Meteco Corse. Jacopo Araldo e Lorena Boero raccolgono un argento che vale oro

0
Download PDF

Il pilota astigiano con la Škoda è l’unico ad impensierire il lombardo Alessandro Re sulle impegnative strade del Valli Vesimesi. La Meteco prima tra le scuderie.

VESIME (AT), 21 maggio – Sapevano che le strade del Rally Valli Vesimesi sarebbero state difficili ed insidiose e che gli avversari sarebbero stati di alto livello. Jacopo Araldo e Lorena Boero si sono presentati a Vesime con l’intenzione di rendere la vita dura al lombardo Alessandro Re in coppia con Fulvio Florean che godevano dei favori del pronostico, e ci sono riusciti.

Siamo partiti bene e nella prima giornata abbiamo limitato il distacco da Alessandro Re che sicuramente aveva un maggior feeling con la Škoda. La domenica abbiamo subito attaccato vincendo i due passaggi della Roccaverano. Nella ripetizione della prova lunga San Giorgio Scarampi abbiamo cercato di recuperare i 13” da Re, stavamo veramente viaggiando bene quando abbiamo commesso un piccolo errore mettendo due ruote nel prato rischiando di finire lì la nostra gara. Nonostante l’errore abbiamo migliorato il tempo del primo passaggio di 7” ma a quel punto il distacco dal leader era troppo alto per rischiare di non finire”. Ciò nonostante il pilota astigiano ha messo il terzo sigillo nella Roccaverano prima di fare ritorno a Vesime e raccogliere gli applausi degli appassionati accorsi nella piazza del Municipio della ridente cittadina dell’Alta Langa.

Chi non ha visto la pedana d’arrivo sono stati Roberto Benazzo e Giampaolo Francalanci che, dopo aver corso con l’intenzione di portare al traguardo la Fiesta R5, hanno dovuto abbandonare per un’uscita di strada a pochi chilometri dalla fine dell’ultima prova. “Mi sono innervosito quando allo start la Fiesta si è spenta. Sono ripartito con l’adrenalina a 1000 e sono stato tradito dalla troppa foga”. L’onesta analisi del pilota acquese.

Quinti dopo una gara senza errori Alessandro Pettenuzzo e Daniele Araspi, costretti a cedere la quarta posizione per soli 2” agli ossolani Lombardi-Bologna nella sfida tra le Fiesta R5 proprio nell’ultimo crono. Bella ed in crescita la gara di Marco Ciriotti-Luca Beltrame (Fiesta R5) che, dopo alcuni testacoda di troppo nella parte iniziale della gara, hanno concluso settimi assoluti

Poca fortuna anche per Mauro Beltramo-Piercarlo Sala fermi dopo il secondo parco assistenza per un problema alla pompa della frizione della loro Subaru quando puntavano decisi alla vittoria di Gruppo N. Pochi chilometri anche per i vesimesi Valerio Giribaldi-Stefano Giraldi fermi già nella seconda prova del sabato per problemi al cambio della Clio A7. Traditi dalla frizione anche Andrea Borgna-Luca Santi con la Clio R3 quando erano agevolmente al comando della loro classe.

Vittoria senza se e senza ma per i locali Mirko Garbero e Beatrice Bodrito primi di Classe N2 davanti ai compagni di scuderia Renzo Bertola-Igor Mora. Quarti Marco e Federica Scaglione. Dall’ottavo al decimo di classe altri tre equipaggi grigio rossi : l’esordiente Davide Ruaro in coppia con Martina Cirio, quindi Alberto Bo e Tiziana Bianco e per finire Roberto Mollo e Luca Bassignana .

Vittoria tra le Dame per Laura Galliano in coppia con Elisa Servetti con la Peugeot 205 Rallye.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi