Il Rally Golfo dei Poeti. Tutta una gara ad alta tensione

0
Download PDF

Raffo e Re in lotta per la vittoria separati da un solo secondo a due prove dalla fine

Sotto un sole cocente è scattato questa mattina il 13° Rally Golfo dei Poeti, manifestazione attesissima in Val di Vara e in tutta la provincia spezzina. La gara è attualmente a due terzi dello svolgimento, con quattro prove speciali completate dai concorrenti sulle sei in programma.
La classifica provvisoria lascia presagire un finale ad altissima tensione, dato che i primi due classificati sono divisi solamente da un secondo ed un decimo; tutto quindi si deciderà sulle ultime due prove. La classifica è al momento comandata dal genovese Igor Raffo, che deve guardarsi le spalle dal lombardo Barsanofio Re. La terza posizione sembra stabilmente nelle mani del piemontese Peruccio, seguito da un volto noto del rallismo ligure (e delle zone alte della classifica): Albino Condrò. Tutto si deciderà quindi nell’ultimo giro di gara e Brugnato è pronta ad accogliere i vincitori con il caloroso abbraccio del pubblico e della popolazione locale.

PS 1 Stadomelli – Km 6,5: E’ Raffo, un po’ a sorpresa, a segnare il miglior tempo. Il ligure impiega 5’18”5 e lascia D’Arcio a 1”3. Terzo è Guastavino a 1”9, mentre Re è quarto a 4”3, con Peruccio quinto a 6”8. Pronostici rispettati quindi, con i protagonisti annunciati della corsa a lottare per le posizioni i vertice. Il sesto tempo è di Catanzano a 6”9, mentre Raspini chiude settimo a 8”1, seguito da Fanucchi a 8”7 e Mariani a 9”8. Decima posizione per Craviotto a 10”3.

PS 2 Garbugliaga – Km 6,8: I primi colpi di scena non si fanno attendere: D’Arcio si ferma per problemi al cambio e Guastavino è  costretto a ritirarsi per un problema di alimentazione della vettura. Via libera così a Re, che vince la prova in 5’55”4, tallonato dal velocissimo Condrò, secondo a 1”6 con la sempre efficiente Peugeot 205. Raffo è terzo a 1”7, Peruccio quarto a 6” e Catanzano quinto a 8”6. Nella generale Raffo si trova al comando, con 2”6 su Re e 11”1 su Peruccio.

PS 3 Stadomelli – Km 6,5: All’uscita dal parco assistenza i valori in campo non cambiano, con Raffo che è nuovamente il più veloce in 5’18”6, seguito da Peruccio a 0”7 e da Re a 1”. Fanucchi chiude quarto a 5”7, mentre il quinto tempo è di Condrò a 6”.

PS 4 Garbugliaga – Km 6,8: Re si conferma migliore interprete della prova, mettendo nuovamente tutti in fila col tempo di 5’50”8, 2”1 meglio di Peruccio e 2”5 meglio di Raffo. Condrò si conferma fortissimo dietro alle Super 1.6 e termina quarto a 5”4, mentre il quinto posto è di Mariani a 11”5.

PS 5 Stadomelli – Km 6,5: Raffo conferma la Stadomelli suo terreno di caccia e si aggiudica anche l’ultimo passaggio, con soli due decimi su Re, che ora è a 1”3 nella generale. Peruccio insegue ad un secondo in terza posizione, seguito da Catanzano a 3”2 e da Condrò a 3”9.

PS 6 Garbugliaga – Km 6,8: La tensione, prima dell’ultimo passaggio, è alle stelle. Solo 1”3 separa i duellanti per la vittoria, nessuno può fare calcoli e l’imperativo è attaccare. Il verdetto del cronometro è dolce per Re, quasi indigeribile per Raffo. Il lombardo vince la prova con 1”4 sul ligure, che così passa dietro per un solo decimo. Il terzo tempo è di Condrò a 5”, mentre Catanzano chiude quarto a 5”2, davanti a Peruccio, quinto a 6”8 e con il podio in cassaforte. Un incidente che coinvolge la vettura Saccheggiani costringe la direzione gara ad interrompere la prova ed ai concorrenti successivi viene assegnato un tempo imposto.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy