Gran Premio Nuvolari 2018. Un mese alla chiusura delle iscrizioni

0
Download PDF

MANTOVA, 6 luglio 2018 – Giungono da ogni parte del mondo le iscrizioni alla 28^ edizione moderna del Gran Premio Nuvolari. Dal 14 al 16 settembre il mondo dell’automobilismo storico internazionale convergerà a Mantova – città dalla quale il Gran Premio parte e arriva – con vetture dal fascino intramontabile per celebrare il mito di Tazio Nuvolari: lo sportivo che più di ogni altro ha segnato la storia del XX secolo. Organizzata da Mantova Corse insieme ad Automobile Club Mantova e Museo Tazio Nuvolari secondo le normative F.I.A., F.I.V.A. e A.C.I. Sport, la manifestazione di regolarità è riservata ad automobili d’interesse storico costruite tra il 1919 e il 1972. La gara più tecnica d’Italia scalda i motori e si prepara ad annunciare importanti novità. Prima fra tutte, il percorso in gran parte rinnovato.

Dalla storica Piazza Sordello allo scoccare delle 11:00 del venerdì 14 settembre gli equipaggi prenderanno il via per la prima tappa, attraversando la Pianura Padana e gli Appennini, fino a raggiungere la Riviera Adriatica. Le prime prove cronometrate sul Circuito Nuvolari a Mantova, successivamente presso la sede di Lavorwash a Pegognaga e a Crevalcore, poi sulle colline dell’Emilia Romagna, fino a Cesenatico. Seconda tappa di 500 km il sabato 15 settembre da Rimini, lungo i dolci pendii di Marche, Toscana e Umbria, 50 prove di abilità, break tra i cipressi del paesaggio senese e passaggi nei centri storici di Siena, Arezzo, Urbino, prima del rientro a Rimini per il tradizionale galà felliniano al Grand Hotel. Domenica 16 settembre: lo sprint della gara, passando per le selettive prove cronometrate di Meldola, poi Faenza con la Scuderia Toro Rosso, il controllo a timbro a Lugo in onore di Francesco Baracca e le prove del circuito Ariosteo a Ferrara, fino all’arrivo a Mantova, città natale di Tazio Nuvolari, dove i vincitori sfileranno sul palco di piazza Sordello. Un percorso di 1.062 chilometri, in un viaggio che è un connubio di storia, passione, tradizione ed eleganza.

I partner del “Nuvolari”: Red Bull, da sempre simbolo dell’action sport, si conferma quale “Special Partner” del Gran Premio, affiancandosi agli sponsor storici Eberhard & Co., da 28 anni “Official Partner & Time Keeper” e Banca Generali, “Official Partner & Private Bank”.  Per Red Bull non servono presentazioni: il famosissimo marchio di energy drink, celebre anche per il supporto agli eventi sportivi estremi oltre che alla F1, ha scelto di affiancare il proprio nome a Nuvolari, mito assoluto di un’epoca in cui le gare d’auto erano considerate lo sport estremo per eccellenza. Oggi il mito positivo di Tazio Nuvolari è forte e presente: con il Gran Premio rivive ogni anno grazie ai numerosissimi appassionati che condividono le emozioni di un viaggio straordinario a bordo di capolavori di storia, meccanica e design.

131 sono invece i rintocchi che scandiscono la storia di Eberhard & Co., maison svizzera di orologeria e partner del Gran Premio Nuvolari da 28 anni. Oltre un secolo di orologi dalla personalità senza tempo, modelli innovativi e al tempo stesso capaci di ereditare la risorsa di una storia celebre. Eberhard & Co. tiene il tempo del Gran Premio Nuvolari sin dalla prima rievocazione del 1991, anno in cui viene inaugurata la linea “Tazio Nuvolari”, dedicata al più grande pilota di sempre. Anche Banca Generali conferma per il sesto anno consecutivo la collaborazione con il Gran Premio. “Il nome di Tazio Nuvolari è scolpito nell’immaginario collettivo e rappresenta uno degli esempi di eccellenza italiana grazie all’impegno e alla dedizione che ne hanno contraddistinto tutta la carriera, elementi che abbiamo fatto nostri e che ci guidano ogni giorno anche nel nostro lavoro in difesa dei patrimoni delle famiglie” dichiarano dall’Azienda.

Requisiti e termini di iscrizione. Le richieste di registrazione, da effettuarsi esclusivamente sul sito www.gpnuvolari.it , rimarranno aperte fino al 31 luglio. Al Gran Premio Nuvolari sono ammesse unicamente vetture fabbricate dal 1919 al 1972, munite di passaporto F.I.V.A., o fiche F.I.A. Heritage, o omologazione A.S.I., o fiche ACI Sport /C.S.A.I., o appartenenti a un Registro di Marca.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi