Hyundai Motorsport al Rally di Monte-Carlo: inizia il Mondiale WRC 2020

0
Download PDF
  • Hyundai Motorsport punta a un grande inizio della sua settima stagione nel FIA World Rally Championship (WRC) 2020 con il Rally di Monte-Carlo, in programma dal 23 al 26 gennaio
  • Il team metterà in campo tre Hyundai i20 Coupe WRC (Thierry Neuville/Nicolas Gilsoul, Ott Tänak/Martin Järveoja e Sébastien Loeb/Daniel Elena) per la prima tappa dell’anno
  • Hyundai Motorsport intende difendere il suo titolo costruttori e ottenere i migliori risultati nella classifica piloti

20 gennaio 2020 – Hyundai Motorsport punta a iniziare con il piede giusto la sua settima stagione nel Mondiale Rally, che prenderà il via con il tradizionale Rally di Monte-Carlo (23-26 gennaio).

In qualità di campioni in carica del titolo costruttori e con il campione in carica piloti a far parte del suo versatile equipaggio, il team è fiducioso di avere il gruppo più forte possibile per assicurarsi entrambi i titoli WRC nel 2020.

Il Rally di Monte-Carlo, nel primo appuntamento della stagione, lancia una sfida impegnativa agli equipaggi. Quando le tappe iniziano a variare in altitudine, entrano in gioco condizioni metereologiche che vedono un mix di neve, ghiaccio e asfalto; diventano quindi fondamentali per il successo la scelta degli pneumatici e il livello di concentrazione dei piloti.

Tutti e tre gli equipaggi Hyundai Motorsport conoscono bene le complessità e le difficoltà del Rally di Monte-Carlo. Nel 2019, Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul hanno messo a segno il miglior risultato tra i team Hyundai a Monte-Carlo fino ad oggi, arrivando a soli 2,2 secondi dal vincitore.

I nuovi arrivati nel team Ott Tänak e Martin Järveoja hanno all’attivo tre podi consecutivi nel Principato, mentre i sette volte vincitori del Rally di Monte-Carlo Sébastien Loeb e Daniel Elena hanno sfiorato il terzo posto con la Hyundai i20 Coupe WRC nel 2019. A dicembre tutti e tre gli equipaggi hanno effettuato test a Sisteron, seguiti da ulteriori giorni di test a metà gennaio per prepararsi alla sfida che li attende.

Il Team Director Andrea Adamo ha dichiarato: “Siamo pronti ad affrontare la nuova stagione a testa alta. Non abbiamo nascosto le nostre ambizioni di superarci rispetto allo scorso anno e vincere nel 2020 entrambi i titoli, piloti e costruttori. C’è sempre spazio per migliorare, e il nostro obiettivo sarà quello di massimizzare l’affidabilità e le prestazioni della vettura per lottare in prima linea in ogni evento. Tutti hanno lavorato duramente durante la pausa del Campionato, e i frutti del nostro lavoro si vedranno solo quando la Hyundai i20 Coupe WRC entrerà in scena a Monte-Carlo. Anche i nostri rivali cercheranno di guadagnare vantaggio, quindi l’obiettivo sarà quello di ottenere il risultato migliore possibile in ogni rally. Resteremo concentrati, attenti e impegnati per raggiungere i nostri obiettivi”.

WRC 2 overview. Il weekend di Monte-Carlo vedrà anche la prima prova di forza della i20 R5 ’20 per gli equipaggi Hyundai Motorsport nel WRC 2, guidati dal Team RedGrey. L’equipaggio norvegese-svedese Ole Christian Veiby/Jonas Andersson e i russi Nikolay Gryazin/Yaroslav Fedorov sono collaudati nella categoria WRC 2 e hanno il compito di portare la i20 R5 a livelli ancora più alti.

Il Team Director Andrea Adamo ha aggiunto: “La nostra partecipazione al WRC 2 conferma il nostro impegno nel WRC, e ci permette di dimostrare la competitività della nuova i20 R5 ’20 nelle tappe più famose al mondo. Auguriamo agli equipaggi buona fortuna, e siamo convinti che le loro capacità li porterà a grandi successi durante tutto l’anno”.

Il Rally di Monte-Carlo

  • Il Rally di Monte-Carlo inizia giovedì con una cerimonia di apertura a Monaco prima che gli equipaggi affrontino due tappe notturne, la Malijai-Puimichel (17,47 km) e la Bayons-Bréziers (25,49 km).
  • L’itinerario di venerdì è il più lungo del weekend, con due giri per ogni tappa per un totale di oltre 120 km – Curbans-Venterol (20,02 km), Saint-Clément-Freissinières (20,68 km) e Avançon-Notre-Dame-du-Laus (20,59 km).
  • L’azione del sabato si sposta a nord e a sud-est del Service Park con due tappe, St Léger-les-Mélèzes-La Bâtie-Neuve (16,87 km) e La Bréole-Selonnet (20,73 km) che si svolgono due volte ciascuna.
  • Dopo Gap in serata, gli equipaggi tornano a Monaco per le ultime quattro tappe di domenica: due giri della Bollene-Vésubie-Peira Cava (18,41 km) e della Cabanette-Col de Braus (13,36 km), Power Stage dell’evento.
Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy