Italian Baja: il commento “a bocce ferme” del team manager, Antonio Poillucci

0
Download PDF

La vittoria di Luchini-Bosco (Suzuki Challenge e T2), i progetti per il futuro e il ricordo dell’amico Davide Drudi

poillucci01-baja2015 (Custom)PORDENONE – “La nostra Italian Baja? È stata una gran bella gara!” È questo il commento “a bocce ferme” del team manager del Poillucci Team di Roma, Antonio Poillucci, dopo la prima prova del Campionato Italiano Cross Country Rally, corsa a Pordenone, in Friuli, lo scorso fine settimana. “L’Italian Baja è da sempre un appuntamento importante, decisivo per le sorti dell’intero campionato; per questo nei mesi scorsi abbiamo lavorato tantissimo sull’affidabilità delle nostre vetture, consapevoli del fatto che un risultato utile in questa gara, che è quella a coefficiente più elevato, dà un vantaggio di grande importanza per tutta la stagione”.

A Pordenone, erano presenti due equipaggi del Team ed entrambi hanno raggiunto il traguardo: Andrea Luchini e Piero Bosco con la loro Suzuki Nuova Grand Vitara 1.9 TD, hanno chiuso al secondo posto assoluto della classifica dell’Italiano vincendo il gruppo T2 (vetture di serie) e la prova del Suzuki Challenge; mentre Giuseppe Ananasso e Roberto Musi, in gara con un Mitsubishi Pajero 3.2 TD, hanno chiuso al quarto posto la gara delle vetture della categoria TH (“amatoriali”). “Quella di Luchini è stata una gara impeccabile” continua Poillucci; “Andrea non ha sbagliato nulla ed è andato davvero forte: prova ne è che, se avessimo gareggiato con le vetture FIA, la nostra sarebbe stata la prima T2 nella classifica del mondiale. Ananasso, invece, è stato sfortunato … era in ottima posizione, poi all’ultimo ha dovuto rientrare in assistenza per un problema al cambio. Nonostante la forfetaria ha però potuto concludere la gara, secondo fra i TH diesel”.

Insomma, se mai ce ne fosse stato bisogno, la gara è stata un’ulteriore dimostrazione che il Team c’è ed è competitivo. E ora? “Già a San Marino, che si correrà a metà luglio, al gruppo si aggiungeranno anche Claudio Petrucci e Roberto Briani, che gareggeranno con l’altra nostra Suzuki Nuova Grand Vitara 1.9 TD; in generale i nostri obbiettivi per la stagione 2015 sono il Suzuki Challenge e, ovviamente, il campionato italiano di categoria e le singole gare. Sarà sicuramente una bella stagione!. Un’ultima cosa, che ho già detto sul podio dell’Italian Baja e voglio qui ripetere: la vittoria di Luchini-Bosco nel Suzuki Challenge l’abbiamo dedicata all’amico Davide Drudi, che ci ha lasciato pochi mesi or sono. Una persona squisita, che tanto ha fatto per la nostra specialità”.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.