Nuova Fiat 500 ha percorso il nuovo ponte Genova San Giorgio

0
Download PDF

La Nuova 500 e la città di Genova simbolicamente unite nella ripartenza verso un futuro di tecnologia e sostenibilità. La Nuova 500, la prima full electric di FCA, attraversa il nuovo ponte Genova San Giorgio nel giorno dell’apertura al traffico. Icona dell’italianità, ambasciatrice del “made in Italy” nel mondo, oggi la Nuova 500 diventa simbolo di positività e rinascita dell’Italia che guarda al futuro con coraggio.

Non poteva non esserci la Nuova Fiat 500, simbolo del “made Italy” e della ripresa economica all’apertura al traffico del nuovo ponte San Giorgio di Genova, opera dell’archistar Renzo Piano.

La Nuova 500 – la full electric di FCA Group – ha percorso i 1.067 metri del ponte di Genova appena inaugurato, prima che il viadotto venisse aperto al traffico quotidiano.

L’immagine della Nuova 500 “la Prima” cabrio dalla cui capote sventolano il tricolore e la bandiera del Comune di Genova, è il simbolo di un’Italia che sa reagire e rialzarsi ed è testimonianza di come insieme, unendo forze e competenze, si possa affrontare il cammino della rinascita.

Al pari delle Fiat 500, riprese in quelle fotografie ingiallite, che percorsero da nord e sud e viceversa i 760 chilometri della neonata Autostrada del Sole oggi, come allora, la Fiat 500 è sinonimo di innovazione e rinnovamento: un’auto capace di guidare alla ripartenza ispirando positività e portando oltre i confini nazionali il design e l’eleganza tipici dell’italianità.

E se l’ultima nata del marchio Fiat rappresenta il futuro della mobilità individuale, sostenibile e tecnologica, allo stesso modo per la città ligure il ponte sul torrente Polcevera – realizzato in tempi record – è un’opera di altissima ingegneria destinata a diventare il nuovo simbolo della Genova del futuro.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.