Due Gi Sport un Team 971 fra test, delusioni e vittorie

0
Download PDF

MONCALIERI (TO), 4 giugno – Un caldo quasi estivo, due belle giornate di sole, tanto pubblico assiepato sulle tre prove in programma, hanno fatto da cornice al 45° rally Team 971 che ha visto transitare sulla pedana di partenza oltre 60 equipaggi, tra cui 3 portacolori della scuderia torinese Due Gi Sport.

Gara test per Tavelli. L’equipaggio composto da Gianluca TavelliNicolò Cottellero su Renault New Clio è salito sul gradino del podio di classe R3T e si è qualificato 7° assoluto, nonostante abbiano provato la macchina solo venerdì, e solo per 10 km. Questa è servita come gara test, per capire se partecipare o meno alla seconda tappa dell’IRCup al Taro la prossima settimana. Il pilota ha così commentato: “tutto sommato è andata bene, non ho rischiato nulla poiché questo rally mi è servito come test; Pisani è andato molto forte, non c’era storia. Siamo contenti per la classifica assoluta e ci siamo divertiti.

Giordanino costretto al ritiro sull’ultima PS. Marco Giordanino con alle note Renato Meroni, ha dovuto consegnare la tabella sull’ultima speciale, la PS 8 – Moransengo. L’equipaggio, arrivato lungo ad una staccata, è uscito di strada ed ha preso un cumulo di terra da cui non è più riuscito a togliere la Peugeot 205 Rallye, che è stata poi rimossa dal carroattrezzi. Peccato per il collaudato equipaggio che fino ad allora aveva mantenuto la 4° posizione di classe. Le parole del pilota: “è stata una bella gara, peccato essere usciti. Se tutto va bene, parteciperemo al rally del Moscato

Coppa al cielo Per Marco Massaro. Marco Massaro navigato da Vittorio Bianco su Peugeot 106: 1° di classe A5 e 29° assoluti, sono partiti da subito bene e visto che i tempi davano loro ragione, già sulle prime speciali hanno cercato di accumulare un po’ di vantaggio per poterlo amministrare sulle ultime prove. Il commento di Marco: “finalmente una gara perfetta. Lo scorso anno avevo rotto dopo pochi km, ma quest’anno è andata davvero bene! Voglio ringraziare Vittorio che al suo debutto al mio fianco è stato davvero bravissimo e anche il preparatore che mi ha dato una vettura perfetta.”

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi