfazioni al Team, che lavora davvero tantissimo per portare sui campi di gara vetture sempre al top” ha dichiarato Max Beltrami, Team Manager della compagine varesina “La prima gara dell’IRCup 2015 è stata avara di soddisfazioni per i colori D-Max Racing e al Taro contiamo di rifarci su tutti i fronti: Felice Re e Luca Ambrosoli vogliono marcare i primi punti nella classifica generale della serie mentre Alessandro Re e Paolo Vagli vogliono risalire nelle graduatorie delle rispettive categorie e Roberto Cresci e Gabriele Ciavarella, non iscritti all’IRCup, vogliono esprimersi al massimo delle loro possibilità. Tutti insieme rincorreremo un’affermazione di squadra che è sicuramente alla nostra portata: lo dobbiamo al Team Messeri ed agli altri importanti partner che appoggiano con passione la nostra attività su campi-gara e faremo di tutto per portare a casa il miglior risultato possibile”.

Il programma della gara prevede le verifiche sportive e tecniche nella serata di venerdì 29 maggio a Borgo Val di Taro (PR) per i piloti che disputeranno lo shake-down, che si svolgerà nella mattinata di sabato 30 a Bedonia e che sarà seguito, nel tardo pomeriggio, dalla partenza della gara alle ore 18:01 dal Parco Assistenza a Borgo Val di Taro. Subito dopo il via, i concorrenti affronteranno le prime due Prove Speciali (per poco più di 17 km. complessivi) prima dell’ingresso nel Parco Chiuso notturno di Bedonia, da cui ripartiranno domenica 31 alle ore 7:30 per disputare ulteriori otto P.S. (per altri 115 km. complessivi di tratti cronometrati) per arrivare alle ore 19:04 nuovamente a Bedonia, dove avranno luogo la cerimonia di arrivo e le premiazioni finali.


Rudy Michelini
Al via del “Taro”
In cerca di conferme

Dopo l’esaltante secondo posto assoluto nella prima prova del Campionato, l’Isola d’Elba del mese scorso, il pilota lucchese punta ad un nuovo risultato di vertice nella gara parmense, questo fine settimana. La Citroën DS3 R5 del team Procar Motorsport gommata Pirelli, sarà ancora “l’arma” vincente da sfruttare in pieno, affiancato alle note da Michele Perna. Nella foto: Rudy Michelini in azione con la DS3 R5 all’Elba (Bettiol)

LUCCA – Questo fine settimana Rudy Michelini, sarà impegnato nella seconda prova del Campionato IRCUP 2015, il 22°Rally del Taro, tra Borgo Val di Taro e Bedonia, in provincia di Parma.

Una gara, per il portacolori della scuderia Movisport, nella quale cercare conferme dopo l’esaltante secondo posto assoluto, ottenuto poco più di un mese fa al Rallye Isola d’Elba, concluso con una prestazione ad alto profilo tecnico, se raffrontata con le prestazioni dei piloti della categoria regina con le più potenti vetture World Rally Car, contro cui dovrà confrontarsi anche in questa occasione. Affiancato da Michele Perna, sulla Citroën DS3 R5 di Procar Motorsport gommata Pirelli, Michelini sarà uno degli “osservati speciali” della competizione, chi avrà mire di classifica dovrà certamente tenere conto della sua presenza, in una sfida che si annuncia quanto mai elettrizzante per numeri e qualità di partecipanti.

Rudy Michelini:La prima parte di stagione, con i risultati del Ciocco e dell’Elba è stata esaltante, il risultato di un grande lavoro di squadra partito lo scorso anno, che ha potato la vettura ad un livello di competitività ed affidabilità molto alto. Al Rally del Taro è ovvio che avremo tutti gli occhi puntati addosso, cercheremo di non sentire la pressione che arriverà anche dagli avversari per andare a cogliere un altro risultato di spessore. Non credo sarà una gara facile, molti dei nostri competitor la conoscono molto bene, a differenza nostra, ma comunque ce la vogliamo giocare sino all’ultimo.”

Procar Motorsport
Al Rally del Taro
Con la Citroën DS3 R5

Il Team di Pistoia è pronto per affrontare con la vettura della casa francese il secondo appuntamento di IRCup, il 22° Rally del Taro, che si disputerà il 30 e 31 maggio. Al volante Rudy Michelini che lotterà per mantenere e migliorare la seconda posizione assoluta nella classifica del campionato dopo la prima gara all’Isola d’Elba.

PISTOIA – Il prossimo week-end, dal 30 al 31 maggio, il Team di Procar Motorsport sarà impegnato con la Citroën DS3 R5 sulle strade del 22° Rally del Taro, secondo appuntamento dell’International Rally Cup.

L’equipaggio composto da Rudy Michelini e Michele Perna condurrà la performante vettura francese, gommata Pirelli, sulle strade della provincia di Parma con l’obiettivo di mantenere salda e migliorare la seconda posizione assoluta in campionato conquistata nel primo appuntamento di IRCup al Rallye Elba lo scorso aprile. Dopo un anno di lavoro e sviluppo costante della Citroën Ds3 R5 il feeling tra l’equipaggio, il Team di Procar Motorsport e la vettura d’oltralpe ha raggiunto livelli eccellenti garantendo la possibilità di ottenere in gara elevati standard competitivi.

Al Ciocco e al primo appuntamento IRCup le prestazioni sono state eccellenti, siamo sicuri che anche nella gara emiliana Rudy potrà portare a casa un ottimo risultato – le parole di Paolo Sabattini, Team Manager della Procar Motorsportil Team ovviamente è a completa disposizione per fornire tutto il supporto necessario all’equipaggio”.

Il 22^ Rally del Taro inizierà venerdì 30 maggio alle ore 18 da Piazza Verdi a Borgo Val di Taro (PR) a seguire subito la prima Prova Speciale ripetuta due volte fino alle 22.47, orario d’ingresso della prima vettura nel riordino notturno. La gara riprenderà poi domenica 31 maggio aprile dalle ore 7.30 con le restanti otto PPSS per terminare alle 19.04 con l’arrivo in Piazza Caduti per la Patria a Bedonia (PR).

International Rally Cup: 17-18 aprile 2^ Rallye Elba Inernazionale; 30-31 maggio 22° Rally del Taro; 17-18 luglio 35° Rally del Casentino; 4-5 settembre 21° Valli Cuneesi.


Virata
Di Ivan Ballinari:
Dall’assoluto svizzero
All’IRC Cup

Cambio di programma per l’elvetico Ivan Ballinari che lascia momentaneamente le strade del Campionato Svizzero per mettersi in discussione nell'IRC Cup Pirelli: al Taro sarà in gara con Pianca sulla Ford Fiesta R5 dell’A-Style Team.

PORLEZZA (CO)- Con il Rally del Taro inizierà ufficialmente anche l’avventura nell’IRC Cup Pirelli di Ivan Ballinari: il pilota ticinese dell’A-Style Team ha deciso infatti di incentrare i propri sforzi sulla serie asfaltata promossa da Pirelli per cercare nuovi stimoli e spunti di interesse. Sempre in gara con una Ford Fiesta R5 dell’A-Style Team, Ballinari si presenterà ai nastri di partenza del Rally del Taro che corse già nel 2013.

Ho deciso di cambiare programma a stagione iniziata” racconta il pilota svizzero, “perché mi sono reso conto che volevo dei termini di paragone diversi; nel campionato Svizzero le R5 sono pochissime mentre nell’Irc, tra R5, S2000 ed RRC la concorrenza è ben nutrita. Correrò sempre per arrivare nelle zone alte delle graduatorie ma certo, senza obblighi che mi sentivo troppo pesare nel contesto del campionato elvetico. La vettura dell’A-Style Team è molto valida e l’idea di paragonarmi con piloti forti come Michelini, Re, Cogni o Mella mi stimola: mi piace il confronto ed avere più termini di paragone mi affascina” ha commentato Ballinari.

La stagione sportiva del portacolori dell’A-Style Team e della scuderia Lugano Racing proseguirà con l’alternanza dei navigatori Pagani e Pianca con quest’ultimo che sarà in abitacolo sia al Taro che al Ticino.


Freguglia
Vuole essere protagonista
Al Rally Del Taro
Con L'A-Style Team

Il varesino Giuseppe Freguglia, dopo aver assaggiato le qualità tecniche degli avversari al Rally dell’Elba è pronto ad affrontare il secondo round dell'IRC Cup Pirelli con la Fiesta dell’A-Style Team.

PORLEZZA (CO)- Giuseppe Freguglia e Marco Vozzo non vedono l’ora di indossare tuta e casco: il prossimo fine settimana si disputerà infatti il Rally del Taro, appuntamento valevole come secondo impegno stagionale della serie IRC Cup Pirelli alla quale il duo lombardo prenderà parte con una Ford Fiesta WRC dell’A-Style Team.

Sulle strade parmensi del Taro, Freguglia vuole ottenere un buon risultato anche perché dopo l’Elba in cui ha chiuso al 7° posto, ha capito come sfruttare al meglio la vettura: la vittoria assoluta al Laghi è stata importante ma ora il contesto nazionale in cui si sta cimentando merita di essere siglato con il suo talento. “Dopo la vittoria assoluta del Laghi sapevo che non sarebbe stato facile confrontarmi con piloti che abitualmente affrontano l’IRC Cup; l’Elba lo ha dimostrato ma è pur vero che nella parte di gara  in cui ho avuto tutte le condizioni favorevoli ho dimostrato di avere un passo alla portata del podio. Spero che in occasione del Taro tutto possa girare per il verso giusto per essere competitivo fin da subito” ha detto il pilota di Besnate.

Giuseppe Freguglia non sarà al debutto sulle strade dell’Appennino Emiliano: al Taro infatti, ha già corso due volte: nel 2012 finì 8° assoluto mentre nel 2009, 9° (con una Peugeot S2000).


12° Rallye Du Chablais
Stop anticipato
per la Citroën DS3 R5
di Yvan Muller
e Sandra Arlettaz
della D-Max Racing

VENEGONO INFERIORE (VA) – La gara elvetica non è andata a finire così come era iniziata per la Citroën DS3 R5 affidata al pluri-campione WTCC Yvan Muller affiancato da Sandra Arlettaz: dopo un ottimo terzo tempo assoluto sulla prima Prova Speciale in programma (preceduto di pochissimo solo dagli “specialisti” Sébastien Carron e Grégoire Hotz), al termine della P.S. la vettura del pilota francese ha purtroppo denunciato un problema meccanico che gli ha impedito di proseguire la gara e lo ha costretto a rientrare al Parco Assistenza.

L’avvio di gara di Yvan Muller era stato entusiasmante, con un distacco davvero minimo nei confronti di due esperti rallisti come Carron e Hotz: mi sarebbe piaciuto vedere come avrebbe potuto proseguire questa sfida ma, purtroppo, un inconveniente tecnico ha fatto terminare la sua gara anzitempo e, con rammarico, abbiamo dovuto alzare bandiera bianca” ha dichiarato Max Beltrami, Team Manager di D-Max RacingAdesso concentriamoci sul secondo appuntamento dell’International Rally Cup che si svolgerà tra qualche giorno in provincia di Parma e dove schiereremo ben sei vetture: quest’anno l’impegno del Team D-Max Racing è senza tempi morti ed i ragazzi della squadra non vedono l’ora di riscattare la battuta a vuoto fatta registrare in Svizzera”.

Il prossimo impegno della compagine di Venegono Inferiore nel Campionato Nazionale elvetico è in programma per i giorni 26 e 27 giugno a Lugano, da dove prenderà il via il 18° Rally Ronde del Ticino.


Daniele Tabarelli
Torna a brillare
Al Bellunese

La gara test che anticipa il secondo round dell'International Rally Cup 2015 si chiude con la vittoria di classe, il terzo posto di gruppo ed il quarto assoluto.

SANTA GIUSTINA (BL) – Seppure il quarto posto conquistato nella classifica assoluta sia comunque da incorniciare, visto il parco partenti di primo livello in campo, il risultato raggiunto da Daniele Tabarelli al Rally del Bellunese non esprime il reale potenziale che il portacolori di Pintarally Motorsport ha dimostrato nell’arco della giornata.

Per lunghi tratti sul terzo gradino del podio, con la possibilità di tentare l’assalto alla seconda piazza della generale, Tabarelli ha lamentato qualche piccola noia che ne ha frenato il passo precludendogli un risultato di maggior prestigio. Nonostante questo i riscontri giunti dalla trasferta a Santa Giustina risultano essere decisamente confortanti in vista del prossimo, imminente, impegno nell’International Rally Cup 2015: il Rally Internazionale del Taro.

Siamo molto contenti del lavoro svolto al Bellunese” – racconta Tabarelli – “perché pur essendo vero che quando si è in gara si cerca di dare il massimo in ogni condizione il nostro reale intento era quello di percorrere quanti più chilometri possibili, con il Taro oramai alle porte, e di testare le nuove soluzioni di assetto che abbiamo portato in gara per capire se stiamo seguendo la direzione giusta. Direi che il risultato che ne è conseguito possa essere la conferma di tutto ciò pertanto siamo pronti per ripartire alla caccia del titolo nell’IRC Cup”.

Affiancato per la prima volta da Daniel Taufer, alla guida della Mitsubishi Lancer Evo IX R4 rivitalizzata, Tabarelli parte molto concentrato ma, a due chilometri circa dal termine del primo crono, l’anteriore destra si stallona rallentandone la marcia. A Cesio il trentino lamenta problemi di stabilità, per via di gomme usate, con la trazione integrale nipponica che non vuole lasciarsi governare agilmente su di un fondo reso particolarmente insidioso dal fango. Nonostante questo Tabarelli risale già, dopo due speciali, al terzo posto assoluto con un distacco di 1”1 da chi lo precede lasciando intravvedere ampi margini di miglioramento. La seconda tornata di prove vede il pilota di Pintarally Motorsport staccare ottimi parziali, che gli permettono di seguire da molto vicino le più evolute vetture di classe R5, sino al sesto impegno di giornata dove un leggero calo di potenza cerca di allontanarlo dalla vetta. Arginato il problema nella successiva service area, grazie all’impeccabile lavoro del team G. Car Sport coadiuvato per l’occasione da BL Tecno, Tabarelli si lancia all’attacco del podio. Inizia così il tour de force del trentino: quarto assoluto a Lentiai con 1”5 dal miglior parziale, secondo a cinque decimi sulla successiva Cesio e ancora quarto sulla conclusiva Valmorel non consentono l’aggancio al podio, sfumato per soli 3”6.

Il risultato va oltre le nostre aspettative” – sottolinea Tabarelli – “in quanto la vittoria in classe, il terzo in gruppo ed il podio assoluto mancato per un soffio confermano la bontà delle nostre scelte. Grazie di cuore a Daniel Taufer, determinante grazie alla sua esperienza, e all’accoppiata G. Car e BL Tecno che hanno lavorato in perfetta sinergia. Ora tutti al Taro”.


Titti Ghilardi
Nuova leader
Tra i copiloti
Del Trofeo Rally
Automobile Club Lucca

La copilota di Bagni di Lucca passa al comando della classifica “navigatori” grazie al terzo posto di classe conseguito sull'asfalto del Rally di Casciana Terme. Tra i piloti, nonostante l'assenza nell'appuntamento pisano, resiste Roberto Marchetti. Nella foto Montagni: la Clio R3 di Titti Ghilardi, nuova leader tra i copiloti.

LUCCA – È Titti Ghilardi, la nuova leader della classifica “navigatori” del Trofeo Rally Automobile Club Lucca. La copilota di Bagni di Lucca, grazie alla terza posizione di classe R3C conseguita al Rally di Casciana Terme, è riuscita a garantirsi il primato provvisorio della serie promossa da ACI Lucca che, articolata su dodici appuntamenti, vede protagonisti gli interpreti dell'automobilismo sportivo provinciale.

Sul sedile della Renault Clio R3 condotta da Luigi Caneschi nell'appuntamento pisano del 17 maggio, Titti Ghilardi ha conquistato un punteggio valso il superamento in classifica sul precedente leader Juri Parducci, assente a Casciana Terme ed a sei punti di distacco dalla nuova capofila. Un confronto archiviato positivamente anche da Pietro Santini, copilota di Castelnuovo Garfagnana giunto secondo di classe N1 sulla Peugeot 106 di Gabriele Catalini.

Tra i piloti, mantiene la leadership Roberto Marchetti. Il pilota di Borgo a Mozzano, assente al Rally di Casciana Terme, è riuscito a resistere all'inseguitore Gabriele Catalini, portatosi a nove lunghezze dal primato provvisorio in classifica. Una situazione che, attualmente, garantisce alla serie provinciale massima incertezza ed agonismo, con un ampio “ventaglio” di conduttori interessata dalla lotta al vertice. Si è rivelata pesante anche l'assenza di Gianluca Martinelli, scivolato – nel giro di due date valevoli – dalla prima alla terza posizione in classifica. Un solo punto, tuttavia, a dividere il pilota di Antraccoli dal predecessore Gabriele Catalini, ovvero colui che è riuscito a concretizzare al meglio la partecipazione all'appuntamento Rallyday.

Il prossimo appuntamento vedrà i protagonisti del Trofeo Rally Automobile Club Lucca confrontarsi al Rally degli Abeti, in scena nei giorni 6-7 giugno a San Marcello Pistoiese.


Al Dolomiti
Apre la caccia al bis
Per Matteo Luise

L'adriese, in gara per i colori PR Group, cerca la seconda affermazione assoluta tornando alla guida dell'Audi Quattro gruppo B del team Balletti Motorsport

ADRIA (RO) – Lo aveva promesso scendendo dalla pedana di Piazza Garibaldi  ad Adria lo scorso mese di marzo, nel pieno dei festeggiamenti per la prima vittoria assoluta, ed il prossimo week-end Matteo Luise cercherà di iscrivere il proprio nome anche nell'albo d'oro del Rally Dolomiti Historic.

Al via con la consueta casacca griffata PR Group il driver polesano tornerà alla guida di quell'autentico panzer, l'Audi Quattro A2 gruppo B del team Balletti Motorsport, che gli ha permesso di coronare il sogno di una vita ovvero quello di trionfare di fronte al pubblico di casa.

Ad affiancarlo in questa entusiasmante trasferta ci sarà nuovamente il compaesano Simone Stoppa con l'intento di ricreare quel connubio perfetto che ha dominato la seconda edizione del Rally Storico Città di Adria. È stato proprio grazie al successo casalingo che Luise ha guadagnato il diritto di partecipare gratuitamente all'evento organizzato da Dolomiti Motors in virtù della rinnovata sinergia che unisce quest'ultima con Delta Sport.

Lo avevo anticipato sin dall'arrivo di Adria a marzoracconta Luise – “che avrei voluto condividere l'iscrizione vinta con tutti coloro che hanno contribuito in modo fondamentale a quel successo e così eccoci qui a pochi giorni dal Rally Dolomiti Historic, con il buon Simone Stoppa alle note, pronti a ricalarci nell'abitacolo dell'Audi Quattro gruppo B dei fratelli Balletti. Sinceramente non vedo l'ora di tornare a guidare un mezzo così performante perché è davvero un piacere ed un divertimento senza paragoni”.

Dalle prime indiscrezioni della vigilia ai nastri di partenza si presenteranno due agguerriti candidati pronti a rendere la vita impossibile all'equipaggio della trazione integrale tedesca. Primo fra tutti il vincitore dell'edizione di apertura del Rally Dolomiti Historic Giampaolo Basso che, con la sua Porsche 911 RSR, cercherà di ricordare nel migliore dei modi il compianto Paolo Scattone.

Non da meno le ambizioni di Roberto Montini, Porsche 911 SC, che dopo la seconda posizione centrata al Rally Storico Città di Adria, dietro proprio a Luise, si presenterà carico come non mai per rinnovare il duello con il polesano a tutto vantaggio dello spettacolo.

Dalle informazioni in nostro possesso le prove speciali sono molto velocisottolinea Luise – “e seppure siano profondamente diverse da quelle dell'Adria siamo convinti di poter dire la nostra anche qui al Dolomiti. Sarà molto bello ritrovarsi con Roberto Montini per affrontare una nuova lotta in un contesto dove crediamo che le nostre vetture, tra punti di forza e di debolezza, possano equipararsi. Non ci nascondiamo nel dire che, ovviamente, scendiamo in campo per vincere ma siamo sicuri che oltre a Montini e a Basso, contro il quale non ho mai avuto il piacere di confrontarmi, ci saranno sicuramente altri concorrenti pronti a dare il massimo. Dal canto nostro siamo consapevoli di avere un pacchetto sicuramente vincente. Vedremo”.


MRC Sport
Protagonista
Al 5° Rally Ogliastra

BRUGNERA (PN) – Doppio appuntamento per la MRC Sport di Brugnera nel fine settimana appena trascorso. Oltre al 30esimo Rally Bellunese, alcuni equipaggi “Orange” erano presenti al quinto Rally D’Ogliastra, gara organizzata dalla scuderia Porto Cervo Racing e dal Mediterranean Team. La manifestazione si articolava su quattro prove speciali su asfalto da ripetere due volte, per un totale di due emozionanti giornate di gara. Un tracciato disegnato in quasi tutto il territorio provinciale: le due tappe hanno toccato la montagna più famosa di Sardegna per poi snodarsi fino ad arrivare alla costa, nella frazione di Santa Maria Navarrese. Tra gli alfieri MRC Sport che hanno partecipato al rally Marco Puddu, affiancato da Alessandra Cancellu, su Peugeot 106 A6, classificatisi diciassettesimi assoluti, secondi di classe A6 e settimi di gruppo A.

Queste le dichiarazioni di Marco Puddi: ”Gara insidiosa e difficile; all’inizio abbiamo avuto un problema di campanatura che ha causato la foratura dei pneumatici, facendoci così rallentare molto. A quel punto la cosa più importante era arrivare per accumulare esperienza, visto che era la mia prima gara su asfalto“. Alberto Contini, in coppia con Andrea Zara su Citroën Saxo N2, ha concluso settimo assoluto, secondo di classe N2 e terzo di gruppo N. Questi i commenti di Andrea Zara: ”Gara molto bella, impegnativa e selettiva. La macchina è andata molto bene, sul finale abbiamo amministrato il vantaggio per mantenere la posizione”.  Giacomo Melis, navigato da Raffaella Fantini su Citroën Saxo N2, ha terminato la gara ottavo assoluto, terzo di classe N2 e quarto di gruppo N: “Sono soddisfatto del risultato, in quanto venivamo da due ritiri nelle gare precedenti. Era la prima volta che correvo in Ogliastra ed era la prima volta che correvo con Raffaella, che si è comportata molto bene. I percorsi erano fantastici; all’inizio siamo partiti con un buon passo, nella quinta e nella sesta prova ci siamo migliorati molto per poi amministrare nel finale“.


Marcello Razzini
E Gianmaria Marcomini
Al via
Del 22° Rally
Internazionale Del Taro

BRESCIA – Marcello Razzini ed il suo copilota Gianmaria Marcomini sono pronti ad affrontare le difficili prove parmensi di questa 22a edizione del Rally del Taro, secondo appuntamento della IRCup 2015 nella quale l’equipaggio portacolori del Team Vieffecorse è impegnato.

Razzini, stando ai “dati” di inizio stagione, pare abbonato al terzo gradino del podio, ottenuto sia nel primo appuntamento del campionato al Rallye Elba, sia nella gara-test in Valcamonica tenutasi ai primi di maggio. L’obbiettivo di questo fine settimana sarà quindi proprio quello di interrompere questa catena e puntare ad un gradino più alto, risultato tranquillamente a portata sia dell’equipaggio che della Peugeot 208, dalla quale sapranno ottenere il massimo nelle 10 prove speciali distribuite su 2 giorni di gara che avranno inizio alle ore 18.00 di sabato 30 Maggio e si concluderanno sempre a Borgo Val di Taro alle 19.00 di domenica.