L’11^ Ronde di Sperlonga porta novità in “piesse”

0
Download PDF

Previsto per il 14 e 15 dicembre, l’evento si correrà sui classici quattro passaggi della prova “La Magliana”, che quest’anno avrà un nuovo tratto mai utilizzato prima. Vero e proprio veicolo di immagine e comunicazione della zona pontina, viene proposto con il format del 2018, con le sfide che avvieranno al sabato pomeriggio.

Sperlonga (Latina), 27 settembre 2019 – E’ già tempo di argomentare la Ronde di Sperlonga. Dopo aver raggiunto lo scorso anno la prima stella, quella dei dieci anni, quell’avventura iniziata nel 2009 quest’anno torna per l’undicesima edizione più viva e carica che mai grazie alla passione di Sperlonga Racing, che nel tempo ha fatto diventare la gara un appuntamento irrinunciabile per il fine anno di molti rallisti.

La gara è una delle poche Ronde rimaste in calendario in Italia, è in programma per il 14 e 15 dicembre, ed ha in serbo anche per quest’anno una novità.  Intanto, dopo quella proposta dello scorso anno e ribadita anche per questa edizione, di far svolgere la sfida su due giorni, con una “piesse” al sabato e le restanti tre alla domenica, il lavoro preparatorio per l’edizione duemiladiciannove è terminato in questi giorni, ed ha definito una modifica alla prova speciale “La Magliana”.

La Prova Speciale è la stessa di sempre, una “piesse” dal passato importante, già teatro di grandi sfide al rally di Pico-Sperlonga, un caposaldo del rallismo del centro Italia, un classico dalla prima edizione sempre apprezzatissimo da chi corre.

Un tratto di strada di dieci chilometri che verrà modificato per circa il 25% del suo sviluppo, utilizzando un tratto nuovo, una “variazione sul tema” che avrà certamente di che divertire. Sarà un tratto di strada diverso rispetto al resto della prova, che i piloti incontreranno dopo circa sei chilometri dalla partenza e che spezzerà il ritmo, essendo carreggiata più stretta e con tratti sotto bosco, per poi riprendere la parte “vecchia” sino al termine dell’impegno, con la seconda parte dell’impegno in salita punteggiata da una serie di spettacolari tornanti.

Lo scorso anno vinse per la terza volta il vicentino di origini fondane Luca Ferri (Ford Fiesta WRC),  primo con 11”8 di vantaggio su Giovanni Gravante e Battista Giammasi, con una Ford Fiesta R5 mentre terzi finirono Fabio Gianfico in coppia con Mongillo (Ford Fiesta R5).

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy