Cagliari inaugura il Rally Italia Sardegna

0
Download PDF

Dopo lo shake-down con la prova spettacolo nella zona portuale del capoluogo parte stasera la gara italiana del Campionato del Mondo Rally. Apripista Biasion–Siviero su Abarth 695

 

Evans-Barritt..-ALGHERO (SS), 11 giugno 2015. Tutto pronto per il via del Rally Italia Sardegna che si aprirà con la prova spettacolo  “Città di Cagliari”, trasmessa in diretta su Fox Sports 2 HD, in programma alle 19.30 di questa sera.  Apripista d’eccezione a Cagliari Miki Biasion e Tiziano Siviero, l’equipaggio italiano Campione del Mondo 1988 e 1989 sull’Abarth 695 biposto, transiterà sulla prova prima dei concorrenti in gara. Lo shake-down, il test con le vetture da gara, si è volto questa mattina a Puttifigari ed è stato l’anteprima della  prova italiana del Campionato del Mondo Rally che si concluderà domenica 14 giugno ad Alghero. Tutti gli equipaggi protagonisti della serie iridata hanno provato le vetture in assetto da gara per scegliere le migliori soluzioni per i quattro giorni di corsa in terra sarda. Venerdì 12 giugno, le vetture, dopo essere rimaste la notte in parco chiuso in Via Roma a Cagliari, disputeranno 9 speciali per complessivi 133,50 km cronometrati, vale a dire quelle di Grighine Sud (26,31 km), Grighine Nord (18,34 km), Montiferru (14,41 km) e Sagama (2,58 km), ripetute due volte, a cui si aggiungerà il crono di Sinis Mont’E Prama (14,08 km) che verrà disputato una sola volta. Il rally torna nella zona dell’oristanese dopo quattro anni. In coda agli equipaggi in corsa per la gara Mondiale ci saranno i concorrenti del Trofeo Rally Terra, che disputeranno una doppia gara.

Andreucci-Andreussi.Ad aprire le partenze della prova spettacolo sarà l’otto volte Campione Italiano Rally Paolo Andreucci navigato da Anna Andreussi, sulla Peugeot 208 T16 R5, che sfideranno i big del mondiale sugli sterrati sardi, in una gara nuova per loro e che l’equipaggio italiano disputa per la prima volta in versione WRC –“Un gradito regalo ricevuto da  Peugeot per i miei 50 anni”-. Seconda auto ad aprire le partenze sarà la Subaru Impreza di Gianluca Linari con Nicola Arena. Con il numero 1 partirà la Volkswagen Polo R WRC dell’equipaggio Campione del Mondo in carica Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, -“Tutto ok, nessun problema. Il fondo dello shake-down era morbido, in molte parti rappresentativo della gara. La vettura è andata bene ho girato con gomme hard.” – ha detto Ogier. Precederà in partenza un altra Polo WRC ufficiale dei finnici Jari-Matti Latvala e Miikka Anttilla, reduci dalla vittoria al Rally del Portogallo: “L’assetto della vettura è ok, ho girato con gomme hard. La macchina va bene e sono molto motivato.” – sono state le parole di Latvala.

Meeke-NagleDeterminata è apparsa allo shake-down anche la pattuglia delle Citroën DS3 WRC con il britannico Kris Meeke navigato dall’irlandese Paul Nagle che ha dichiarato: – “Abbiamo fatto segnare un ottimo tempo. Tutto è andato per il meglio, a parte una piccola toccata alla gomma posteriore, niente di grave. Sarà un rally molto lungo e duro.”- E’ arrivato in Sardegna molto motivato il norvegese Mads Ostberg a cui legge le note lo svedese Jonas Anderrson, che dopo i test ha commentato: -“Tutto bene, feeling ottimo, ho girato con gomme hard e soft e sono soddisfatto del set-up vettura. La Sardegna è sempre una gara dura che mi piace e ho un bel feeling sia con la corsa che con l’isola.” Miglior tempo nello shake-down è stato realizzato dall’equipaggio spagnolo ufficiale della Hyundai i20 WRC Dani Sordo e Marc Marti, il pilota ha infatti dichiarato: “E’ andata molto bene, la prova è significativa del rally, il set-up della macchina va bene, abbiamo girato sia con gomme morbide che dure. Sono contento del tempo nel mio shake-down e sono fiducioso”. Sarà invece l’esordio con la i20 con cambio al volante per il neozelandese Hayden Paddon, proprio nella gara che segna il primo anniversario per il giovane driver con la casa coreana con cui debuttò al Rally d’Italia Sardegna 2014. Dal fronte Ford attesa per la gara del polacco Robert Kubica sulla Fiesta RS WRC, il driver F.1 ha dichiarato: “Shakedown veramente tosto. Condizioni difficili soprattutto nel finale della prova. È andato tutto bene e adesso aspettiamo la gara, il set-up è comunque ok. Abbiamo provato nuove soluzioni che vanno bene. Per le gomme, con le Pirelli abbiamo una sola scelta che vale a dire gomme dure.” Qualche difficoltà per l’italiano Lorenzo Bertelli, navigato da Lorenzo Granai sulla Fiesta RS WRC, che ha accusato dei problemi di surriscaldamento sullo shake-down.

Consapevolezza di dover affrontare una gara lunga e selettiva per i giovani driver dell’ACI Team Italia, Andrea Crugnola su Renault New Clio R3T, Fabio Andolfi e Giuseppe Testa sulle Peugeot 208 T16, che hanno effettuato solo alcuni giri di verifica sullo shake-down, con il molisano Testa che ha dovuto risolvere un problema ad un ammortizzatore.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.