Daniele Tabarelli lascia il segno al Città di Pistoia

0
Download PDF

Il portacolori di Pintarally Motorsport, nonostante il lungo periodo di forzata inattività, porta la sempreverde Mitsubishi Lancer Evo IX R4 al settimo posto assoluto. Foto Fotosport

Nave San Rocco (Tn), 9 Ottobre 2018 – Rientro in grande stile, con lo smalto dei tempi migliori, per Daniele Tabarelli, il quale chiude il suo esordio al Rally Città di Pistoia con una settima posizione assoluta che ha il sapore di una vittoria.

Era oltre un anno che il pilota trentino non si calava nell’abitacolo della Mitsubishi Lancer Evo IX, in versione R4, che tante gioie ha saputo regalargli nel corso degli ultimi anni.

Un periodo di inattività lungo che, combinato alla difficoltà del contesto di gara ed all’indubbio gap tecnico con le vetture di ultima generazione, sembrava alzare l’asticella ad un livello difficilmente oltrepassabile.

Invece il portacolori di Pintarally Motorsport ha siglato un’altra prestazione spettacolare, chiudendo al settimo posto assoluto, primo in solitaria nella classe R4, regalando tanto spettacolo al numeroso pubblico presente a bordo strada.

Affiancato, per la prima volta, dal locale Simone Vellini il pilota della trazione integrale, curata da G. Car Sport, affrontava i primi chilometri cauto, per tornare ad oliare tutti i meccanismi.

La ripetizione delle speciali di “Sarripoli” e “San Baronto”, disputate alla luce delle fanalerie supplementari, vedeva Tabarelli attestarsi ai margini della top ten, con un passo accorto.

“Il Sabato è stato un po’ un laboratorio” – racconta Tabarelli – “perché abbiamo utilizzato, per la prima volta, le nuove coperture della Pirelli, le Cinturato. Tra il fango della prima ed il diluvio della seconda non possiamo dire di aver avuto un avvio agevole. Nella ripetizione la prova di apertura era praticamente diventata sterrata. Abbiamo chiuso la giornata di Sabato undicesimi assoluti, molto soddisfatti del passo perché sapevamo di avere molto margine da sfruttare.”

Si riparte la Domenica, in tarda mattinata, e sulla prova più lunga, quella di “Casore”, Tabarelli torna prepotentemente nei piani alti della classifica generale: sua la settima prestazione assoluta, preceduto e seguito unicamente da vetture di classe R5.

Con due prove speciali ancora da disputare il trentino, ritrovato il feeling con l’intramontabile Lancer, stacca il sesto tempo a “Montevettolini” e sulla ripetizione della lunga “Casore”, chiudendo sulla pedana di arrivo con una settima piazza assoluta che non può che essere considerata una vittoria, dato che il termine di paragone oggi sono le regine della R5.

“Dopo aver ripreso le misure e tolto un po’ di ruggine” – aggiunge Tabarelli – “abbiamo iniziato a spingere ed il cronometro ci dava ampiamente ragione. Abbiamo migliorato notevolmente, dal primo al secondo passaggio della Domenica, nonostante le condizioni fossero molto insidiose, per via dell’umido. Per essere stata la prima volta in questa gara, che era a coefficiente 1,5, in mezzo a tanti locali, tutti con il coltello tra i denti, non possiamo che essere felici e soddisfatti. Abbiamo dato tanto spettacolo e ricevere i complimenti da tanti appassionati ci ha gratificato molto. Grazie di cuore a G. Car Sport per l’ottimo lavoro svolto e a Pintarally Motorsport, sempre presente. Un grazie di cuore a Simone, il quale si è comportato egregiamente alla nostra prima uscita in gara. Emozioni fortissime quelle vissute, rimarranno sempre con me.”

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy