Fantastica vittoria per Škoda Fabia R5 in Gara 1 al Rally dell’Adriatico

0
Download PDF

Umberto Scandola-Guido D’Amore al comando fin dalla prima prova speciale. La Fabia conferma la sua competitività anche sulla terra marchigiana dopo la vittoria in Gara 1 a Sanremo.

0628_Adriatico_Scandola D'Amore ŠKODA Fabia (Custom)CINGOLI (Macerata, 28 maggio) – Ottimo inizio nel week end del quarto round del Campionato Italiano Rally. Nella prima delle due Gare la coppia ufficiale di Škoda Italia Motorsport conquista una vittoria cristallina, la seconda della stagione. Al comando fin dai primi km del rally, Umberto Scandola e Guido D’Amore fanno segnare il miglior tempo in quattro delle prove speciali in programma. Domani si riparte con Gara 2, l’obiettivo è di riconfermarsi al vertice sulle strade sterrate marchigiane.

Umberto Scandola, Guido Damore (Skoda Fabia R5 #3, Scuderia Car Racing Ssd)

Umberto Scandola, Guido Damore (Skoda Fabia R5 #3, Scuderia Car Racing Ssd)

Il Rally dell’Adriatico con le sue veloci prove speciali è congeniale a Scandola-D’Amore e alla Škoda. Dopo aver conquistato tre vittorie nelle ultime tre stagioni, anche nel 2016 sono loro a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro. Una vittoria mai messa in discussione durante tutta la gara e che ha permesso ai portacolori della Casa boema di salire in seconda posizione nella classifica generale del Campionato Italiano Rally. La Škoda Fabia R5 ha dimostrato grande velocità e affidabilità nei confronti dei protagonisti della serie. Durante i 378 km della giornata, di cui solo 63 km cronometrati, c’è sempre stato quel leggero margine di vantaggio che ha permesso a Umberto Scandola di gestire con intelligenza l’assalto dei rivali. Sue quattro vittorie iniziali e poi un secondo tempo e un quarto finale, quando c’era solo da amministrare il risultato.

Umberto Scandola, Guido Damore (Skoda Fabia R5 #3, Scuderia Car Racing Ssd)

Umberto Scandola, Guido Damore (Skoda Fabia R5 #3, Scuderia Car Racing Ssd)

“Giornata molto calda dentro e fuori dall’abitacolo. Il Rally dell’Adriatico di quest’anno non permetteva la minima distrazione. Le medie elevate e un fondo con repentini cambi di aderenza richiedevano la massima attenzione e precisione nelle traiettorie. Inoltre,” ricorda Scandola, “con soli 63 km di prove speciali anche un banale errore sarebbe stato difficile da recuperare. Siamo stati bravi a prendere subito un leggero margine e gestirlo con ottimi tempi durante tutta la gara. Adesso abbiamo poco tempo per godere di questo risultato con tutti gli amici che sono venuti a seguirci, dobbiamo rimanere al massimo della concentrazione anche per la sfida di domani e i relativi punti che ci potrebbero permettere di mantenere un’ottima posizione in campionato”.

Al traguardo anche le altre due Škoda Fabia R5 di S.A. Motorsport. Colombini-Zanella, quinti e vincitori dell’ultima prova, quindicesimi Hoelbling-Grassi. Dopo il riordino notturno, domenica 29 si riparte con Gara 2. Il via è previsto alle ore 07.31 con partenza dal centro di Cingoli per affrontare ancora sei prove speciali. In totale 58 km cronometrati prima di ritornare, sempre a Cingoli, alle 15.30 per raccontare la seconda sfida.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.