“Bassano” con forti emozioni per  Movisport: Luca Rossetti ha regalato una grande vittoria

0
Download PDF

Alla gara veneta, il pilota friulano  è arrivato a correre all’ultimo per sostituire l’infortunato Eddie Sciessere Spettacolare il duello con il locale Spagolla.

REGGIO EMILIA, 1 ottobre 2018 – Prosegue l’autunno magico di Movisport. Nel fine settimana appena trascorso la Scuderia ha còlto un nuovo ed importante alloro andando a vincere il 35° Rally Città di Bassano, una delle gare più ambite e partecipate d’Italia. La vittoria, per mano di Luca Rossetti in coppia con Pietro Elia Ometto, è stata il frutto di un pre-event movimentato, quasi rocambolesco, che ha portato il driver pordenonese a sostituire Eddie Sciessere che si era infortunato ad un braccio la settimana antecedente la corsa, non potendo quindi prendere il via.

Proprio Sciessere si era adoperato per far sì che la Citroën DS3 iscritta col numero 3 al alla gara veneta potesse avere al volante un grande pilota che potesse assicurare una prestazione di vertice ed ha così chiamato il grande amico Rossetti. Il tre volte Campione Europeo e Campione Italiano, ha infatti preso il posto dello sfortunato driver di Lusiana e nonostante i tempi stretti per preparare la gara, ha trovato sin dai primi chilometri il giusto feeling col navigatore Pietro Elia Ometto e con la vettura francese, andando a vincere una gara tanto tirata quanto spettacolare.

Vincendo sei prove sulle otto regolarmente disputate, il friulano estemporaneo portacolori di Movisport, ha condotto gran parte del rally al comando, solo un tenace Mauro Spagolla, sulla Ford Fiesta, ha saputo tenere il suo ritmo. Movisport ringrazia Luca Rossetti per aver dato la sua disponibilità a dare continuità al progetto di Eddie Sciessere e dei suoi partner.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy