Flashback Biella Motor Team – Niente ombrellone, solo rally!

0
Download PDF

45_Rotella_DSCN5659 (Custom)BIELLA – Un agosto pieno di impegni rallistici quello dei soci Biella Motor Team e BMT Scuderia Biellese. Molti equipaggi della scuderia hanno infatti deciso di non andare solamente in vacanza ma anche di correre in svariati rally in tutta la penisola italiana e non solo… Il periodo estivo è stato anche utile per gareggiare con più tranquillità e serenità, quelle che a volte mancano durante il resto dell’anno quando si affrontano week-end di gara lunghi e impegnativi.

18_Milano-Pieri (Custom)3° Ronde d’Estate – L’agosto rallistico dei biellesi è iniziato il primo fine settimana del mese alla Ronde d’Estate che vedeva al via ben 10 equipaggi tra vetture moderne e storiche. Al termine dei quattro passaggi sulla prova speciale in programma i soci della BMT meglio piazzati erano la coppia formata da Antonio Rotella e Alessandro Rappoldi su Peugeot 106 A6. Sulla pedana d’arrivo per loro le coppe dell’8° posto assoluto e del 2° posto di classe. L’impegnatissimo biellese Luca Pieri invece navigava Cristian Milano sulla Renault Clio R3C. I due sono giunti all’arrivo al 9° posto assoluto e primi di Classe R3C. Tornano in vettura dopo il Rally della Lana Massimo Crestani e Francesca Canova sulla loro Citroën C2 R2. A Biella avevano messo in campo un ritmo elevatissimo, ad Ivrea invece hanno forse patito qualche problema di adattamento al caldo ed al percorso ma hanno comunque conquistato un buon 22° posto assoluto e il 4° posto di classe R2. Si sono purtroppo ritirati Davide Tosini e Mariangela Marzano con la loro 115_laboisse_m_DSC_2515 (Custom)Peugeot 106 N2. Nella categoria J2 gli equipaggi della Biella Motor Team hanno come sempre monopolizzato la classifica: 2° e 3° posto assoluto con Fabio Cristofaro e Diego Pontarollo sulla loro Ford Sierra Cosworth e con Vito Persini navigato da Veronica Cristofoli. Infine tra le vetture storiche, nel 3° raggruppamento troviamo Marc e Stefanie Laboisse che conquistano un ottimo 2° posto a soli 15 secondi dalla vetta.

9° Rally dell’Ossola – Al 9° Rallyday dell’Ossola per la scuderia BMT Scuderia Biellese era presente un equipaggio di prima grandezza: Tiziano Borsa e Carla Berra hanno partecipato a questa gara per testare le potenzialità di una vettura a loro ancora sconosciuta come la Renault Clio R3C. Per i due idoli della Valsessera è arrivato anche un ottimo 9° posto assoluto.

SONY DSC

SONY DSC

Lahti Historic Rally, Campionato Europeo Autostoriche – Oltre cinquecento chilometri di gara, di cui centotrenta cronometrati suddivisi in due giorni di gara, sono stati l’impegno dell’equipaggio italiano atterrato in Finlandia in occasione del Lahti Historic Rally, appuntamento dell’europeo rally storici. Fedeli alla bianca Autobianchi A112 Abarth si sono subito confrontati con gli agguerriti finlandesi in gara (oltre l’85%), soliti nell’affrontare le veloci prove speciali immerse tra i campi e le foreste caratterizzate da medie orarie elevatissime. Luigi Cavagnetto e il suo pilota, dopo aver preso le misure con le velocità delle “highway” e il soffice fondo sterrato hanno così cercato di aumentare il ritmo per inserire la piccola A112 al di sotto del quarantesimo assoluto, centrando al termine l’obiettivo e lottando in una classifica che li vedeva inseriti nel mezzo di vetture dotate di cilindrata e potenza maggiore. Al termine della prima tappa di gara, disputata per intero a sud della cittadina lacustre le sensazioni dall’abitacolo erano positive grazie all’abbassamento di entrambi i tempi sulle ripetizioni delle due prove speciali; la trentanovesima posizione finale di giornata accoglieva il duo Sisani-Cavagnetto, già leader di classe. La seconda tappa prendeva così il via in ordine di classifica con la Autobianchi numero 65 a doversi guardare le spalle da Toyota e Mercedes a breve distanza e pronte a scavalcarla in classifica generale. Le tre prove del sabato significavano impegno e reale divertimento per mantenere quantomeno la posizione e al termine dei quasi ottanta chilometri di settore selettivo, i due italiani concludevano con la vittoria di classe e guadagnando tre ulteriori posizioni. L’alfiere BMT Biella Motor Team, da anni legato alla A112 Abarth, con la quale scrisse pagine importanti della sua storia rallistica, archivia così l’ennesimo risultato di rilievo nell’abitacolo della “scorpioncina” che anche sugli sterrati più belli al mondo si dimostra sempre pungente.

0828_Friuli_cogni_15 (Custom)Rally Alpi Orientali, Campionato Italiano Rally – Sul finire di agosto gli equipaggi del BMT sono tornati a vestire i panni di piloti e navigatori. Ad attenderli c’erano le prove speciali del Rally Alpi Orientali valido per il Campionato Italiano Rally per vetture moderne e storiche. La gara imperniata su prove speciali mitiche, al confine con la Slovenia, è stata dolce-amara per gli equipaggi della Biella Motor Team. Tra le vetture moderne segnaliamo la bella partecipazione di Alessandro Rappoldi che navigava Stefano Cogni sulla Suzuki Swift R1 della BRC. Ad Udine, sulla pedana d’arrivo per loro il 9° posto di classe e la 30° piazza assoluta. Tra le vetture storiche c’erano alcuni motivi di interesse che hanno acceso il fine settimana dell’Alpi Orientali.

0903_2015_img_STORICHE_Rally_Alpi_Orientali_Historic_maxponti-6207 (Custom)Roberto Rimoldi e Simona Mantovani erano presenti sulla Porsche 911S. La loro gara è stata tutta ragionata sul risultato finale in quanto il piazzamento finale poteva permetterle di laurearsi campionessa italiana. Il 25° posto assoluto e 1° di primo raggruppamento ha permesso loro di vincere il Campionato Italiano Rally per Auto Storiche nel 1° raggruppamento. Un risultato importante che li ripaga di tutti gli sforzi che hanno profuso durante tutto l’anno. In campionato non sono mancati i pretendenti al titolo che sono stati prontamente relegati dietro di loro. Sempre nell’ambito del Campionato Italiano Rally per Auto Storiche si segnala la sfortunata partecipazione di uno dei principali attori del CIRAS: Federico Ormezzano navigato da Luigi Cavagnetto sulla consueta Talbot Lotus; per loro non è giunta nemmeno la bandiera a scacchi della prima prova speciale a causa di una rottura meccanica.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.