Il marchio Fiat, insieme a Lapo Elkann e Garage Italia Customs, sostiene la ricerca contro l’AIDS

0
Download PDF

La Nuova 500 è stata protagonista a Milano della serata benefica organizzata dalla fondazione “amfAR” i cui proventi sosterranno la ricerca sull’AIDS. Battuto all’asta, l’esemplare donato sarà poi personalizzato da Garage Italia Customs, la nuova società di Lapo Elkann.

MILANO – Il 26 settembre a Milano, nella splendida cornice del Teatro della Permanente di via Turati, 34, è andata in scena la serata di gala della fondazione “amfAR” che concluderà la settimana della moda milanese. “amfAR” svolge un ruolo fondamentale nella ricerca sull’AIDS, individuando le lacune critiche nella conoscenza di HIV e AIDS, e sostenendo gli studi innovativi, anche quelli che spesso non hanno i dati preliminari richiesti dai finanziatori più tradizionali.

FCA è da sempre impegnata a sostenere progetti in ambito sociale e scientifico, e supporterà la fondazione con la Nuova 500: icona della globalità venduta in oltre 100 Paesi, per una sensibilizzazione su una materia che non conosce confini. Il momento clou della serata, infatti, ha coinciso con la donazione di una Nuova 500 Cabrio bianca con capote nera e interni in Pelle Frau bordeaux. La vettura è stata battuta all’asta, e chi se l’è aggiudicata potrà studiare una personalizzazione tailor made affidandosi agli specialisti di Garage Italia Customs, nuova società di Lapo Elkann che realizza progetti “su misura” valorizzando la personalità unica di ogni cliente.

L’esemplare è equipaggiato con il motore TwinAir da 0,9 cm3 nella versione da 85 CV e trasmissione Dualogic. Fa registrare, nel ciclo combinato, consumi pari a 3,8 litri/100km ed emissioni inferiori ai 90 g/km di CO2 : un dato di assoluto rilievo in tema di eco sostenibilità, a dimostrazione dell’efficacia delle soluzioni tecnologiche concrete e accessibili, messe da Fiat a disposizione di un pubblico molto ampio affinché possano portare i maggiori possibili benefici ecologici ed economici. In questa circostanza, l’impegno di Fiat segna anche un passo avanti verso i benefici che derivano dalla ricerca scientifica.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.