Pluripremiato ed apprezzato nell’impiego quotidiano – Il nuovo Mercedes Actros è il truck dell’anno 2020

0
Download PDF

Il nuovo Actros è ‘International Truck of the Year 2020’. Numerosi altri riconoscimenti attestano la qualità delle innovazioni introdotte con il truck di Mercedes-Benz. Un nuovo livello di sicurezza, efficienza e collegamento in rete nelle attività quotidiane del settore trasporti: dall’estate del 2019 il nuovo Actros dà eccellente prova di sé presso un numero crescente di Clienti europei. Highlight unici sul mercato: l’Active Drive Assist consente la guida parzialmente automatizzata, mentre le MirrorCam sostituiscono i retrovisori convenzionali. Assistenza alla frenata d’emergenza di ultima generazione, con rilevamento dei pedoni, per una maggiore sicurezza sulla strada. Risparmio di carburante fino al 5% grazie all’aerodinamica ottimizzata ed a un Predictive Powertrain Control ancora più efficiente. Plancia multimediale, Mercedes-Benz Truck App Portal ed altro ancora: tutte le innovazioni assicurano un elevato livello di connettività

Il nuovo Actros convince tutti. Se da un lato viene impiegato quotidianamente da un numero sempre crescente di aziende di trasporto europee, dall’altro fa incetta di premi in tutto il continente. Questi riconoscimenti sottolineano che l’ammiraglia di Mercedes-Benz Trucks impone nuovi punti di riferimento sul versante della sicurezza, dell’efficienza e della connettività. Il nuovo Actros è il truck dell’anno 2020.

Il premio più prestigioso a livello europeo è l’‘International Truck of the Year 2020’. “Con l’introduzione del nuovo Actros, Mercedes-Benz lancia un truck all’avanguardia, che apre la strada alla guida automatizzata del futuro”, ha affermato il presidente della giuria Gianenrico Griffini, spiegando la motivazione del premio. Composta da giornalisti del segmento veicoli industriali di 24 Paesi, la giuria ha indicato come decisive per il voto, oltre all’Active Drive Assist, anche innovazioni quali il sistema di controllo ampliato del Tempomat e del comando del cambio Predictive Powertrain Control, la Human Machine Interface completamente digitale, implementata come nuova plancia multimediale, e sistemi di sicurezza all’avanguardia, tra i quali spicca il sistema di assistenza alla frenata d’emergenza ottimizzato Active Brake Assist 5. Nella storia dei premi ‘Truck of the Year’, il concorso più importante a livello europeo in questo settore, Mercedes-Benz è il marchio più premiato in assoluto, senza dimenticare i grandi successi conseguiti a livello europeo anche con tutte le precedenti versioni dell’Actros.

Anche il ‘Ferdinand Porsche Prize’ dell’Università Tecnica di Vienna, un premio molto prestigioso assegnato ai principali costruttori del settore automobilistico, ha premiato nel 2019 la forza innovatrice del nuovo Actros: l’onorificenza è stata consegnata a Uwe Baake, Responsabile Development di Mercedes-Benz Trucks, ed a Werner Lang, amministratore di MEKRA Lang GmbH & Co. KG, per lo sviluppo di un’innovazione mai adottata prima su un truck di serie, vale a dire la MirrorCam del nuovo Actros.

Mentre per i premi ‘Truck of the Year’ e ‘Porsche Prize’ le giurie sono composte, rispettivamente, da giornalisti ed ingegneri, il concorso ‘Truck of the Year Austria – Driver’s Choice’ della rivista online ‘1Truck.tv’ vede come protagonisti i conducenti stessi dei truck. Il nuovo Actros ha ottenuto circa 6.000 voti, staccandosi così nettamente dai suoi rivali. Non solo: il truck è stato insignito di numerose ulteriori onorificenze anche in altri Paesi. In Spagna, ad esempio, il veicolo è stato nominato ‘Camión de Año en España 2019’ da oltre 100 aziende spagnole ed esperti del settore truck. L’associazione di settore catalana Transcalit ha assegnato al truck il premio ‘Innovation en el Transporte 2019’. Anche la rivista specializzata irlandese ‘Fleet Transport’ ha conferito al nuovo Actros il premio ‘Truck Innovation Award 2020’, mentre la rivista italiana specializzata in veicoli commerciali ed industriali ‘Vado e Torno’ ha nominato il nuovo Actros ‘Sustainable Truck of the Year 2020’. Per la redazione milanese, il veicolo segna una ‘svolta epocale, che modificherà profondamente la percezione dei truck ed il modo in cui in futuro verranno condotte le attività di trasporto’.

Per la prima volta la guida parzialmente automatizzata è possibile in tutte le gamme di velocità – grazie all’Active Drive Assist. Le giurie dei premi ed innumerevoli Clienti sono d’accordo: tra gli eccellenti funzionalità del nuovo Actros spicca a buon diritto l’Active Drive Assist. Novità assoluta in una serie truck, il sistema consente la guida parzialmente automatizzata in tutte le gamme di velocità, contribuendo così in modo decisivo ad una maggiore sicurezza. Il sistema, infatti, è in grado di frenare, accelerare e sterzare il veicolo in modo automatizzato. A tal fine, vengono collegate in rete in modo assolutamente inedito le performance di singoli sistemi. Come ampliamento dell’assistenza al mantenimento della distanza con funzione stop and go, l’Active Drive Assist è in grado di mantenere la distanza impostata rispetto al veicolo che precede. Inoltre, entro i limiti del sistema, l’Active Drive Assist può ricondurre il truck al centro della corsia di marcia mediante interventi correttivi dello sterzo. “Non potrei mai più fare a meno di questo sistema, perché mi supporta in modo eccellente”, afferma Elias Salonen. Come conducente di Vähälä Logistics, Elias Salonen è stato tra i primi a testare l’Active Drive Assist nell’ambito di una sperimentazione svoltasi in Finlandia. “Il mio lavoro prevede spesso lunghi viaggi piuttosto monotoni, durante i quali l’Active Drive Assist si comporta come una sorta di copilota attento, che ogni tanto interviene facendo piccole ma opportune correzioni. Quando invece guido nel traffico intenso, l’Active Drive Assist mi aiuta a mantenere la giusta distanza dal veicolo che mi precede.”

Piccoli bracci porta-telecamera anziché grandi specchi retrovisori esterni: le MirrorCam garantiscono un’eccellente visuale. Garantiscono maggiore sicurezza anche un’ulteriore dotazione, mai utilizzate prima d’ora a bordo di un truck: le MirrorCam. Il loro principale vantaggio? Il conducente può così godere di una visuale nettamente migliore attraverso i cristalli laterali. Perché in luogo dei classici specchi retrovisori esterni, che in molte situazioni ostacolano la visuale alla persona che si trova al volante, le MirrorCam operano con piccoli braci porta-telecamera montati sui lati destro e sinistro del telaio del tetto. Ciò migliora la sicurezza, soprattutto in fase di avvicinamento ad incroci e rotatorie, durante le manovre ed in caso di curve strette. Le immagini delle telecamere vengono visualizzate su due grandi monitor, fissati sui montanti A all’interno della cabina di guida. Come nel caso del sistema di retrovisori convenzionale, l’immagine dei monitor è suddivisa in un settore principale ed un settore grandangolare. In molte situazioni, le MirrorCam sono in grado di supportare attivamente il conducente: le linee distanziali sul display delle MirrorCam, ad esempio, offrono un valido aiuto, consentendo al conducente di stimare con maggiore precisione la distanza rispetto agli oggetti presenti dietro il truck.

Ma le MirrorCam apportano ulteriori decisivi vantaggi. Grazie all’eliminazione dei classici alloggiamenti degli specchi retrovisori esterni ed in virtù della speciale conformazione aerodinamica dei bracci porta-telecamera, la cabina di guida presenta infatti una minore superficie di resistenza all’avanzamento. Questo valore aggiunto in termini di aerodinamica, al quale contribuiscono anche i nuovi deflettori laterali, riduce ulteriormente ed in misura rilevante i consumi di un veicolo come l’Actros, già di per sé parco nei consumi – è questo ciò che ha potuto constatare ad esempio Dominik Böpple, conducente di una società di spedizioni di Esslingen: “In autostrada e sulle superstrade, il nuovo Actros consuma fino al 3% in meno rispetto al suo predecessore, mentre sulle strade extraurbane il risparmio di carburante può raggiungere perfino il 5%.”

Predictive Powertrain Control efficiente come mai prima d’ora – oggi funziona anche sulle strade provinciali. Contribuisce alla riduzione dei consumi anche il sistema di controllo del Tempomat e del comando del cambio Predictive Powertrain Control, che oggi può essere utilizzato anche sulle strade provinciali. La nuova generazione, oltre ad un sistema di localizzazione satellitare, utilizza mappe stradali digitali precise che contengono dati sulla topografia, sull’andamento delle curve, sulla struttura geometrica di incroci e rotatorie nonché sulla segnaletica stradale. In questo modo, il sistema ottimizza lo stile di guida non solo in discesa ed in salita sulle autostrade e sulle superstrade, ma anche sui percorsi extraurbani, lungo i quali prima d’ora l’impiego del Tempomat non risultava quasi mai opportuno. Si tratta di un vantaggio particolarmente apprezzato ad esempio da Franz Birgmann, responsabile di una flotta di 530 bisarche presso la società Lagermax di Salisburgo. “Con una percorrenza superiore a 100.000 chilometri annui per ciascun veicolo, ogni punto percentuale di risparmio è essenziale per il successo del nostro business.”

Ancora più sicurezza grazie all’Active Brake Assist 5 di serie ed al sistema di assistenza alla svolta. Un’altra innovazione fondamentale assicura che il nuovo Actros compia un ulteriore passo in avanti sul fronte della sicurezza: si tratta dell’Active Brake Assist 5, che dall’inizio del 2020 è parte della dotazione di serie di Actros ed Arocs nei Paesi europei nei quali è prescritta l’adozione di un sistema di assistenza alla frenata di emergenza. La nuova versione del collaudato assistente alla frenata d’emergenza opera adesso con un sistema che combina radar e telecamere. È stata così migliorata, tra l’altro, la capacità di reazione del veicolo alle persone in movimento in un campo di velocità fino a 50 chilometri orari.

Il nuovo Actros s’impone come punto di riferimento anche con il suo sistema di assistenza alla svolta. Nel 2016 l’Actros si presentava come il primo truck dotato di un assistente alla svolta totalmente integrato nell’architettura del veicolo. Il sistema di avvertimento riduce al minimo la probabilità di pericolosi incidenti durante le svolte a destra, ovvero sul lato passeggero. Nell’ambito dei lavori di sviluppo del nuovo Actros, l’assistente alla svolta è stato collegato al sistema di telecamere utilizzato in sostituzione degli specchi retrovisori esterni. Adesso, quindi, il sistema coopera strettamente con le MirrorCam: se il veicolo è equipaggiato con il sistema di assistenza alla svolta, in situazione di guida critiche il display delle MirrorCam visualizza anche gli avvertimenti di questo dispositivo. Conseguentemente tutti gli avvertimenti rilevanti durante la guida sono raggruppati in un’unica area, in modo da evitare che il conducente venga sovraccaricato da un eccesso di informazioni. In conclusione, parlando dell’Active Brake Assist 5 e del sistema di assistenza alla svolta, il responsabile della ditta di trasporti Klaus Wagenstetter afferma riassumendo: “Per quanto concerne i sistemi di assistenza, Mercedes-Benz Trucks offre un pacchetto complessivo molto equilibrato, capace di migliorare efficacemente la sicurezza e la redditività del nostro lavoro.”

Il nuovo Actros diventa parte integrante dell’‘Internet of Things’, per una redditività ed un comfort ancora maggiori. Fin dall’inizio, gli sviluppatori hanno concepito il nuovo Actros come un veicolo coerentemente collegato alla rete. Il truck, infatti, è in contatto permanente con il cloud e diventa quindi parte integrante del cosiddetto ‘Internet of Things’. La base di tutte le soluzioni di connettività è offerta dal Truck Data Center, che riceve i dati dai sensori, dalle telecamere e da altri dispositivi presenti a bordo del veicolo per poi analizzarli per le finalità più diverse. In questo modo è possibile per le aziende ed i responsabili delle flotte controllare in tempo reale i truck tramite FleetBoard e Mercedes-Benz Uptime. Il risultato è un significativo incremento della pianificabilità degli ordini, delle soste in officina e dei periodi di fermo dei veicoli e, conseguentemente, una disponibilità nettamente superiore dei singoli automezzi.

Ma anche i conducenti traggono vantaggio dalle soluzioni di connettività del nuovo Actros, grazie alla nuova plancia multimediale. La prima plancia totalmente digitalizzata in un truck di serie consente possibilità e comodità di azionamento dei comandi mai raggiunte prima d’ora, ad esempio attraverso l’integrazione di Apple CarPlay ed Android Auto. La plancia multimediale comprende due grandi display, dove il display principale sostituisce il quadro strumenti convenzionale. Qui vengono visualizzati ad esempio tutti i sistemi di assistenza e le informazioni del nuovo riconoscimento della segnaletica stradale. Un secondo touch-screen nella plancia consente di utilizzare determinate app del Mercedes-Benz Truck App Portal e visualizza interruttori virtuali e le immagini del nuovo sistema di navigazione. “Vogliamo offrire ai conducenti gli strumenti migliori per il loro stressante lavoro”, afferma Jerry Bodry, Managing Partner di GTS Logistik di Traben-Trarbach. “Sui nostri truck i conducenti devono godere del massimo comfort possibile. In tal senso, contribuisce in misura rilevante anche il nuovo posto di guida, con la sua plancia multimediale.”

Riassumendo: secondo i rappresentanti dei mass media, delle università, delle ditte di trasporti e dei conducenti di truck, il nuovo Actros rappresenta una pietra miliare nell’industria dei mezzi di trasporto pesanti. Il ‘Truck of the Year 2020’ dispone di numerose dotazioni avanguardistiche e, con le sue innovazioni, traccia il futuro del trasporto di merci su strada.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy