Jolly Racing Team al Rally del Taro: vittoria “di classe” con Leonardo Pucci

0
Download PDF

La scuderia di Larciano centra il primato tra le vetture di Gruppo N grazie alla condotta del suo portacolori Leonardo Pucci. Vittoria di Classe N3 e nel contesto del trofeo “Corri con Clio” per il pilota di Montecatini Terme, al volante della Renault Clio RS. Sfortunato epilogo per Matteo Santucci, tradito dalla rottura del radiatore a causa del contatto con un dispositivo “antitaglio”.

BEDIONIA (PR) – È altamente soddisfacente, il risultato conseguito da Jolly Racing Team a conclusione del Rally Internazionale del Taro. La scuderia di Larciano si è resa partecipe della vittoria tra le vetture di Gruppo N del proprio portacolori Leonardo Pucci (Foto Amicorally), impegnato nel secondo appuntamento di International Rally Cup – in scena sulle strade della provincia di Parma – al volante della Renault Clio RS. Affiancato “alle note” da Fausto Matucci, il pilota montecatinese ha archiviato la manche internazionale emiliana cogliendo un sorprendente “en plein”: vittoria di Gruppo N, di Classe N3 e primato nel confronto riservato agli esponenti del trofeo “Corri con Clio”. Una vittoria che consolida la leadership nel monomarca della casa della Losanga da parte dell’alfiere valdinievolino, a seguito di un avvio di stagione che lo aveva già visto centrare la vittoria di classe sulle strade del Rallye Elba, garantendo alla scuderia di Larciano un ruolo da primattrice nella cornice rallistica “internazionale”. Un successo conquistato nonostante una situazione di estrema difficoltà, accusata dal pilota termale nelle fasi salienti della gara. Problemi meccanici (al “cuscinetto” nella prima metà di gara ed al cambio nella seconda) che hanno impreziosito ulteriormente il valore del risultato conseguito.

Sfortunato, invece, l’epilogo di gara di Matteo Santucci e di Paolo Zari, fermati dal contatto della loro Peugeot 106 di Classe N2 con un dispositivo “antitaglio” presente sul percorso. Una variabile che ha causato la rottura del radiatore della vettura nella settima prova speciale e che ha negato la continuità di risultato dopo la prima posizione di classe conquistata nell’appuntamento inaugurale della serie.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.