Corrado Pinzano e Roberta Passone al via del Rally dei Laghi

L’equipaggio biellese al via sulla Škoda Fabia prepara la stagione nell’IRC

BIELLA – Inizia sulle strade lombarde del Rally Dei Laghi la stagione 2017 di Corrado Pinzano e Roberta Passone.  L’equipaggio biellese sarà al via dell’appuntamento valido per la Coppa Italia 2° zona a bordo di una Škoda Fabia R5 della P.A Racing con la quale il veloce pilota della New Driver’s Team prenderà parte all’IRC 2017.

“Abbiamo scelto il Rally dei Laghi perché ha caratteristiche adatte per trovare i giusti meccanismi e affrontare al meglio questa nuova stagione” ha dichiarato Corrado Pinzano che sarà al via con Roberta Passone sulla Škoda Fabia della P.A Racing. “La vettura è assolutamente performante e il team di grande livello. Abbiamo pianificato una stagione sicuramente impegnativa che prenderà il via dal Rally Internazionale Lirenas in provincia di Frosinone che si svolgerà dal 6 al 9 aprile prossimi. Per questo stiamo curando ogni particolare nei minimi dettagli.”

La gara varesina giunta alla sua 26° edizione prenderà il via sabato 25 marzo con due prove speciali. Il resto si svolgerà la domenica con arrivo e premiazione poco dopo le 16 ai Giardini Estensi.

New Driver’s Team, solo Davide Crocco brinda ad Alba

Solo Crocco-Mazzetto superano le insidie della gara, chiudendo settimi di Classe N2, la più popolosa di tutto il rally. Uscita di strada nell’ultima speciale per Cadei-Bertotto, mentre Fassio Rossello sono fermi fin dalle prime battute. Nel prossimo fine settimana appuntamento con il Valli Ossolane per Pinzano-Zegna che nutrono ambizioni di vittoria e Ceriali-Demonti all’assalto della Classe N3. Foto Elio Magnano

Alba_Crocco_DSC_8713 (Custom)ALBA (CN) – La scuderia di Settimo Torinese New Driver’s Team si è presentata all’edizione 2016 del Rally di Alba con uno schieramento composto da tre punte. Purtroppo uno solo degli equipaggi in lizza nella gara che si è svolta domenica 6 giugno sulle strade delle Langhe è riuscito a vedere il traguardo. Si tratta dell’accoppiata formata da Davide Crocco e Stefano Mazzetto che hanno concluso con la loro Peugeot 106 Rallye in 55esima posizione assoluta, 17esima di Gruppo N e settima di Classe N2. “Un risultato tutto sommato soddisfacente per Davide e Stefano” commenta il presidente del New Driver’s Team Adriano Zanatta. “Dobbiamo considerare che la vettura di Crocco gareggiava nella classe più popolosa di tutto il rally, quella N2 che ha visto al via ben 26 concorrenti di cui 15 al traguardo. Inoltre il Rally di Alba è notoriamente una gara durissima, in cui l’errore è dietro l’angolo. Crocco e Mazzetto sono andati in progressione, senza mai cercare di andare sopra il limite, e senza mai commettere errori. D’altro canto Davide Crocco non aveva mai usato la Peugeot 106 Rallye ed era fermo da oltre sei mesi dal rally del Grignolino 2015”.

Alba_Cadei_DSC_8980 (Custom)Non altrettanto bene è andata l’avventura di Alessandro Cadei-Claudio Bertotto, alla loro terza gara insieme, terza uscita con la Citroën DS3 R3T, ma fermi dal Rally del Piemonte del dicembre scorso. “La nostra intenzione era disputare una bella gara. Sapevamo di avere poche speranze in classe, dovendo competere contro un fenomeno come Matteo Giordano, pilota velocissimo e di grande esperienza, decisamente superiore alla mia” commenta Cadei. Anche Cadei-Bertotto effettuano una gara attenta e veloce che li porta a veleggiare costantemente attorno alla trentesima posizione assoluta seconda di classe fino a quando, ormai in vista della fine della competizione, nella Murazzano-2 escono di strada con un lungo che costa loro la rottura del radiatore, danno che consiglia all’equipaggio del New Driver’s Team di fermarsi per non surriscaldare il motore danneggiandolo irreparabilmente. Un vero peccato perché l’arrivo in Piazza Michele Ferrero non era lontano.

Alba_Fassio_DSC_8306 (Custom)Ancora meno strada hanno compito Fredrik Fassio-Andrea Rossello che si sono fermati dopo la quarta prova, preferendo non entrare nella Murazzano-1, ma dirigersi verso il parco assistenza con la loro Punto Abarth S2000 curata da Mario D’Ambra. Una gara, quella di Alba, in cui lo svedese di Moncalvo non è mai riuscito a trovare il ritmo giusto ed il necessario feeling con la vettura. In quel caso, non divertendosi e non ottenendo risultati interessanti, Fassio-Rossello hanno preferito fermarsi nel momento in cui erano 18esimi assoluti e quinti di Classe S2000.

Corrado Pinzano (Custom)Il prossimo fine settimana il New Driver’s Team schiererà al Valli Ossolane Corrado Pinzano-Marco Zegna, che partiranno con solide ambizioni di un risultato eclatante con il numero 5 sulle porte della Peugeot 208 R5, mentre Fabrizio Ceriali-Cristian Demonti lotteranno nella numerosa Classe R3 con la loro Clio che scatterà con il numero 27.

 

Alba_Cadei_958_6_n (Custom)Alessandro Cadei-Claudio Bertotto vestiti di nuovo. Abbigliamento racing nuovo per Cadei-Bertotto che a partire dal Rally di Alba è sponsorizzato da Santero 958. L’equipaggio del New Driver’s Team, oltre a sfoggiare il nuovo sponsor sulla vettura ha inaugurato le nuove tute brandizzate dal marchio Santero 958 che li seguirà per tutte le loro uscite della stagione.

loghi_ND_marzo 2016 (Custom)

La galleria fotografica del New Driver’s Team al Rally di Alba

 

New Driver’s Team, schiera il tridente in attacco al Rally di Alba

Tre equipaggi per competere alla grande nelle rispettive categorie: con Fassio-Rossello (Punto S2000), Cadei-Bertotto (Citroën DS3) che esordiranno con le tute dalla nuova livrea, e Crocco-Mazzetto (Peugeot 106 N2) la scuderia di Settimo Torinese punta ad un risultato di prestigio nella gara delle Langhe. Foto archivio Elio Magnano

005_Fassio_Tartufo_ActionRace (Custom)ALBA (CN) – La scuderia di Settimo Torinese New Driver’s Team si presenta all’edizione 2016 del Rally di Alba con uno schieramento di altissimo livello. Il primo ad affrontare le sette prove speciale distese nelle Langhe sarà l’equipaggio formato da Fredrik Fassio e Andrea Rossello con il numero 22, al quarto appuntamento stagionale, terzo con la Grande Punto Abarth curata da Mario D’Ambra. Il funambolico pilota di Moncalvo (AT) ha nel carniere un ottimo risultato acquisito ad Alba lo scorso anno quando concluse quinto assoluto, salendo anche sul podio di Classe S2000. Quest’anno la battaglia sarà ancora più calda visto che la Classe S2000 della gara albese conta ben otto iscritti.

Cadei-Bertotto (Custom)Momento importante per Alessandro Cadei e Claudio Bertotto che inaugureranno ufficialmente questa mattina, in occasione delle verifiche, le loro nuove tute griffate Santero 958. Per il giovane pilota della Citroën DS3 si tratta della prima gara stagionale, avendo disputato lo scorso anno due gare (Città di Torino e Rally del Piemonte) tutte con Bertotto alle note, tutte con la berlinetta francese, salendo la pedana di arrivo in entrambe le occasioni. Ad Alba la Classe R3C vede schierati al via in totale cinque equipaggi. Cadei-Bertotto avranno il numero 34 sulle portiere.

Chiude la striscia degli equipaggi del New Driver’s Team, ma con eguali ambizioni, la coppia formata da Davide Crocco-Stefano Mazzetto, che lotterano con la loro Peugeot 106 S16 (115 il numero di gara) nella popolosa e competitiva Classe N2 che vede 26 concorrenti iscritti. Una battaglia da veri gladiatori.

Il Rally di Alba 2016 vedrà la luce verde del semaforo questa mattina, sabato 4 giugno, con le verifiche sportive e tecniche che si svolgeranno a partire dalle ore 8,30 fino alle 12,30 in Piazza Medford ad Alba oppure presso la sede della BRC a Cherasco per i concorrenti impegnati nello Shake Down. Sempre oggi dalle 11.00 alle 16.00, con l’interruzione di un’ora alle 13.00, si svolgerà lo Shake Down in Frazione San Bartolomeo di Cherasco. Start della gara alle ore 19.50 per affrontare ad ordine inverso la prova spettacolo, lunga 2,60 km nella Zona Industriale di Corso Asti. Domenica mattina, 5 giugno, partenza del primo concorrente da Piazza Medford ad Alba alle ore 7.45 per affrontare le tre prove speciali da ripetere due volte (Roddino, Igliano e Murazzano), e chiudere le fatiche in Piazza San Paolo alle ore 17.45. Il Rally di Alba ha un percorso di 342,45 di cui 93,88 di prove speciali, inframmezzate da quattro Parchi assistenza e tre riordini. I vincitori dell’edizione 2015 furono Luca Betti-Francesco Pezzoli, Peugeot 207 S2000, davanti a Luca Cantamessa-Lisa Bollito, Ford Fiesta R5 e Francesco Aragno-Marino Mondino, Peugeot 207 S2000.

loghi_ND_marzo 2016 (Custom)

New Driver’s Team, spettacolo al Tartufo. E ora punta verso Sanremo con Chentre-Florean

Al Rally del Tartufo Fredrik Fassio vola e dà spettacolo prima di uscire di strada, portando la Punto Abarth di D’Ambra addirittura al terzo posto assoluto. Gara difficile ed in rimonta per Mastrazzo-Capitanio, che comunque chiudono in 30esima posizione. Nel prossimo fine settimana, grazie allo sponsor Santero 958, l’appuntamento è al Rallye Sanremo con Chentre-Florean e la Punto S2000. Foto Elio Magnano

New_Drivers_Tartufo_Mastrazzo_Magnano_DSC_1575 (Custom)SETTIMO TORINESE – “Non è andata male ma poteva andare meglio. Comunque lo spettacolo lo abbiamo dato”. Adriano Zanatta riassume così le prestazioni dei due equipaggi del New Driver’s Team che hanno preso parte la 28° Rally del Tartufo di domenica scorsa, 3 aprile. Sulla pedana di arrivo di Piazza San Secondo ad Asti sono saliti Frank Mastrazzo e Jody Capitanio, che al termine delle nove prove speciali in programma hanno chiuso in trentesima posizione assoluta, 14esima di Gruppo A, sesta di S2000. Una gara sfortunata per il fornaio volante che dopo una buona prima prova a Portacomaro, nella successiva Celle Enomondo restava incastrato nell’inversione facendo spegnere la Punto Abarth by D’Ambra, perdendo 4’24” precipitando in ultima posizione della classifica assoluta. Da quel momento, però, Mastrazzo-Capitanio prendevano un buon passo, senza commettere errori e risalivano la classifica fino ad occupare la trentesima posizione finale, un buon risultato in considerazione di come si erano messe le cose nelle prime fasi di gara.

New_Drivers_Tartufo_Fassio_Magnano_DSC_0216 (Custom)Addirittura più arrembante ed avventurosa la performance dello svedese di Moncalvo Fredrik Fassio, affiancato da Andrea Rossello, capace di piazzare la sua Punto Abarth S2000 by Mario D’Ambra al terzo posto assoluto nelle prime due prove della gara, prendendo imperativamente il comando della classe e lasciandosi ben alle spalle tutte le vetture della categoria. Poi, nella terza speciale, Maretto-1, Fassio ha esagerato ed è uscito di strada. “Come mia natura sono andato oltre i limiti della fisica. Sono arrivato in una sinistra sconnessa e la Punto ha spanciato, facendomi perdere direzionalità alle ruote. A quel punto sono finito fuori strada e non sono più riuscito a rientrare. Ma fino a quel punto, che spettacolo”. E chi lo ha visto lo applaude ancora adesso.

Elwis Chentre (Custom)Nel prossimo fine settimana grande impegno per Adriano Zanatta e New Driver’s Team che è riuscito ad imbastire la partecipazione di Elwis Chentre e Fulvio Florean al 63° Rallye Sanremo di venerdì 8 e sabato 9 aprile, con la Punto Abarth di Mario D’Ambra. “Avevamo bisogno di una gara di spessore che proiettasse Elwis Chentre e Fulvio Florean su un grande palcoscenico sotto i riflettori dei campionati nazionali. L’opportunità, grazie anche alla collaborazione dello sponsor Santero 958 è arrivata con il Sanremo, forse la più importante gara del panorama rallistico nazionale. Chentre-Florean partiranno con il numero 11 e con la Punto S2000 dovranno confrontarsi con le più moderne vetture di Classe R5. Ma Mario D’Ambra ha evoluto ai massimi livelli la vettura dello ‘Scorpione’ e nelle mani di Chentre, l’intramontabile Punto Abarth resta un brutto cliente per tutti” commenta fiducioso il presidente Adriano Zanatta.

La galleria fotografica di Elio Magnano al Rally del Tartufo per New Driver’s Team

New Driver’s Team, con Chentre-Florean successo pieno alla Ronde del Canavese

 

Continua la serie positiva della scuderia di Settimo Torinese che con Elwis Chentre e Fulvio Florean coglie un fantastico successo nella Ronde Canavesana, mentre sono sfortunati Marco Orlando e Andrea Surra fermi nelle prime battute della gara. Ottima prestazione d’insieme la settimana precedente a Canelli con tutti gli equipaggi del New Driver’s Team (Chentre-Florean, Fassio-Rossello e Mastrazzo-Capitanio) nei primi dieci assoluti. Nel prossimo fine settimana Ivan Carmellino torna sulla terra di Maggiora, mentre l’esordiente, per i colori New Drivers, Angelo Salvato sarà in azione a Castelletto di Branduzzo. Foto Elio Magnano

Canavese-Chentre. (Custom)RIVAROLO (TO) – Ed alla fine la tenacia fu premiata. Elwis Chentre e Fulvio Florean conquistano una vittoria spettacolare all’11esima edizione della Ronde del Canavese, di domenica 20 marzo, grazie ad una condotta di gara che li ha visti costantemente all’attacco senza demordere mai. Dopo aver siglato il secondo miglior tempo nelle prime due prove speciali con la Punto Abarth di Mario D’Ambra, hanno continuato a mettere pressione ai leader della gara Pettenuzzo-Tirone, che a metà gara si sono arresi per un problema meccanico alla loro Focus WRC. “Sapevo che l’unica mia possibilità era dare il massimo in ogni prova speciale. Con la Punto Abarth di Classe S2000 non potevamo permetterci la minima distrazione contro le più performanti WRC presenti al Canavese” commenta Chentre soddisfatto al traguardo di Rivarolo. E delle tre WRC presenti alla gara di Rivarolo solo quella di Pettenuzzo è riuscita ad avere la meglio dell’equipaggio-aostano savonese e solo per due prove speciali. Per la Subaru Impreza WRC di Uzzeni-Bondesan e per la Fiesta WRC di Tortone-Fornara non c’è stata storia. Alla fine sono stai ben 31” i secondi di vantaggio con cui Chentre-Florean hanno sopravanzato Uzzeni-Bondesan e 56’4 su Tortone Fornara.

Poca fortuna per gli altri equipaggi del New Driver’s Team impegnati nel rally canavesano. Marco Orlando e Luca Bassignana erano all’esordio con la Mitsubishi Lancer EVO IX Gruppo N. Purtroppo il pilota valsusino, per impegni di lavoro, non è riuscito a fare dei test pregara e nemmeno lo shakedown. Dopo una prima prova usata per prendere le misure con la vettura, Orlando-Bassignana si sono fermati sul secondo passaggio a Pratiglione per la rottura di un semiasse posteriore.  Ancora meno strada hanno fatto Andrea Surra e Massimiliano Di Martino obbligati allo stop per un problema elettrico al sensore di giri che nella prima prova ha ammutolito il motore della loro Uno Turbo IE.

Canelli- Chentre. (Custom)La settimana precedente alla Ronde del Canavese a Canelli si è disputata la 19esima edizione della Ronde Colli del Monferrato e Moscato. Ottime le prestazioni degli equipaggi del New Driver’s Team. A cominciare da Elwis Chentre-Fulvio Florean sesti assoluti e primi di Classe N4 con la Mitsubishi Lancer EVO IX appena riassembalata. “Peccato per un problema alla leva del freno a mano nel primo passaggio sulla prova speciale che ci ha fatto perdere 14” e non ci ha permesso di lottare con la Mitsubishi di Gruppo R di Marco Strata” commenta a fine gara Elwis Chentre. Ottimo anche l’esordio in Mitsubishi Lancer EVO X Gruppo R dello svedese di Moncalvo Fredrik Fassio affiancato da Andrea Rossello che è riuscito a chiudere ottavo assoluto e secondo di categoria dopo una gara veloce senza commettere il minimo errore. Decima posizione e seconda di S2000 per il locale Frank Mastrazzo, con il bergamasco Jody Capitanio alle note, che inserisce così tutti gli equipaggi del New Driver’s Team fra i migliori dieci della classifica assoluta.

Nel prossimo fine settimana di Pasqua torna Ivan Carmellino con la sua Punto Proto, che sarà sicuramente uno dei protagonisti della prima prova del Campionato Italiano Rally Cross che si svolgerà a Maggiora (NO) a partire da sabato 26 marzo con le finali lunedì 28. Impegno in pista anche per Alessandro Cadei, che detterà le note al nuovo arrivato in casa New Driver’s Team Angelo Salvato in gara con una Peugeot 106 di Classe A5 nel Motors Rally Show di Castelletto di Branduzzo (PV) domenica 27 e lunedì 28 marzo.

La galleria fotografica di New Driver’s Team fra Rivarolo e Canelli

loghi_ND_marzo 2016 (Custom)

New Driver’s Team, ora cerca gloria anche in prova speciale

 

Dopo le vittorie su ghiaccio la scuderia torinese cerca altrettanta gloria nei rally. E si comincia nel prossimo fine settimana, fra le storiche con i biellesi Negri-Zegna, protagonisti del Vallate Aretine con la Delta Integrale 16V; in Coppa Italia a Varese con i biellesi Pinzano-Passone che daranno la scalata alla classifica con la Peugeot 208 R5 ed infine alla Ronde Colli del Monferrato di Canelli, tradizionale gara di apertura della stagione rallistica piemontese, nella quale si schiereranno Chentre-Florean e Fassio-Rossello con le Mitsubishi Lancer EVO, Mastrazzo-Capitanio (Punto Abarth S2000) e Scarfiello-Barison (Fiat Uno)

ICE SERIES 2014-2015 Press 15 Carmellino (Custom)SETTIMO TORINESE (TO) – La stagione invernale è chiusa e il New Driver’s Team volta pagina. Dopo aver vinto tutto quanto c’era da vincere su ghiaccio con Ivan Carmellino (nella foto a fianco), la scuderia torinese si prepara ad affrontare la stagione rallistica con uno schieramento composito e variegato, in cerca di successi dalla Toscana alla Lombardia, senza dimenticare il Piemonte.

Negri_Coppa_DSCN4926 (Custom)Il primo impegno riguarderà i biellesi Davide Negri e Marco Zegna che dopo aver fatto faville lo scorso anno con l’Audi Quattro restano impegnati nel mondo delle storiche passando alla performante Lancia Delta Integrale 16V con la quale si schiereranno al via del 6° Historic Rally Vallate Aretine, prova di apertura del Campionato Italiano Rally Autostoriche, sabato 12 marzo con partenza ed arrivo ad Arezzo. Una gara d’altri tempi quella aretina, con 329 chilometri di percorso, 115 dei quali suddivisi in quattro prove speciali da ripetere due volte, fra le quali la mitica Talla 22.35 km da percorrere tutti d’un fiato

Pinzano_Cerutti_4DSC_7746 (Custom)Sempre da Biella provengono Corrado Pinzano e Roberta Passone che saranno al via del 25° Rally dei Laghi con notevoli ambizioni di ben figurare a bordo della loro Peugeot 208 R5. La gara varesina è la prima prova della Coppa Italia Prima Zona si svolgerà fra sabato 12 e domenica 13 su un percorso di 304.76 km (90.88 di prove speciali) che avrà il momento topico nella scalata al Cuvignone, tratto cronometrato di 15.00 km

Mastrazzo_Capitasnio_12514038_10205676987820703_3787957718899210733_o (Custom)Domenica 13 marzo inizia la stagione rallistica con la tradizionale Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, giunta alla 19esima edizione, che avrà il suo centro nevralgico a Canelli (AT) con la prova speciale che si dipana sulla collina alle spalle della capitale della grappa. Ambizioni altissime per il New Driver’s Team che schiera ben quattro equipaggi con il valdostano Elwis Chentre, affiancato dal savonese Fulvio Florean, che ritroverà la Mitsubishi Lancer Evo IX di Classe N4; nuova vettura per il monferrino Fredrik Fassio, che avrà sul sedile di destra l’alessandrino Andrea Rossello, che proverà per la prima volta in gara la Mitsubishi Lancer EVO X di Classe R4. Gara di casa per il panettiere volante Frank Mastrazzo (nella foto a fianco), cui detterà le note il suo abituale navigatore, il lombardo Jody Capitanio, che punterà ad un risultato di prestigio con la Grande Punto Abarth S2000 curata da Mario d’Ambra. Chiude la striscia degli equipaggi New Driver’s Team quello composto da Massimiliano Scarfiello-Marco Barison che lotteranno in Classe A5 con la sempre spettacolare Fiat Uno 70 IE.

loghi_ND_marzo 2016 (Custom)

New Driver’s con Ivan Carmellino si appunta il primo scudetto del 2016

 

Ivan Terribile conquista a mani basse l’ICE Series 2016. E domenica scorsa, 14 febbraio, grande prestazione di Elwis Chentre al Master Città di Torino: secondo

Carmellino_Livigno_16303205_n (Custom)SETTIMO TORINESE (TO) – Due gare, due successi ed i giochi sono chiusi. Finisce così la stagione di Ivan Carmellino nell’Ice Series con un dominio assoluto ed incontrastato che ha praticamente lasciato annichiliti gli avversari. Sempre perennemente al comando, il pilota valsesiano ha concesso a chi lo inseguiva ampie visioni del portellone posteriore della sua Punto ProtoWST. Ma null’altro. E così i successi di Riva Valdobbia (10 gennaio) e Pragelato (17 gennaio) hanno congelato la classifica della serie invernale 2016 che vede Ivan Carmellino decisamente al comando (960 punti) con oltre cento lunghezze di vantaggio sugli avversari. Bene in classifica anche Adriano Zanatta (648 punti, nono) grande protagonista della classe S2000, mentre la classifica non rende giustizia ad Elwis Chentre che, avendo corso in due classi diverse si ritrova ad avere punteggi separati. Se si potessero sommare i punti il “furetto di Roisan” occuperebbe solidamente un posto fra i primi cinque della classifica assoluta. In graduatoria (627 punti, undicesimo assoluto) anche il novarese Enrico Riccardi, all’esordio nelle gare su ghiaccio e con la Punto S2000 di Mario D’Ambra, mentre la sola presenza alla gara di Riva Valdobbia consente al torinese Mario Minella di entrare in classifica.

Master_febb_2016_Toso_DSC_0267 (Custom)Domenica scorsa, 14 febbraio, si è disputato il Master Show Città di Torino con Elwis Chentre secondo assoluto con la Punto S2000 di Mario D’Ambra. “Elwis è stato fantastico come sempre, ed ha perso solo in finale contro un grande talento come Alessandro Bosca, che ha approfittato del vantaggio tecnico di usare per la manche decisiva pneumatici nuovi, mentre noi abbiamo ritenuto opportuno non investire risorse economiche per un challenge. Peccato, ad armi pari sarebbe stata una lotta sul filo del millesimo di secondo” commenta il presidente del New Driver’s Team, Adriano Zanatta. “Comunque è stata una kermesse divertente ed ancora una volta Elwis ha dimostrato di non essere secondo a nessuno, quando non è in condizioni di inferiorità e di sapere dare spettacolo mandando in visibilio il pubblico”.

loghi_ND_gennaio 2016 (Custom)

New Driver’s Team: Carmellino inavvicinabile a Pragelato

Nel secondo appuntamento stagionale della Ice Series il valsesiano è il più veloce in ogni momento della gara, e supera nettamente anche l’iridato Armin Schwarz, presente in Val Susa. Ottime prestazioni di Chentre, Zanatta e Riccardi. Foto Marco Roncaglia

Pragelato_ICE_Carmellino_IMG_0339 (Custom)PRAGELATO (TO) – È ormai cambiata la domanda. I concorrenti delle gare su ghiaccio non si chiedono più se riusciranno a stare davanti a Ivan Carmellino, ma semplicemente quale sarà il loro distacco dal “terribile” valsesiano. Che a Pragelato, domenica 17 gennaio, ha semplicemente fatto man bassa dei primati, lasciando dietro gli avversari nelle qualifiche, siglando la pole con 881/1000 sul più veloce degli avversari, vincendo le tre manche, con differenze che vanno dal 1’711 di manche2 ai 7”831 della prima per chiudere la giornata con 25”561 sull’avversario che ha vinto la classifica dei secondi. Un Carmellino perfettamente in palla, elettrizzato dal poter competere con un pilota di caratura mondiale come il tedesco Armin Schwarz, che ha nel suo passato una vittoria in un rally iridato (Catalunya 1991) oltre ad essere stato pilota ufficiale di Toyota, Mitsubishi e Škoda. “Armino” si è presentato con una perfetta Citroën DS3 preparata per competere nel Trofeo Andros, ma a Pragelato, con Ivan “Il terribile non c’è stata storia, chiudendo staccato sempre di una manciata di secondi dal funambolico pilota della Punto Proto.

Pragelato_ICE_Chentre_IMG_0637 (Custom)Gara difficile per Elwis Chentre che ha rinunciato a dominare la Classe 3 con l’abituale Punto S2000 di D’Ambra, per trasformare la vettura dello “scorpione” in un Proto, grazie all’alleggerimento di porte e cofani in resina. “Ero curioso di vedere dove sarei arrivato nella classifica assoluta con una vettura maggiormente alleggerita, pur mantenendo il motore con le specifiche S2000” commenta il furetto di Roisan (AO). “Senza il turbo, con due sole ruote motrici e il gap di un centinaio di cavalli sapevamo di non riuscire a giocarcela per le vittoria. Però abbiamo provato a risalire la classifica” ed al termine Elwis Chentre conclude in quinta posizione assoluta, preceduto solo da vetture più specializzate e performanti della sua Punto Abarth.

Pragelato_ICE_Riccardi_IMG_0100 (Custom)Ha lasciato un pizzico di amaro in bocca il terzo posto di Classe 3 e dodicesimo assoluto del presidente del New Driver’s Team Adriano Zanatta, perfetto e spettacolare con la Punto S2000 di Mario d’Ambra. “Non abbiamo potuto competere con la Mitsubishi Lancer dell’equipaggio primo classificato che risultava molto più veloce e performante della nostra Punto Abarth, che ho condiviso con Riccardi. Fatto che ha lasciato qualche dubbio a fine gara. Ma ormai è cosa fatta ed è inutile lamentarci. Al prossimo appuntamento vedremo cosa fare”. Si è avvicinato molto a Zanatta il quarto moschettiere di ghiaccio del New Driver’s Team, il novarese Enrico Riccardi, alla sua seconda esperienza sulla Punto Abarth e soprattutto nelle gare su ghiaccio.

Dopo due gare della Ice Series Ivan Carmellino ha preso il comando delle operazioni cominciando ad allungare drasticamente sugli avversari. Cosa che ripromette di fare anche nel terzo appuntamento, in programma a Cervinia (AO) il 30-31 gennaio prossimi, dove ritroveremo schierato il quartetto portacolori del New Driver’s Team al completo.

loghi_ND_gennaio 2016 (Custom)

New Driver’s Team: lo spettacolo della galleria fotografica di Pragelato

Nel secondo appuntamento stagionale della Ice Series il valsesiano è il più veloce in ogni momento della gara, e supera nettamente anche l’iridato Armin Schwarz, presente in Val Susa. Ottime prestazioni di Chentre, Zanatta e Riccardi. Foto di Marco Roncaglia.

loghi_ND_gennaio 2016 (Custom)

New Driver’s Team: avvio vincente nella Ice Series

 

Prosegue il trend vincente della scuderia torinese che in Valsesia conquista la vittoria assoluta con il locale Ivan Carmellino, il successo in Classe 3 del valdostano Elwis Chentre ed il podio nella stessa categoria con Adriano Zanatta. Ottima prova degli esordienti su ghiaccio Enrico Riccardi e Mario Minella. Foto Frenky Di Stefano

New Drivers_Valdobbia_Elwis Chentre (Custom)RIVA VALDOBBIA (VC) – Passano gli anni ma la situazione in casa New Driver’s Team rimane sempre uguale. “Per fortuna” commenta il presidente Adriano Zanattavisto che abbiamo chiuso la stagione 2015 con una vittoria ed iniziato l’annata 2016 con nuovi successi”. Infatti, l’annata 2015 della squadra torinese era finita stappando lo spumante della vittoria con Elwis Chentre e la Punto Abarth S2000 nel Formula Challenge “Torino Master Show Reload” di metà dicembre.

New Drivers_Valdobbia_Adriano Zanatta (Custom)Ancora spumante ed altre scalate sui gradini più alti del podio in occasione della prima gara stagionale della Ice Series a Riva Valdobbia (VC) di domenica scorsa, 10 gennaio, con un successo di squadra del New Driver’s Team che proietta la formazione torinese fra le più blasonate del panorama italiano delle corse su ghiaccio. Successo pieno per il “cannibaleIvan Carmellino, inavvicinabile con la sua Punto Proto WST che ha concesso agli avversari solo una manche. Il pilota valsesiano, infatti, ha siglato il miglior tempo già nelle qualifiche, mentre nella prima manche ha lasciato sfogare gli avversari, chiudendo sesto a 13”695 dal miglior tempo di batteria. Da quel momento in poi non c’è più stata storia ed il pilota della Punto WST si è scatenato siglando il miglior tempo nelle due successive con vantaggi importanti al punto da chiudere la gara con oltre 10” sul più vicino degli avversari.

New Drivers_Valdobbia_Mario Minella (Custom)Grande gara per il valdostano Elwis Chentre, Punto Abarth S2000 by D’Ambra, che ha chiuso quarto assoluto e primo di Classe 3, preceduto nell’assoluta solo da vetture molto più performanti. Per Chentre una gara quasi perfetta, con solo un intraversamento nel corso della prima batteria che è costata al “furetto di Roisan”, una dozzina di secondi che hanno regalato il temporaneo primato di classe al compagno di squadra Adriano Zanatta. Dalla seconda manche in avanti si è assistito ad una velocissima e spettacolare cavalcata per Elwis Chentre che addirittura è riuscito a chiudere la seconda manche secondo assoluto, a soli 665/1000 dall’imprendibile Caramellino. Ottima prestazione anche per il presidente del New Driver’s Team, l’esperto Adriano Zanatta, che ha siglato il miglior tempo di Classe 3 nella prima manche, sfruttando l’intraversamento di Chentre, restituendo poi il favore al compagno di macchina nella seconda manche, quando il “finnico di Castagneto Po” si è intraversato a sua volta, ha fatto spegnere la Punto Abarth e dovuto fare manovra, lasciando a sua volta una quindicina di secondi. Perfetto nella batteria successiva Adriano Zanatta ha così conquistato il terzo posto di categoria e 12° assoluto.

New Drivers_Valdobbia_Enrico Riccardi (Custom)Ottimo esordio nelle gare su ghiaccio ed al volante della Punto Super 2000 per il novarese Enrico Riccardi e del torinese Mario Minella, che hanno conquistato quarto e quinto posto di Classe 3, dopo una gara senza la minima sbavatura. Domenica prossima, 17 gennaio, si replica a Pragelato (TO) con Ivan Carmellino che tenterà la fuga nella Ice Series, Elwis Chentre, Adriano Zanatta ed Enrico Riccardi chiamati a confermare quanto di buono mostrato nel primo appuntamento del campionato.

La galleria fotografica del New Driver’s Team a Riva Valdobbia

0_New Driver's_loghi  luglio 2015 (Custom)