Marzo: arriva la primavera? No, è ancora inverno!

0
Download PDF

Qualche consiglio da Roberto Tebaldini del Gruppo Magri per affrontare in tutta sicurezza le nevicate in atto

CARPENEDOLO (BS), 1 marzo 2018 Si considera che con l’arrivo del mese di marzo si esca dall’inverno: “Che bello” – si pensa – “arriva la primavera, comincio a programmare il cambio degli armadi e guardo le vetrine con i vestiti primavera-estate 2018…”. E invece eccoci con la neve. Proprio per oggi e domani previste abbondanti nevicate in tutta Italia.

Quindi perché non rinfrescare la memoria su qualche piccolo consiglio di guida in inverno? “Innanzitutto” – afferma Roberto Tebaldini, Direttore Generale del Gruppo Magri  – “dotiamoci dei giusti componenti per guidare in tutta sicurezza con neve e ghiaccio a terra, ovvero gli pneumatici invernali. Avremmo dovuto farlo mesi fa, con le ordinanze in vigore da novembre ma in questi ultimi giorni, se siamo stati ritardatari (a rischio multa), a fronte delle ripetute comunicazioni meteo abbiamo avuto il tempo di dotarci degli pneumatici giusti.

Test e prove su strada da anni  dimostrano e confermano l’opportunità e la maggior sicurezza degli pneumatici invernali in confronto agli estivi in caso di neve, ma non solo: anche con ghiaccio, basse temperature e pioggia a terra, insomma in tutte le più comuni  condizioni del periodo in cui ancora siamo. Ne sono esempio i test condotti da varie fonti fra cui l’associazione di categoria dei produttori di pneumatici: i modelli invernali diminuiscono del 50% lo spazio di frenata su neve rispetto all’estivo e del 15% sulla pioggia, numeri che parlano da soli. Tutto ciò è reso possibile dalla speciale mescola del prodotti invernali, particolarmente ricca di silice e quindi più morbida e aderente a terra, e dei battistrada specialmente  studiati per aderire su neve e ghiaccio. In particolare le lamelle presenti numerosissime sui disegni invernali facilitano l’aderenza a terra attraverso il cosiddetto effetto ventosa e numerosi incavi e scanalature aumentano su fondi bagnati la resistenza al fenomeno dell’aquaplaning.

L’ultimo piccolo consiglio che sento di dare” – continua Roberto Tebaldini, “è quello di rivolgersi sempre al rivenditore specializzato vero Consulente Di Guida per consigli sul montaggio e la manutenzione degli pneumatici invernali.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi