Le Schegge di Kaleidosweb al Rally del Taro raccontate da ActionRace

0
Download PDF

BEDONIA (PR) – Una gara è una gara, anche se la si vince in carrozza. Non la pensa esattamente così Luca Rossetti, assoluto dominatore dell’edizione delle nozze d’argento del Rally del Taro, nonché dominatore da tempo immemorabile dell’International Rally Cup. La vittoria, anche quella conquista con il maggior margine possibile, è frutto di tensioni e mille paure che si dipanano nell’arco dell’evento, da quando si scende la pedana di partenza a quando si innalzano le braccia al cielo per festeggiare una vittoria che nella carriera del friulano ormai stabilmente trasferito in Valtellina è quella dei grandi numeri.

In una gara dal chilometraggio importante e le difficoltà nascoste dietro le nuvole che spesso soggiornano in quell’appennino che divide la pianura padana emiliana dal mare, vincere è sempre una grossa soddisfazione come dimostrano sul palco arrivi di Bedonia Luca Rossetti e la sua navigatrice Eleonora Mori che liberano gioia e tensione nello sprizzare di spumante, dopo essersi imposto in sette delle nove speciali, allungando decisamente nelle prime fasi per lasciare poi nel finale un po’ di gloria anche ad Alessandro Re, vincitore della prova numero 8 Folta e Pierre Campana sulla Tornolo finale .

Purtroppo da parecchio tempo i nostri rallisti hanno delle difficoltà ad emergere sulle prove speciali al di fuori delle zone di appartenenza e anche in questa occasione non abbiamo raccolto grandi soddisfazioni, ma maggiore delle quali è arrivata dal navigatore savonese Fulvio Florean, salito sul secondo gradino del podio dettando le note ad Alessandro Re, mentre i coniugi liguri Luca Balbo e Lorena Boero hanno conquistato la nona piazza con la loro Škoda Fabia R5, mentre i canavesani Gianluca Tavelli e Nicolò Cottellero hanno chiuso la loro gara test con la Clio R3T al secondo posto di categoria.

Una gara che per i fotografi offre anche mille altre opportunità, perché se si considera il rally come uno spettacolo teatrale dove vetture ed equipaggi sono gli attori protagonisti, ma i fotografi sono gli scenografi, per esaltare il pubblico bisogna cogliere non solo le situazioni più spettacolari, ma anche offrirci uno scenario che ci faccia innamorare dell’evento. Esattamente quello che Elisa e Massimo di ActionRace hanno saputo fare offrendoci questa sezione di Schegge.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi