Domenica 28 giugno: Concluso a Imola il 4° Aci Racing Week-end 2015

0
Download PDF

All’Enzo e Dino Ferrari di Imola grande spettacolo per il 4° Aci Racing Week-end 2015. Nel tricolore GT affermazione per la Ferrari di Lucchini – Venturi. In F.4 Beckmann e Aron si spartiscono le vittorie, mentre nel Turismo Endurance arriva la prima vittoria per il “Cinquone” di Ferraris-Milani.

Enrico Milani (MI.VA.Motorsport a.s.d., Formula 3-F2IT#5)

Enrico Milani (MI.VA.Motorsport a.s.d., Formula 3-F2IT#5)

IMOLA (BO – 28 giugno 2015) – Si è concluso, all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, il quarto Aci Racing Week-end 2015. 11 gare piene di colpi di scena nella domenica imolese con la Ferrari 458 Italia della BMS – Scuderia Italia, condotta da Lucchini – Venturi, che si è aggiudicata la vittoria nella seconda gara del Campionato Italiano Gran Turismo. David Beckmann e il leader di campionato Ralf Aron si sono divisi le vittorie nell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth, mentre il “Cinquone” Romeo Ferraris ha centrato la prima vittoria nel Campionato Italiano Turismo Endurance. Spettacolo anche nelle altre serie in pista sulle rive del Santerno con l’affermazione di Gian Luca Giraudi nel Porsche Carrera Cup Italia, di Bassi nella Seat Ibiza Cup e di Giacon, che fa doppietta, nella Seat Leon Cup. Prossimo appuntamento con gli Aci Racing Week-end il 12 luglio al Mugello.       

Sono Lucchini-Venturi (Ferrari 458 Italia) i vincitori di gara-2 del 3° round del Campionato Italiano Gran Turismo. L’equipaggio della BMS-Scuderia Italia ha preceduto di 1”847 l’altra coupé della casa di Maranello di Schirò-Berton (Villorba Corse) e di 9”609 l’Audi R8 LMS di Mapelli-Amici (Audi Sport Italia). Grazie al secondo posto in gara, Schirò e Berton sono balzati al comando della classifica provvisoria della classe GT3 a quota 65, davanti a Casè e Gattuso (58) e Bortolotti e Zomberti (57). Nella classe GT Cup sul gradino più alto del podio sono saliti Zanardini-Perel (Lamborghini Gallardo), davanti alle Porsche 997 di Passuti-Goldstein (Antonelli Motorsport) e Maino-Selva (Ebimotors). I portacolori del Bonaldi Motorsport hanno riconquistato leadership di classe con 70 punti, precedendo i fratelli Pastorelli (58) e Maino-Selva (52). 

Ralf Aron (Prema Power Team,Tatuus F.4 T014 Abarth #99)

Ralf Aron (Prema Power Team,Tatuus F.4 T014 Abarth #99)

Nell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth gara 2 vede un ottimo Diego Bertonelli (RB Racing) scattare in pole grazie all’inversione dell’ordine di arrivo di gara 1. L’italiano allunga, ma è poi frenato dall’ingresso della safety car. Numerosi i testacoda infatti, per via dell’acqua caduta nella notte che ha lasciato il tracciato bagnato nei punti esterni ai cordoli. Al traguardo sarà primo David Beckmann (Muecke Motorsport), seguito da Marcos Siebert (Jenzer Motorsport) e Bar Baruch (Israel F.4). In gara 3 Ralf Aron (Prema Power Team) parte e arriva primo, seguito dal compagno di squadra Guan Yu Zhou e dal brasiliano Joao Vieira (Antonelli Motorsport).Ralf Aron torna cosi al comando del campionato.

Matteo Milani e Mario Ferraris, in coppia con sul “Cinquone” Abarth 500 della Romeo Ferraris, sono i vincitori di gara 2 per il terzo round del Campionato Italiano Turismo Endurance, corsosi nell’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Una vittoria, anche di Prima Divisione, che arriva meritatamente nelle mani del duo milanese non appena completate le soste obbligatorie dove Valentina Albanese, in testa nel primo stint e terza al traguardo sulla Leon Racer leader di Divisione TCR, è costretta al maggior handicap tempo. Finalmente risolti gli inconvenienti tecnici patiti nei due primi round, Roberto e Luli Del Castello, papà e figlia al volante della BMW M3 3.2 della RC Motorsport, salgono finalmente sul podio con il secondo posto assoluto e di categoria. Un errore alle soste avrebbe potuto costare caro anche a Filippo Maria Zanin (BMW 320 Promotorsport) che invece, nonostante 35 secondi di penalità, riesce comunque ad infilare la sesta vittoria di fila in Seconda Divisione dato l’ampio margine guadagnato sull’iridato Andrea Bertolini, al debutto sulla nuova Abarth 695 Assetto Corse Endurance della Squadra Corse dello Scorpione.

In gara-2 del secondo appuntamento della Carrera Cup Italia 2015, il monomarca che si corre con le Porsche 911 GT3, torna alla vittoria il piemontese Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) che ha preceduto di 4”728 il francese Come Ledogar (Tsunami RT), vincitore di gara-1, e di 9”967 Mattia  Drudi, (Dinamic Motorsport). Giraudi, scattato dalla seconda fila dello schieramento, ha preso il comando nelle prime battute e non  l’ha più abbandonato per tutti i 17 giri della gara, nonostante il grande recupero di Ledogar, risalito dalla sesta posizione di partenza. Al quarto posto ha concluso Riccardo Agostini (Antonelli Motorsport) davanti a Stefano Colombo (Lem Racing), mentre nella Michelin Cup  Marco Cassarà (Ghinzani-Arco Motorsport) ha bissato il successo di gara-1.  

Nel secondo round della Seat Leon Cup Jonathan Giacon fa doppietta e scappa via nella classifica generale. In gara uno, il veneto precede il diretto avversario Scalvini ed Enrico Bettera, mentre in gara 2 il podio è completato da Emiliano Perrucca Orfei e da Eric Scalvini. Spettacolare, come sempre, la seconda gara della  Seat Ibiza Cup con Alberto Bassi che ha firmato la sua personale doppietta davanti alla bravissima Carlotta Fedeli e al Direttore Generale di Seat Italia, Peter Wyhinny, sempre più protagonista del monmarca con le “piccole” spagnole.

Paolo Palanti e Giuseppe Gulizia sono i vincitori delle due gare del Campionato Italiano Energie Alternative – Green Hybrid Cup. Battuta d’arresto per l’atteso Jacopo Lombardelli, mentre, grazie al podio di gara 1, Giulio Tommasin mantiene la testa della classifica generale davanti ad Edoardo Tolfo e Giuseppe Gulizia.

 

Torna alla vittoria Piero Longhi nel F.2 Italian Trophy. Il pluri-campione italiano rally approfitta in gara 1 della brutta partenza di Marco Zanasi e si invola in solitaria, tornando al successo sul circuito del Santerno. Podio completato da Zanasi ed Enrico Milani.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.