Trofeo Alpi Occidentali (Alpi Occidentali Rally Cup): il Rally Team’971 chiude in volata del challenge del Nord Ovest

logo alpi occidentali (Custom)Ultima gara del challenge che si svolge all’ombra delle Alpi con ancora in ballo la classifica assoluta e quella di parecchi raggruppamenti. Quattordici piloti al via per un finale del miglior thriller di Alfred Hitchcock

 

Ronde_Estate_2016_Farinella_Sara-Castagna_Andrea_DSCN8586 (Custom)SETTIMO TORINESE (TO) – Sono passate cinque gare e il Trofeo Alpi Occidentali (Alpi Occidentali Rally Cup) deve ancora definire il suo vincitore. Merito di un regolamento snello e allo stesso tempo articolato che, attraverso una serie di bilanciamenti, ha messo in condizione tutti i protagonisti di rimanere in gara sino all’ultimo start delle prove speciali.

 

TAO_De Tommaso_DSCN7478 (Custom)Per questo il 43° Rally Team ‘971, che presenta un elenco iscritti “ultra centenario”, vede nell’elenco dei protagonisti ben 14 piloti partecipanti al Trofeo Alpi Occidentali (Alpi Occidentali Rally Cup), nove dei quali ancora in grado di lottare per il successo finale. In testa alla classifica si presenta alla gara settimese Sergio Patetta, Clio RS, che sulla carta vanta un buon vantaggio su Andrea Castagna; ma è noto che il pilota della Peugeot 106 S16 è bravissimo nel portarsi nelle posizioni stratosferiche della classifica assoluta del rally, fatto che gli garantisce un ricco bottino di punti. Inoltre il canavesano è l’unico fra i top driver a non aver ancora giocato il jolly. Potendo così contare su un extra bonus di punti. Nella loro scia si inserisce il varesino Cosimo De Tommaso, Renault Clio Williams, che può ancora agganciare i primi due fuggitivi, oltre a chiudere la pratica di Quarto Raggruppamento, nel quale è insidiato dall’altro lombardo, Paolo Comendulli, Renault Twingo, con il folletto del canavese Gianluca Tavelli, Peugeot 208 R2, che tenterà di scavalcare i due avversari. Sia Comendulli sia Tavelli non hanno ancora messo sul tavolo il jolly, fatto che dà loro notevoli speranze di successo.

Lello_Power_Canelli_foto_gara (Custom)“Lello Power”, quarto assoluto con la Citroën Saxo, ha nel mirino almeno il terzo gradino del podio, posizione nelle mire anche di Paolo Comendulli (pronto a giocare il jolly) e Nicolaj Ciofolo, che paga in termini di punti la mancata partecipazione alla prima gara della stagione e di Gianluca Bizzini, Peugeot 106 Rallye, costante nei resultati lungo tutto l’arco del trofeo. Alle posizioni nobili ambiscono anche l’esperto astigiano Mario Viotti, Peugeot 106 Rallye, penalizzato dal doppio ritiro del Coppa d’Oro e del Moscato, e Gianluca Tavelli, che ha ancora nella manica il jolly da giocare.

Gagliasso-Beltramo (Custom)Leggermente staccato, ma pur sempre nella top ten, Giovanni Ferrando, assente al Valli Ossolane, che gioca la carta del cambio di categoria, passando alla Clio R3C, per risalire sia nella classifica assoluta, sia per tentare il “colpaccio” nel Terzo Raggruppamento, inseguito a distanza da Patrick Gagliasso, Ford Fiesta R5, il primo dei trofeisti a lasciare la pedana di Settimo Torinese, che in mancanza di obiettivi nell’assoluta, punterà decisamente al successo, che già guida prima del rally torinese. Seguono in classifica Roberto Gobbin, Panda Kit, che ha saltato la trasferta ossolana, ma ha ancora l’obiettivo di superare Mario Viotti nella classifica di Quinto Raggruppamento, avendo ancora nelle sue mani il jolly, quindi Maurizio Valfré, ormai sicuro vincitore del Sesto Raggruppamento con la Mini Cooper S, e Vincenzo Torchio, Citroën Saxo, che tenterà di rendere brillante una stagione in cui ha corso solo a mezzo servizio.

La classifica dopo il Moscato Rally (quinta delle sei gare dell’Alpi Occidentali Rally Cup): 1. Sergio Patetta, punti 316; 2. Andrea Castagna, 272; 3. Cosimo De Tommaso, 266, 1; 4. Lello Power, 266; 5. Paolo Comendulli, 262; 6. Nicolaj Ciofolo, 260; 7. Gianluca Bizzini, 254; 8 Mario Viotti, 230; 9. Gianluca Tavelli, 222; 10. Massimo Marasso, 208; 11. Giovanni Ferrando, 206; 12. Renzo Bertola, 191; 13. Patrick Gagliasso, 178; 14, Roberto Gobbin, 162; 15. Manuel Villa, 156; 16. Maurizio Vialfré 147; 17. Caramellino Monica, 139,2; 18. Carlo Giuseppe Camere, 132; 19. Marco Strata, 120; 20. Alberto Gianoglio, 112; 21. Alessandro Daniele, 92; 22. Vincenzo Torchio, 47; 23. Nico Raguso, 6; 24. Andrea Borgna, 2.

Il Rally Team ‘971 comincerà sabato 17 con le verifiche sportive (presso il Municipio di Settimo Torinese) e tecniche (Piazza Vittorio Veneto) dalle 10.30 alle 18.30, mentre la gara vera e propria scatterà sabato sera alle ore 20.01 con la prova spettacolo di Settimo Torinese (km 3,30). Si riparte domenica mattina, 18 settembre, alle ore 7,41 per affrontare il doppio passaggio sulle speciali di Marentino (km 7,00), Rivalba (km 6,80), Verrua Savoia (km 9,40) e Moransengo (km 9,50). L’arrivo è previsto per le ore 18.01 con premiazione in pedana. Il 43° Rally Team ‘971 si disputa su una lunghezza di 286,52 chilometri di cui 68.70 cronometrati.

  • Gli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali (Alpi Occidentali Rally Cup) al Team ‘971
  • 2 – Patrick Gagliasso-Dario Beltramo, Ford Fiesta, R5
  • 14 – Giovanni Ferrando-Jlenia Olivo, Renault Clio RS, R3C
  • 19 – Gianluca Tavelli-Nicolò Cottellero, Peugeot 208, R2B
  • 20 – Paolo Comendulli-Thomas Tamburrano, Renault Twingo Evo, R2B
  • 30 – Cosimo De Tommaso-Claudia Zoellinger, Renault Clio Williams, A7
  • 39 – Sergio Patetta-Alessandro Alocco, Renault Clio RS, N3
  • 41 – “Lello Power-Simone Bellanzon, Citroën Saxo VTS, A6
  • 44 – Vincenzo Torchio-Marco Piteo, Citroën Saxo VTS, A6
  • 49 – Maurizio Valfré-Dario Barbin, Mini Cooper S, RSTB
  • 51 – Roberto Gobbin-Renzo Fraschia, Fiat Panda Kit, A5
  • 52 – Mario Viotti-Enzo Colombaro, Peugeot 106 Rallye, A5
  • 73 – Andrea Castagna-Sara Farinella, Peugeot 106 S16, N2
  • 74 – Nicolaj Ciofolo-Matteo Sala, Peugeot 106 Rallye, N2
  • 75 – Gianluca Bizzini-Valentina Grassone, Peugeot 106 Rallye, N2

Alpi Occidentali Rally Cup: Sergio Patetta brinda con il “Moscato”

TAO_Patetta_DSCN7455 (Custom)Ennesimo cambio di leadership nel challenge piemontese. Al comando passa il pilota della Clio N3 che in Valle Belbo gioca opportunamente il jolly. Ma la classifica resta ancora compatta, con Andrea Castagna in seconda posizione che può raddoppiare il suo punteggio nella gara finale. I primi otto classificati sono racchiusi in meno di cento punti e mantengono ancora speranze di vittoria finale. Ma è lotta anche per il primato nei dieci raggruppamenti in cui è divisa la classifica

SANTO STEFANO BELBO (CN) – C’erano tutti o quasi. Si tratta dei protagonisti dell’Alpi Occidentali Rally Cup che in venti (su ventiquattro iscritti al challenge) si sono schierati al via del 15° Rally Moscato, che si è disputato a Santo Stefano Belbo sabato 2 e domenica 3 luglio

Marasso_CIMG4465 (Custom)E nel paese di Cesare Pavese la battaglia è stata accesa, non solo per conquistare la vittoria in gara, ma anche per racimolare punti pesanti per l’Alpi Occidentali Rally Cup e conquistare una fetta importante del ricco montepremi (oltre 24.000 € da suddividere fra classifica assoluta e classifiche di raggruppamento) che la serie offre. Sul traguardo di Santo Stefano Belbo il migliore in classifica è stato Massimo Marasso, che ha lottato per la vittoria assoluta chiudendo sul secondo gradino del podio della classifica finale. Ma l’enologo di Neive non è stato il solo a coprirsi di gloria. Cinque piloti hanno anche conquistato la vittoria di classe: Gianluca Tavelli, Citroën C2 in R2B; Andrea Castagna, Peugeot 106 S16 in N2; Sergio Patetta, Renault Clio RS in N3; Roberto Gobbin, Fiat Panda Kit in A5 e Maurizio Valfrè, Mini Cooper S in RSTB2. Poca fortuna per Marco Strata che si è fermato sul passaggio mattutino di Cortemilia; Alberto Gianoglio è stato costretto allo stop addirittura nella speciale precedente, mentre l’astigiano Mario Viotti ha alzato bandiera bianca sul secondo passaggio di Cortemilia. Non è andata bene nemmeno a Nicolaj Ciofolo e Vincenzo Torchio costretti a rientrare domenica mattina con il Super Rally, mentre “Lello Power” ha dovuto dire l’addio al successo in Classe A6 a causa dei quattro minuti persi nell’ultimo passaggio a Cortemilia.

Tartufo_2016_Castagna - B (Custom)La classifica dell’Alpi Occidentali Rally Cup è stata ancora una volta rivoluzionata. Con l’ottima prestazione di Santo Stefano Belbo ed il jolly sapientemente giocato che ne ha raddoppiato i punti, Sergio Patetta passa a condurre sul velocissimo Andrea Castagna (terzo in classifica del Moscato Rally dopo Marasso e Tavelli fra i partecipanti all’Alpi Occidentali Rally Cup) con un vantaggio di 44 punti. Tanti, ma il canavesano della Peugeot 106 ha ancora nella manica il jolly che raddoppia i punti, che si giocherà al Team ‘971. Cosimo De Tommaso sale sul terzo gradino del podio grazie alla buona prestazione al Moscato, scavalcando lo sfortunato “Lello Power” che paga pesantemente il rallentamento nell’ultima speciale del Moscato. Segue Paolo Comendulli, che ha ancora nel mazzo il jolly da calare sul tavolo, quindi Nicolaj Ciofolo, che raccoglie un buon bottino di punti nonostante la débâcle di sabato sera, seguito da Gianluca Bizzini, che ha conservato il jolly per l’ultima gara. Tutti questi concorrenti sono ancora decisamente in lizza per un posto sul podio, se non per la vittoria finale, visto che fra Castagna, secondo assoluto e Bizzini, settimo, il divario è di appena 42 punti.

Gagliasso-Beltramo (Custom)Non ancora fuori dai giochi vi sono Mario Viotti che paga caramente il doppio ritiro del Coppa d’Oro e del Moscato, Gianluca Tavelli e Massimo Marasso, che ha raccolto punti pesanti nella gara casalinga della Valle Belbo, dopo le assenze del Città di Torino e Valli Ossolane. A ridosso della top ten stanno lottando in Classe N3 Giovanni Ferrando e Renzo Bertola, che precedono Patrick Gagliasso. Maurizio Vialfré (16° assoluto), Carlo Camere (17° assoluto), l’Under Alessandro Daniele e Monica Caramellino si consolano con il primato nei rispettivi raggruppamenti affilando le unghie in vista del gran finale in programma il 17-18 e 18 settembre con la 43esima edizione del Rally Team ‘971. Che darà un volto definitivo a tutte le classifiche della prima scoppiettante edizione dell’Alpi Occidentali Rally Cup.

logo alpi occidentali 3 (Custom)La classifica dopo il Moscato Rally (quinta delle sei gare dell’Alpi Occidentali Rally Cup): 1. Sergio Patetta, punti 316; 2. Andrea Castagna, 272; 3. Cosimo De Tommaso, 266, 1; 4. Lello Power, 266; 5. Paolo Comendulli, 262; 6. Nicolaj Ciofolo, 260; 7. Gianluca Bizzini, 254; 8 Mario Viotti, 230; 9. Gianluca Tavelli, 222; 10. Massimo Marasso, 208; 11. Giovanni Ferrando, 206; 12. Renzo Bertola, 191; 13. Patrick Gagliasso, 178; 14, Roberto Gobbin, 162; 15. Manuel Villa, 156; 16. Maurizio Vialfré 147; 17. Caramellino Monica, 139,2; 18. Carlo Giuseppe Camere, 132; 19. Marco Strata, 120; 20. Alberto Gianoglio, 112; 21. Alessandro Daniele, 92; 22. Vincenzo Torchio, 47; 23. Nico Raguso, 6; 24. Andrea Borgna, 2.

L’Alpi Occidentali Rally Cup assapora le bollicine del “Moscato”

Penultimo appuntamento del Challenge rallistico dell’Italia Nord Occidentale che sabato sera, 2 luglio, scatterà dal paese natale di Cesare Pavese. Alla gara sono iscritti ben venti protagonisti dell’Alpi Occidentali Rally Cup, fra i quali i primi nove della classifica assoluta, guidata dall’astigiano Mario Viotti, marcato stretto da “Lello Power”. Ma non ci sono solo ambizioni di successo nel Challenge: Massimo Marasso, Marco Strata e Patrick Gagliasso puntano alla vittoria assoluta in gara, mentre Monica Caramellino sarà protagonista della classifica “rosa”

Coppa d'Oro_Marasso (Custom)SANTO STEFANO BELBO (CN) – Si sa, il Moscato Rally è una gara calda. Un po’ perché si disputa in uno dei momenti meteorologicamente più assolati della stagione, per di più nella piana della Valle Belbo, un po’ perché la passione di protagonisti e spettatori è alle stelle sulle prove speciali che si snodano fra Santo Stefano Belbo e CortemiliaSe tutto ciò non bastasse ci si mette pure l’Alpi Occidentali Rally Cup, con la sua carica di adrenalina a portare ulteriore passione in una gara che ha raccolto ben 108 iscritti, venti dei quali sono a caccia del ricco montepremi del Challenge del Nord-Ovest. Il primo iscritto a scendere dalla pedana di Santo Stefano Belbo sarà Massimo Marasso, con la Fiesta R5 che torna in gara dopo le assenze di Torino e Valli Ossolane. L’enologo di Neive non punterà solamente ad un successo nell’Alpi Occidentali Rally Cup, ma anche nella classifica assoluta, essendo il Moscato la sua gara di casa. Il primo “cliente” con cui dovrà vedersela sarà Marco Strata, reduce da una sfortunata partecipazione al Valli Ossolane, ma che ha fatto centro al Coppa d’Oro ed è particolarmente determinato a fare bene nelle strade che si dipanano sulle colline care a Cesare Pavese con la sua Mitsubishi Lancer Evo X di Classe R4. Senza dimenticare Patrick Gagliasso, che pur dovendo ancora prendere in mano completamente la sua Ford Fiesta R5 si è già dimostrato particolarmente competitivo nelle gare si qui disputate.

009_Camere_Tartufo_ActionRace (Custom)Nel Gruppo R da segnalare la presenza di Carlo Camere , che rientra per difendere la sua leadership in Classe R3 con la Renault New Clio, mentre si fa sempre più accesa la sfida in Classe R2B con la Citroën C2 di Gianluca Tavelli all’inseguimento della Twingo di Paolo Comendulli, senza tralasciare la grintosa pink lady canavesana Monica Caramellino alla ricerca del primo risultato utile nel Challenge dopo i ritiri di Asti e Torino. In Classe A7 scatta con il numero 40 Cosimo De Tommaso, che si gode la leadership di categoria con la Clio Williams, ma è sempre a caccia di quelle posizioni di preminenza nella classifica assoluta. In cui è attualmente quarto assoluto. Poker di iscritti in Classe N3, tutti si Clio RS che vedrà scattare per primo Alberto Gianoglio ansioso di scacciare la delusione del Valli Ossolane nel quale ha percorso pochissima strada. Immediatamente dietro di lui affronterà le speciali Renzo Bertola che vanta due buoni risultati al Tartufo ed al Coppa d’Oro seguiti da una delusione al Città di Torino. Quindi Sergio Patetta, leader della Classe N3 anche grazie alla partecipazione a tutte le precedenti quattro gare, ed il genovese Giovanni Ferrando, che deve recuperare un paio di assenze. In Classe A6 l’astigiano Vincenzo Torchio deve assolutamente smuovere la sua classifica con la sua Citroën Saxo, precedendo in prova “Lello Power”, su una vettura gemella, galvanizzato dal fatto di aver quasi conquistato la vetta della classifica assoluta dell’Alpi Occidentali Rally Cup. Chiudono la striscia dei protagonisti del Challenge del Nord-ovest presenti a Santo Stefano Belbo Maurizio Vialfré, con la Mini Racing Start e le due vetture di Classe A5 del pinerolese Roberto Gobbin (Panda Kit) e dell’astigiano Mario Viotti (Peugeot 106 Rallye) che pur essendo l’ultimo dei trofeisti a scendere in prova, guida la classifica assoluta dell’Alpi Occidentali Rally Cup.

TAO_Viotti_DSCN7459 (Custom)Alla vigilia del Moscato Rally, quarta delle sei prove dell’Alpi Occidentali Rally Cup, la situazione in classifica è più fluida che mai. Grazie alle ottime prestazioni messe in mostra al Valli Ossolane l’esperto Mario Viotti è balzato al comando del Challenge, inseguito però a soli sei punti da “Lello Power”. I due primattori hanno scavalcato Andrea Castagna, meno brillante del solito in Val d’Ossola, ma che è pur sempre staccato di soli otto punti dalla vetta dell’Alpi Occidentali Rally Cup. Appena fuori dal podio si sono attestati Cosimo De Tommaso e Nicolaj Ciofolo, entrambi positivi nell’ultima gara, con il pilota della Peugeot 106 N2 che paga lo scotto dell’assenza al Tartufo, ma sta recuperando terreno a suoni di risultati eclatanti. Due punti dietro De Tommaso-Ciofolo troviamo Sergio Patetta e Paolo Comendulli, tutti piloti che hanno già raccolto oltre 200 punti nella classifica dell’Alpi Occidentali Rally Cup e precedono Gianluca Bizzini che il muro dei 200 può superarlo proprio in occasione del Moscato. A sottolineare quanto sia accesa la competizione fra i protagonisti dell’Alpi Occidentali Rally Cup sta il fatto che i primi nove della classifica assoluta saranno al via da Santo Stefano Belbo e saranno presenti ben 20 dei 24 iscritti al Challenge rallistico del Nord Ovest

Diciotto degli iscritti del Moscato Rally all’Alpi Occidentali Rally Cup partecipano alla gara montando pneumatici Michelin, competendo all’interno del Challenge del Nord Ovest ad una coppa dedicata che distribuisce un ulteriore montepremi di 12mila €, che di fatto raddoppia il valore messo sul tavolo dagli organizzatori dell’Alpi Occidentali Rally Cup.

Alpi Occidentali Rally Cup, tutti i big al giro di boa del 52° Rally Valli Ossolane

Sono dodici gli iscritti al Challenge rallistico dell’Italia Nord Occidentale che sabato sera, 18 giugno,  scenderanno la pedana di partenza della gara ossolana a Malesco. Fra loro ci sono Andrea Castagna, Gianluca Bizzini e Paolo Comendulli che occupano l’intero podio della classifica dell’Alpi Occidentali Rally Cup, oltre a Marco Strata che punterà a bissare il trionfo del Coppa d’Oro. Tutti i concorrenti all’Alpi Occidentali Rally Cup partecipano anche alla Coppa Michelin che di fatto raddoppia il montepremi del Challenge. Foto archivio Action Race

logo alpi occidentali 3 (Custom)MALESCO (VB) – Concluso ad inizio maggio con il Rally Città di Torino il girone di andata dell’Alpi Occidentali Rally Cup, tutti i migliori del Challenge si danno appuntamento a Malesco (VB) per sfidarsi nella prima delle tre gare del girone di ritorno, il 52° Rally delle Valli Ossolane, che scatterà sabato 18 giugno da Malesco.

 

Tartufo_2016_Bizzini (Custom)Con dodici partecipanti si presenta decisamente nutrita ed agguerrita la pattuglia degli iscritti all’Alpi Occidentali Rally Cup, dodici concorrenti che dovranno prima guardarsi dagli avversari nel Challenge e poi lottare per la classifica della gara, sia essa assoluta o di classe. A Malesco si presenteranno i primi tre classificati dell’Alpi Occidentali Rally Cup, ovvero Andrea Castagna (nella foto di apertura), Gianluca Bizzini (nella foto a fianco)e Paolo Comendulli. I tre sono divisi da una manciata di punti, meno di 15, ed è facile intuire come la gara ossolana sia al calor bianco per la classifica assoluta. Ai vertici c’è Andrea Castagna (Peugeot 106 Rallye di Classe N2, #98 sulle portiere) che vanta 176 punti, forte del punteggio pieno acquisito al Rally Tartufo e delle buone prestazioni messe in mostra al Coppa d’Oro ed al Città di Torino, che dovrà difendersi dagli assaliti del suo avversario per antonomasia, Giacomo Bizzini (Peugeot 106 Rallye di Classe N2, #101 di gara), che lo insegue con 162,9 punti, un pizzico in più di Paolo Comendulli (Renault Twingo di Classe R2B, #35 di gara) che nelle tre partecipazioni finora effettuate ha racimolato 161,3 punti. Non è distante nemmeno Sergio Patetta, (Clio R di Classe N3, #73 sulle portiere) anche lui costantemente ai vertici nelle prime tre partecipazioni, salito a quota 157,2, quindi perfettamente in lizza per il successo finale.

Tartufo_2016_Viotti (Custom)Nicolaj Ciofolo (Peugeot 106 Rallye di Classe N2, #102 nell’elenco iscritti) paga nel punteggio di Alpi Occidentali Rally Cup l’assenza alla gara di apertura astigiana, ma ha fatto man bassa di punti al Coppa d’Oro, e la buona prestazione al Città di Torino e grazie ai 152 punti finora incamerati si inserisce nel novero dei pretendenti al successo assoluto finale. Mario Viotti (Foto a fianco – Peugeot 106 Rallye di Classe A5, #94) pur avendo partecipato a tutte e tre le gare soffre della battuta a vuoto del Città di Torino, ma con 118 punti resta pur sempre in gioco per il successo assoluto, oltre che di categoria. Subito dietro insegue Cosimo De Tommaso (Renault Clio Williams di Classe A7, #42 di gara) in lotta con Comendulli per il primato del proprio Raggruppamento, grazie ai 115,2 punti finora raccolti. Ad appena 4/10 di punto troviamo “Lello Power” (Citroën Saxo di Classe A6, #83 nell’elenco partenti) che ha raccolto nelle tre gare 114,8 punti e conta proprio nella gara ossolana di compiere quel balzo in avanti che lo porta vicino al podio.

Coppa d'Oro_Strata_podio 123 (Custom)Anche Marco Strata (Mitsubishi Evo X di Classe R4, #11 al via) ha racimolato oltre cento punti in classifica salendo nonostante la battuta a vuoto con un ritiro al Tartufo, compensato dalla bella vittoria al successivo successo al Coppa d’Oro. Il ligure, come sempre, punta alla vittoria assoluta in gara, oltre a racimolare un buon bottino di punti nell’Alpi Occidentali Rally Cup per incrementare i 106 punti finora acquisiti. Ad appena due punti di distanza insegue Gianluca Tavelli (Citroën C2 di Classe R2B, #34 in gara), 102 punti in classifica, che deve sopperire al punteggio nullo ottenuto al Tartufo per risalire la classifica. Appena sotto quota 100 troviamo Alberto Gianoglio (Renault Clio RS di Classe N3, #53 sulle portiere) chiamato a recuperare per colmare il gap dovuto all’assenza del Tartufo e l’Under Daniele Alessandro (Peugeot 106 Rallye di Classe N2,) che torna sulla pedana di partenza dopo aver saltato Coppa d’Oro e Città di Torino. Tutti gli iscritti del Valli Ossolane all’Alpi Occidentali Rally Cup partecipano anche alla Coppa Michelin, che all’interno del Challenge del Nord Ovest distribuisce un montepremi di 12mila €, che di fatto raddoppia il montepremi messo sul tavolo dagli organizzatori dell’Alpi Occidentali Rally Cup.

Trofeo Alpi Occidentali, partenza sprint al 28° Rally del Tartufo

Venti partecipanti, di cui 17 iscritti anche al Trofeo Michelin, quindici al traguardo sono i numeri della prima uscita del challenge che riunisce le più antiche e blasonate gare piemontesi. Il migliore all’arrivo è Massimo Marasso, terzo assoluto, mentre il comando della classifica, grazie ai giochi dei coefficienti, lo prende Andrea Castagna. Il ricco montepremi di 24.000 € messo in palio da organizzatori e Michelin cresce ulteriormente grazie ai premi che saranno distribuiti ai vincitori dei dieci Raggruppamenti, al miglior classificato nell’Under 25 e della classifica femminile. Foto ActionRace

Tartufo_2016_Marasso - B (Custom)ASTI (5 aprile) – Parte con il piede giusto il Trofeo Alpi Occidentali che al 28° Rally del Tartufo di domenica scorsa, 3 aprile, schiera venti equipaggi al via, conquista il terzo gradino del podio nella classifica assoluta con Massimo Marasso, il migliore degli iscritti al traguardo, la vittoria in Classe A7 con Cosimo De Tommaso e Classe N2 con Andrea Castagna. “Siamo molto soddisfatti della partenza del Trofeo Alpi Occidentali” commenta Federico Lastrucci, coordinatore del Challenge “perché abbiamo raggiunto un buon numero di iscritti, fra i quali anche un concorrente femminile (Monica Caramellino). A questo proposito possiamo comunicare che, oltre ai 24.000 € di montepremi garantiti dagli organizzatori e dal Trofeo Michelin, distribuiremo un significativo premio a tutti i vincitori dei dieci raggruppamenti in cui è suddivisa la classifica del Trofeo Alpi Occidentali, oltre ad aver messo in palio un premio per chi si classificherà primo nel femminile ed al migliore degli Under 25”.

Tartufo_2016_Gagliasso (Custom)Ottima gara di Massimo Marasso, per la prima volta con la Ford Fiesta R5 di Balbosca, che ha condotto una gara precisa e senza sbavature che lo ha visto terza forza in campo per tutta la durata del rally, assicurandosi un posto sul podio finale della gara sin dalle prime battute. Marasso ha sfruttato nel migliore dei modi le performance della Fiesta per imporsi con margine nella speciale classifica del Trofeo Alpi Occidentali. Ha invece dovuto lottare per conquistare la quinta piazza assoluta Patrick Gagliasso (Peugeot 207 S2000) ottenuta sul palco finale di Piazza San Secondo con un margine di appena 6/10 sul più vicino inseguire, mentre non ha avuto problemi a conquistare la seconda piazza fra gli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali, e ad essere il migliore fra gli iscritti al Trofeo Michelin. Gara studio per il varesotto Cosimo De Tommaso, che ha dominato la Classe A7 con la Clio Williams conquistando il tredicesimo posto assoluto, ma ha dovuto approfondire la conoscenza, chilometro dopo chilometro, con gli pneumatici Michelin che usava per la prima volta. Visto l’eccellente risultato finale c’è da pensare che la fase di studio sia finita. Due posizioni dietro nella classifica assoluta (15° in generale e quinto di Trofeo Alpi Occidentali) insegue “Lello Power” che ha inizialmente tentato di agganciare i vertici della Classe A6, per gestire poi nella seconda parte di gara e raccogliere punti importanti per il Trofeo Alpi Occidentali.

Tartufo_2016_Comendulli (Custom)Buona prestazione anche per l’altro varesino in gara, Paolo Comendulli, terzo di Classe R2B e 18esimo assoluto con la Twingo, che ha dovuto recuperare il tempo perso per un testacoda nella prima prova speciale di Portacomaro. A seguire Andrea Castagna, mattatore in Classe N2 e ventesimo assoluto che ha dimostrato tutta la sua grinta strusciando tutte le numerose rotoballe del percorso, nel tentativo di agganciare Comendulli per aumentare il suo già ricco bottino di punti nel Trofeo Alpi Occidentali e nel Trofeo Michelin. Quindi il genovese Giovanni Ferrando, 23° assoluto che dopo una partenza difficile per problemi di assetto non corretto della sua Clio RS di Classe N3 ha saputo riportarsi fra i migliori dieci della classifica del Trofeo Alpi Occidentali. Subito dietro il locale Sergio Patetta, che ha dovuto affrontare la prova di Portacomaro-2 con la Clio RS di Classe N3 non bilanciata a causa di una foratura patita in trasferimento, per poi dover rallentare nel finale per problemi al cambio, che gli fanno stare stretto il 24° posto assoluto, terzo di Classe N3 e ottavo di Trofeo Alpi Occidentali. Nona piazza di Trofeo Alpi Occidentali, 26esima assoluta e terza di Classe A6 per Giacomo Bizzini che non è riuscito ad esprimersi al meglio; chiude la graduatoria dei primi dieci del Trofeo, 34° assoluto e quarto di Classe N3 Renzo Bertola, molto soddisfatto della sua seconda parte di gara, dopo aver inseguito una panne elettrica per le prime quattro prove speciali che lo avevano fatto precipitare in fondo alla classifica assoluta. “Sono uno abituato a guardare il bicchiere mezzo pieno” commenta sul palco arrivi il pilota di Cossano Belbo. “Invece di essere qui in piazza San Secondo a festeggiare la fine della gara, potrei essere fermo a bordo strada con la Clio ammutolita”. Se non è ottimismo questo…

Tartufo_2016_Viotti (Custom)Undicesimo di Trofeo Alpi Occidentali, 35° assoluto e quarto di Classe A5 l’astigiano Mario Viotti, che non è mai potuto entrare nel vivo della lotta a causa di un cambio troppo corto che non permetteva alla sua Peugeot 106 Rallye di ottenere delle velocità di punta confrontabili con quelle degli avversari. Gara faticosa per Carlo Camere, con la sua Clio R3C che conquista la dodicesima piazza nel trofeo, davanti al coriaceo novarese Alessandro Daniele, che supera la rottura della cinghia dell’alternatore al secondo parco assistenza della sua Peugeot 106 Rallye di Classe N2, ma non si arrende e nonostante i 40” di penalità (per i quattro minuti di ritardo al Controllo Orario di uscita parco assistenza) lotta fino alla fine e riesce ad incamerare un buon gruzzolo di punti. Chiudono la graduatoria Maurizio Valfrè con la Mini Cooper di categoria Racing Start e Roberto Gobbin con la Panda di Classe A5.

Tartufo_2016_Strata (Custom)Sfortuna per gli altri cinque concorrenti del Trofeo Alpi Occidentali presenti al via del Rally del Tartufo domenica mattina. Subito fuori il monregalese Andrea Borgna che capotta più volte con la sua Peugeot 206 di Classe N3 al dosso della prima prova di Portacomaro. Nessun danno all’equipaggio, ma macchina danneggiata ed impossibilitata a proseguire. Stessa sorte, per un dritto nel secondo passaggio sulla speciale di Celle Enomondo per la grintosa Monica Caramellino, che stava occupando con disinvoltura una posizione fra i primi dieci del Trofeo Alpi Occidentali, prima di compiere un dritto e strappare una sospensione della sua Peugeot 208 R2B. Fuori in un campo nella Portacomaro-2 anche il locale Nico Raguso, mentre era ottavo assoluto, primo di Classe S1600 e quarto di Trofeo Alpi Occidentali. Grande delusione per il genovese Marco Strata che si è trovato con il motore ammutolito della sua Mitsubishi Lancer EVO X dopo un paio di chilometri della Portacomaro-2 mentre stava lottando per entrare sul podio della classifica assoluta, oltre che per il primato del Trofeo Alpi Occidentali. Uguale rammarico per Gianluca Tavelli, fermato da un problema alla frizione alla Citroën C2 che aveva già pesantemente condizionato la gara del canavesano nelle fasi precedenti.

Tartufo_2016_Castagna - D (Custom)Grazie ai coefficienti di Raggruppamento prende il comando del Trofeo Alpi Occidentali (http://www.trofeoalpioccidentali.it/images/classifiche-TAO.pdf) dopo la prima gara Andrea Castagna che conduce davanti a Giacomo Bizzini e “Lello Power”, quindi Cosimo De Tommaso ed Alessandro Daniele. Per Marco Strata, Nico Raguso, Monica Caramellino, Gianluca Tavelli ed Andrea Borgna solo i punti di presenza, ma avranno modo di rifarsi nelle prossime cinque uscite. “Il bilancio di questa prima uscita è ottimo” analizza Federico Lastrucci. “Soprattutto sta funzionando la partnership con la Michelin visto che ben 17 dei 20 iscritti partecipano anche al Trofeo indetto dalla casa francese. Un’ottima percentuale. Adesso ci stiamo preparando per il secondo appuntamento, il Rally Coppa d’Oro di Alessandria del 23-24 aprile, dove contiamo di incrementare in modo significativo il numero di iscritti. Per rendere questo trofeo sempre più avvincente e combattuto.

***

TAOO_Miss_DSCN7495 (Custom)Al 1° Trofeo Alpi Occidentali sono ammessi tutti i conduttori con Licenza ACI Sport in corso di validità e sono ammesse tutte le vetture previste dalla Norma Generale Settore Rally. Le classifiche saranno redatte in base all’ordine di arrivo dei soli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali nella graduatoria finale del rally (classifica avulsa). Sarà inoltre assegnato un bonus di partecipazione crescente, rally dopo rally (due punti alla prima gara, quattro alla seconda, etc.). L’iscrizione può essere formalizzata prima della prima gara cui il conduttore intende partecipare o compilando l’apposito modulo sul sito www.trofeoalpioccidentali.it. La tassa di iscrizione al Trofeo Alpi Occidentali è pari a 250,00 € più IVA. Il montepremi totale di 24.000,00 € sarà suddiviso fra i primi cinque classificati al Trofeo Alpi Occidentali e il Premio Speciale “Michelin”; al vincitore della speciale classifica Due Ruote Motrici in premio la partecipazione gratuita alla Ronde Gomitolo di Lana (Biella) del 6 novembre. Saranno inoltre premiati i vincitori dei dieci Raggruppamenti in cui è suddiviso il Trofeo Alpi Occidentali, il primo classificato della graduatoria femminile ed il migliore degli Under 25. I premi sono cumulabili. Per informazioni federico.lastrucci@gmail.com

  •  
  • Calendario
  • 28° Rally Tartufo (Asti)                                            2-3 aprile
  • 42° Rally Coppa d’Oro (Alessandria)                     23-24 aprile
  • 31° Rally Città di Torino                                          7-8 maggio
  • 52° Rally Valli Ossolane                                          18-19 giugno
  • 15° Moscato Rally (Santo Stefano Belbo, CN)      2-3 luglio
  • 43° Rally Team ‘971 (Chieri, TO)                            17-18 settembre
  •  

www.trofeoalpioccidentali.it

 

La galleria fotografica di ActionRace del Trofeo Alpi Occidentali, alla partenza del 28° Rally del Tartufo

La galleria fotografica di ActionRace del Trofeo Alpi Occidentali, alla partenza del 28° Rally del Tartufo

Venti partecipanti, di cui 17 iscritti anche al Trofeo Michelin, quindici al traguardo sono i numeri della prima uscita del challenge che riunisce le più antiche e blasonate gare piemontesi. Il migliore all’arrivo è Massimo Marasso, terzo assoluto, mentre il comando della classifica, grazie ai giochi dei coefficienti, lo prende Andrea Castagna. Il ricco montepremi di 24.000 € messo in palio da organizzatori e Michelin cresce ulteriormente grazie ai premi che saranno distribuiti ai vincitori dei dieci Raggruppamenti, al miglior classificato nell’Under 25 e della classifica femminile

La galleria fotografica di ActionRace del Trofeo Alpi Occidentali, alla partenza del 28° Rally del Tartufo

 

Espressioni del Trofeo Alpi Occidentali, viste da Tommaso M. Valinotti

Venti partecipanti, di cui 17 iscritti anche al Trofeo Michelin, quindici al traguardo sono i numeri della prima uscita del challenge che riunisce le più antiche e blasonate gare piemontesi. Il migliore all’arrivo è Massimo Marasso, terzo assoluto, mentre il comando della classifica, grazie ai giochi dei coefficienti, lo prende Andrea Castagna. Il ricco montepremi di 24.000 € messo in palio da organizzatori e Michelin cresce ulteriormente grazie ai premi che saranno distribuiti ai vincitori dei dieci Raggruppamenti, al miglior classificato nell’Under 25 e della classifica femminile

Espressioni del Trofeo Alpi Occidentali, viste da Tommaso M. Valinotti

Trofeo Alpi Occidentali, semaforo verde al 28° Rally del Tartufo

Sono una quindicina i piloti che hanno già dato la loro adesione al challenge del Nord Ovest attraverso il sito Internet, ma si attendono i numerosi “ritardatari” che regolarizzeranno la loro posizione ad Asti, sabato prossimo 2 aprile, durante le verifiche sportive del Rally del Tartufo. Il Montepremi di 12.000 €, cui si aggiungono altri 12.000 € messi in palio da Michelin hanno attratto alcuni top driver e numerosi piloti velocissimi delle classi inferiori. Previsti premi anche per i vincitori dei singoli raggruppamenti, oltra alla possibilità di disputare gratuitamente la Ronde del Gomitolo di Lana di novembre co una Lancer R4 per il vincitore del Due Ruote Motrici.

Organizzatori_Asti_0310_DSC_0285 (Custom)ASTI (31 marzo) – Per il Trofeo Alpi Occidentali il semaforo verde scatta domenica prossima, 3 aprile, quando prenderà il via la 28esima edizione del Rally del Tartufo. Ancora prima delle verifiche sportive di sabato prossimo c’è soddisfazione fra i gli organizzatori della serie che comprende sei fra le più antiche e blasonate gare piemontesi. Sono già una quindicina i piloti che hanno regolarizzato attraverso il sito Internet l’iscrizione al Trofeo Alpi Occidentali” commenta Federico Lastrucci, il coordinatore del challenge. “La prima cosa da dire è che le iscrizioni potranno essere effettuate anche in sede di verifica sportiva sabato prossimo, 2 aprile, ad Asti. Fino alle 18.00 sarà possibile iscriversi ed essere regolarmente in lizza per ottenere punti fin dalla gara astigiana. Saremo presenti con un nostro angolo per fornire informazioni e raccogliere le iscrizioni, e ben sappiamo come i piloti siano portati a ritardare sino all’ultimo momento l’iscrizione alle gare e ai Trofei”.

10_Strata_Garbero_DSCN5008 (Custom)Anche se al momento attuale non è stato pubblicato un elenco iscritti al Trofeo, che verrà ufficializzato solo al termine delle verifiche del 28° Rally del Tartufo, cominciano a circolare alcuni probabili nomi di iscritti. Fra questi ci dovrebbe essere Marco Strata, il funambolico genovese che punta al successo di gara con la sua Mitsubishi Lancer EVO X di Classe R4, Cosimo De Tommaso, il velocissimo pilota lombardo, spesso protagonista delle gare piemontesi e padre di Damiano, uno dei giovani leoni italiani che frequentano il mondiale rally. Poi ancora Andrea Castagna, vincitore assoluto del Campionato Piemonte e Valle d’Aosta Rallies 2015 con la sua Peugeot 106 N2 che dovrebbe compiere il salto nella classe superiore; Giovanni Ferrando, anche lui protagonista dei trofei delle passate stagioni che dovrebbe schierarsi con una Renault Clio RS di Classe N3, Carlo Camere e Renzo Bertola, sempre presenti nei challenge piemontesi delle scorse annate, il canavesano Gianluca Tavelli che tenterà la conquista del Trofeo al volante di una top car, ed ancora l’astigiano Sergio Patetta, al volante di una Suzuki Swift, il folletto Nico Raguso, capace di prestazioni da esaltare le folle, Andrea Borgna e nelle ultime ore l’enologo di Neive Massimo Marasso, che sarà sicuro protagonista della gara di casa a Santo Stefano Belbo.

2_Marasso_Canuto_DSCN5002 (Custom)“Questi primi numeri ci confortano perché abbiamo la certezza di poter distribuire un ulteriore montepremi ai vincitori di raggruppamento” annuncia Federico Lastrucci. “Come abbiamo specificato nel regolamento del Trofeo Alpi Occidentali, oltre al montepremi di 12.000 € da suddividere fra i primi cinque classificati dell’assoluta ed altrettanti 12.000 € che andranno ai primi cinque classificati del Trofeo Michelin, distribuiremo un montepremi ai migliori di ogni raggruppamento in cui è suddiviso il trofeo che permetterà loro di recuperare la tassa di iscrizione” sottolinea il coordinatore del Trofeo Alpi Occidentali facendo riferimento all’articolo 5 – comma 3 del regolamento. “Confermatissimo il premio per il migliore della classifica Due Ruote Motrici che potrà disputare gratuitamente (gomme e carburante esclusi) la ‘Ronde del Gomitolo di Lana’ con una Mitsubishi Lancer R4. Un bell’incentivo per chi corre abitualmente con una macchina non al top della potenza”.

Luca Cantamessa (Custom)Soddisfattissimo anche Marco Rondi, organizzatore del 28° Rally del Tartufo. “Sicuramente il Trofeo Alpi Occidentali ha contribuito all’elenco iscritti del rally che ha raggiunto quota 72 equipaggi, fra i quali spiccano i nomi di Luca Cantamessa e Marco Strata” commenta il manager di Moncalvo. “Il Tartufo presenterà anche un pizzico di internazionalità con un equipaggio francese formato da Benjamin Perrin-Gregory Deloche che ritornano dopo l’esperienza vissuta lo scorso anno, oltre ad un equipaggio ucraino che ha scelto il Tartufo per conoscere i rally in Italia. Per quanto riguarda il Trofeo Alpi Occidentali abbiamo predisposto una bella postazione in sede di verifica dove sarà possibile iscriversi al challenge. Sono convinto che la dozzina di equipaggi che già hanno aderito saliranno in modo esponenziale prima del termine delle verifiche” conclude fiducioso Rondi.

Ora non resta che attendere la chiusura delle verifiche sportive del 28° Rally del Tartufo di sabato prossimo, 2 aprile, per sapere chi saranno i primi concorrenti a caccia del ricco tesoro del Trofeo Alpi Occidentali 2016.

***

Al 1° Trofeo Alpi Occidentali sono ammessi tutti i conduttori con Licenza ACI Sport in corso di validità e sono ammesse tutte le vetture previste dalla Norma Generale Settore Rally. Le classifiche saranno redatte in base all’ordine di arrivo dei soli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali nella graduatoria finale del rally (classifica avulsa). Sarà inoltre assegnato un bonus di partecipazione crescente, rally dopo rally (due punti alla prima gara, quattro alla seconda, etc.). L’iscrizione può essere formalizzata prima della prima gara cui il conduttore intende partecipare o compilando l’apposito modulo sul sito www.trofeoalpioccidentali.it. La tassa di iscrizione al Trofeo Alpi Occidentali è pari a 250,00 € più IVA. Il montepremi totale di 24.000,00 € sarà suddiviso fra i primi cinque classificati al Trofeo Alpi Occidentali e il Premio Speciale “Michelin”; al vincitore della speciale classifica Due Ruote Motrici in premio la partecipazione gratuita alla Ronde Gomitolo di Lana (Biella) del 6 novembre. I premi sono cumulabili. Per informazioni federico.lastrucci@gmail.com

Calendario

  • 28° Rally Tartufo (Asti)             2-3 aprile
  • 42° Rally Coppa d’Oro (Alessandria)                         23-24 aprile
  • 31° Rally Città di Torino             7-8 maggio
  • 52° Rally Valli Ossolane             18-19 giugno
  • 15° Moscato Rally (Santo Stefano Belbo, CN)             2-3 luglio
  • 43° Rally Team ‘971 (Chieri, TO) 17-18 settembre

www.trofeoalpioccidentali.it

 

Trofeo Alpi Occidentali, svelati tutti i segreti è ora di accendere i motori

È cominciato giovedì scorso, 10 marzo, con la presentazione ad Asti il cammino della serie rallistica piemontese che accenderà i motori a inizio aprile con il Rally Tartufo e terminerà a settembre con il Rally Team ‘971. Una serata che ha visto gli organizzatori illustrare il Trofeo e mettersi a disposizione per rispondere alle domande di appassionati e addetti ai lavori. Grazie alla partnership con Michelin, il Trofeo Alpi Occidentali offre un ricco montepremi di 24.000 € oltre alla possibilità di disputare la “Ronde del Gomitolo di Lana” con una Mitsubishi R4 per il vincitore delle Due Ruote Motrici. Interessante il meccanismo del regolamento che permette di puntare alla vittoria assoluta sia ai piloti delle top car, sia a quelli delle classi inferiori

logo alpi occidentali (Custom)ASTI (13 marzo) – Il Trofeo Alpi Occidentali non ha più segreti. Giovedì 10 marzo, presso il Wheel Café di Asti, Mario Ghiotti (Rally Città di Torino e Rally Team ‘971), Marco Rondi (Rally Tartufo), Carlo e Federico Lastrucci (Rally Coppa d’Oro) e Beppe Sarotto (Moscato Rally) hanno presentato il challenge che sta suscitando notevole interesse fra i piloti non solo piemontesi, ma di tutto il Nord Italia. Innanzi tutto i quattro organizzatori (assente giustificato Paolo Fortunati, Rally Valli Ossolane) hanno illustrato il calendario che si distenderà su sei gare a partire da inizio aprile con il Rally Tartufo per chiudersi a meta settembre con il Team ‘971. I piloti, ovviamente, si sono dimostrati particolarmente interessati al montepremi: “I primi cinque classificati si divideranno un montepremi di ben 12.000 €, messo in palio dagli organizzatori” ha spiegato Mario Ghiotti, ideatore del Trofeo Alpi Occidentali “montepremi raddoppiato da altri 12.000 € messi in palio dalla Michelin per tutti coloro che parteciperanno al Trofeo calzando gli pneumatici della Casa francese. Ma questi non sono gli unici premi in palio” ha proseguito Mario Ghiotti che ha sottolineato come al miglior classificato fra le Vetture Due Ruote Motrici vada una gara premio (la “Ronde del Gomitolo di Lana” di novembre” con una Mitsubishi Lancer di Classe R4; a carico del pilota vincitore restano solo pneumatici e carburante), mentre gran parte del ricavato dalle iscrizioni di iscrizione al Trofeo Alpi Occidentali andrà a formare il montepremi destinato ai vincitori di Raggruppamento.

image description

image description

È toccato poi a Federico Lastrucci spiegare i meccanismi che muovono il Trofeo Alpi Occidentali. “L’iscrizione al Trofeo Alpi Occidentali costa 250 € più IVA e può essere effettuata tramite l’apposito modulo presente sul sito della serie (www.trofeoalpioccidentali.it) o direttamente alle gare. Per ottenere i punti è necessario iscriversi entro il termine delle verifiche della gara; il Trofeo Michelin è riservato ai piloti iscritti al Trofeo Alpi Occidentali che utilizzeranno esclusivamente gli pneumatici francesi per tutta la durata della gara. L’iscrizione al Trofeo Michelin è gratuita e i premi sono cumulabili con quelli del Trofeo Alpi Occidentali” ha spiegato il giovane organizzatore alessandrino, passando poi a illustrare la modalità di stesura della classifica. “Il meccanismo è stato attentamente studiato per mettere in condizione i concorrenti di ogni classe e categoria di puntare al successo assoluto nel Trofeo Alpi Occidentali. Prenderemo in considerazione la graduatoria assoluta della gara estrapolando la classifica avulsa, ovvero dei soli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali. A questo punto assegneremo un punteggio in base alla posizione di classifica moltiplicato per il coefficiente della classe di appartenenza. In questo modo non è improbabile che un pilota velocissimo delle classi piccole ottenga un punteggio addirittura maggiore di chi vince la gara con una top car. Inoltre assegneremo un bonus crescente ad ogni presenza, partendo da due punti per la prima partecipazione, quattro alla seconda e così via. Il meccanismo sembra complesso sulla carta, ma sul campo è di una semplicità sorprendente. E molto equilibrato” assicura Lastrucci Jr.

image description

image description

Al termine dell’incontro organizzatori, piloti, giornalisti, preparatori ed addetti ai lavoro hanno brindato al successo dell’iniziativa con un bicchiere di Asti Spumante. “Un calice di ‘bollicine’è sempre ben augurante, anche se siamo certi che il successo del Trofeo Alpi Occidentali è dietro l’angola” ha affermato Marco Rondi, padrone di casa della serata ed organizzatore del primo rally in programma della serie, il Rally Tartufo, in calendario ad Asti il 2-3 aprile. Ed ora non resta che attendere l’arrivo delle iscrizioni e l’accensione dei motori.

Al 1° Trofeo Alpi Occidentali sono ammessi tutti i conduttori con Licenza ACI Sport in corso di validità e sono ammesse tutte le vetture previste dalla Norma Generale Settore Rally. Le classifiche saranno redatte in base all’ordine di arrivo dei soli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali nella graduatoria finale del rally (classifica avulsa). Sarà inoltre assegnato un bonus di partecipazione crescente, rally dopo rally (due punti alla prima gara, quattro alla seconda, etc.). L’iscrizione può essere formalizzata prima della prima gara cui il conduttore intende partecipare o compilando l’apposito modulo sul sito www.trofeoalpioccidentali.it. La tassa di iscrizione al Trofeo Alpi Occidentali è pari a 250,00 € più IVA. Il montepremi totale di 24.000,00 € sarà suddiviso fra i primi cinque classificati al Trofeo Alpi Occidentali e il Premio Speciale “Michelin”; al vincitore della speciale classifica Due Ruote Motrici in premio la partecipazione gratuita alla Ronde Gomitolo di Lana (Biella) del 6 novembre. I premi sono cumulabili. Per informazioni federico.lastrucci@gmail.com

 

  • Calendario
  • 28° Rally Tartufo (Asti)                                            2-3 aprile
  • 42° Rally Coppa d’Oro (Alessandria)                                  23-24 aprile
  • 31° Rally Città di Torino                                          7-8 maggio
  • 52° Rally Valli Ossolane                                           18-19 giugno
  • 15° Moscato Rally (Santo Stefano Belbo, CN)                    2-3 luglio
  • 43° Rally Team ‘971 (Chieri, TO)                           17-18 settembre
  •  

www.trofeoalpioccidentali.it

michelin corporate (Custom)

Cinque moschettieri presentano il Trofeo Alpi Occidentali

Comincia con una cena giovedì prossimo 10 marzo il cammino della serie rallistica piemontese che accenderà i motori a inizio aprile con il Rally Tartufo e terminerà a settembre con il Rally Team ‘971. Ad Asti gli organizzatori saranno a disposizione per rispondere alle domande di appassionati e addetti ai lavori. Grazie alla partnership con Michelin, il Trofeo Alpi Occidentali offre un ricco montepremi di 24.000 € oltre alla possibilità di disputare la “Ronde del Gomitolo di Lana” con una Mitsubishi R4 per il vincitore delle Due Ruote Motrici. Interessante il meccanismo del regolamento che permette di puntare alla vittoria assoluta sia ai piloti delle top car, sia a quelli delle classi inferiori

ASTI – Ma non erano tre i moschettieri? Il Trofeo Alpi Occidentali ha fatto sì che cinque moschettieri (organizzatori) unissero le loro lame (rally) per creare un Challenge che racchiude sei fra le più prestigiose e antiche gare piemontesi, offrendo ai concorrenti un regolamento snello e di facile comprensione ed un ragguardevole montepremi che raggiunge i 24.000 € grazie anche alla partnership con Michelin.

image description

image description

I cinque organizzatori-moschettieri, Marco Rondi (Rally del Tartufo), Carlo Lastrucci (Rally Coppa d’Oro), Mario Ghiotti (Rally Città di Torino, Rally Team ‘971), Paolo Fortunati (Rally Valli Ossolane) e Beppe Sarotto (Moscato Rally) saranno presenti alla serata di presentazione che si svolgerà giovedì prossimo, 10 marzo presso il “Wheel Café” di Strada del Fortino, 14 ad Asti. “Abbiamo voluto cominciare il nostro trofeo nel migliore dei modi, ovvero con una cena di presentazione, nel più puro spirito che accomuna i rallisti: tutti insieme in allegria davanti ad un buon piagato ed un bicchiere di vino” commenta Marco Rondi, padrone di casa dell’evento. Appuntamento dunque fin dalle ore 20.00 al “Wheel Café” per una cena che comprende antipasti, primi, secondi al costo di 20€ (per prenotazioni telefonare allo 0141/436.394, oppure Marco Rondi 335/310.911, i posti sono limitati).

 

 

image description

image description

Alle 21,30, al termine del dolce e caffè inizierà la presentazione vera e propria delle sei gare che andranno a coprire un periodo di tempo dal 2-3 di aprile (Rally Tartufo) sino 17-18 settembre (Rally Team ‘971). Molto interessante il montepremi che prevede una cifra di 12.000 €, cui si aggiungeranno altrettanti 12.000 € offerti dal montepremi del Trofeo Michelin, che si svolgerà sulle stesse sei gare e sarà riservato agli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali che calzeranno i penumatici francesi. A tutto ciò si aggiunge una gara premio, la “Ronde del Gomitolo di Lana”, su una Mitsubishi Lancer R4 che andrà al miglior classificato fra le Due Ruote Motrici. “Il Trofeo Alpi Occidentali è interessante per via del ricco montepremi previsto, che però potrebbe subire interessanti ritocchi verso l’alto, anche per il particolare regolamento che permette di puntare al successo assoluto sia ai piloti delle top car, sia ai concorrenti delle classiche più piccole, specie se questi sapranno farsi onore sulle prove speciali” sottolineano gli organizzatori del Trofeo Alpi Occidentali, pronti a rispondere al fuoco di fila degli appassionati giovedì prossimo, 10 marzo.

Per maggiori informazioni sulla presentazione:

http://www.trofeoalpioccidentali.it/
http://www.asmotorsport.com/

Telefono 0141 436.394 (Wheel Café) oppure 335 310.911 (Marco Rondi)

michelin corporate (Custom)

Al 1° Trofeo Alpi Occidentali sono ammessi tutti i conduttori con Licenza ACI Sport in corso di validità e sono ammesse tutte le vetture previste dalla Norma Generale Settore Rally. Le classifiche saranno redatte in base all’ordine di arrivo dei soli iscritti al Trofeo Alpi Occidentali nella graduatoria finale del rally (classifica avulsa). Sarà inoltre assegnato un bonus di partecipazione crescente, gara dopo gara. L’iscrizione può essere formalizzata prima della prima gara cui il conduttore intende partecipare o compilando l’apposito modulo sul sito www.trofeoalpioccidentali.it. La tassa di iscrizione al Trofeo Alpi Occidentali è pari a 250,00 € più IVA. Il montepremi totale di 24.000,00 € sarà suddiviso fra i primi cinque classificati al Trofeo Alpi Occidentali e il Premio Speciale “Michelin”; al vincitore della speciale classifica Due Ruote Motrici in premio la partecipazione gratuita alla Ronde Gomitolo di Lana (Biella) del 6 novembre. I premi sono cumulabili. Per informazioni federico.lastrucci@gmail.com

 

  • Calendario
  • 28° Rally Tartufo (Asti)                                            2-3 aprile
  • 42° Rally Coppa d’Oro (Alessandria)                     23-24 aprile
  • 31° Rally Città di Torino                                          7-8 maggio
  • 52° Rally Valli Ossolane                                          18-19 giugno
  • 15° Moscato Rally (Santo Stefano Belbo, CN)      2-3 luglio
  • 43° Rally Team ‘971 (Chieri, TO)                             17-18 settembre
  •  

www.trofeoalpioccidentali.it