Flavio Miolo attende, vincendo, il ritorno nell’AARC

0
Download PDF

In vista di rientrare nella serie mitteleuropea, dal prossimo Rally Valli della Carnia, il pilota di Veggiano ha vinto il primo atto del Piloti Terra Autocross Gonars. Fotclickracing

Veggiano (Pd), 11 Giugno 2019 – Un’attesa più lunga del previsto, quella che ha costretto Flavio Miolo a saltare prima il Murauer Rallye St. Veit e poi il Rally INA Delta, quest’ultimo andato in scena, nel recente weekend, come terzo atto dell’Alpe Adria Rally Cup.

I problemi tecnici maturati durante il primo round della serie, il Rally Vipavska Dolina, hanno dato il via ad un lungo calvario per il pilota di Veggiano, tutt’ora in attesa di vedere la propria Ford Fiesta ST Racing Plus pronta, nonostante gli sforzi del team Galiazzo che è stato rallentato dai ritardi nella fornitura dei ricambi necessari al ripristino.

Seppur il campionato risulti inevitabilmente compromesso il portacolori della scuderia Racing 3 Team rilancia, certo di potersi presentare ai nastri di partenza del prossimo Rally Valli della Carnia, in programma ad Ampezzo per il 13 e 14 Luglio.

Davvero un peccato quanto sta accadendo” – racconta Miolo – “e sembra di aver imboccato un tunnel senza fine. Avevamo un bel programma stagionale, di alto profilo come l’Alpe Adria Rally Cup, ed invece il perdurare del ritardo nella consegna dei pezzi mancanti non permette allo staff del team Galiazzo di ultimare il lavoro. Siamo e vogliamo essere fiduciosi pertanto ci diamo appuntamento, a metà Luglio, sulle strade del Rally Valli della Carnia. Noi ci saremo.”

Con la consapevolezza che anche l’evento croato non lo avrebbe visto al via Miolo ha cercato di indorarsi la pillola affrontando, in terra friulana, il primo atto del Campionato Piloti Terra Autocross Gonars, andato in scena sull’omonimo tracciato, Domenica scorsa.

Il programma prevedeva una sessione di qualifica, di tre giri, ed un trittico di manche di gara, ciascuna composta da sei tornate, da vivere su un percorso lungo poco più di un chilometro.

Il patavino, presentatosi ai nastri di partenza alla guida di una Rover 214 targata Molaro Motorsport, sorprendeva tutti e segnava il miglior parziale in qualifica.

Lo sterrato bagnato, volutamente dall’organizzatore, rendeva la vita difficile a Miolo, il quale chiudeva con un buon secondo posto, in prima divisione, in gara 1.

Nella seconda il portacolori di Racing 3 Tream comandava le operazioni, complice il progressivo asciugarsi del tracciato, nonostante un problema tecnico che ammutoliva la vettura.

Un finale da cardiopalma, in gara 3, non riusciva a rovinare la festa e Miolo poteva tornare sul gradino più alto del podio, nell’occasione in prima divisione, dal Benacus Rally del 2018.

Onestamente non pensavamo di essere così competitivi” – sottolinea Miolo – “ma siamo molto contenti per aver portato una ventata di positività, in un inizio di anno sportivo complicato. Grazie di cuore al team Molaro Motorsport, nella persona di Alex Molaro. Grazie a Luca Patriarca, Barbara De Vita, Sandy Bello, Ludovico e tutto lo staff del team. È stata comunque sudata perché abbiamo avuto dei problemi sia in gara 2 che in gara 3 ma, alla fine, ci siamo riusciti. Non è da escludere che questa sia stata un’uscita sporadica ma il nostro vero obiettivo è e resta quello di essere sulla pedana di partenza del prossimo Rally Valli della Carnia.”

Download PDF
Condividi

Rispondi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy