Il  9° Tuscan Rewind apparecchia la finale scudetto del Campionato Italiano Rally Terra

0
Download PDF

 La gara toscana, in programma questo week end del 24 e 25 novembre a Montalcino, sarà il palcoscenico conclusivo della serie e assegnerà il tricolore 2018. Nicolò Marchioro, Mauro Trentin e Daniele Ceccoli correranno per il titolo insieme ad un a flotta di 70 vetture moderne, delle quali ben 23 R5.  

MONTALCINO (SI), 22 novembre – Il Campionato Italiano Rally Terra si appresta a scrivere le sentenze per la stagione 2018. La massima serie nazionale dedicata agli specialisti del fondo sterrato incoronerà il nuovo Campione questo fine settimana nel sesto ed ultimo atto. Lo sfondo d’eccezione sarà quello del Tuscan Rewind, gara organizzata da Prosevent, che è pronto a fare il suo debutto sul palcoscenico nazionale. Sarà quindi un rally dai forti contenuti quello atteso sulle strade bianche della località toscana, già garanzia di spettacolo grazie alle prove speciali cariche di storia rallistica, che per la sua nona edizione propone anche una componente agonistica di assoluto livello grazie alla presenza di molti piloti d’eccezione affiancati ai protagonisti del CIRT.
I grandi attesi sono proprio loro, i migliori equipaggi della competizione nazionale che si sfideranno per la conquista delle diverse categorie. Partendo dalla classe regina, che porterà nella provincia senese un numero impressionante di vetture R5 comandate dal trio impegnato nella finale scudetto. Fa nuovamente il suo ingresso da leader attuale del Campionato e in testa al tridente Nicolò Marchioro. Il ventisettenne di Montagnana, con alle note Marco Marchetti sulla Škoda Fabia R5, partirà da quota 61 punti con un leggero vantaggio sugli inseguitori, ma con la discriminante di un punteggio pieno fatto già di 5 risultati su 5 utili. Il padovano dovrà puntare alla vittoria nel Tuscan per riuscire a conquistare il suo primo titolo italiano. Ad impedirglielo ci sarà l’attuale secondo conduttore dell’assoluta Mauro Trentin, reduce dal successo al Nido dell’Aquila che lo ha lanciato a quota 58 punti al netto di uno “scarto”. L’esperto terraiolo di Montebelluna si giocherà le sue chance di vittoria sempre affiancato da Alice De Marco anche loro su Fabia R5. Completa il tris d’assi Daniele Ceccoli, al momento terzo in classifica con 55 punti in 4 risultati utili. Il sanmarinese, navigato da Piercarlo Capolongo su Fabia R5, sarà costretto a ripetere l’exploit mostrato nella gara di casa per riuscire a strappare il tricolore.
Insieme ai tre sfidanti hanno risposto alla chiamata anche gli altri attori principali del Campionato. A partire lo svizzero Federico Della Casa, che ha perso terreno dalla vetta dopo la sfortunata prestazione al Nido, ma si conferma allo start insieme a Domenico Pozzi su Fabia R5. Non mancherà anche il trentino Alessandro Taddei insieme ad Andrea Gaspari, già protagonisti lo scorso anno al Tuscan e nuovamente in gara sulla R5 ceca. Immancabile Giovanni Manfrinato, di nuovo in tandem con il figlio Michele su Fabia R5, oltre a Francesco Fanari con Silvio Stefanelli, anche loro su Fabia R5, che vorranno riscattarsi dopo la vittoria sfiorata nella sua Nocera Umbra. Non mancheranno anche l’altro trentino Alessandro Bettega, che ritrova Simone Scattolin sulla Peugeot 208 T16 R5, il sardo Francesco Tali, nuovamente con Simone Crosilla sulla Ford Fiesta Evo 2 R5, quindi il bassanese Edoardo Bresolin che torna in corsa con Rudy Pollet stavolta anche lui armato di una R5 boema.
Ad arricchire l’elenco partenti diversi nomi di spicco. Onori ed oneri del numero 1 spetteranno al Campione Italiano Paolo Andreucci, che insieme ad Anna Andreussi sfoggerà il nuovo tricolore sulla Peugeot 208 T16 R5 e studierà le speciali toscane in vista del 2019.  Continua l’elenco dei campioni con un illustre rientro in gara di Andrea Aghini insieme a Dario D’Esposito su Ford Fiesta R5, oltre al greco Ioannis Papadimitriou con l’irlandese Allan Harryman su Fabia R5. Si riaffacciano ad una gara del Campionato, stavolta da outsider, due piloti come Luca Hoelbling con Mauro Grassi su Fabia R5 e “Dedo” con Emanuele Inglesi alla guida di una Fiesta R5. Faranno invece il loro debutto al volante di Fabia R5 il fiorentino Tommaso Ciuffi, sempre affiancato da Nicolò Gonella, come l’altro pilota del CIR Junior Alessandro Nerobutto, insieme ad Elia Ometto.
Sarà quindi grande bagarre anche per quanto riguarda le altre classi. Se la giocherà in casa Walter Pierangioli insieme a Giancarla Guzzi su una Mitsubishi Lancer Evo 9 R4, mentre vorrà confermarsi tra le vetture N4 il trevigiano Mattia Codato con Cristian Dinale sempre alla guida di Lancer Evo X.
Da non perdere anche il confronto tra alcuni dei migliori under italiani, tra i quali vuole chiudere la stagione nel migliore dei modi Michele Liceri, sempre accompagnato da Salvatore Mendola su Peugeot 208 R2B. Il sardo del CIRT dovrà vedersela con i due piloti portacolori di ACI Team Italia il bresciano Luca Bottarelli, con alle note Sofia D’Ambrosio su Fiesta R2B, e il bergamasco Enrico Oldrati con Elia De Guio su 208 R2B. Completano la formazione di giovani i due piloti del CIR Junior Jacopo Trevisani insieme a Fabio Grimaldi e Davide Nicelli con a Alessandro Mattioda, entrambi su R2B francese.  Al Tuscan Rewind per riscattare la sfortunata apparizione nell’ultima di campionato l’emiliano Davide Cagni con alla destra Simone Giorgio sulla Opel Astra N3.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy