Il 14° Rally Storico Campagnolo è il più gradito

0
Download PDF

Chiuse le iscrizioni e in attesa che la gara entri nel vivo, la gara vicentina fa già segnare numeri interessanti sul fronte delle adesioni dei piloti

VICENZA, 30 maggio – Manca poco alla 14esima edizione del Rally Campagnolo Storico che scatta venerdì 1° giugno alle 15.01 da Viale Roma a Vicenza. Nel frattempo si sono chiuse le iscrizioni e in casa del Rally Club Isola Vicentina si respira aria di soddisfazione a giudicare dal numero delle adesioni. La gara è il quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally Storici e condivide con il Rally delle Vallate Aretine, prova di apertura della serie tricolore, il massimo numero di iscritti: sono 70 infatti gli equipaggi che hanno aderito all’appuntamento vicentino, mentre la recente Targa Florio si era fermata a 41 auto e il Sanremo a quota 50. Da ricordare, comunque, che stiamo parlando di tre eventi in contemporanea perché tra venerdì e sabato a Vicenza e dintorni le auto saranno molte di più: a quelle del campionato italiano si affiancano infatti quelle che gareggiano alla decima edizione del Campagnolo Historic di Regolarità Sport e le Autobianchi A112 Abarth che partecipano all’omonimo trofeo, sponsorizzato da Yokohama. Pertanto, alle 70 auto già citate ne se aggiungono 39 nella regolarità sport e 22 nel Trofeo A112. Il totale è presto fatto: ci saranno in gara 132 auto. E, visto che stiamo snocciolando numeri, diamo un’occhiata alle marche rappresentate: al primo posto c’è Porsche con 16 auto, seguita da Fiat con 12; Ford e Opel si equivalgono con 8, davanti all’Alfa Romeo con 7. Con 5 auto c’è Lancia. Peugeot e Volkswagen sono rappresentate entrambe con 4, BMW con 3, Renault con 2 e Subaru con 1. Questo per quanto riguarda il tricolore rally. Nutrita la rappresentanza anche per quanto concerne la regolarità sport. Ecco infine alcune anticipazioni alla luce delle classifiche di campionato: nel 1° Raggruppamento Marco Dell’Acqua non avrà la concorrenza del rivale Marco Savioli, che è assente. Nel 2° Raggruppamento è lotta aperta, a iniziare dalla sfida tra Davide Negri e Alberto Salvini, entrambi al via. Il leader di 3° Raggruppamento, Gian Marco Marcori, se la dovrà vedere con i piloti locali, a iniziare dal figlio d’arte Alberto Battistolli che sulle strade di casa vuol fare bella figura. Infine, grande battaglia nel 4° Raggruppamento dove “Lucky” parte con i favori del pronostico ma la concorrenza di Bossalini è tosta, assieme a quella di tanti altri che hanno scelto vetture abbastanza inedite nel panorama dei rally storici. Un esempio su tutti, quello di Giorgio Costenaro che, abbandonata la Lancia Stratos compagna di mille “battaglie”, è passato ad una Ford Sierra Cosworth. Insomma, molto da vedere il 1° e 2 giugno a Vicenza e dintorni.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy