Movisport: Giandomenico Basso al Memorial Bettega debutta con la Hyundai i20 WRC

0
Download PDF

Grande attesa per il driver trevigiano per la prima volta sulla supercar sudcoreana, sempre griffata BRC. Al via anche Tonelli, tra le vetture storiche.

REGGIO EMILIAMovisport è pronta al gran finale di stagione al Motor Show di Bologna, questo fine settimana. Sarà una presenza d’effetto, quella del sodalizio reggiano alla rassegna bolognese, con due portacolori in gradi di finire in bellezza una stagione esaltante. Riflettori puntati su Giandomenico Basso, iscritto al Memorial Bettega nella mitica Area 48-Motul Arena con una Hyundai i 20 WRC. Per il driver trevigiano, fresco di titolo del Tour European Rally si tratta del debutto con la supercar sudcoreana, sempre con il Team BRC, che per l’occasione avrà come partner tecnico gli pneumatici DMACK. La gara si disputerà come consuetudine su un percorso misto asfalto-terra. Motori accesi sabato 9 dicembre con le prime sfide che porteranno alla conquista del Trofeo Pucci Grossi, per proseguire poi domenica 10, quando si assegnerà invece il Memorial Bettega che, oltre a Giandomenico Basso, vedrà protagonisti i finalisti della gara del Trofeo Italia WRC di venerdì 8, il campione di Motocross Tony Cairoli, il finlandese Teemu Suninen e i giovani Kalle Rovanperä, Oliver Solberg e Marquito Bulacia.

Sabato 9 dicembre in occasione del “Trofeo Italia Rally Autostoriche-2 ruote motrici”, al volante della sua fida Ford Escort RS MKII gruppo 4 scenderà invece in pista l’emiliano Andrea Tonelli. Il pilota, tanto spettacolare quanto anche redditizio nei risultati sarà in gara per chiudere al meglio la stagione, punteggiata anche da momenti di sfortuna, con due ritiri, ma allo stesso tempo brillante, con il secondo assoluto al RAAB storico e il sesto al celebre Rallylegend di San Marino. In carriera, Tonelli, dal 2015 ha ottenuto tre vittorie assolute e diverse vittorie di categoria oltre a piazzamenti d’onore in molti rallies, coniugando la prestazione cronometrica allo spettacolo, i due elementi essenziali per esaltarsi nella pista mista di terra e asfalto del Motor Show.

Download PDF
Condividi