Ivan Oldano e la AM Sport primi di classe allo Slalom di Guardistallo

0
Download PDF

GUARDISTALLO (PI) – Parte con il piede giusto l’avventura di Ivan Oldano nel Trofeo Italia Nord Slalom iniziata domenica sulle strade della Toscana. Allo Slalom di Guardistallo, infatti, il giovane pilota astigiano conquista con pieno merito un primo di classe al volante della Fiat Seicento Kit Gruppo A preparata e allestita dalla AM Sport. Un primo di classe, con il secondo a più di sette punti di distacco, siglato al termine della seconda salita lungo i quattro chilometri a cronometro di un percorso tanto tecnico quanto spettacolare: 3’9” e 88 centesimi che migliora di poco il tempo siglato nella prima manche dove, pur toccando un birillo e pagando dieci punti di penalizzazione aveva chiuso in testa. La coppa di primo di classe sollevata in cielo nel corso della cerimonia di premiazione racconta solo in parte l’impresa di Ivan Oldano, salita dopo salita sempre più a suo agio al volante della Fiat Seicento Kit messa lui a disposizione da Antonio Marchio e sempre più performante. Lo racconta meglio il settimo posto in Gruppo A, il più numeroso e agguerrito al via, a poco più di quattro secondo dal gradino più basso del podio su cui si è piazzata una Opel Astra con un motore dalla cilindrata quasi doppia.

Sono davvero soddisfatto di questo risultato”, dichiara Oldano a fine giornata. “Questo risultato conferma gli obiettivi di inizio stagione, una stagione lunga e impegnativa in cui dovrò dare sempre il meglio di me: molto stressante da un certo punto di vista ma altrettanto stimolante da un altro perché mi obbliga a essere sempre molto concentrato su quello che faccio e su come lo faccio”.

In effetti le dichiarazioni della viglia di Ivan Oldano erano ambiziose: vincere il Gruppo A del Trofeo Italia Nord Slalom. Dopo lo Slalom di Guardistallo, Ivan Oldano e la AM Sport sanno che l’obiettivo non è un sogno ma un risultato alla portata delle loro ambizioni. Un risultato da raggiungere insieme, forti della consapevolezza di aver cominciato con il piede giusto. Perché in una corsa a tappe, la prossima domenica 3 giugno, in Liguria, allo Slalom Favale-Castello, un buon ritmo e il passo del campione fanno la differenza e poi perché se i modi di dire diventano tali una ragione ci deve essere, chi ben inizia è a metà dell’opera.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.