Gino-Ravera, il Rally di Alba 2017 è loro

0
Download PDF

Magnano_Rally Alba 2017_Colombi-Rivoir (Custom)Foto Elio Magnano

La Prova spettacolo del Rally di Alba va a Marco Colombi. Scende una calda notte estiva sul Rally di Alba, partito nella sua 11ª edizione con la Prova speciale spettacolo RA Show nella zona industriale di Corso Asti, vicino alla concessionaria Unicar. Caldo afoso, nonostante l’imbrunire e Magnano_Rally Alba 2017_Cantamessa-Bollito (Custom)tanta gomma lasciata dalle evoluzioni pomeridiane del drifting hanno accolto i rallisti. A condurre la sua vettura nel parco chiuso notturno in vetta alla classifica è l’equipaggio Marco Colombi-Angelica Rivoir con la Škoda Fabia R5 che precede di 3”1 Luca Cantamessa e Lisa Bollito (Hyundai i20 R5) e di 3”6 la Citroën DS3 WRC de Il Valli-Stefano Cirillo. Dei 127 iscritti in 126 hanno superato le verifiche preliminari, in 123 Magnano_Rally Alba 2017_Arione-Culasso (Custom)hanno preso il via e tutti sono rientrati in piazza Medford per assistenza e riordino notturno. Domani, domenica, si svolgerà la parte più corposa della gara con 7 prove speciali, partenza da Alba della prima vettura alle 7.30.

Dopo il primo giro di speciali comanda Gino. Si profila una sfida tra Gino-Ravera (Ford Fiesta WRC) e Colombi-Rivoir (Škoda Fabia) con Cantamessa-Bollito pronti a inserirsi nella lotta al vertice. Alessandro Gino e Marco Ravera vincono la P.S. 2 Peletto/Roddino con Marco Colombi e Angelica Rivoir staccati di appena 1,2 secondi ma il leader ha dovuto rallentare perdendo qualche secondo nel passare a fianco della vettura de Il Valli, fermo a lato della strada mentre Colombi ha affrontato la prova d’apertura cercando di capire le strade di Langa. Sulla P.S. 3 Avigel/Igliano Gino-Ravera fanno il bis e consolidano il primato. Secondo tempo di prova, di nuovo, per Colombi-Rivoir e completano il podio Miele-Beltrame con la Fiesta WRC. Non termina la prova Andrea Nucita, bloccato da un guasto meccanico sulla sua Peugeot 208. All’entrata nel primo parco assistenza della giornata guida Gino con 8”6 di vantaggio su Colombi e 17”5 su Cantamessa.

Gino allunga e ha 21 secondi su Colombi
P.S. 4 Peletto/Roddino. Gino-Ravera (Ford Fiesta WRC) mettono in fila il terzo scratch, anche se non riescono a migliorare il tempo del primo passaggio, vuoi per il caldo che è aumentato, vuoi per la strada che si va sporcando. Cantamessa-Bollito (Hyundai i20 R5) puntano su gomme più morbide e limano il tempo del primo giro di un paio di secondi, finendo la prova al secondo posto a 4”3 dal leader. Terzi Miele-Beltrame (Ford Fiesta WRC) staccati di 5”3, appena un decimo di secondo più veloci rispetto a Colombi-Rivoir (Škoda Fabia R5) che mantengono la seconda piazza dell’assoluta, a 14” dal leader Gino e davanti Cantamessa per 7”8. Tra le due ruote motrici guidano Rossetti-Mori con la Toyota GT86 R3C che occupano la decima piazza assoluta.
P.S 5 Biochemic/Murazzano. Ieri sera lo aveva detto: «Le prove spettacolo mi piacciono poco» e oggi sulle prove lunghe lo sta dimostrando: Alessandro Gino ha messo in fila anche il quarto successo parziale, portando a 21” il vantaggio su Colombi (terzo in questa prova) e a 28”7 su Cantamessa (secondo tempo sulla Murazzano con un decimo in meno di Colombi). Il migliore tra i piloti autoctoni è Luca Arione, decimo assoluto e primo tra le Super2000 con la Peugeot 207.

Gino controlla il vantaggio e vince in Rally di Alba.
P.S. 6 Industrial Tecnica/Alba. Ulteriore conferma che ad Alessandro Gino non vanno a genio le prove spettacolo arriva dalla ripetizione pomeridiana del “circuito” allestito nella zona industriale di Alba che interrompe la striscia di successi parziale del leader della gara e lascia la prima casella della classifica di prova a Marco Colombi che precede di 9 decimi Mauro Miele e di 2”2 Luca Cantamessa. Nell’assoluta Gino e la sua Fiesta sono sempre in testa con 17”9 di vantaggio su Colombi e 27”8 su Cantamessa.
P.S 7 Avigel/Igliano. C’è da fare conto con un po’ di tutto nel secondo passaggio sulla prova più lunga della gara, quella di Igliano: il caldo e la stanchezza ma soprattutto le gomme (ogni concorrente può usarne al massimo 10 per tutto il rally) e anche la tattica con una classifica che si va delineando. Il leader Gino controlla e amministra, facendo segnare un tempo di circa 9 secondi più alto rispetto alla mattina mentre Cantamessa va all’attacco e vince la prova, infliggendo un risicato margine di 1”6 al capolista. Colombi mantiene la piazza d’onore, finendo terzo nella penultima speciale della gara. L’assoluta dice, quindi: Gino davanti a Colombi per 19”4 e Cantamessa per 26”2. Quarto è Miele staccato di oltre un minuto.
Il Rally di Alba 2017 si sta rivelando molto duro per auto e piloti: restano in corsa 80 equipaggi; nel corso della Igliano si aggiunge alla lista dei ritirati Rossetti, fermato da un guasto sulla sua Toyota.
P.S. 8 Biochemic/Murazzano. Tocca ad Alessandro Gino e Marco Ravera con la Ford Fiesta WRC scrivere il loro nome nell’albo d’oro del Rally di Alba, giunto all’undicesima edizione. Sull’ultima prova speciale, però il successo parziale va a Marco Colombi e Angelica Rivoir (Škoda Fabia) che infliggono 2”3 a Gino. Luca Cantamessa e Lisa Bollito sono terzi, sia nell’ultimo tratto cronometrato sia nella classifica finale. Saranno loro a salire sul podio allestito nel centro di Alba, in piazza Michele Ferrero, scortati dagli sbandieratori.

Download PDF
Condividi