Enrico Brazzoli, da Limone Piemonte alle premiazioni di San Pietroburgo

0
Download PDF

Di Tommaso M. Valinotti

SALUZZO (CN), 20 dicembre – La strada percorsa da Enrico Brazzoli per arrivare alle premiazioni FIA a San Pietroburgo di inizio mese è lunga, ma ricchissima di soddisfazioni. Nato a Saluzzo il 27 giugno 1965, il 27 giugno 1965, in una città dove la passione dei rally era alle stelle (sei anni dopo sarebbe iniziata l’epopea del 100.000 Trabucchi) Enrico Brazzoli ha esordito come navigatore al Rally Limone Piemonte del 1985 su una A112 Abarth. Sul sedile di destra Enrico Brazzoli si è tolto delle belle soddisfazioni, conquistando la prima vittoria assoluta nel 1992 a fianco di Roberto Gazzola su Lancia Delta Integrale al Rally della Valle Varaita, vittoria bissata sempre con Gazzola e la Delta l’anno successivo ed in un altro paio di gare ancora. Nel 1994 ancora con Gazzola disputa il suo primo Rallye di Montecarlo dovendosi ritirare per incidente nelle prime battute della gara. Il Montecarlo è una delle gare cui Brazzoli è più affezionato avendolo disputato come navigatore, come pilota, avendo disputato anche il Montecarlo Historique e avendo fatto più volte il ricognitore a vari piloti fra i quali Alex Fiorio

Dopo l’esperienza con Gazzola Enrico Brazzoli detta le note ad un enfant prodige del rallismo italiano come il cuneese Raul Marchisio, cui fa seguito l’esperto Mario Stagni con la Mitsubishi al Sanremo iridato. Nel 1999 ritorna a Montecarlo a fianco del monegasco Marco Menegatto sulla Mitsubishi della RalliArt Italy, proseguendo la stagione con la stessa vettura nel campionato italiano rally a fianco di Ettore Baita, quindi ancora nel tricolore fino al 2005 con Fabrizio Ratiglia, altra giovane speranza del rallismo italiano.

La carriera di Brazzoli come navigatore si conclude nel 2005 al Rally della Valle Varaita. Nel frattempo, nel 2003, passa al volante, disputando il Rally Storico della Garfagnana con una Lancia Fulvia HF, e dopo un paio di gare l’anno nel 2004 e 2005 con la Fulvia affiancato da Walter Rapetti nel 2006 passa alla Porsche per disputare il Campionato Italiano Rally Storici, per poi migrare nel 2008 nel Campionato Europeo, serie in cui rimane fino al 2015 conquistando la vittoria nel Campionato Europeo 2009 con la Porsche 911 SC affiancato da Paola Valmassoi e nel 2011 ancora con la berlinetta tedesca, cogliendo alcune affermazioni assolute come l’Alpi Orientali Historic 2009 e il Sanremo Rally Historic 2010, per concludere la carriera con la gara al Motor Show di Bologna del 2014 sulla Lancia Rally.

Nel frattempo ha iniziato a guidare nei rally moderni, disputando nell’inverno 2010/2011 il Rally Valli Imperiesi e la Ronde di Andora con una Clio R3. Ed infine il grande salto definitivo nelle moderne disputando il Liburna Terra del 2015, con la Subaru Legacy e Maurizio Barone, prologo agli impegni mondiali di Enrico Brazzoli che lo hanno portato a conquistare il Campionato Mondiale WRC3 nel 2018 e alle premiazioni di San Pietroburgo di inizio dicembre.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy