Movisport iscritta come team al Mondiale Rally 2021

Il russo Nikolay Gryazin e la Polo R5 a caccia del titolo WRC-2. Dopo tre anni di collaborazione, prosegue con sempre più stimoli la joint tra la scuderia reggiana ed il 23enne pilota russo, che rincorrerà il titolo nella categoria iridata riservata ai piloti privati. La vettura prescelta è la VolksWagen Polo GTI R5 del Team SRT, sulla quale sarà affiancato dal copilota Konstantin Aleksandrov.

Reggio Emilia, 24 dicembre 2020. Un vero e proprio regalo di Natale, quello che Movisport si è fattae che nella giornata odierna comunica con soddisfazione.

La scuderia reggiana ha formalizzato l’iscrizione al Campionato del Mondo Rally 2021 come “Team” per competere nella categoria WRC-2, riservata ai piloti privati con vetture di categoria “Rally2” (le attuali R5).

L’iniziativa sarà centralizzata al rinnovo della collaborazione con il pilota russo Nikolay Gryazin, il quale prenderà il via al campionato iridato con una Volkswagen Polo GTI R5 gestita dalla SRT – Sport Racing Technologies – vettura che ha già utilizzato una volta quest’anno al Rallye Recalvi Mariña Lucense, in Galizia (Spagna), l’11/13 dicembre, finito con il successo assoluto.

Ad affiancare il 23enne pilota di Mosca vi sarà Konstantin Aleksandrov, il quale lo affianca dalla scorsa estate e sinora hanno corso insieme otto gare vincendone tre.

Dopo la parentesi 2020 con la Hyundai i20 R5 ufficiale nella categoria WRC-2 nella stagione appena conclusa le strade di Gryazin e di SRT compagine lettone abituata a palcoscenici importanti, tornano ad unirsi con una collaborazione ricca di stimoli in un contesto che si annuncia ricco di contenuti, per il 2021.

“Siamo estremamente soddisfatti del progetto che si è concretizzato – dichiara Zelindo Melegari, fondatore nel 1999 di Movisport, della quale è general managercercheremo di proseguire al meglio possibile la collaborazione con Gryazin, che ringraziamo di cuore per averci scelto tra una nutrita offerta di Team a livello mondiale. Sarà un’avventura stimolante, entriamo in punta di piedi in un palcoscenico importante che sicuramente ci permetterà di crescere, esperienza che cercheremo poi di mettere a disposizione dei piloti che vorranno “essere dei nostri”.

Nikolay Gryazin è figlio e fratello “d’arte”. Nato a Mosca il 7 ottobre del 1997, suo padre Stanislav era un pilota di rally, campione russo nel 2001, ed anche il fratello Vasilij, è a sua volta pilota di rally e di rallycross. I suoi inizi sono stati nel Campionato Rally in Lettonia, nel 2015 e tre anni più tardi, nel 2018, si impose all’attenzione internazionale finendo secondo nel Campionato Europeo Rally  e nel 2019 ha esordito nel mondiale rally, acquisendo il suo primo punto iridato al Rally di Finlandia e terminando la stagione al quarto posto nella classifica WRC-2. Il 2020 lo ha visto partecipare di nuovo al mondiale WRC-2 con la Hyundai i20 R5 ufficiale, concludendo a punti in Messico, settimo assoluto.

Squadra Corse Angelo Caffi: la missione Dakar è iniziata

Luciano Carcheri e Roberto Musi sono in viaggio verso Jeddah (SA) dove il prossimo 2 gennaio scatterà l’edizione 2021 del raid più famoso. Per l’equipaggio Squadra Corse Angelo Caffi un lungo avvicinamento fatto di controlli e preparazione.

Brescia, 27 dicembre 2020 – Ha preso il via la missione della Squadra Corse Angelo Caffi per la Dakar 2021. Il team bresciano ha iniziato l’avventura per prendere parte al più celebre dei rally raid con Luciano Carcheri e Roberto Musi che sono in viaggio verso la penisola arabica.

Quella che può essere definita la prima tappa di avvicinamento alla Dakar 2021 rende già l’idea dell’avventura sportiva che Carcheri e Busi stanno per affrontare. Data anche la delicata situazione internazionale, resa incerta dall’emergenza sanitaria, l’equipaggio portacolori della Squadra Corse Angelo Caffi dovrà seguire e rispettare una lunga serie di controlli prima di poter ritirare la Nissan Patrol #225 che li attende al porto di Jeddah, dove è stata sbarcata qualche settimana fa dopo il viaggio per mare da Marsiglia.

Dopo un volo charter Nizza-Parigi organizzato dall’ASO e il successivo transfer aereo a Jeddah, Carcheri e Busi dovranno restare 48 ore in isolamento preventivo in hotel con l’assoluto divieto di uscire. “Questi due giorni saranno fondamentali per finalizzare alcuni importanti lavori di preparazione – ha commentato Carcheri – dato che dovremo sistemare alcuni documenti per la navigazione durante la gara, oltre che compilare altre dichiarazioni relative al Covid-19”.

Al termine di questo breve isolamento, l’equipaggio farà un secondo tampone. Se l’esito sarà negativo, insieme al test negativo effettuato prima di partire, sarà quindi possibile accedere al porto di Jeddah per ritirare la vettura ed espletare le procedure di verifica dell’auto oltre che di tutta l’attrezzatura di sicurezza richiesta a bordo. Una volta superati questi ultimi controlli, la Nissan Patrol potrà essere ammessa al parco chiuso pre-partenza, da dove uscirà il 2 gennaio per affrontare la cerimonia di start e la breve tappa prologo.

Ci sono tante incognite – ha concluso Carcheri che torna quest’anno alla Dakar dopo 18 anni dall’ultima volta – Di fatto guideremo la Patrol per la prima volta al via della gara, sarà una lunga preparazione sia logistica che psicologica. L’obiettivo resta sempre quello: capire la Dakar. Sono curioso di confrontarmi nuovamente con me stesso e con un rally raid, per vedere l’effetto che farà 23 anni dopo la mia ultima partecipazione con quattro ruote. Un grazie sincero va, prima che tutto inizi, a chi ha reso possibile la nostra partecipazione a questa edizione della Dakar: Costa Ligure, Andreani Group Ohlins, Bardahl Lubrificanti, Michelin, Ser Wax Industry, Club Veicoli Storici Piacenza e ovviamente alla Squadra Corse Angelo Caffi”.

Campionato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta di trial: Irontech Motorsport campione con Vaccaretti

Il pilota vicentino iscrive il proprio nome nell’albo d’oro del Campionato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta di trial, al debutto con i colori del sodalizio patavino. Foto Carlotta Olivo

Ospedaletto Euganeo (PD), 24 Dicembre 2020 – Una partnership nata certamente sotto una buona stella, quella che ha unito il cammino di Irontech Motorsport con Andrea Vaccaretti.

Il sodalizio patavino, grazie al successo ottenuto dal vicentino nell’appuntamento di Alto, ha quindi inserito nella propria bacheca anche il titolo nel Campionato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta, debuttando nel mondo delle due ruote nel miglior modo possibile, da protagonista.

Una soddisfazione, quella del patron Valerio Scettri, per aver centrato un’altra scelta vincente, quella di sostenere il pluridecorato pilota di San Pietro Mussolino nella serie interregionale.

Siamo molto soddisfatti dell’investimento che abbiamo fatto con Andrea” – racconta Scettri – “perchè, con un solo risultato utile a disposizione, non ha sbagliato il bersaglio grosso, portando in dote ad Irontech Motorsport il titolo nel Campionato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta di trial. Andrea è un cavallo di razza, così come lo sono tutti i nostri collaboratori in Irontech. Oltre ad essere un uomo di fiducia, di punta nell’ambito sportivo del trial, si è dimostrato una scelta vincente per il nostro brand. Ha dimostrato tutte le sue doti, che già ben conoscevamo, e per lui ho soltanto parole di apprezzamento. Confidiamo in un 2021 che possa regalarci altre vittorie.”

Una gioia a mezzo servizio quella vissuta invece da Vaccaretti, rammaricato di non aver potuto affrontare una stagione completa in sella alla propria Beta Evo 300 a 2 tempi, seguita sul campo dal team Locca, ma felice per il positivo debutto con i colori di Irontech Motorsport.

All’inizio di questa stagione ci eravamo preparati abbastanza bene per il campionato” – racconta Vaccaretti – “ma poi è arrivato il primo lockdown e siamo rimasti fermi per un bel po’. Da li il calendario della stagione ha subito continui cambiamenti ed alla fine l’allenamento non è mai stato costante come avrei voluto. Ammetto che, con il passare del tempo, anche le motivazioni iniziavano a venire a meno. Non siamo dei professionisti, non viviamo di questo ma di passione e di divertimento. Se non abbiamo la possibilità di vivere la nostra passione non possiamo essere felici. Nell’unico tentativo a disposizione abbiamo vinto anche l’assoluta, un mix tra bravura e fortuna. Quest’annata incerta, sportivamente parlando, è stata deludente e poco appagante. La vittoria per Irontech Motorsport, al nostro primo anno assieme, è il vero motivo di felicità di quest’anno. Ringrazio di cuore Valerio Scettri e tutto lo staff per aver creduto in me. Ringrazio la mia famiglia, il team Locca ed il mio assistente Giovanni Del Rosso.”

Una chiusura di stagione che apre già uno spiraglio, anche di speranza, per il 2021.

Da qui al 2021 non ci saranno cambiamenti sul pacchetto tecnico e sportivo” – sottolinea Vaccaretti – “perchè la moto rimarrà la stessa ed il team anche. Speriamo di poter iniziare una nuova annata in modo totalmente diverso da questa, tornando il prima possibile alla normalità.”

Henri Toivonen, l’opera completa in italiano

“Toivo” è il soprannome con cui gli amici e la squadra avevano ribattezzato Henri Toivonen, figlio del campione europeo Pauli e fratello maggiore di Harri. Undici capitoli tematici – arricchiti da 170 splendide immagini a colori e in bianco e nero (Centro Storico Fiat, Archive Terre de Blanche, Manrico Martella, Sergio Biancolli, Foto Don, PhotoRally, Fabrizio Longarini, Marco Lolli Ceroni, Enzo Cortesi, Mauro Celidoni e tanti tanti altri) su carta fotografica, di cui tante inedite – ricostruiscono la vita, la carriera sportiva e la morte del Flying Finn che non fu mai campione del mondo.
Chi era Henri, gli inizi, il kart, i rally, le gare in pista e i suoi navigatori, le chance iridate, la sua corsa simbolo e le cronache delle principali battaglie che hanno condizionato la sua carriera, presentandolo al mondo come il predestinato del team Lancia Martini Racing, la storia vettura simbolo dei successi e della morte e i capitoli finali dedicati al papà, al fratello e al suo ultimo copilota. Non potevano mancare, e infatti non mancano, le statistiche complete dei Campionati del Mondo ed Europeo Rally, oltre al cronologico di tutte le competizioni disputate.
Autore del volume è Marco Cariati, giornalista professionista, direttore responsabile del magazine Storie di Rally e redattore della rivista RS e oltre. TOIVO, primo supplemento cartaceo del 2020 di Storiedirally,it, per ora è in vendita nella versione a copertina morbida (28,50 euro) o nella elegantissima versione a copertina rigida (32,50 euro) sul sito di Lulu Press. Dal mese di maggio, l’edizione a copertina rigida sarà distribuita anche nelle principali librerie: Feltrinelli, Hoepli, Mondadori, Amazon…  

BB Competition “d’argento” al Ciocchetto Event con Paolo Andreucci e la Citroën C3 R5

La scuderia spezzina manda in archivio la stagione sportiva 2020 conquistando la seconda posizione assoluta sulle strade de “Il Ciocchetto Event”, con la Citroën C3 R5 messa a disposizione dal team PRT di Daniele Pellegrineschi affidata all’undici volte campione Paolo Andreucci. Foto AmicoRally

La Spezia, 21 dicembre 2020. Ha assecondato le aspettative della vigilia, la comunione d’intenti che ha interessato la scuderia BB Competition, il team PRT di Daniele Pellegrineschi e l’undici volte campione italiano rally Paolo Andreucci. Per il sodalizio spezzino, la stagione sportiva 2020 è andata in archivio sul secondo gradino del podio de “Il Ciocchetto Event”, cornice divenuta valida occasione per garantire al pluridecorato pilota – supportato in questa stagione agonistica da Peletto Racing Team – due intense giornate volte ad approfondire il comportamento della Citroën C3 R5 su asfalto, fondo finora mai affrontato al volante della vettura francese “gommata” Pirelli.

A condividere la progressione del Campione Italiano Rally Due Ruote Motrici 2020 sulle tredici prove speciali in programma è stato David Castiglioni, copilota che – al fianco del driver di Castelnuovo Garfagnana – ha conquistato nel 1994 il titolo italiano “2 Litri”. Un connubio riproposto all’insegna dei colori di BB Competition, struttura che ha voluto garantire ai propri partner la grande visibilità legata all’attività sportiva di Paolo Andreucci.

Una gara, “Il Ciocchetto Event”, caratterizzata da un fondo reso particolarmente impegnativo dalle precipitazioni del primo giorno di gara e che, nelle sue fasi, si è reso testimone di una vera e propria progressione della vettura in termini prestazionali, grazie ad una peculiare ricerca del setup ottimale che ha coinvolto l’equipaggio e lo staff tecnico.

“Una bella occasione, quella a noi prospettata qui al Ciocchetto per conoscere la vettura – il commento di Paolo Andreucci a fine gara – legata alla mancata partecipazione alla gara da parte di Claudio Arzà. Avevamo in programma una serie di test, visto che su questo tipo di asfalto non l’avevamo mai provata, quindi abbiamo approfittato dell’opportunità. Chilometro dopo chilometro siamo cresciuti, in condizioni comunque difficili. Complimenti ad Umberto Scandola, la sua è una vittoria meritata”.

Grande, la soddisfazione espressa da Claudio Arzà, presidente di BB Competition: “una bella sensazione, quella di vedere un campionissimo come Paolo Andreucci vestire i nostri colori. Credo sia la degna conclusione di una stagione sportiva difficile, dove tuttavia abbiamo portato avanti in modo soddisfacente la nostra programmazione. Tutto questo, grazie all’impegno e la passione dei nostri soci ma, soprattutto, al supporto dei nostri partner, che in un momento delicato per l’economia nazionale non hanno fatto mancare il loro appoggio”.

Erreffe Rally Team-Bardahl: Tribuzio in evidenza al Ciocchetto

In una gara ricca di driver di alto livello, il laziale Tribuzio si mette in mostra sfiorando il podio assoluto. Bene anche  Alerini in Corsica. Photo Zini

Castelnuovo Scrivia (Al) –Erreffe Rally Team Bardahl chiude la stagione sportiva con altri risultati positivi da mandare in archivio.

Sul caratteristico percorso “natalizio” del Ciocchetto, Carmine Tribuzio e Fabiano Cipriani hanno magistralmente condotto la Skoda Fabia R5 Evo staccando tempi di rilievo assoluto che li hanno lanciati in zona podio fin dai primi metri; solo una piccola divagazione in un prato ha negato la gioia della Top3 all’equipaggio dell’Erreffe che è comunque arrivato al traguardo finale in quinta posizione.

“Questa gara è stata il coronamento di una stagione esaltante” ha affermato un soddisfatto Tribuzio a fine gara.

Bene è andata anche ai due equipaggi impegnati in Corsica al 23° Rally Balagna: Paul Alerini ha ottenuto un buonissimo quarto posto sempre a bordo della Skoda Fabia R5; in classe S1600 invece, Nicolas Schifano e Mallaury Sola, su una Renault Clio S1600 hanno completato la gara in 39° posizione assoluta e settima di categoria

 

Tutte le vetture del team hanno utilizzato pneumatici Pirelli e lubrificanti Bardahl.

Soddisfazioni internazionali per MM Motorsport: in evidenza a “Il Ciocchetto Event” e al Rally National de Balagne

Il team lucchese si congeda dalla stagione sportiva 2020 confermando l’obiettivo prefissato: assecondare i propri piloti nella conoscenza delle vetture, utilizzate per la prima volta. Ottime, le indicazioni fornite – nel weekend di gara – da Vittorio Ceccato e Francesco Marcucci, rispettivamente al debutto su Skoda Fabia R5 e Peugeot 208 R2B, esemplari “gommati” Pirelli.  Amaro ritiro per Battistu Ceccaldi al Rallye National de Balagne, quando si trovava in terza posizione assoluta e per Andrea Marcucci, protagonista nella “top ten” fino a due prove speciali dalla conclusione.  Foto AmicoRally

Porcari, 21 dicembre 2020 – E’ un congedo di alto contenuto, quello che ha interessato MM Motorsport negli ultimi due impegni offerti dalla stagione sportiva 2020. Per la struttura di Porcari, la soddisfazione di aver assecondato – ancora una volta – le aspettative dei propri piloti, chiamati ad affrontare le strade de “Il Ciocchetto Event” ed il Rallye National de Balagne, in Corsica. Sull’asfalto dell’appuntamento “di casa”, reso particolarmente impegnativo dalle precipitazioni della giornata inaugurale e dalle conseguenti condizioni di fondo viscido, il team ha fatto registrare ampi consensi condividendo con Vittorio Ceccato e Francesco Marcucci la prima esperienza al volante di esemplari mai utilizzati in precedenza.

Per Vittorio Ceccato, affiancato “alle note” da Rudy Tessaro, le strade del “Ciocchetto” hanno rappresentato una valida occasione per saggiare le potenzialità della Skoda Fabia R5. Un approccio, quello del pilota veneto, soddisfacente e valso una crescita – in termini prestazionali – al volante della vettura boema “gommata” Pirelli. Per il pilota di Bassano del Grappa, le strade di Castelvecchio Pascoli si sono confermate un’allettante occasione per valutare le caratteristiche della vettura in ottica futura, su un asfalto mai affrontato in carriera. Sensazioni positive anche per quanto riguarda l’esordio di Francesco Marcucci, alla sua prima partecipazione in ambito rallistico. Per il giovane pilota lucchese, affiancato dall’esperto copilota Massimiliano Bosi sulla Peugeot 208 R2B, la gara “di casa” è valsa una quarta posizione di classe ma, soprattutto, una performance crescente che ha posto in evidenza legittimi margini di miglioramento ed un’ottima base sulla quale poter sviluppare ampie prospettive future.

Le strade del “Ciocchetto Event” avevano posto in risalto la condotta di Andrea Marcucci e Richard Gonnella, noni assoluti su Skoda Fabia R5 prima di accusare un’uscita di strada che ha costretto al ritiro l’equipaggio, sui chilometri dell’undicesima prova speciale. Un’ulteriore conferma del livello di feeling acquisito al volante della vettura boema, utilizzata per la seconda volta in stagione. Interessanti spunti sono stati forniti anche dall’impegno che ha interessato MM Motorsport sulle strade del Rallye National de Balagne, in Corsica, con la Skoda Fabia R5 affidata a Battistu Ceccaldi. Ottimi, i riscontri forniti fin dalla fase di test da parte del pilota francese, affiancato nell’occasione da Romain Leculier. Un esordio, quello sulla vettura, rivolta alle prime posizioni della classifica assoluta e ridimensionato da un’uscita di strada che – nella terza prova speciale – ha compromesso il raggiungimento del podio finale, obiettivo maturato grazie al consolidamento della terza posizione provvisoria.

Una stagione, quella 2020, affrontata in condizioni limitanti ma che ha comunque garantito al team lucchese ampie soddisfazioni in termini agonistici.

“Una programmazione difficile, quella che ci ha visti impegnati nel 2020, condizionata dall’emergenza epidemiologica ma imbastita al meglio delle nostre potenzialità, articolata su un parco vetture che ha assecondato le nostre aspettative – il commento di Manuela Martinelli, team manager di MM Motorsport – credo sia doveroso ringraziare tutti coloro che ci hanno accompagnato in questa stagione: la nostra squadra, quindi tutti i meccanici che sono elemento fondamentale di MM Motorsport, Pirelli ed i partner  coinvolti nel nostro progetto, fino ad arrivare ai piloti che ci hanno scelto per la loro attività sportiva”.

La scuderia RO racing chiude l’anno con due ottimi risultati

Carmine Tribuzio e Fabiano Cipriani, al Rally del Ciocchetto, hanno concluso al quinto posto della generale e Jessica Scarafone, al circuito internazionale di Napoli, si è imposta nella propria categoria.

Note positive per la scuderia RO racing dal Rally del Ciocchetto e dal Super master racing, gare disputatesi lo scorso fine settimana.

In Garfagnana Carmine Tribuzio e Fabiano Cipriani hanno concluso al quinto posto in classifica generale, dopo aver lottato con la loro Skoda Fabia R5, allestita dalla Erreffe, per un posto sul podio. Solo un testacoda a poche speciali dal termine ha allontanato i due ciociari dalla zona nobile della classifica.

“Siamo molto soddisfatti per il risultato – ha detto Carmine Tribuzio – purtroppo non siamo stati fortunati , ma quando si corre con condizioni meteo proibitive gli imprevisti possono essere sempre dietro l’angolo. Abbiamo trovato il giusto feeling con la nostra vettura allestita dalla Erreffe e adesso, insieme al management della RO racing, stiamo valutando i possibili programmi per il 2021”.

Nuovo impegno in pista e nuova vittoria di categoria per Jessica Scarafone. La ragazza di Anagni, a Sarno, al Circuito internazionale di Napoli, ha dominato con la sua Citroen Ax con propulsore motociclistico, la classe E1 Italia nel Super master racing.

“Sono davvero felice per come sia andata la gara – ha detto Jessica Scarafone – ho trovato avversari molto tosti ed è stato assai divertente riuscire a sopravanzarli. Chiudo il 2020 con questo successo, spero di portare in porto nuovi progetti per il 2021”.

La Porto Cervo Racing chiude la stagione agonistica in Toscana e in Sardegna e pensa al 2021

La Scuderia termina la stagione con la vittoria di classe al Ciocchetto Event con l’equipaggio Moricci-Garavaldi (Renault Clio R1) e sulla piazza d’onore al Formula Challenge Pista del Corallo con il pilota Mario Murgia (Mitsubishi Lancer Evo X). Il Team programma la stagione 2021 e anticipa che nei prossimi giorni verrà svelata un’importante novità che riguarderà soprattutto gli associati della Scuderia.

Weekend dal doppio podio per la Porto Cervo Racing. In Toscana, al 29° Ciocchetto Event, la Scuderia ha conquistato la vittoria di classe con l’equipaggio formato da Paolo Moricci e Paolo Garavaldi.

I portacolori del Team, Moricci-Garavaldi, sulla Renault Clio R1 della Mc racing curata dalla Ndm Tecno, hanno concluso la stagione agonistica con un buon risultato: 23esimo posto assoluto e successo di classe R1.

“La gara è andata benissimo”, ha commentato il pilota Paolo Moricci, “siamo partiti tranquilli, abbiamo fatto delle regolazioni importanti tenuto conto del fondo e dell’esordio su questo tipo di macchina. Sul bagnato siamo andati molto forte, abbiamo fatto un diciottesimo posto assoluto, in mezzo alle R5, macchine con molta più potenza e, dalla prima prova speciale, siamo stati sempre al comando, con un forte distacco sul secondo.

Stamattina, quando eravamo ampiamente avanti, purtroppo, su una prova speciale, abbiamo perso una trentina di secondi per un disguido, ho sbagliato a fare la manovra e non entrava la retromarcia. Da quel momento in poi, abbiamo deciso di portare in fondo la gara in modo tranquillo, abbiamo vinto con quasi due minuti sul secondo e abbiamo fatto un 23esimo posto assoluto, una posizione di tutto rispetto visto la categoria di macchina con cui correvamo. La macchina era al top, il Team con il quale abbiamo corso è stato molto professionale, ha lavorato con noi tutta la gara. Ringrazio la Scuderia Porto Cervo Racing e tutte le persone che ci hanno sostenuto. Abbiamo concluso in bellezza la stagione, ora cominciamo a pensare al 2021 e mi auguro che sia fiorente di gare”.

Dalla Toscana alla Sardegna dove la Scuderia è salita sul secondo gradino del podio di classe N oltre 2000 con il pilota Mario Murgia al 1° Formula Challenge Pista del Corallo. Murgia, su Mitsubishi Lancer Evo X, ha concluso al quattordicesimo posto assoluto e al quarto di gruppo N.

“Ho partecipato al Challenge soprattutto per divertirmi”, ha detto Mario Murgia, “non avevo grandi aspettative in quanto volevo provare la vettura sulla pista di Alghero. Se tutto andrà bene, nel 2021 parteciperò a diverse Cronoscalate anche nella penisola”.

Jolly Racing Team “di classe” al Ciocchetto Event: soddisfazioni dall’ultimo appuntamento stagionale

La scuderia valdinievolina impegnata con sei equipaggi sull’asfalto dell’appuntamento stagionale conclusivo, nella tenuta “Il Ciocco” di Castelvecchio Pascoli. Vittoria di classe A0 conquistata da Luca Bertolozzi, su Fiat Seicento, parte integrante dell’ennesimo risultato globale soddisfacente. Sfortunato Gianandrea Pisani, costretto a rincorrere a causa della rottura di un semiasse della Renault Clio Williams. Foto AmicoRally

Larciano (PT), 21 dicembre 2020. Arrivano ulteriori conferme dall’ultimo appuntamento che ha visto impegnata Jolly Racing Team. La scuderia di Larciano, rappresentata sulle strade de “Il Ciocchetto Event” da sei equipaggi, ha regalato continuità di risultati ad una stagione sportiva mandata in archivio all’insegna del raggiungimento degli obiettivi prefissati. A brillare nelle tredici prove speciali del confronto – andato in scena all’interno della tenuta “Il Ciocco” di Castelvecchio Pascoli – è stato Luca Bertolozzi, vincitore della classe A0 sulla Fiat Seicento condivisa con Fabrizio Vecoli, chiamato “alle note” del driver versiliese.

Una performance, quella di Luca Bertolozzi, concretizzata sulla pedana d’arrivo dopo due giorni che lo hanno visto costantemente al comando della categoria, caratterizzati da un fondo reso viscido dalle precipitazioni del sabato.

A limitare la prestazione di Gianandrea Pisani, al primo utilizzo della Renault Clio Williams, è stata la rottura di un semiasse accusata nella giornata inaugurale quando si trovava in orbita “top ten”. Affiancato per la prima volta in carriera da Marco Nesti, il portacolori di Jolly Racing Team si è visto costretto a rimandare il confronto alla giornata conclusiva, facendo comunque segnare ottimi riscontri. Terzo gradino del podio per Gianfranco Masi e Sabrina Cintolesi, su Renault Clio R3C, con il pilota soddisfatto dell’aver centrato l’obiettivo iniziale ed essersi confermato all’arrivo di un confronto di alto contenuto tecnico.

Soddisfatto, sul podio della classe A0, anche Andrea Lenzi. Il pilota valdinievolino, affiancato da Alessio Pellegrini su Fiat Seicento, ha reagito ad una serie di problematiche che ne hanno limitato la condotta di gara. Una seconda posizione, quella del driver, valsa al copilota Pellegrini la possibilità di veder concretizzate le ambizioni di risalita in ottica Premio Rally ACI Lucca. Una condizione, quella proposta dal “Ciocchetto Event”, che ha posto dinanzi al plateau di partecipanti una situazione dove asfalto viscido e nebbia si sono rivelati elementi fondamentali. Un contesto che ha visto all’arrivo anche la Peugeot 106 N2 di Walter Pagni e Mauro Celoni, con il pilota alla prima esperienza sui chilometri della selettiva gara.

Terza apparizione, archiviata con soddisfazione, per Giuseppe Carli e la Mini Cooper RST16. Affiancato dal copilota Nicolò Micheletti, il driver si è reso protagonista di un fine settimana di alto contenuto, facendo leva sulle sensazioni positive destate dalla vettura e cogliendo una quarta posizione tra le vetture del Gruppo Racing Start.