Paolo Andreucci ed Anna Andreussi, Peugeot 208 T16 R5, subito al comando del Campionato Italiano Rally

0
Download PDF

Grazie al nuovo regolamento che distribuisce punti in base al piazzamento in ciascuna tappa dei rally del tricolore il toscano va in testa alla classifica davanti a Giandomenico Basso, Ford Fiesta R5 LDI e Alessandro Perico, Peugeot 208 T16 R5 terminati oggi dietro di lui.

Paolo Andreucci, Anna Andreussi (Peugeot 208 T16 R5 #1)

Paolo Andreucci, Anna Andreussi (Peugeot 208 T16 R5 #1)

CASTELNUOVO GARFAGNANA (LU – 19 marzo) – È un Campionato Italiano diverso e per certi versi ancora tutto da scoprire quello che si è aperto nell’Alta Garfagnana. Diverso soprattutto per le modalità di assegnazione dei punti, con la classifica che distribuisce punti per ciascuna della due tappe, e tutto da scoprire perché ancora non si sa se quanto questa innovazioni di punteggio porteranno a livello di incertezza e spettacolo. Al momento però tutto procede nel segno della tradizione con Paolo Andreucci ed Anna Andreussi, Peugeot 208 T16 R5, gommata Pirelli che hanno chiuso al comando la prima tappa del 39° Rally del Ciocco e Valle del Serchio, appuntamento d’ apertura del Campionato Italiano Rally 2016, aggiudicandosi il punteggio massimo in palio. Il pilota toscano ha preceduto un agguerrito Giandomenico Basso, con Ford Fiesta R5 LDi, gommata Pirelli a 14 secondi e cinque decimi. Terzo si è classificato il bergamasco Alessandro Perico, insieme a Mauro Turati, primi anche della classifica del Trofeo Italiano Rally Asfalto a bordo della Peugeot 208 T16 R5, sempre gommata Pirelli. Quarti assoluti si sono piazzati Umberto Scandola e Guido D’Amore con la Škoda Fabia R5. Qualche problema proprio per il pilota di Škoda Italia Motorsport. Infatti, l’assetto non troppo adatto, una foratura ed un ritardo ad un controllo orario hanno allontanato il veronese dai primi.

Simone Tempestini, Marc Banca (Ford Fiesta R5 R5 #7, Wrt-Winners Rally Team)

Simone Tempestini, Marc Banca (Ford Fiesta R5 R5 #7, Wrt-Winners Rally Team)

Quinto assoluto è Simone Tempestini con la Ford Fiesta R5 gommata Hankook, seguito sua volta dall’italo svizzero Stefano Baccega anche lui Ford Fiesta R5 gommata Hankook e da Ciava con la Citroen DS3 R5. Tra i ritiri sfortunati di oggi quello di Rudy Michelini con la Citroën DS3 R5 e, nella seconda parte della giornata, sulla ottava prova anche per Michele Tassone, autore di buoni tempi, con la Peugeot 208 T16 R5Nel Campionato Italiano Rally 2 Ruote Motrici, ha chiuso al comando il lucchese Luca Panzani in coppia con Sara Baldacci, anche in testa al Trofeo Renault Clio R3T Top, dopo aver duellato con Ivan Ferrarotti secondo in classifica, anche lui su Clio R3C; sempre nel tricolore 2 RM si è piazzato terzo Gianandrea Pisani con la Fiat 500 Abarth. Nella corsa al titolo tricolore Junior grande risultato oggi per Giorgio Bernardi ed Enrico Ghietti con la Peugeot 208 R2, che si è piazzato davanti ai piloti Marco Pollara e Alessandro Casella, anche loro su 208 R2. Tra gli iscritti al primo appuntamento del Campionato Rally R1 ottima prestazione del toscano Stefano Martinelli insieme a Natasha Botzari al comando anche nel trofeo monomarca Suzuki Rally Trophy.

Alessandro Perico (Peugeot 208 T16 R5 #4, Pa Racing)

Alessandro Perico (Peugeot 208 T16 R5 #4, Pa Racing)

Classifica finale prima tappa 39° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio: 1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) in 52’41.1; 2. Basso-Granai (Ford Fiesta R5 LDI) a 14.2; 3. Perico-Turati (Peugeot 208 T16 R5) a 55.6; 4. Scandola-D’Amore (Škoda Fabia R5) a 1’04.8; 5. Tempestini-Banca (Ford Fiesta R5) a 1’48.6; 6. Baccega-Menchini (Ford Fiesta R5) a 2’24.6; 7. Ciava-Michi (Citroën DS3 R5) a 2’31.7; 8. Cogni (Peugeot 207 S2000) a 2’47.6; 9. Rusce-Farnocchia (Ford Fiesta R5) a 2’48.3; 10. Panzani-Baldacci (Renault Clio R3T) a 3’52.7.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.