Movisport sempre più in fermento

0
Download PDF

 Michelini al successo in Maremma, Basso in Svizzera cerca l’alloro stagionale e in Val d’Orcia all’attacco con Bentivogli e Grani. Un nuovo alloro incamerato da Michelini in Maremma, positivi riscontri al Rallylegend e questo fine settimana si prosegue in Svizzera e sulla terra della Val d’Orcia.

REGGIO EMILIALo scorso fine settimana Movisport ha trovato una nuova ed esaltante soddisfazione per mano di uno dei suoi piloti più redditizi ed anche più rappresentativi, Rudy Michelini.  Il driver lucchese, affiancato da Michele Perna, ha siglato il tris di vittorie al Trofeo Maremma (Follonica), giunto quest’anno alla 41^ edizione. Dopo gli allori del 2012 e del 2016, il pilota lucchese ha aggiunto quello di quest’anno, secondo successo stagionale a seguito del “Città di Lucca” di luglio.

Il portacolori della scuderia Movisport aveva nuovamente a disposizione la Škoda Fabia R5 gommata Pirelli della PA Racing, con la quale ha operato un dominio pressoché assoluto, con otto parziali vinti sui nove disponibili e un vantaggio finale sul secondo arrivato di 2’24”.

Non è invece andata altrettanto bene l’avventura di Gilardoni/Bonato (Campioni “Under” due ruote motrici e R3 del Campionato Italiano Rally, oltre che vincitori del Trofeo Renault Clio), al Rally AC Como, ultima prova del Campionato Italiano WRC. Hanno dovuto arrendersi per un guasto al cambio quando erano tra i protagonisti assoluti con la Ford Fiesta WRC del Team A-Style, la stessa vettura con la quale ha vinto il recente “Ticino”.

Protagonisti poi anche al Rallylegend di San Marino: Tonelli-Debbi e la loro Ford Escort RS hanno chiuso con un notevole 6°assoluto e 3°categoria, conferma del grande feeling raggiunto con la vetture “dell’ovale blu”. Ancora sfortuna per Immovilli-Marchi su una BMW 323 E21: hanno fatto il 5°categoria e il 17°assoluto con penalità da rientro in seconda giornata di gara per un guasto al semiasse in partenza della PS 2 “San Marino”.

Questo fine settimana, oltre a Giandomenico Basso e Lorenzo Granai che cercheranno, al Rally svizzero “del Vallese”, di chiudere anzitempo il Tour European Rally Series con la Hyundai i20 R5/BRC, saranno due, le partecipazioni previste all’ultima prova tricolore su terra, al Rally della Val d’Orcia, in Toscana. Torna in gara l’evergreen Bruno Bentivogli, con Andrea Cecchi alle note sulla Subaru Impreza Sti Gruppo N, con la quale cercherà di primeggiare nelle “derivate” dalla serie, poi saranno della partita Grani-Lombardi tra gli Under 23 più interessanti del panorama nazionale, su una Peugeot 208 R2. Per loro sarà la seconda gara su terra in carriera, la prima fu la scorsa edizione proprio del “Val d’Orcia”.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy