Michelin Rally Cup al Rally del Friuli Venezia Giulia: sole o pioggia è sempre Stefano Albertini

0
Download PDF

Il bresciano si impone nella gara friulana bissando il successo della scorsa stagione, conquistando la terza vittoria assoluta stagionale, quarta nella Coppa, grazie al miglior tempo in tre delle otto prove speciali ed un’attenta gestione della gara nelle altre cinque. In evidenza anche Andrea Carella, settimo assoluto, oltre a Federico Bottoni (R3C), Lorenzo Grani (R2B e Under 25) ed Alessandro Boschetti (N3), vincitori delle rispettive classi. Foto Acisport

UDINE, 1 settembre – Non importa com’è il cielo. Stefano Albertini è sempre in vetta. Il pilota bresciano, affiancato come sempre da Danilo Fappani, ha conquistato con la sua Ford Fiesta WRC una preziosa vittoria nella 54a edizione del Rally del Friuli Venezia Giulia mettendo, di fatto, una seria ipoteca sulla Michelin Rally Cup 2018 e consolidando ulteriormente la sua prima posizione nella classifica del Campionato Italiano Rally WRC. La terza vittoria assoluta stagionale (quarta della Coppa Michelin) è stata forse la più bella, finora, di questa annata 2018, proprio perché ottenuta lottando con meteo ed avversari dal primo all’ultimo metro di gara. Albertini ha attaccato subito nella prima prova speciale, segnando il miglior tempo nell’asciutta prova di apertura di Porzus del venerdì sera, conquistando un vantaggio di 11”1 sulla muta degli inseguitori. Sabato mattina, sotto la pioggia con i pneumatici Michelin P01, ha gestito con freddezza il vantaggio sugli avversari arrivando a metà giornata ad avere ancora 3”8 di margine sul più vicino inseguitore. Tutti si aspettavano un finale sul filo del decimo di secondo, ma con il peggiorare delle condizioni del tempo Albertini e le Michelin P01 hanno fatto la differenza: stoccata vincente sulla Trivio riportando il margine di vantaggio ad oltre 10”, controllo sulla successiva Derchia, ed affondo finale sulla Mersino per chiudere a braccia alzate sul palco di Piazza della Libertà, cuore e salotto veneziano di Udine.

La marcia trionfale di Stefano Albertini-Danilo Fappani nella Michelin Rally Cup (ed anche nel Campionato Italiano Rally WRC) non conosce soste ed il taciturno pilota di Gavardo sintetizza le sue prestazioni in gara con un lapidario: “Non è stato facile con queste condizioni, che non avevo mai trovato prima. I pneumatici Michelin hanno fatto la loro parte e, sinceramente, mi sono anche divertito. Forse questa è stata la più bella gara che io e Danilo abbiamo disputato negli ultimi due anni”. La situazione della Michelin Rally Cup vede Albertini allungare ulteriormente in classifica assoluta, inseguito da un tenace Stefano Bizzotto, terzo della Coppa francese a Udine, e da Andrea Carella, secondo in Friuli, impegnato in una seria rimonta dopo i due passi falsi di Brescia e Treviso. Per incoronare il vincitore manca la conferma matematica, ma Albertini sta già facendo spazio in bacheca per ospitare la corona di alloro. Fra gli Under 25 Lorenzo Grani imita Stefano Albertini e conquista il quarto successo stagionale allontanando sempre di più gli inseguitori, capeggiati da un tenace Michele Mondin, terzo in Friuli, che paga le minori prestazioni della sua Citroën Saxo rispetto alla Peugeot 208 del leader della classifica, con Massimo Cenedese, secondo a Udine, che rientra a pieno titolo nella lotta per il podio.

Il Raggruppamento WRC della Michelin Rally Cup rispecchia la classifica assoluta, con Albertini ancor più solitario in vetta, visto che i suoi due avversari, Simone Miele e Luca Pedersoli, hanno disertato la gara friulana. Il Raggruppamento R5 ha visto un duello ravvicinato fra Andrea Carella e Domenico Erbetta, con il piacentino impegnato a recuperare punti preziosi sia nella Michelin Rally Cup sia nella classifica di categoria del CIR-WRC, obiettivo pienamente raggiunto; Erbetta, però, con una gara attenta e giudiziosa ottiene una seconda piazza che gli permette di restare al comando della graduatoria. Nel Raggruppamento riservato alle S2000 Stefano Bizzotto centra il quarto successo stagionale, allunga in classifica, ma non si scolla Stefano Liburdi, ancora una volta secondo al traguardo, mentre perde terreno Mauro Trentin, fermo anzitempo.

La gara solitaria di Paolo Menegatti in S1600 consente al vicentino di allungare drasticamente sugli avversari, che ormai hanno poche speranze di riacciuffarlo. Situazione molto più fluida in Raggruppamento R3, che propone la terza vittoria stagionale di Federico Bottoni, che vanta sì un buon margine di vantaggio su Luca Ghegin e Oscar Sorci, ma non tale da consentire al veronese di adagiarsi sugli allori. Il terzo posto in gara fa risalire Paolo Benvenuti in quinta posizione di classifica di categoria, ma per agganciare il podio occorrono al genovese risultati di punta nelle prossime due gare. Vittoria in Michelin Rally Cup ed anche nella Classe N3 del rally per il solitario Alessandro Boschetti, che approfitta dell’assenza a Udine di Paolo Reccagni per scavalcarlo. In questa categoria, però, i giochi sono molto aperti, visto che fra i due primi della classe il divario è di appena 14 punti.

Sempre molto combattuta la categoria che unisce le Peugeot 208 di Classe R2B alle Citroën Saxo e Peugeot 106 di Classe A6. Per la terza volta nella stagione ad avere la meglio è stato il giovane modenese Lorenzo Grani, velocissimo e costante, che nelle battute inziali si è accodato allo scatenato locale Filippo Bravi, assoluto dominatore delle prime tre prove del rally, poi costretto al ritiro nella quinta prova, risultato che pone il friulano virtualmente fuori dai giochi della Michelin Rally Cup di raggruppamento. Seconda piazza per Williams Zanotto, che grazie a questo risultato riaccende la lotta per la seconda piazza di categoria avvicinando Gianluca Saresera. A seguire la Peugeot 106 di Classe A6 di Ivan Stival, che ha regolato le Peugeot 208 R2 di Simone Niboli e Massimo Cenedese, quindi la Citroën Saxo A6 di Michele Mondin. Unico ritirato, oltre a Filippo Bravi, Giovanni De Menego.

Prossimo appuntamento per la Michelin Rally Cup al 38° Rally San Martino di Castrozza e Primiero in programma venerdì 14 e sabato 15 settembre.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy