Pioggia e spettacolo nel secondo ACI Racing Weekend stagionale a Le Castellet

0
Download PDF

Dopo un sabato dominato dal sole e dalle vittorie di Fontana-Mancinelli nel GT, Baldan nel TCR e Caldwell in F.4, la domenica del Paul Ricard ha visto la pioggia come protagonista. Barri-Palma vincono in GT, Vesti fa doppietta in F.4, mentre nel TCR Larini vince dietro la safety-car.

LE CASTELLET (FRA) 13 maggio 2018. Un fine settimana segnato dalla pioggia quello del secondo ACI Racing Weekend stagionale sul circuito del Paul Ricard. Nel Campionato Italiano Gran Turismo affermazioni per la Ferrari di Fontana – Mancinelli e per la Lamborghini di Palma – Barri. Nel TCR Italy dopo la vittoria con riscossa di Nicola Baldan su Hyunday I30 TCR, sotto un diluvio universale Andrea Larini ha ottenuto il successo dietro la safety car in gara 2. Nell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth Olli Caldwell impone il proprio ritmo in gara 1, ma nella pioggia è Frederik Vesti a mettere un doppio sigillo sul tracciato francese.

Si è concluso con il successo di Andrea Palma e Giacomo Barri (Lamborghini Huracan) in gara-2 la trasferta francese del Campionato Italiano Gran Turismo all’autodromo Paul Ricard. L’equipaggio del Petri Corse, al termine di una gara caratterizzata da pista bagnata per l’abbondante pioggia caduta per tutta la mattinata, ha preceduto di 10”874 Zampieri-Altoè (Lamborghini Huracan-Antonelli Motorsport) e di 15”016 Mancinelli-Fontana (Ferrari 488-Easy Race). Nelle altre classi successi dei portacolori Nova Race Magnoni-Garbelli nella GT3 Light con l’Audi R8 LMS e nella GT4 con la Ginetta G55, mentre nella GT Cup hanno bissato il successo di gara-1 Pisani-Sauto (Porsche 997-Siliprandi Racing).

Con i 5.821 metri della pista francese completamente invasi dalla pioggia, la seconda gara del TCR Italy viene percorsa in regime di sicurezza e solo per il 30%. La classifica viene perciò definita dallo stesso schieramento di partenza corrispondente all’ordine di arrivo di gara 1 con le prime otto posizioni invertite. Vittoria perciò per Andrea Larini, sulla Cupra TCR di Pit Lane Competizioni, davanti a Federico Paolino, sulla Hyundai i30 N di BRC Racing Team e Josè Rodrigues, Jürgen Schmarl e Marco Pellegrini, sulle tre Honda Civic FK2 di Target Competition. I risultati valgono anche bis nel Trofeo Nazionale DSG per il capoclassifica Giovanni Altoè (Audi RS3 LMS Pit Lane), nono assoluto davanti al compagno di squadra Ermanno Dionisio ed agli austriaci Peter Gross e Günter Benninger, sulle Leon di Wimmer Werk Motorsport.

Il secondo appuntamento dell’Italian F.4 Championship Power By Abarth vede un “outsider” come il danese Frederick Vesti (Van Amersfoort Racing), che alla sua prima gara nel campionato italiano conquista ben due vittorie e un secondo posto. In difficoltà i due piloti nelle prime due posizioni della classifica di campionato, Enzo Fittipaldi (Prema Theodore Racing) e Leonardo Lorandi (Bhai Tech Racing), che non riescono ad ottenere vittorie. Vincitore di gara 2 è il britannico Olli Caldwell (Prema Theodore Racing). Nel Trofeo Rookie è il brasiliano Gianluca Petecof (Prema Theodore Racing) ad ottenere ottimi piazzamenti e a consolidare la sua leadership di classifica generale.

Dopo la vittoria in gara-1, Alessio Rovera (Tsunami RT) si è confermato anche in gara-2, aggiudicandosi nella Carrera Cup Italia il gradino più alto del podio al termine di una prova molto combattuta davanti a Diego Bertonelli (Dinamic Motorsport) e al compagno di squadra Tommaso Mosca. Con il terzo successo della stagione, Rovera, campione in carica, si conferma leader della serie tricolore, in una stagione che lo vede impegnato con successo anche nel monomarca francese. Nella Michelin Cup si è imposto Luca Pastorelli (Dinamic Motorsport), mentre nella Silver Cup il successo è andato a Riccardo Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport).

Gabriele Torelli e Tobia Zarpellon conquistano le vittorie nel MINI Challenge sul tracciato del Paul Ricard. In gara 1, dietro a Torelli chiudono Rangoni e Sandrucci, mentre sul bagnato di gara 2 Zarpellon approfitta della partenza dalla pole tenendo alle spalle un formidabile Francesco Neri e Luca Rangoni.

Nel Trofeo Abarth Selenia la pioggia rovina la festa francese. In gara 1, con condizioni difficili, è ancora una volta Cosimo Barberini a mettere il proprio sigillo davanti ad Andrea Mabellini e al padrone di casa Nicolas Ciamin, mentre gara 2 non viene disputata a causa della pioggia.

 

Download PDF
Condividi

Rispondi