Irontech Motorsport alla rinascita di Schio

0
Download PDF

Valerio Scettri, portacolori del sodalizio patavino, ritrova uno dei palcoscenici più blasonati del Triveneto, in una trasferta che racchiude significati sportivi ma non solo. Foto di Fotosport

Ospedaletto Euganeo (PD), 11 Novembre 2020 – In un’annata pesantemente penalizzata dalla difficile situazione che si vive, di giorno in giorno, un raggio di sole si fa largo tra le nuvole con il nome di Power Stage, un gruppo di persone determinate, capitanate dalla gioventù di Enrico Tessaro al timone, che non ha mai mollato di un centimetro e che darà a tutto il Triveneto la gioia di tornare a vivere una delle classiche del rallysmo: il Rally Città di Schio.

Un richiamo, quello del rinato appuntamento scledense, al quale anche Irontech Motorsport non ha saputo resistere, trainata da un DNA che accomuna molto da vicino queste due realtà.

Un connubio perfetto che sfocerà, i prossimi 13 e 14 Novembre, con la partecipazione di Valerio Scettri, alla guida dell’intramontabile Renault Clio Williams gruppo A.

Abbiamo vissuto e stiamo tutt’ora vivendo un momento globale molto difficile” – racconta Scettri – “dove l’incertezza sul futuro regna sovrana. In un contesto così poco chiaro siamo stati molto colpiti dalla determinazione di questa nuova realtà, a capo dell’organizzazione del Rally Città di Schio. Abbiamo rivisto in loro la voglia di creare, la voglia di crescere e, soprattutto, la capacità di non arrendersi di fronte alle difficoltà. In questo abbiamo rivisto alcuni motivi per cui è nata, tre anni fa, Irontech Motorsport ed abbiamo quindi deciso di prendere parte al Città di Schio per lanciare lo stesso segnale ai nostri collaboratori ed ai nostri partners. Irontech c’è ed è determinata ad affrontare, di petto, questa situazione negativa, con la stessa forza e la stessa determinazione che sviluppa una competizione automobilistica. Ne usciremo tutti vincitori.”

Un ritorno, quello del pilota atestino al Città di Schio, già visto nell’edizione del 2018.

Schio è una piazza importante per il mondo dei motori in Triveneto” – sottolinea Scettri – “e ci tenevamo ad essere presenti al via. Vogliamo riscattare la sfortunata apparizione del 2018 dove siamo stati sfortunati protagonisti, costretti al ritiro anticipato per alcune noie tecniche.”

 

Reduce da un Città di Bassano chiuso ai piedi del podio, in classe A7, Scettri è quindi motivato ad affrontare, assieme al sempreverde Roberto Segato alle note, le due prove speciali che costituiranno l’ossatura di questa ventinovesima edizione del rispolverato Città di Schio.

Il ritorno della “Monte di Malo” (7,29 km) sarà accompagnato dalla rivisitata “Santa Caterina” (11,93 km), tre i passaggi previsti a testa, un totale di circa sessanta chilometri cronometrati.

 

Stando alle voci che si rincorrono alla vigilia” – conclude Scettri – “il parco partenti sembra essere davvero importante e questo è il miglior modo per gratificare il lavoro svolto dall’organizzazione. Il percorso è molto bello, tecnico e contiene tratti davvero veloci. Si prospetta una gara davvero interessante ma, dal canto nostro, siamo già felici di essere presenti perchè vogliamo dare un segno reale della nostra determinazione a guardare avanti.”

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.