La stagione dei rally piemontese si apre il 29 febbraio-1° marzo con la 15° Ronde del Canavese

0
Download PDF

Una suggestiva appendice nella vigilia a Cuorgnè e poi tutti a Rivarolo per la Cerimonia di partenza. La prova di Pratiglione conserva i suoi punti nevralgici ma sarà sensibilmente più lunga. Partenza e arrivo dall’Urban Center di Rivarolo. Torna il Memorial Livio Bausano

Sembra soltanto ieri. Eppure la Ronde del Canavese si appresta a raggiungere la sua 15° edizione. Storia e tradizione si intrecciano su quel fazzoletto di strada che gli appassionati definiscono l’università dei rally. Perché di li ci è passata davvero la storia di un rallismo che ancora non ha spento le sue emozioni e che riecheggia nella mente di chi quel periodo esaltante lo ha vissuto sia da spettatore che da protagonista. In un mondo dove cambiare è diventata una moda, sarebbe un peccato sprecare una tradizione così speciale. Ed è per questo che la RT Motorevent, pur avendo considerato l’opportunità di modificare la fisionomia di questa gara, alla fine ha scelto di apporre qualche lieve, inevitabile modifica, lasciando intatti quei tratti somatici che hanno reso celebre questa prova. Anche per l’edizione 2020 sarà la storica “Pratiglione” il territorio di sfida che domenica 1° Marzo sventolerà la bandiera a scacchi di una nuova stagione nella prima zona. Le inversioni di Rivara e di Pratiglione, le cento curve, l’ormai famosissimo stretto e veloce in saliscendi non mancheranno per una prova che verrà allungata di qualche centinaio di metri, con il fine PS posizionato appena dopo lo spettacolare passaggio sul dosso della Carella. Qualche novità anche per gli eventi collaterali che terranno banco nella giornata del sabato dove sono previste le verifiche tecniche e sportive a Rivarolo e lo shakedown su un tratto di strada nei pressi di Canischio e ovviamente le ricognizioni del percorso, ma dove ci sarà spazio anche per una suggestiva passerella a Cuorgnè  dalle ore 18.30 con le vetture che sfileranno nel centro storico, accompagnate dai figuranti con i costumi d’epoca locali i quali distribuiranno ai concorrenti i prodotti tipici del luogo. Subito dopo le vetture scenderanno a Rivarolo dove nel piazzale dell’Urban Center si terrà l’ormai consueta presentazione degli equipaggi. Il via ufficiale alla competizione verrà dato domenica 1° Marzo con l’uscita dal Parco Partenza. Sono quattro i passaggi cronometrati mentre a Cuorgnè verranno allestiti,  dopo ogni prova, il Riordino in Piazza Martiri della Libertà e il Parco Assistenza in Piazza Ponte Vecchio. L’arrivo finale e la cerimonia di premiazione nel tardo pomeriggio all’Urban Center. Per l’edizione 2020 torna il Memorial Livio Bausano che ha accompagnato da sempre l’evento canavesano e verrà consegnato all’equipaggio primo assoluto. Lo scorso anno la classifica assoluta fu monopolizzata dalle vetture del marchio Skoda con il successo di Marco Colombi e Angelica Rivoir, il secondo posto di Elwis Chentre e Elena Giovenale e il terzo di Patrick Gagliasso e Dario Beltramo tutti sulla vettura ceca.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy