La guida responsabile si impara con un pilota pluripremiato

0
Download PDF

Sara Safe Factor fa tappa ad Alba

Andrea Montermini, campione delle piste automobilistiche, terrà una lezione brillante e interattiva per spiegare i comportamenti corretti da tenere al volante

Non solo “bevi responsabilmente”, come recita un celebre slogan, ma anche “guida responsabilmente”. Non si stanca di ripeterlo un pilota come Andrea Montermini, campione automobilistico che da oltre dieci anni  è al seguito del Sara Safe Factor per spiegare agli studenti in età da patente – ne ha già incontrati oltre 80.000 – che “in strada e in pista vincono le regole”. Anche quando si corre per vincere. Il Sara Safe Factor è un tour nelle scuole superiori di tutta Italia che nasce dall’impegno di Sara Assicurazioni – Compagnia Assicuratrice ufficiale dell’ACI – per la sicurezza stradale e vede coinvolti in prima linea ACI Sport e l’Automobile Club  Cuneo. Un progetto educativo e di sensibilizzazione che, per il suo elevato valore sociale, ha ottenuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Per il 13° anno consecutivo, dunque, il Sara Safe Factor “mette in pista” i ragazzi per sensibilizzarli a una guida più sicura e responsabile, attraverso le testimonianze avvincenti e i preziosissimi consigli di piloti del calibro di Andrea Montermini. Confermata anche la partnership con Ready 2 Go, il network di Scuole Guida della Federazione ACI che, grazie ai simulatori di guida sicura permette ai ragazzi di sperimentare quanto appreso durante la lezione in autoscuola, contribuendo a formare una nuova generazione di guidatori attenti e consapevoli. Giovedì 8 febbraio il Sara Safe Factor si ferma ad Alba: l’incontro si terrà  dalle ore 10 presso la Sala Ordet in Piazza Cristo Re 4.

Circa 400 studenti delle scuole di Alba incontreranno Andrea Montermini, che li intratterrà con le regole base della guida sicura: dalla corretta posizione di guida a come si impugna il volante o si regola il poggiatesta, a come si esegue una frenata di emergenza o si controlla una curva malriuscita. Interverranno all’incontro il presidente AC Cuneo Francesco Revelli, il direttore Giuseppe De Masi ed il prof. Marcello Strizzi responsabile educazione alla sicurezza stradale dell’Ufficio Scolastico ambito territoriale di Cuneo. Il programma di sensibilizzazione presso le scuole rientra, pertanto, tra le iniziative istituzionali perseguite dall’Automobile Club di Cuneo a sostegno della sicurezza ed educazione stradale verso i giovani.

Mancato rispetto della precedenza, distrazione e velocità elevata sono all’origine di oltre il 40% degli incidenti, che purtroppo in Europa sono ancora la prima causa di morte per i giovani tra i 20 e i 24 anni. Nel 2016 – per la prima volta dal 2001 – il numero degli incidenti e dei feriti ha registrato un incremento (rispettivamente +0,7% e + 0,9%) sull’anno precedente. Tra il 2001 e il 2016 gli incidenti con lesioni a persona sono diminuiti del 33% e le vittime della strada si sono più che dimezzate (i decessi sono passati da 7.096 a 3.283) benché il tasso di mortalità resti ancora più alto della media europea.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy