Doppio scratch per Rossetti-Fenoli (Hyundai i20 R5) che chiudono in testa il Day 1 al Rallye Elba

0
Download PDF

Il friulano si aggiudica la prima e la terza prova della giornata iniziale nel terzo round del Campionato Italiano WRC. È lui l’uomo da battere inseguito dalle WRC di Simone Miele (Citroen DS3) e Corrado Fontana (i20), appaiati a +10”. Primo della Coppa Rally di Zona Andrea Carella (Skoda Fabia R5) davanti agli elbani Andrea Volpi e Francesco Bettini.

 

Il friulano si aggiudica la prima e la terza prova della giornata iniziale nel terzo round del Campionato Italiano WRC. È lui l’uomo da battere inseguito dalle WRC di Simone Miele (Citroen DS3) e Corrado Fontana (i20), appaiati a +10”. Primo della Coppa Rally di Zona Andrea Carella (Skoda Fabia R5) davanti agli elbani Andrea Volpi e Francesco Bettini.

La prima giornata del Rallye Elba si chiude come si era aperta, con l’esclamativo di Luca Rossetti. Il driver friulano ha aperto le danze aggiudicandosi la lunga “Volterraio-Cavo”, poi è rimasto in scia di Luca Pedersoli (Citroen DS3 WRC) sulla seconda prova, fino a chiudere la serata con lo scratch sulla “Volterraio”. Il successo su due delle tre prove iniziali della gara organizzata da AC Livorno Sport porta quindi Rossetti affiancato da Manuel Fenoli su Hyundai i20 R5 al comando della classifica assoluta con un vantaggio consistente di 10’’ complessivi su tutti.

Luca Rossetti: “Andata molto bene. Abbiamo fatto tre belle prove, sepcialmente la prima. Ottimo grip con le gomme nonostante gli asfalti elbani siano notoriamente difficili. Abbiamo voglia di riscattare la prestazione di San Martino. Le strade di domani saranno decisive e sicuramente dobbiamo manterene il ritmo visto che le WRC saranno avvantaggiate a tratti. Tutto sommato meglio andare a dormire con 10’’ di vantaggio piuttosto che con 10’’ da recuperare.”

Simone Miele: “Soffrivo un po’ la notte. Invece poi è andata bene. Purtroppo siamo andati lunghi sul Volterraio, ma comunque abbiamo mantenuto la seconda posizione assoluta.”

Luca Pedersoli: “È iniziata molto male, siamo entrati sulla prima prova con la pressione bassa della posteriore sinistra, con la valvola rotta, dove eravamo a rischio stallonamento. Queste sono gare dove si gioca sul filo dei secondi e speriamo che questo episodio iniziale non ci costi troppo. Fino all’ultimo passaggio sul Perone non ci sarà da mollare nulla.”

Corrado Fontana: “Per il momento tutto ok, rimaniamo positivi visto che siamo li in lotta per il vertice. Domani sarà ancora una bella battaglia.”

 

Dietro di lui, stesso tempo parziale a +10’’ dalla vetta per Simone Miele con Roberto Mometti su Citroen DS3 WRC e Corrado Fonata con Nicola Arena su Hyundai i20 WRC. Il varesino leader del Campionato ha pagato la prestazione sull’ultima prova speciale del trittico dove ha segnato il sesto tempo. Difficoltà invece soprattutto con la gestione degli pneumatici per il lariano, che durante la prima speciale ha lasciato subito 7.2’’.

Appena fuori dal podio nella classifica provvisoria di gara c’è proprio Luca Pedersoli con Anna Tomasi. Difficile l’approccio iniziale con il Rallye Elba per il bresciano che ha sofferto la poca pressione alla posteriore sinistra. Fattore che ha pesato ben 12’’ sulla lunga prova a Pedersoli. Quinta posizione assoluta a +25.1, staccato dal gruppo che lotta per il vertice assoluto, c’è Andrea Carella con Enrico Bracchi su Skoda Fabia R5. Si fa interessante la corsa del piacentino per quanto riguarda la Coppa Rally di Zona che lo vede invece in prima posizione assoluta. Sesta e settima posizione che equivalgono al podio virtuale della Coppa Rally di Zona per i due equipaggi locali più attesi. La sfida nella sfida vede per Andrea Volpi a +43’ da vertice con la sua Skoda Fabia R5, ma con un vantaggio rassicurante sul rivale Francesco Bettini con stessa vettura, attardato a +1’07.7. Sarà interessante anche osservare questo duello tra piloti di Portoferraio nella seconda giornata.

Andrea Nucita: “Fare 27km senza idroguida con queste macchine è davvero difficile. Il team e i meccanici sono stati fantastici e hanno messo a posto la vettura ed ora vogliamo affrontare al meglio le prove di domani.”

Andrea Carella: “Prima prova non bene. Abbiamo ripreso Nucita in prova, che ringrazio per averci fatti passare subito visto che aveva problemi. Abbiamo preso l’olio perso da lui quindi abbiamo sofferto il sottosterzo su tutte le curve fino a fine prova.”

Altro toscano di Follonica Leopoldo Maestrini, che ha forato sulla PS1 prima di iniziare la sua rimonta nei passaggi successivi al volante della Volkswagen Polo R5. Completano la top 10 altri due driver protagonisti del Campionato Italiano WRC su Skoda, quali il ceccanese Stefano Liburdi, che non è riuscito subito a trovare il passo giusto sul Volterraio e Lorenzo Grani che prosegue il suo apprendistato positivo al volante della vettura di classe R5.

Prestazioni interessanti anche per il giovane portacolori di ACI Team Italia Riccardo Pederzani, affiancato stavolta da Sofia D’Ambrosio, nel tentativo di guadagnare un pass utile per la Finale Nazionale della Coppa Rally di Zona al volante di Peugeot 207 S2000. Alle sue spalle è 14esimo assoluto e leader incontrastato di classe Super 1600 il parmense Roberto Vescovi con la sua Renault Clio. Leadership di classe R2 al momento per i fratelli fiorentini Ancillotti, che mettono la loro Peugeot 208 davanti a quella dei rivali Saresera-Fappani con un vantaggio di 16.5’’.

CLASSIFICA ASSOLUTA RALLYE ELBA DOPO PS3: 1. Rossetti-Fenoli (Hyundai I20 Ng R5) in 30’29.7; 2. Miele-Mometti (Citroen DS3 WRC) a 10.0; 3. Fontana-Arena (Hyundai New I20 WRC) a 10.0; 4. Pedersoli-Tomasi (Citroen DS3 WRC) a 11.9; 5. Carella-Bracchi (Skoda Fabia R5) a 25.1; 6. Volpi-Maffoni (Skoda Fabia R5) a 43.0; 7. Bettini-Acri (Skoda Fabia R5) a 1’07.7; 8. Maestrini-Farnocchia (Volkswangen Polo R5) a 1’26.5; 9. Liburdi-Colapietro (Skoda Fabia R5) a 1’39.5; 10. Grani-Lombardi (Skoda Fabia R5) a 1’51.2;

 

Download PDF
Condividi

Rispondi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.