Christopher Lucchesi pronto a sbarcare all’Elba per tentare il poker

0
Download PDF

Dopo il primato consolidato tra le vetture GT nel Campionato Italiano Rally, il giovane lucchese ha ora in mirino una delle gare più amate in assoluto, che torna sulla scena tricolore dopo venticinque anni. Foto apertura Leonardo D’Angelo

PORTOFERRAIO (LI) – Christopher Lucchesi è pronto di nuovo a calarsi nell’abitacolo dell’Abarth 124 rally fornita da Bernini Rally, per andare a disputare il 51° Rallye Elba, quarta prova del Campionato Italiano Rally, dal 24 al 26 maggio. Dopo aver concesso il tris di successi nella serie italiana dellAbarth 124 rally Selenia International Challenge alla recente 102^ Targa Florio, il giovane di Bagni di Lucca punta adesso il proprio mirino sulla gara elbana per cercare il poker di successi tra le vetture GT e prendere punti pesanti anche per il campionato Tricolore Junior “Due Ruote Motrici”

 Il portacolori della Scuderia Rally Evolution, affiancato da Marco Pollicino si troverà di nuovo a gestire la situazione di una gara mai vista, nota per la sua selettività e per le difficoltà date da un percorso altamente tecnico oltre che per un asfalto difficile da decifrare. “Non vedo l’ora di correre in questa gara – commenta Lucchesiche per tutti fa parte della storia dei rallies. Chi ci ha corso mi dice che ti innamori delle sue strade delle sue prove, dell’isola intera e della sua gente. Mi dicono anche che è una gara che equivale a un master universitario, di quelle che se ne esci indenne hai acquisito un bagaglio di esperienza importante. Nulla altro da dire che ci proverò, a superare anche questo esame, contando sui consigli di mio padre, sull’esperienza di Michele Bernini e ovviamente ben guidato dal mio copilota Marco Pollicino”.

Dieci, in totale, le prove speciali, per una distanza competitiva di 151,480 chilometri a fronte dei 399,610 dell’intero tracciato. La prima giornata avvierà con la cerimonia di partenza in centro a Portoferraio a partire dalle ore 16,15 di venerdì 25 maggio, dopodiché i concorrenti dovranno affrontare cinque impegni cronometrati, dei quali gli ultimi due con l’imbrunire, per poi chiudere a partire dalle ore 23,10 con l’entrata nel parco chiuso notturno di Portoferraio.

L’indomani, sabato 26 maggio, uscita dal riordino notturno alle 08,00 e arrivo finale, sempre in centro a Portoferraio, a partire dalle ore 17,25, dopo aver corso altre cinque prove speciali. Sarà, questa, una giornata decisamente impegnativa, con altri 95,860 chilometri di sfide e soprattutto con l’impegno finale della “Due Mari” di 22 chilometri.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi