Luca Hoelbling al 1° Rally della Valpolicella per giocarsi un posto sul podio

0
Download PDF

VERONA, 8 giugno – Ad un mese esatto dall’ottimo secondo posto al 15° Benacvs Rally, Luca Hoelbling tornerà in gara il prossimo weekend per il secondo rally su asfalto della sua stagione sportiva, il 1° Rally della Valpolicella, organizzato a nord di Verona nella celebre zona del vino veronese.

Il pilota veronese gareggerà nuovamente sulle strade di casa al volante della ŠKODA Fabia R5 preparata da S.A. Motorsport, per i colori della Car Racing. Dopo aver condiviso l’abitacolo con Federico Fiorini, sul sedile di destra tornerà a sedersi Mauro Grassi, con il quale Hoelbling ha condiviso alcune delle più grandi soddisfazioni della sua carriera.

L’obiettivo di Hoelbling, nella prima edizione di un rally che sulla carta si preannuncia incerto e spettacolare, sarà quello di interpretare al meglio un percorso tecnico, insidioso e in gran parte inedito dopo aver ripreso dimestichezza con la guida su asfalto al recente Benacvs Rally. Gli avversari saranno sicuramente di valore, ma Hoelbling disporrà di un pacchetto decisamente performante con il quale punta a dire la sua per un risultato di spessore.

La gara sarà suddivisa in due tappe e prenderà il via sabato alle 13:31 da San Pietro in Cariano, per ripetere due volte le prove speciali di “San Peretto” e “Sant’Anna d’Alfaedo”. La prima è sicuramente la più tosta, con una prima parte in salita stretta e guidata e una parte centrale abbastanza veloce, con continui cambi di ritmo. Dopo il riordino notturno a Negrar, domenica gli equipaggi si sfideranno su altre quattro prova con la doppia ripetizione di “Cona” e “Santa Cristina”, quest’ultima la più lunga del rally con i suoi 14,28km e particolarmente impegnativa. Arrivo a Negrar, fulcro della Valpolicella, alle 15:15.

Luca Hoelbling: “Sono molto contento di partecipare alla prima edizione del Rally della Valpolicella, sono amico di lunga data con gli organizzatori e non avrei potuto mancare a questo evento che ha qualcosa di storico per tutti loro. Il percorso sembra molto interessante, dispiace per l’accorciamento della “Sant’Anna d’Alfaedo” ma nel complesso non sarà facile trovare il ritmo e servirà concentrazione e costanza fin dal primo metro di gara. “San Peretto” è una prova che conosco bene e che potrebbe fare la differenza, ma sulla carta ci saranno diversi piloti in grado di lottare per l’assoluta quindi niente è scontato. Non sarò l’unico pilota di S.A. Motorsport perché sarà al via anche il Team Principal Riccardo Scandola, e questo aggiungerà sicuramente grande divertimento nella sfida tra compagni di squadra”.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi