JWRC – Marco Pollara con Maurizio Messina in Estonia per la seconda prova del Mondiale Junior

0
Download PDF

Marco Pollara “Finalmente riparte anche il mondiale Junior. Dopo l’appuntamento in Svezia non vedevamo l’ora di tornare a confrontarci con i big del mondiale.”

Sono passati più di sei mesi, da quando il pilota siciliano Marco Pollara ha centrato la top ten in Svezia, nella prima prova dello JWRC, il campionato del mondo junior. Era iniziata bene l’esperienza con Aci Team Italia nella prima prova del mondiale, salvo poi ritrovarsi con il lockdown a sconvolgere tutto. Adesso Marco Pollara, della Scuderia Movisport e supportato anche da Luca Costantino, sarà impegnato in questo fine settimana sulla terra Estone a bordo della Ford Fiesta Rally 4 curata da M-Sport Poland, gommata Pirelli. Al suo fianco, a dettare le note, ci sarà Maurizio Messina, con il quale ha disputato anche la prima prova in Svezia e la prima gara dell’Europeo al Rally di Roma Capitale.

 

“Sono contento di ritornare sulle strade del mondiale, anche se questo lungo stop non ha giovato alla nostra stagione – ha commentato il pilota di Aci Team Italia Marco Pollara-. Le prove dell’Estonia sono molto veloci, dove si viaggia a velocità molto sostenute, ma proveremo già dallo shakedown di venerdì a trovare un buon ritmo. Per la mia crescita, è importante confrontarmi con i piloti del mondiale. Su terra paghiamo un gap in termini di esperienza e chilometri fatti, ma siamo certi di poter fare un buon lavoro anche in Estonia. Allo shakedown lavoreremo sull’assetto, per migliorare il grip sui tratti molto veloci che dovremo affrontare in gara. Delle gare del mondiale, – prosegue Pollara- apprezzo i chilometraggi importanti. Mi piacciono inoltre le prove lunghe, ne affronteremo due da 20 chilometri da affrontare due volte, siamo certo lontani dalle prove da quaranta chilometri, ma sono pur sempre prove impegnative, dove andare con le note è fondamentale. Ringrazio Aci Team Italia e la Federazione per questa importante stagione -conclude Marco Pollara-, farò di tutto per non deludere le aspettative.”

 

Con l’eccezione della brevissima speciale di venerdì sera a Tartu, la città base dell’evento, la classifica del Rally Estonia sarà frutto di due sole giornate di gara. Sabato si coprirà quasi il 70% della distanza totale, con dieci prove speciali e 146 chilometri cronometrati.

Domenica gli ultimi 85 chilometri contro il tempo, raccolti in sei speciali. Con i suoi 20,93 km la speciale di Prangli (doppio passaggio sabato) sarà la più lunga del rally, mentre l’unica altra PS superiore ai venti chilometri, la Kambja, sarà affrontata due volte domenica, l’ultima delle quali valida come power stage.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.